TORO SCATENATO di Martin Scorsese (1980)

locandina-toro-scatenatoDomenica 03/03/13, ore 23.20, LA7

 

Dimenticate Rocky e simili, qua siamo su un altro pianeta. Storia del campione mondiale dei pesi medi Jake La Motta, Toro scatenato racconta, in un lungo flashback, la sua tormentata esistenza sul ring e nella vita privata. Avvalendosi di una splendida sceneggiatura di Paul Schrader e Mardik Martin e di interpretazioni assolutamente memorabili, il film, girato in un bianconero fortemente contrastato dal taglio quasi documentaristico, si concentra sulla brutalità fisica e psichica che La Motta subisce e per reazione infligge, dimostrando la profonda misoginia e la carica omofoba del microcosmo del Bronx nella New York degli anni ’40 e ’50.


Leggi tutto

MAGNOLIA di Paul Thomas Anderson (1999)

locandina-magnoliaDomenica 03/03/13, ore 21.00, IRIS

 

Los Angeles. In un giorno qualsiasi i destini di vari personaggi si intrecciano: un anziano presentatore televisivo (Philip Baker Hall) sta morendo e vuole il perdono della figlia tossicodipendente (Melora Walters) da lui molestata in passato, di cui si innamora un poliziotto (John C. Reilly); un produttore (Jason Robards), anch’egli sul letto di morte, viene accudito dalla giovane moglie (Julianne Moore) e da un infermiere (Philip Seymour Hoffman) che tentano di farlo riconciliare con il figlio (Tom Cruise), guru di un programma maschilista; un ex bambino prodigio (William H. Macy), il cui glorioso passato è ormai solo un ricordo sbiadito, tenta un ridicolo furto.


Leggi tutto

MAGNOLIA di Paul Thomas Anderson (1999)

locandina-magnoliaDomenica 03/03/13, ore 21.00, IRIS

 

Los Angeles. In un giorno qualsiasi i destini di vari personaggi si intrecciano: un anziano presentatore televisivo (Philip Baker Hall) sta morendo e vuole il perdono della figlia tossicodipendente (Melora Walters) da lui molestata in passato, di cui si innamora un poliziotto (John C. Reilly); un produttore (Jason Robards), anch’egli sul letto di morte, viene accudito dalla giovane moglie (Julianne Moore) e da un infermiere (Philip Seymour Hoffman) che tentano di farlo riconciliare con il figlio (Tom Cruise), guru di un programma maschilista; un ex bambino prodigio (William H. Macy), il cui glorioso passato è ormai solo un ricordo sbiadito, tenta un ridicolo furto.


Leggi tutto

MARATONA ALBERTO SORDI

locandina-sordiSabato 02/03/13, dalle ore 11.20, IRIS

 

A dieci anni dalla morte di uno dei più grandi attori italiani di ogni tempo, maschera e simbolo dei (tanti) vizi e delle (poche) virtù del Bel Paese, Iris dedica un’intera giornata ad Alberto Sordi: si inizia alla grande con due capolavori del maestro Federico Fellini, Lo sceicco bianco (1952, in cui l’Albertone nazionale interpreta un mediocre ed infantile eroe di fotoromanzi idolo di una sposina novella) e I Vitelloni (1953, incentrato su cinque amici intrappolati nella quotidianità di una cittadina di provincia), per proseguire con Il Vigile (1960, commedia sul malcostume politico), Il Testimone (1978, feroce atto d’accusa verso il sistema giudiziario) e Il Presidente del Borgorosso Football Club (1971, satira sul mondo calcistico).


Leggi tutto

BATMAN – IL RITORNO di Tim Burton (1992)

locandina-batman-il-ritornoSabato 02/03/13, ore 13.40, ITALIA 1

 

Sequel di Batman (1989), Batman – Il ritorno conferma l’approccio di Tim Burton al personaggio creato da Bob Kane: l’eroe pipistrello questa volta deve affrontare il Pinguino (Danny DeVito), essere deforme abbandonato nelle fogne quando era neonato e desideroso di vendetta contro la città di Gotham, e Selina Kyle alias Catwoman (Michelle Pfeiffer), impacciata segretaria che scopre in sé una seconda, pericolosa personalità.


Leggi tutto

IL CALENDARIO DI MARZO 2013

Spring Breakers locandinaNon c’è dubbio, le eroine di marzo saranno loro: le quattro bad girl, dalla faccia acqua e sapone ma dedite a rapine, droghe e promiscuità, di Spring Breakers, pellicola di Harmony Korine in sala dal 7 marzo e già cult. “Scandalo” all’ultima Mostra di Venezia, l’acida e delirante opera dell’enfant terrible del cinema indipendente americano è il film più atteso del mese dalla redazione di i-FILMSonline. E, probabilmente, da molto pubblico maschile.

Ma marzo è anche il mese di alcuni graditi ritorni d’autore. Il primo è quello di Sam Raimi, che con il variopinto e maestoso Il grande e potente Oz, ci permetterà di rituffarci nel magico mondo creato dalla fantasia di L. Frank Baum (si tratta di un prequel del classico con Judy Garland): un film che promette di essere un splendido spettacolo visivo e conta nel cast James Franco, Michelle Williams, Rachel Weisz e Mila Kunis.

  

Leggi tutto

Il mondo nel mondo. La limousine in Cosmopolis, Holy Motors e Wrong

 Il 2012 è stato l’“anno della limousine”. Sembrerà assurdo, ma è così. Al cinema, le immagini di questo lungo veicolo non hanno fatto altro che sfilare davanti ai nostri occhi. È mera casualità, coincidenza, o è l’espressione, magari anche inconscia, di qualcosa di più profondo, ancorato e radicato nel nostro essere? Perché in tre film diversi come Cosmopolis di Cronenberg, Holy Motors di Carax e Wrong di Dupieux, la limousine funge da perno nella loro narrazione e nella loro estetica?

 

Si consideri, per iniziare, quanto scritto dai Cahiers n°678 di giugno 2012 da Vincent Malousa [t.d.a]: “Una delle questioni che ossessionano lo spirito tormentato di Eric Packer in Cosmopolis – dove si recano a dormire le limousine la notte? – trova una risposta letterale nel finale di Holy Motors, nel quale scopriamo una folla immobile di limousine parcheggiate e intente a conversare con complicità in un parcheggio, mentre fuori la città è addormentata. Al di là di ciò […] le limousine […] si legano fra di loro a un altro livello. I due personaggi [Eric Packer e Monsieur Oscar] lavorano nell’alta finanza (almeno la prima incarnazione di Monsieur Oscar) e il primo come il secondo rappresentano l’immagine di un capitalismo apprezzato in dolcezza, ovattato e insonorizzato in un salotto in movimento. La semplice giornata lavorativa serve da quadro temporale ai due film; soprattutto, nell’uno come nell’altro, i personaggi scorrono verso il nulla e la morte […]. Nei due casi, la limousine non è solamente un ritornello: produce delle forme e scrive la sceneggiatura.”


Leggi tutto

LA PATATA BOLLENTE di Steno (1979)

la patata bollenteVenerdì 1/3/13, ore 0.40, RAI MOVIE

 

Sulla scia del successo ottenuto da Il vizietto, Stefano Vanzina firma una commedia di rara intelligenza e sensibilità sul tema dell’omosessualità, descritta con autoironia senza cadere in connotazioni macchiettistiche.
Leggi tutto

DIE HARD – UN BUON GIORNO PER MORIRE di John Moore (2013)

die hard 5 locandinaNon si può negare che il termine “Die Hard” sia entrato ormai nella cultura generale, soprattutto per la generazione degli anni ’80 e ’90 che con gli action movie era cresciuta e che ora li ricorda con un pizzico di nostalgia. Soprattutto pensando al fatto che di Die Hard, in questo quinto, inutile – e si spera ultimo – capitolo dal sottotitolo Un buon giorno per morire c’è poco-nulla. Forse solo il nome del protagonista, quel John McClane che tanto aveva esaltato i teenagers nei 90s e che ora ha le sembianze di un Bruce Willis invecchiato, con la solita faccia da spaccone, ma ben lontano dal ruolo che l’aveva lanciato tra le stelle del genere. In questo episodio si troverà a dover salvare suo figlio, in prigione a Mosca, trovandosi di fronte ad una realtà ben peggiore una volta arrivato nella capitale russa.

Leggi tutto

EDUCAZIONE SIBERIANA di Gabriele Salvatores (2013)

 È difficile sedersi in sala senza pregiudizi attendendo una pellicola italiana che, nonostante i 9 milioni di budget e il cast impreziosito da star del calibro di John Malkovich, non è stata accettata al Festival di Berlino (nemmeno nelle sezioni collaterali). Si potrebbe campanilisticamente pensare che i tedeschi, abituati a snobbarci, abbiano usato lo spread come unità di misura. In realtà, non più di un anno fa una coppia di arzilli vecchietti italiani sollevava l’Orso D’oro per Cesare deve morire; mentre quest’anno un certo Tornatore è riuscito a presentare al festival teutonico la sua ultima fatica (La migliore offerta). Ma non facciamoci influenzare: Educazione Siberiana diretta dal premio Oscar Gabriele Salvatores va quantomeno vista prima di essere giudicata.

Leggi tutto

UPSIDE DOWN di Juan Solanas (2012)

Locandina Upside DownLa fantascienza è da sempre un terreno estremamente fertile per il cinema, che con essa condivide lo sguardo al futuro e il desiderio di dare vita a qualcosa di imponderabile o, comunque, di mai visto. Se questa può essere una sorta di definizione di fantascienza, allora Upside Down si chiama immediatamente fuori da questo termine, in quanto, a parte l’ambientazione e il gioco di luci (che tanto ricordano quelle utilizzate in Minority Report, così chiare e volutamente gelide), sa di già visto e di banale in ogni sfaccettatura possibile.

 

 

Leggi tutto

PREMI OSCAR 2013: TUTTI I VINCITORI

 

oscar 2013Sobria e minimale dal punto di vista dello spettacolo puro, ma densa di emozioni per quanto riguarda i contenuti. Sinteticamente, potrebbe essere così riassunta l’85^ edizione della cerimonia degli Oscar tenuta, come consuetudine degli ultimi anni, al Dolby Theatre di Los Angeles. Dopo le (molte) indiscrezioni trapelate alla vigilia, sembrava scontato che il plurinominato Lincoln (12 nomination)dovesse fare incetta di premi: bene, così non è stato. Le sorprese non sono mancate.

Leggi tutto

LA PAROLA AI GIURATI di Sidney Lumet (1957)

la parola ai giuratiMercoledì 27/2/13, ore 21.15, RAI MOVIE

 

Sceneggiato da Reginald Rose, sulla base del suo soggetto televisivo Twelve Angry Men (1954), e diretto da Sidney Lumet alla sua prima prova da rergista, La parola ai giurati è uno dei più grandi film di ambiente processuale della storia del cinema.
Leggi tutto

ONORA IL PADRE E LA MADRE di Sidney Lumet (2007)

onora il padre e la madreLunedì 03/02/14, ore 21.00, IRIS

 

 

Ultimo film del grande regista statunitense Sidney Lumet (1924-2011), Onora il padre e la madre è un angoscioso apologo sul lato oscuro dell’animo umano, in cui senso di colpa, tradimento e vendetta sono i sentimenti che dominano le azioni dei personaggi.

Leggi tutto

Aspettando gli Oscar: pronostici, speranze e preferenze della notte più attesa dell’anno

Premi Oscar

 

Questa notte al Dolby Theatre di Los Angeles avrà luogo l’85esima cerimonia dei premi più prestigiosi  dell’universo cinematografico: stiamo naturalmente parlando degli Oscar e, in attesa del grande evento, abbiamo deciso di realizzare un vero e proprio speciale, dove potete trovare i nostri pronostici sui vincitori, le scelte della redazione e quelle dei nostri lettori!

Per ragioni d’interesse abbiamo deciso di focalizzarci sulle 7 categorie più importanti: miglior film, miglior regista, miglior attore, miglior attrice, miglior attore non protagonista, miglior attrice non protagonista e miglior film d’animazione.

 

 

Leggi tutto

GAMBIT – UNA TRUFFA A REGOLA D’ARTE di Michael Hoffman (2012)

La pratica del remake, sempre più diffusa nel cinema contemporaneo, è nella maggior parte dei casi fonte di operazioni deludenti e indice della povertà di idee di registi e produttori: pecca fondamentale, quella di tradire lo spirito originale di pellicole figlie di un certo periodo storico, tentando di aggiornare qualcosa che non può essere aggiornato. Per fortuna esistono delle eccezioni: una di queste è Gambit – Una truffa a regola d’arte, diretto da Michael Hoffman su sceneggiatura di Joel e Ethan Coen, rifacimento dell’omonimo film del 1966 con Michael Caine e Shirley MacLaine.

Leggi tutto

PINOCCHIO di Enzo D’Alò

Il Pinocchio metafisico di Enzo D'Alò con le musiche di Lucio Dalla

Mentre molti professionisti italiani nel campo dell’animazione trovano impiego nelle più grandi realtà internazionali sembra proprio che a casa nostra non si riesca a realizzare una produzione di livello. I casi eclatanti di Enrico Casarosa, regista e sceneggiatore del poetico cortometraggio La luna, prodotto da Pixar e proiettato prima di Ribelle – The Brave, nominato agli scorsi Academy Awards e soprattutto di Alessandro Carloni, chiamato a dirigere il prossimo film Dreamworks , Me and My Shadow, non trovano corrispondenze degne di paragone in Italia.

Nonostante l’esperienza pluridecennale, Enzo D’Alò con il suo Pinocchio delude nuovamente, dopo gli esiti incerti e piuttosto trascurabili di La gabbianella e il gatto e degli altri suoi lungometraggi animati.

Leggi tutto

GANGSTER SQUAD di Ruben Fleischer (2013)

Doveva essere uno dei titoli di punta del 2012, Gangster Squad, ritorno in grande stile del poliziesco-noir e del gangster movie diretto da Ruben Fleischer (Benvenuti a Zombieland) e con un cast all star comprendente Josh Brolin, Sean Penn, Ryan Gosling, Nick Nolte, Giovanni Ribisi e Emma Stone.
Doveva, appunto: l’episodio della strage in una sala cinematografica di Aurora, Colorado, alla prima di Il ritorno del cavaliere oscuro, ne ha fatto slittare l’uscita per l’affinità del tutto casuale tra il tragico fatto e una scena del film, tagliata per il timore di urtare la sensibilità degli spettatori (e giocarsi così potenziali incassi). Una scelta opinabile, soprattutto perché inserita all’interno dell’ormai abusato dibattito sulla pericolosità e il rischio di emulazione connessi alla rappresentazione della violenza sul grande schermo: tesi che ha peraltro rivelato tutta la sua sterilità ai successivi (ennesimi) episodi di eccidi da parte di squilibrati in Usa. Detto questo, alla visione del film di Fleischer viene oggi da pensare che tanta disperazione, provata da noi spettatori all’annuncio del rinvio, fu un sentimento decisamente mal riposto.

Leggi tutto

UN BORGHESE PICCOLO PICCOLO di Mario Monicelli (1977)

locandina-un-borghese-piccolo-piccoloVenerdì 22/02/13, ore 21.10, CIELO

 

Giovanni Vivaldi (Alberto Sordi), impiegato statale in attesa di pensionamento, si adopera per far assumere il figlio Mario (Vincenzo Crocitti) nel suo stesso ufficio, riponendo in lui tutte le sue speranze di orgoglioso padre ed entrando addirittura a far parte di una loggia massonica per ottenere favoritismi dai superiori; durante una rapina, però, Mario viene ucciso. Giovanni, stravolto dal tragico evento, inizia a fare della vendetta la sua ragione di vita.


Leggi tutto

L’UOMO NELL’OMBRA di Roman Polanski (2010)

locandina-l-uomo-nell-ombraVenerdì 22/02/13, ore 21.05, RAITRE

 

Un noto ghostwriter londinese (Ewan McGregor), pagato per scrivere opere ufficialmente attribuite ad un’altra persona, viene ingaggiato dall’ex primo ministro del Regno Unito Adam Lang (Pierce Brosnan) per terminare il suo manoscritto di memorie, incompleto dopo la morte del precedente collaboratore avvenuta in circostanze misteriose; scoprirà intrighi politici di enormi proporzioni, rischiando di fare la fine del suo predecessore.

 

 

Leggi tutto

Regista palestinese candidato all’Oscar, bloccato all’aeroporto di Los Angeles

Il regista palestinese Emad Burnat, candidato all’Oscar con il documentario 5 Broken Cameras, non ha ricevuto un grande benvenuto negli Stati Uniti.

Ieri notte è stato fermato con la famiglia (la moglie e il figlio di otto anni) all’aeroporto di Los Angeles. Ore di attesa e di domande da parte della polizia e dei funzionari dell’immigrazione: Burnat non avrebbe avuto un invito idoneo a partecipare alla cerimonia cinematografica americana. Eppure è candidato.

Minacciato di rimpatrio immediato, Burnat ha contattato il regista americano Michael Moore che si è subito attivato per venirgli in soccorso: l’autore di Bowling a Columbine ha subito chiamato gli organizzatori della cerimonia di premiazione degli Oscar che hanno confermato l’invito di Burnat. Il regista palestinese è stato rilasciato questa mattina.

Burnat ha commentato: “Non è nulla. Ci sono abituato. Quando vivi sotto occupazione, senza nessun diritto, questa è la quotidianità”. 5 Broken Cameras è il primo film palestinese ad essere candidato al premio Oscar. Il documentario racconta, attraverso le cinque telecamere di Burnat distrutte dai soldati israeliani, la resistenza popolare nonviolenta del villaggio palestinese di Bi’lin. 

 

THE SESSIONS di Ben Lewin (2012)

Presentato al Torino Film Festival 2012, The Sessions è un film semi-indipendente diretto da Ben Lewin, con protagonisti Helen Hunt e John Hawkes

L’attore interpreta Mark O’Brien, poeta e giornalista colpito dalla poliomielite in tenera e da allora costretto a vivere collegato a un polmone d’acciaio. Compiuti i trentotto anni decide di perdere la verginità affidandosi a una professionista del settore. Seppur non manchino possibili inserti finzionali, il film è tratto dalla vera storia del suo protagonista, che ha deciso di raccontare il suo approccio alla sessualità attraverso l’unica arma della quale non ha mai fatto a meno: la parola scritta.

Leggi tutto

PER FAVORE… NON MORDERMI SUL COLLO di Roman Polanski (1967)

locandina-per-favore-non-mordermi-sul-colloLunedì 04/11/13, ore 21.05, IRIS

 

Il professor Abronsius (Jack MacGowran), rinomato studioso di vampirismo, si reca in Transilvania con il fido assistente Alfred (Roman Polanski) per indagare sul fenomeno; finiti nelle mani del conte Von Krolock (Ferdy Mayne), che vuole vampirizzarli, tenteranno di scappare e di salvare la giovane Sarah (Sharon Tate), con improbabili e tragicomiche conseguenze.

Leggi tutto

L’APPARTAMENTO di Billy Wilder (1960)

locandina-lappartamentoGiovedì 21/02/13, ore 14.45, LA7

 

C. C. Baxter (Jack Lemmon), contabile presso una grossa compagnia d’assicurazioni, è solito prestare il bilocale in cui abita ai suoi dirigenti d’azienda per accaparrarsi le loro simpatie ed un’eventuale promozione; fino al giorno in cui Fran Kubelik (Shirley MacLaine), amante del capo del personale Jeff Sheldrake (Fred MacMurray), tenta il suicidio proprio nell’appartamento. Baxter, innamoratosi della ragazza, sarà costretto a scegliere tra la carriera e l’amore.


Leggi tutto

INFAMOUS – UNA PESSIMA REPUTAZIONE di Douglas McGrath (2006)

locandina-infamousMercoledì 20/02/13, ore 23.10, Iris

 

Presentato al Festival del cinema di Venezia del 2006 e basato sul libro Capote: In Which Various Friends, Enemies, Acquaintances and Detractors Recall His Turbulent Career di George Plimpton, Infamous – Una pessima reputazione, diretto da Douglas McGrath, racconta la genesi del romanzo A sangue freddo, per cui lo scrittore Truman Capote (Toby Jones) si ispirò allo sterminio di una famiglia di agricoltori nel Kansas.


Leggi tutto

IL TALENTO DI MR. RIPLEY di Anthony Minghella (1999)

locandina-ripleyMercoledì 20/02/13, ore 21.10, RAI MOVIE

 

Tom Ripley (Matt Damon), giovane e spiantato americano, viene pagato dal ricco Greenleaf (James Rebhorn) perché trovi e faccia tornare a casa suo figlio Dickey (Jude Law), cinico e viziato nullafacente in ritiro in Italia; Tom raggiungerà Mongibello per adempiere al suo compito e rimarrà pericolosamente affascinato dallo stile di vita del rampollo, fino a desiderare di prenderne il posto. Con tragiche e irreversibili conseguenze.


Leggi tutto

WARM BODIES di Jonathan Levine (2013)

-Cosa sei?

-Non lo so.

-Puoi essere quello che vuoi.

Cos’è R? Uno zombie. Le sue giornate trascorrono monotone e sempre uguali, ciondolando da una parte all’altra di un aeroporto di cui lui e un gruppo di “colleghi” hanno preso possesso. Ma R pensa e si dispera per la sua condizione immutabile. Soffre perché non conosce la vita e, soprattutto, non conosce l’amore, che si presenta inaspettato, un giorno, sotto forma di Julie, una ragazza con un padre assente, interessato solo alla lotta per la salvezza del genere umano, e un fidanzato che vive nell’emulazione del suddetto genitore. R si innamora a prima vista. Sarà l’inizio di una rivoluzione.

 

Leggi tutto

ISPETTORE CALLAGHAN: IL CASO SCORPIO E’ TUO! di Don Siegel (1971)

locandina-callaghanMartedì 19/02/13, ore 23.55, RETE 4

 

San Francisco: Harry Callaghan detto “la Carogna” (Clint Eastwood), ispettore di polizia noto per i suoi modi brutali e spicci, viene incaricato del caso Scorpio (Andy Robinson), un serial killer che minaccia la città con lettere e omicidi a scopo di lucro. Callaghan tenterà di stanarlo con ogni mezzo, uscendo dal labile e aleatorio confine della legalità.

 

 

Leggi tutto

GRAN TORINO di Clint Eastwood (2008)

locandina-gran-torinoLunedì 01/04/13, ore 21.10, RETE 4

 

Walt Kowalski (Clint Eastwood), anziano e vedovo reduce della guerra di Corea, nutre un profondo disprezzo per la razza asiatica, in particolare per i suoi vicini di casa; finché, un giorno, salva Thao (Bee Vang) da una gang di teppisti che vuole coinvolgerlo in attività illegali. Imparerà a scoprire ed apprezzare i valori di una comunità sconosciuta e si affezionerà al giovane Thao come a un figlio, con estreme conseguenze.

 

 

Leggi tutto

Social media & sharing icons powered by UltimatelySocial