I (PRE)GIUDIZI DI GENNAIO 2018

disaster-artist 

Dopo il calendario del mese, è il turno dei nostri pregiudizi: ogni membro della redazione segnala due titoli in uscita nel mese, uno su cui si sente di mettere la mano sul fuoco per un esito positivo (segnalato come “Per me è sì”) e l’altro su cui invece ripone pochissime o nessuna speranza (“Per me è no”). Naturalmente sono (quasi sempre) film che non abbiamo ancora visto, si tratta solo di sensazioni in attesa di conferme. Come sempre, vi invitiamo a giocare con noi (valutando tutte le uscite mensili) facendoci sapere cosa ne pensate e quali sono le vostre scelte. D’altronde… si tratta soltanto di pregiudizi. Ecco le scelte di ognuno di noi:

Leggi tutto

COCO di Lee Unkrich (2017)

Coco: il primo film Pixar ambientato in Messico

Non è mai semplice parlare di morte, soprattutto se si cerca di farlo anche con menti delicate come quelle infantili, tanto sensibili e fragili che rendono necessaria la massima attenzione quando si toccano determinati argomenti. L’animazione è una delle vie prescelte – si pensi a una favola macabra e romantica come La Sposa Cadavere – ed ecco che Pixar inserisce nel suo immenso mosaico un altro tassello prezioso, capace di andare oltre ogni previsione: Coco.

Leggi tutto

Harry Potter e la Camera dei Segreti: la magia rivive con l’Orchestra Italiana del Cinema

La magia di Harry Potter è tornata nei teatri grazie all’Orchestra Italiana del Cinema, che lo scorso maggio hapermesso alle partiture di John Williams di rivivere durante la proiezione di Harry Potter e la Pietra Filosofale. Roma (Auditorium della Conciliazione, 1-2-3 dicembre) e Milano (Teatro Arcimboldi, 27 e 28 dicembre)  sono state le location prescelte per la proiezione di Harry Potter e la Camera dei Segreti, con le musche interpretate dal vivo da oltre 80 elementi d’orchestra, sotto la direzione del maestro Justin Freer. Evento imperdibile per i fan del piccolo maghetto nato dalla penna geniale di J.K. Rowling, i quali hanno potuto scegliere se accomodarsi tra i Grifondoro, Serpeverde, Corvonero, Tassorosso o tra i Babbani, riempiendo i teatri e accompagnando l’uscita dell’orchestra con uno scrosciante applauso. Non poteva che essere così, per un evento che ha permesso di immergersi in maniera totale nelle atmosfere di Hogwarts, e se non è questa magia, cosa potrebbe esserlo? L’ottima notizia, inoltre, è che nel 2018 sarà il turno di Harry Potter e il prigioniero di Azkaban

 

Lorenzo Bianchi

I MIGLIORI FILM DEL 2017

La La Land, leggero e malinconico, vi commuoverà | Wired Italia

E per chiudere l’anno: ecco la top 10 dei film del 2017, secondo la redazione di i-FilmsOnline. La classifica fa riferimento ai titoli usciti nelle sale italiane dal 1 gennaio al 31 dicembre dell’anno. Dato che la classifica è collettiva (frutto delle preferenze singole di ognuno di noi), in fondo si può trovare il film migliore, il miglior inedito e la delusione/il peggiore di ogni singolo membro della redazione. In attesa di vostri commenti un caro augurio a tutti i lettori di i-FilmsOnline per uno splendido 2018… soprattutto dal punto di vista cinematografico!

Leggi tutto

IL CALENDARIO DI GENNAIO 2018

chiamami-col-tuo-nome

L’anno nuovo si apre nel segno del cinema italiano che piace a Hollywood, con l’uscita del nuovo film di Luca Guadagnino (premiatissimo in Usa) Chiamami col tuo nome, film più atteso di gennaio dalla nostra redazione. Da tenere d’occhio anche Tre manifesti a Ebbing, Missouri di Martin McDonagh, senza dimenticare i ritorni di Virzì, Alexander Payne e Luciano Ligabue. Di seguito, tutte le uscite del mese.

Leggi tutto

COME UN GATTO IN TANGENZIALE di Riccardo Milani (2017)

Riccardo Milani dirige nuovamente la moglie Paola Cortellesi (Un Boss in Salotto) e per la seconda volta Antonio Albanese, il famoso comico poliedrico, in Come un gatto in Tangenziale. Giovanni, intellettuale  impegnato e profeta dell’integrazione sociale, vive nel centro di Roma. Monica, ex cassiera, sopravvive nella periferia della Capitale. Sono due persone che vivono agli antipodi: lui in un mondo erudito dove tutti urlano all’integrazione senza mai averla vista nemmeno con il binocolo, lei la sopporta in un palazzone popolare tra persone di tutti gli angoli del mondo. Non si sarebbero mai incontrati, se i loro due figli non avessero decisero di fidanzarsi. Il loro unico obiettivo sarà quello di farli lasciare, consci delle insormontabili diversità che caratterizzano le loro vite.

Leggi tutto

THE GREATEST SHOWMAN di Michael Gracey (2017)

The Greatest Showman (2017) | Cinetheek

Che Hugh Jackman sia un attore completo ed eccezionale nel recitare, presentare, ballare e cantare, è un fatto più che noto, dimostrato in mille diverse occasioni. Non poteva, quindi, essere che lui l’interprete di Phineas Taylor Barnum, il self-made man dell’ottocento, che mutò il mondo dell’entertainment, l’imprenditore che mise in auge un nuovo tipo di show che coinvolgesse più classi sociali possibili, con un’attenzione particolare ai freak, protagonisti dei suoi spettacoli. Diretto dall’esordiente regista cinematografico Michael Gracey, The Greatest Showman è un musical che inserisce e rispecchia tutte le qualità possibili di chi ha lavorato al film.     

Leggi tutto

STAR WARS – GLI ULTIMI JEDI di Rian Johnson (2017)

Star Wars: Episodio VIII - Gli ultimi Jedi - Film (2017) - MYmovies.it

È tempo che i Jedi scompaiano“. La frase di Luke Skywalker suona come un monito allarmante allo spettatore che si sottopone alla visione di Star Wars Gli ultimi Jedi, l’Episodio VIII dove Rian Johnson (Looper) prende il testimone di J.J. Abrams e ci catapulta nuovamente nella sfiancante, durissima guerra stellare tra la Resistenza (erede dell’Alleanza ribelle e ultimo avamposto democratico della Repubblica) e il malvagio Primo Ordine, degno successore dell’Impero. Luke, interpretato da un iconico Mark Hamill che si reimpossessa finalmente del personaggio che gli ha regalato la celebrità (e lo ha imprigionato inesorabilmente), vuole dunque dirci che Star Wars come la conosciamo non esisterà più? Il dubbio pervade Gli ultimi Jedi, ma una cosa è certa: se il nuovo capitolo della saga apre a nuove strade, è al contempo vero che l’epica trascinante di Guerre Stellari è rimasta invariata e potente, pur non senza imperfezioni.

Leggi tutto

LA RUOTA DELLE MERAVIGLIE di Woody Allen (2017)

La Ruota Delle Meraviglie | UCI Cinemas

Coney Island, penisola nel sud di Brooklyn, New York. Questo lembo di terra pullulante di montagne russe, spiagge gremite e zucchero filato diviene il palcoscenico dell’ultima pellicola di Woody Allen. La Wonder Wheel o La ruota delle meraviglie (come nel titolo nostrano) osserva incontrastata, nel suo perpetuo moto circolare, lo scorrere dei giorni dei quattro personaggi principali. Ginny (Kate Winslet), cameriera neoquarantenne con trascorsi da attrice, frustrata, infelice, imbronciata e sposata. Il marito Humpty (Jim Belushi), un uomo buono, un manovratore di giostre, uno stereotipo vivente: la camicia sgualcita aperta su canotta bianca mette ben in mostra una pancia prominente, risultato di troppe bottiglie di birra, dalle quali cerca di stare lontano. Carolina (Juno Temple), giovane figlia di lui, frivola, ingenua, in fuga dal gangster che si è sposata appena ventenne. In ultimo troviamo il narratore, che dall’alto della sua torretta da bagnino tira le fila della storia: Mickey, amante di Ginny prima e innamorato di Carolina poi, un Justin Timberlake un po’ troppo cresciuto per interpretare un ragazzo nei suoi late twenties.

Leggi tutto

Golden Globe 2018, le nomination

golden-globe

Ecco le nomination alla 75esima edizione dei Golden Globe, per il cinema e la tv: tanta Italia, con ben tre nomination a Chiamami col tuo nome di Luca Guadagnino, una a The Leisure Seeker di Paolo Virzì e una a The Young Pope di Paolo Sorrentino. I premi saranno attribuiti il 7 gennaio, nella cerimonia condotta da Seth Meyers.

CINEMA

Miglior film drammatico

Chiamami col tuo nome
Dunkirk
The Post
The Shape of Water
Three Billboards Outside Ebbing, Missouri

Leggi tutto

I CONSIGLI HOME VIDEO DI DICEMBRE 2017

 

Come accade praticamente tutti gli anni, dicembre è sempre un mese non particolarmente ricco di nuove uscite concentrate invece, dai grandi distributori sopratutto nel mese precedente. Dicembre è il mese delle idee regalo e sono quelle in particolar modo a trovare spazio negli scafali e negli store online. In uscita ci sono infatti tre belle “collection” riguardanti Bela Tarr, Xavier Dolan, Alfred Hitchcock e Sergio Leone. La Warner dal canto suo, pensa bene di rieditare ben sei film di Woody Allen alcuni dei quali anche in alta definizione. I titoli scelti sono Celebrity, Criminali da Strapazzo, La Dea dell’Amore, Harry a Pezzi, Pallottole su Broadway e Tutti Dicono I Love You. Spazio anche agli inediti, pochi ma buoni: si comincia con il titolo del mese, nonché uno dei film più apprezzati dell’anno che sta per concludersi, Dunkirk di Christopher Nolan. Ma c’è anche lo spionaggio d’azione con una enorme Charlize Theron in Atomica Bionda, il cinema giapponese d’autore con Ritratto di Famiglia con Tempesta di Kore-eda e l’animazione per i giovanissimi con  Cattivissimo Me 3Anticipazione del 2018, che si apre con il poco fortunato (al botteghino) sci-fi firmato Luc Besson, Valerian e la città dei mille pianeti.

Leggi tutto

GODLESS, la recensione della prima stagione

 

 

Disponibile su Netflix

1884. Si intrecciano le vicende del criminale Frank Griffin (Jeff Daniels) e del suo giovane pupillo Roy Goode (Jack O’Connell). Il primo è in cerca di vendetta e insieme alla propria banda si mette alla ricerca del secondo, dopo essere stato tradito e ferito. Roy troverà riparo a La Belle, cittadina che a causa di un incidente, è composta quasi praticamente da sole donne. Alle situazioni dei due ex colleghi, si incastreranno anche le storie dello sceriffo Bill McNue (Scott McNairy), in cerca di un proprio riscatto famigliare, e quella di Alice Fletcher (Michelle Dockery), donna decisa e caparbia, che ha come obiettivo quello di proteggere il fuggitivo Roy. Lasciato alle spalle il notevole incipit del primo episodio, Godless si affida alla forza dei sui personaggi per dettare il ritmo di una serie che brilla, ma che nella fase centrale viaggia a luce non costante.

Leggi tutto

FREE FIRE di Ben Wheatley (2016)

Free Fire - Cineuropa

Dopo il passo falso di High Rise, Ben Wheatley torna con Free Fire, che passò in anteprima italiana come film di chiusura al Torino Film Festival 2016 e arriva nelle nostre sale a un anno di distanza. Ci troviamo a Boston nel 1978: un gruppo di militanti dell’IRA si incontra con dei trafficanti d’armi per l’acquisizione di un magazzino abbandonato, ma qualcosa non va per il verso giusto e si finirà presto in una spietata sparatoria tra i due gruppi. Wheatley gioca e si diverte con il genere, facendo divertire anche gli undici strepitosi gunfighters che, contrariamente alla tensione drammatica che ci si aspetterebbe da una situazione tragica e violenta di questo tipo, reagiscono emotivamente in maniera goliardica, con raffiche di battute irresistibili, totalmente estranee al contesto in cui si trovano (considerato che si stanno letteralmente facendo fuori uno ad uno).

Leggi tutto

IL PREMIO di Alessandro Gassmann (2017)

 

Giovanni Passamonte (Gigi Proietti) è uno scrittore di successo internazionale che ha avuto una vita esagerata e fuori dagli schemi: molte mogli e molti figli. Grazie ai suoi numerosi best seller ha vinto il Nobel per la letteratura, ma, a causa della sua fobia per il volo decide di intraprendere il viaggio verso Stoccolma, per andare a ritirare il premio, in macchina. Lo accompagneranno nell’avventura il fidato assistente Rinaldo (Rocco Papaleo), il figlio Oreste (Alessandro Gassmann), personal trainer, e la figlia Lucrezia (Anna Foglietta), blogger di successo. La strada da Roma alla Svezia si rivelerà un viaggio inaspettato, in cui il gruppo incontrerà personaggi che cambieranno il corso del loro itininerario e della loro vita. Nota di merito va a Marco Zitelli, che nel film interpreta il figlio di Oreste ma è soprattutto il compositore delle musiche cantate, e a una brava Matilda De Angelis.

Leggi tutto

SUBURBICON di George Clooney (2017)

Suburbicon, la recensione del film di George Clooney - Super Guida TV

Stati Uniti, fine anni ’50: Suburbicon è un'”idilliaca” cittadina popolata esclusivamente da bianchi e bigotti. Il trasferimento di una famiglia di colore e la tragica morte di una donna giungono però a portare scompiglio fra gli abitanti, rivelandone la sino a quel momento celata mostruosità. A tre anni da Monuments Men (2014), George Clooney torna dietro la macchina da presa per dirigere Suburbicon, commedia cinica e grottesca originariamente sceneggiata dai fratelli Coen nel 1986. La mano dei due cineasti si sente tutta in questa pellicola che, dopo un incipit in sordina, lascia esplodere il proprio humor nero e la propria violenza in un climax tensivo ben strutturato e ricco di trovate brillanti. 

Leggi tutto

L’INSULTO di Ziad Doueiri (2017)

 

Tutto inizia con un litigio per una grondaia, che culmina con un insulto, degenera in uno scontro fisico e finisce in tribunale con tanto di scontri in  piazza e una nazione in rivolta. Quella nazione, in L’insulto di Ziad Doueiri in sala dopo la presentazione concorso alla Mostra del cinema di Venezia 2017, è il Libano contemporaneo e la vicenda che vede protagonisti il cristiano Toni (Adel Karam) e il profugo palestinese Yasser (Kamel El Basha, premiato con la Coppa Volpi a Venezia) non è altro che la fotografia di un Paese ancora clamorosamente diviso e ribollente, la rappresentazione – stilizzata ma non per questo meno efficace – di una situazione politica di cui noi occidentali comprendiamo ancora troppo poco la delicatezza e la complessità.

Leggi tutto

TFF 2017: DARKEST HOUR di Joe Wright

La sezione Festa Mobile del 35esimo Torino Film Festival ha presentato in anteprima l’atteso Darkest Hour, il film di Joe Wright (Espiazione, Orgoglio e pregiudizio) dedicato alla figura di Winston Churchill con un Gary Oldman irriconoscibile e decisamente meritevole di un Oscar. La pellicola si ambienta nel maggio del 1940, tra la contestatissima elezione a Primo Ministro e il dramma bellico di Dunkerque, con il politico impegnato a districarsi tra scelte difficili e le manovre degli avversari.

Leggi tutto

TFF 2017: UN BEAU SOLEIL INTERIEUR di Claire Denis, THE WHITE GIRL di Jenny Suen e Christopher Doyle, THE REAGAN SHOW di Pacho Velez e Sierra Pettengill

 

UN BEAU SOLEIL INTERIEUR di Claire Denis

Isabelle (Juliette Binoche), pittrice di mezza età ancora affascinante e con un divorzio alle spalle, desidera disperatamente una seconda chance per trovare un vero, grande amore. Finisce però per passare da una relazione claudicante all’altra: un banchiere cinico, un attore capriccioso, il deludente ex marito e così via, in una galleria di personaggi maschili decisamente miseranda e incapace di dare a Isabelle quello che cerca. Tra ironia e nevrosi sentimentale, il film della francese Claire Denis, passato alla Quinzaine di Cannes prima di sbarcare a Torino nella sezione Festa Mobile, parte da Frammenti di un discorso amoroso di Roland Barthes e si muove su dialoghi spesso interessanti, ma finisce per girare a vuoto proprio come la sua protagonista. Resta l’ottima interpretazione di una, come sempre, bravissima Juliette Binoche, capace di mettersi a nudo (in tutti i sensi) con coraggio. Camei inattesi di Gérard Depardieu e Valeria Bruni Tedeschi.

Leggi tutto

I (PRE)GIUDIZI DI DICEMBRE 2017

 ruota-meraviglie

Dopo il calendario del mese, è il turno dei nostri pregiudizi: ogni membro della redazione segnala due titoli in uscita nel mese, uno su cui si sente di mettere la mano sul fuoco per un esito positivo (segnalato come “Per me è sì”) e l’altro su cui invece ripone pochissime o nessuna speranza (“Per me è no”). Naturalmente sono (quasi sempre) film che non abbiamo ancora visto, si tratta solo di sensazioni in attesa di conferme. Come sempre, vi invitiamo a giocare con noi (valutando tutte le uscite mensili) facendoci sapere cosa ne pensate e quali sono le vostre scelte. D’altronde… si tratta soltanto di pregiudizi. Ecco le scelte di ognuno di noi:

Leggi tutto

Torino Film Festival 2017: tutti i premi

tff-2017

Si è conclusa la 35esima edizione del Torino Film Festival, con i premi ufficiali assegnati ai film del concorso Torino 35 dalla giuria presieduta da Pablo Larraín e composta da Gillies MacKinnon, Petros Markaris. Santiago Mitre e Isabella Ragonese. Sono state inoltre annunciate le date della prossima edizione, che si svolgerà dal 23 novembre al 1° dicembre 2018.

Miglior film: AL TISHKECHI OTI / DON’T FORGET ME di Ram Nehari (Israele, Francia, Germania, 2017)

Premio Fondazione Sandretto Re Rebaudengo: A FÁBRICA DE NADAdi Pedro Pinho (Portogallo, 2017)

Miglior attrice: ex-aequo EMILY BEECHAM per DAPHNE di Peter Mackie Burns (UK, 2017) e MOON SHAVIT per AL TISHKECHI OTI / DON’T FORGET ME di Ram Nehari (Israele, Francia, Germania, 2017)

Miglior attore:NITAI GVIRTZ per AL TISHKECHI OTI / DON’T FORGET ME di Ram Nehari (Israele, Francia, Germania, 2017)

Leggi tutto

ASSASSINIO SULL’ORIENT EXPRESS di Kenneth Branagh (2017)

 

Il celebre investigatore Hercule Poirot si trova a bordo del prestigioso treno Orient Express. Lungo il tragitto a causa di una valanga di neve il convoglio è costretto a fermarsi, ma il peggio arriverà quando si scoprirà che uno dei passeggeri è stato assassinato. È chiaro sin da subito che Kenneth Branagh, con il suo remake del film di Sydney Lumet del 1974, vuole svecchiare il genere attualizzando i personaggi creati dalla regina del giallo Agatha Christie inserendo temi sociali legati al nostro tempo. Per farlo ricostruisce l’opera affidandosi a un cast stellare composto da Judi Dench, Michelle Pfeiffer, Penélope Cruz, Willem Dafoe, Johnny Depp e molti altri.

Leggi tutto

FilmMaker International Film Festival 2017, a Milano dal 1 al 10 dicembre

filmmaker2017

Al via il 1° dicembre l’edizione 2017 di FILMMAKER INTERNATIONAL FILM FESTIVAL, in programma fino al 10 dicembre a Milano presso lo Spazio Oberdan, l’Arcobaleno Film Center e Casa del Pane. Al centro della manifestazione, come sempre, il cinema documentario e – più in generale – “di ricerca”, in nove sezioni: Concorso Internazionale, Prospettive, Fuori concorso, Sogni e Incubi, Rivoluzioni, Omaggio a Francesco Ballo, Filmmaker Moderns, Fuori formato e Prospettiva Grifi, cui si aggiungono i film di Apertura e Chiusura, per un totale di 103 titoli, di cui 21 in anteprima assoluta e 20 in anteprima italiana. L’apertura, venerdì 1° dicembre (ore 21.30, Arcobaleno Film Center), è affidata all’anteprima nazionale di L’Atelier, il nuovo film di Laurent Cantet (già vincitore della Palma d’oro per La Classe), presentato con successo al Certain Regard dell’ultimo Festival di Cannes e in uscita l’anno prossimo in Italia distribuito da Teodora Film. Il film di chiusura sarà invece Nato a Casal di Principe di Bruno Oliviero. 

Leggi tutto

AMORI CHE NON SANNO STARE AL MONDO di Francesca Comencini (2017)

 

Dopo la presentazione in anteprima al Festival di Locarno e poi al Torino Film Festival, arriva in sala il nuovo film di Francesca Comencini, a cinque anni da Un giorno speciale (ma in mezzo c’è stata la co-regia della serie Gomorra). Tratto dal romanzo omonimo scritto dalla stessa regista, Amori che non sanno stare al mondo racconta l’elaborazione di un relazione sentimentale finita, quella tra la romantica e volubile Claudia (Lucia Mascino) e Flavio (Thomas Trabacchi). Innamorati eppure incapaci di stare insieme, si muovono in un puzzle filmico in cui si alternano flashback della loro storia disfunzionale a momenti del presente, che li vede impegnati in due nuove relazioni: lui con la più giovane Giorgia (Camilla Semino Favro), lei con una sua studentessa, nonché ballerina di lap dance, Nina (Valentina Bellè).

Leggi tutto

Noir in Festival 2017, a Milano e a Como dal 3 al 10 dicembre

NoirinFestival-2017

 

Il freddo invernale si tinge dei colori del thriller, grazie al Noir in Festival, giusto alla sua 27esima edizione. A Milano dal 4 al 6 dicembre (con un’anticipazione il 3) e a Como dal 7 al 10 dicembre, la manifestazione (ormai definitivamente traslocata in Lombardia dalla storica location di Courmayeur) presenta un programma decisamente interessante, tra cinema e letteratura. L’autore protagonista, cui viene assegnato il Raymond Chanderl Award, è Margaret Atwood, il cui romanzo Il racconto dell’ancella è stato recentemente tradotto nell’acclamata serie The Handmaid’s Tale. Tante le proiezioni interessanti, con succose anteprime come Rachel con Rachel Weisz, la miniserie su Maigret con Rowan Atkinson, film di punta dell’anno quali La ragazza nella nebbia o Gatta Cenerentola e chicche come il classico di Nicholas Ray Il diritto di uccidere o Il silenzio degli innocenti restaurato in 4k. Bellissimo il manifesto di Alessandro Baronciani. Ecco il programma completo.

Leggi tutto

TFF 2017: TITO E GLI ALIENI di Paola Randi

  

Il Torino Film Festival ama il cinema italiano più sperimentale e fuori dagli schemi: ed ecco che nella 35esima edizione della manifestazione è sbarcata l’inconsueta commedia Tito e gli alieni, opera seconda di Paola Randi (Into Paradiso), accompagnata da una folta delegazione e dal cast guidato da Valerio Mastandrea. Un film decisamente lontano dai classici stilemi nostrani, a partire dalla curiosa ambientazione: il deserto del Nevada nei pressi della famigerata Area 51, nota base militare statunitense sede di esperimenti top secret (e custode di segreti sugli avvistamenti degli alieni, secondo la tradizione ufologica). Qui, un bizzarro Professore (Mastandrea) vive isolato in una roulotte nel mezzo del nulla per ascoltare i suoni dello spazio, ma totalmente incapace di contatti umani dopo la traumatica scomparsa della moglie. Quando muore anche il fratello Fidel (Gianfelice Imparato), i figli di lui, l’adolescente Anita (Chiara Stella Riccio) e il piccolo Tito (Luca Esposito), vengono affidati allo scienziato, la cui vita verrà inevitabilmente sconvolta.

Leggi tutto

TFF 2017: FINDING YOUR FEET di Richard Loncraine

 

La 35esima edizione del Torino Film Festival si è aperta nel segno della commedia britannica, con la spensieratezza dolceamara di Finding Your Feet di Richard Loncraine (Wimbledon, I due presidenti), film che vuole trattare con ironia e leggerezza il tema della senilità poggiandosi su un cast di ottimi attori guidato da Imelda Staunton Timothy Spall. Peccato che il risultato sia decisamente inferiore alle premesse.

Leggi tutto

GODLESS, la recensione del primo episodio

 

Crudeltà: È questa la sensazione che si respira dopo i primi minuti di Godless, la nuova miniserie disponibile sulla piattaforma Netflix, creata e diretta da Scott Frank (già sceneggiatore di Minority Report e Logan), con la collaborazione di Steven Soderbergh (Ocean’s Eleven, il nuovo Logan Lucky). Dopo il successo di Westworld, il Western è in ancora in cerca di conferme sul piccolo schermo, per quello che a volte è un genere troppe volte dimenticato e che meriterebbe più attenzioni. L’incipit di apertura è sia spettacolare che macabro allo stesso tempo, con lo scopo di trasmettere nello spettatore la stessa sensazione di atrocità che attraversa chiunque giunga nel centro minerario del New Mexico (teatro della tragedia).

Leggi tutto

DETROIT di Kathryn Bigelow (2017)

 

A cinque anni di distanza da Zero Dark Thirty, Kathryn Bigelow torna dietro la macchina da presa per mostrare un nuovo pezzo di storia americana, concentrandosi sulle rivolte di Detroit dell’estate del 1967. Ai tempi, Detroit era una città dominata prevalentemente da fabbriche e dalla criminalità, una città in cui la maggior parte della popolazione afroamericana viveva in condizioni di povertà e marginalità, nonostante la presenza di fondi sociali e di una classe medio agiata. Ma la frustazione era tanta e non ci è voluto molto per dare fuoco alle polveri.

Leggi tutto

IL DOMANI TRA DI NOI di Hany Abu-Assad (2017)

  

Hany Abu-Assad, dopo i successi candidati all’Oscar Paradise Now e Omar, sbarca in sala con Il Domani Tra di Noi, portato al Toronto Film Festival e basato sull’omonimo romanzo di Charles Martin. Se le precedenti pellicole presentavano novità con tematiche nuove come la convivenza multirazziale, il regista nella sua ultima opera si perde, invece, fra le montagne come i suoi protagonisti: Ashley (Kate Winslet), prossima alle nozze, e Ben (Idris Elba), neurochirurgo, si ritrovano sulle cime innevate del Colorado dopo un tragico incidente mentre si trovavano sull’aereo da turismo, preso all’ultimo minuto pur di poter tornare a casa. La sceneggiatura si concentra non solo sui tentativi dei due, insieme al cane del pilota, miracolosamente salvo, di tornare alla civiltà ma anche alla nascita di una travolgente passione nata nel freddo inverno.

Leggi tutto

THE PUNISHER: CI SIAMO!

 

La scintilla è scoccata. Decisamente. Punisher accelera nella seconda parte di stagione e arriva ad ul livello qualitativo notevole, che se non mette in discussione il primato di Devil, poco ci manca.

Leggi tutto

THE PUNISHER: Chi ben comincia.. Un commento sulla prima parte di stagione

 

Tanto attesa dai fan della Marvel, la serie su Punisher è finalmente disponibile su Netflix, dopo che il suo protagonista, Frank Castle (Jon Bernthal) ha così ben impressionato nella seconda stagione di Daredevil da meritarsi 13 episodi tutti per lui. Il Punitore aveva dato del filo da torcere al Diavolo di Hell’s Kitchen, ora la domanda è: riuscirà la serie a raggiungere il livello di Daredevil, considerata ragionevolmente come il miglior prodotto Marvel degli ultimi anni (su grande e piccolo schermo)?

Leggi tutto

JUSTICE LEAGUE di Zack Snyder (2017)

Justice League, la DC si traveste da Marvel e il risultato è tragico |  Wired Italia

Dopo la fine di Dawn of Justice e la morte di Superman, Bruce Wayne (Batman, Ben Affleck), a seguito di una imminente catastrofe che sta per abbattersi sul pianeta Terra, decide di creare con la collaborazione di Diana Prince (Wonder Woman, Gal Gadot) una squadra di nuove reclute. I due alleati si mettono alla ricerca del giovane velocista Barry Allen (Flash, Ezra Miller), di Victor Stone (Cyborg, Ray Fisher) e dell’Atlantideo Arthur Curry (Aquaman, Jason Momoa). La minaccia che sta per giungere porta il nome di Steppenwolf, generale dei nuovi Dei del pianeta Apokolips, arrivato nel mondo dei terrestri con il suo esercito di Parademoni, alla ricerca delle tre scatole madri.

Leggi tutto

TORINO FILM FESTIVAL 2017, dal 24 novembre al 2 dicembre

tff-2017

Ecco finalmente il programma della 35esima edizione del Torino Film Festival, che si terrà all’ombra della Mole dal 24 novembre al 2 dicembre. Ed è ricchissimo e interessante come ogni anno, con ben 169 titoli tra lunghi, medi e corti, un concorso variegato, grandi sosprese nelle classiche sezioni collaterali (soprattutto Festa Mobile) e una goduriosa retrospettiva dedicata all’intera filmografia di Brian De Palma. Ad aprire il festival sarà Ricomincio da me di Richard Loncraine, con Imelda Staunton e Timothy Spall, mentre la chiusura è affidata a The Florida Project di Sean Baker. Si segnala inoltre la presenza della sezione Amerikana curata dalla guest director Asia Argento e la simpatica sezione “Non dire gatto…” sugli amici felini. A giudicare le opere in concorso a Torino 35 (dove si segnalano in particolare il nuovo film di Jacopo Quadri e il ritorno dietro la macchina da presa del grande direttore della fotografia Christopher Doyle, con Jenny Suen) sarà la giuria guidata da Pablo Larrain, mentre il Gran Premio Torino dell’edizione 2017  andrà al musicista Pino Donaggio. Tra i titoli più attesi, sicuramente Darkest Hour di Joe Wright (con Gary Oldman nei panni di Churchill), il western contemporaneo Wind River con Jeremy Renner ed Elizabeth Olsen, il nuovo film diretto da James Franco, il musical folle Riccardo va all’inferno di Roberta Torre con Massimo Ranieri, la miniserie The Tokyo Vampire Hotel di Sion Sono, Un beau soleil interieur di Claire Denis con Juliette Binoche e Gérard Depardieu e il russo Tesnota di un allievo di Sokurov. 

Leggi tutto

NOSFERATU: Il capolavoro di Murnau rivive grazie a La Verdi

Mancano pochissimi giorni e, grazie a La Verdi sarà possibile apprezare Nosferatu, il capolavoro cinematografico espressionista del 1922 firmato da Friedrich Wilhelm Murnau. Un doppio appuntamento, giovedì 16 e venerdì 17 novembre alle 20.30 presso l’auditorium di Milano, in cui la proiezione sarà accompagnata dall’esibizione del vivo dell’Orchestra Verdi, che eseguirà la nuova colonna sonora di Timothy Brock, liberamente adattata dall’opera Der Vampyr di H. Marchner. Un evento imperdibile per gli appassionati della settima arte e in particolare dell’espressionismo, di cui l’opera di Murnau costituisce un capostipite assoluto. Non è la prima volta che LaVerdi e il cinema si incontrano, infatti già con Ritorno al Futuro, Indiana Jones – I predatori dell’arca perduta e Star Trek è stato registrato un grandissimo successo e in programma, il 5 giugno, c’è una serata speciale dedicata a John Williams: da non perdere.

I CONSIGLI HOME VIDEO DI NOVEMBRE 2017

  

Novembre 2017, tempo di blockbuster: arrivano nei negozi italiani il terzo capitolo del reboot del pianeta delle scimmie, The War – Il Pianeta delle Scimmie, e Spider Man Homecoming, ennesimo tentativo di portare l’amichevole Uomo Ragno di quartiere al cinema frutto dell’accordo tra Sony e Disney per inserire il personaggio all’interno del già ricchissimo Marvel Cinematic Universe. Ultimo della lista, La Torre Nera, tentativo fallito in partenza di proporre in sala la lunga saga horror/fantasy di Stephen King. Altri titoli da segnalare, oltre a quelli in uscita per Dynit l’08/11 e già suggeriti nella rubrica del mese scorso, Libere Disobbedienti Innamorate, La Presenza del Diavolo e L’Infernale Quinlan (edizione restaurata).

Leggi tutto

BABY DRIVER – IL GENIO DELLA FUGA di Edgar Wright (2017)

 

Astuzia, velocità e determinazione; sono queste le caratteristiche di Baby (Ansel Elgort), asso nella manica della banda criminale guidata da Doc (Kevin Spacey), capace di compiere in auto qualsiasi delle più grandi acrobazie. Nonostante soffra di una malattia all’apparato uditivo, chiamata acufene, che lo costringe a non fare a meno della musica nell’orecchie, nella vita di tutti i giorni il suo nome reale è Miles, e ha il compito non solo di prendersi cura dell’anziano che lo ha cresciuto, ma anche quello di portare avanti una relazione con cameriera di un fast food, chiamata Debora (Lily James). Baby ha un conto aperto con Doc che deve saldare prima di lasciare l’organizzazione, perché il suo desiderio è quello di dedicarsi a tempo pieno alla vita di tutti i giorni. Ben presto però capirà che il cercare di uscirne dall’organizzazione e dalla criminalità, non è poi così tanto semplice o facile rispetto a quanto immaginato.

Leggi tutto

AUGURI PER LA TUA MORTE di Christopher B. Landon (2017)

 

Durante il giorno del suo compleanno, la liceale Tree Glebman (Jessica Rothe) mentre sta recandosi a una festa a sorpresa viene tragicamente uccisa da un misterioso assassino. Risvegliatasi, la ragazza scopre che sta rivivendo lo stesso identico giorno dove sarà costretta a subire l’omicidio dello stesso killer. Continuando a rivivere il giorno del compleanno fino alla morte, Tree cerca indizi sull’identità di chi la vuole morta per spezzare il paradosso temporale. Uscito negli Usa ad ottobre, Auguri per la tua morte (Happy Death Day in originale), è il quarto film da regista di Christopher B. Landon dopo i precedenti Burning Palms del 2010, Il Segnato del 2014 e Manuale Scout per l’apocalisse zombie del 2015. Prodotto dalla Blumhouse Productions di Jason Blum, a fronte di un budget di soli 5 milioni di dollari, il film sì è rivelato un ottimo successo in patria incassando circa 78 milioni di dollari.

Leggi tutto

BORG MCENROE di Janus Metz Pedersen (2017)

 

1980: lo svedese Bjorn Borg (Sverrir Gudnason) è il tennista numero uno del mondo che cerca di entrare nella leggenda tentanto di vincere per la quinta volta consecutiva il celebre torneo di Wimbledon. Sulla sua strada, il suo avversario più accreditato è il giovane americano John McEnroe (Shia Labeouf), considerato una promessa del tennis. Freddo e mentalmente granitico Borg, talentuoso e irascibile McEnroe, i due si sfideranno in uno dei match più spettacolari della storia del tennis. Presentato in anteprima al Toronto Film Festival e passato anche nel programma della Festa del Cinema di Roma dove si è aggiudicato il Premo del Pubblico, Borg McEnroe racconta una delle più intense rivalità nella storia dello sport tra due tra i migliori tennisti di sempre. 

Leggi tutto

Un brindisi di sangue: festeggiamo i 25 anni del Dracula di Francis Ford Coppola

 

Io vi condanno alla eterna fame di vitale sangue e alla vivente morte

Dracula

Quando Francis Ford Coppola decise di riportare sullo schermo il più celebre vampiro della storia in una mega-produzione fatta di costumi sfarzosi (premiati con un Oscar), scenografie spettacolari e un cast stellare, non molti a Hollywood sembravano dargli credito. Il regista era conosciuto per i suoi problemi e ritardi in produzione (dopo la tragedia di Apocalpyse Now e le vicessitudini dei Padrini) e lo script era violento, sanguinoso, erotico, più adatto a un double feature di mezzanotte che a un blockbuster.

Leggi tutto

I (PRE)GIUDIZI DI NOVEMBRE 2017

detroit-2

Dopo il calendario del mese, è il turno dei nostri pregiudizi: ogni membro della redazione segnala due titoli in uscita nel mese, uno su cui si sente di mettere la mano sul fuoco per un esito positivo (segnalato come “Per me è sì”) e l’altro su cui invece ripone pochissime o nessuna speranza (“Per me è no”). Naturalmente sono (quasi sempre) film che non abbiamo ancora visto, si tratta solo di sensazioni in attesa di conferme. Come sempre, vi invitiamo a giocare con noi (valutando tutte le uscite mensili) facendoci sapere cosa ne pensate e quali sono le vostre scelte. D’altronde… si tratta soltanto di pregiudizi. Ecco le scelte di ognuno di noi:

Leggi tutto

TRENT’ANNI DI HELLRAISER: Clive Barker e il piacere dell’ossessione

 

“Tu hai aperto la scatola e noi siamo venuti. Devi venire con noi a provare i nostri piaceri.”

Era il 1987 quando sul grande schermo uscì Hellraiser. Un film di genere, con un budget non troppo consistente, dedicato agli appassionati in senso stretto, o almeno così si pensava; un film che in realtà avrebbe rivoluzionato i codici dell’horror, aprendo nuove porte alle visualizzazione di incubi indicibili.

Leggi tutto

STRANGER THINGS 2: Già pronti per la prossima partita

 

Al termine della seconda stagione di Stranger Things si ha, come alla fine della precedente, la sensazione di aver assistito ad un’enorme partita, un gioco di ruolo dal vivo in cui le pedine sono i protagonisti e il mostro finale non è più un semplice Demogorgon, ma una sua evoluzione. In realtà, però, a modificarsi e a crescere è tutta l’opera, che, ora possiamo dirlo con certezza, non poggia più il suo enorme successo solamente sui riferimenti e gli omaggi agli anni ’80 – operazione comunque geniale e più che apprezzabile – ma su una trama solida, su un intreccio fatto di sottotrame e di situazioni più approfondite e complesse.

Leggi tutto

GOOD TIME di Ben e Joshua Safdie (2017)

  

Connie Nikas (Robert Pattinson) assieme al fratello mentalmente disabile Nick (Ben Safdie) compiono una rapina a una banca di New York per 65.000 dollari. Durante la fuga dalla polizia, Connie riesce a scappare mente Nick viene catturato e portato in ospedale. Per il fratello inizia una corsa contro il tempo per liberare il fratello e sfuggire alla cattura, ma una serie di imprevisti complicano i piani di Connie. Presentato in anteprima mondiale in concorso alla 70a edizione del Festival di Cannes, Good Time è il nuovo film diretto dai due fratelli Ben Safdie e Joshua Safdie, che tornano dietro la macchina da presa tre anni dopo l’inedito in Italia Heaven Knows That. Scritto da Ronald Bronstein e Joshua Safdie, il film vede nel cast, oltre a Robert Pattinson nel ruolo del protagonista, affiancato proprio dal regista Ben Safdie nei panni del fratello, l’attrice Jennifer Jason Leigh e l’attore candidato all’Oscar Barkhad Abdi.

Leggi tutto

STRANGER THINGS 2: Scavare oltre la nostalgia

 

Bentornati ad Hawkins, a tutti coloro che hanno amato la prima stagione di Stranger Things, ambientata in questa città che sta sempre più elevandosi a luogo dell’immaginario comune, quasi mitico, come fosse una Derry o una Castle Rock, per citare Stephen King. Questo grazie anche ad una seconda stagione che, arrivata a metà, conferma quanto visto nella precedente, a tratti superandolo, anche se non è il termine esatto: è qualcosa di differente, pur immerso nella medesima atmosfera.

Leggi tutto

Lucca Comics & Games 2017, dal 1 al 5 novembre

lucca-comics-games-2017

L’attesa è quasi finita: sta per partire il Lucca Comics and Games 2017, la manifestazione dedicata a fumetti, videogiochi e molto, molto altro che ogni anno catalizza nella città toscana centinaia di migliaia di persone nel segno della cultura pop e nerd. Giunta al 51esimo anno, in corso dal 1 al 5 novembre, la kermesse è introdotta nel migliore dei modi dal bellissimo poster di Michael Whelan che sintetizza il lato fiabesco di un evento unico in Italia e il fil rouge dell’edizione, gli Heroes: non solo gli eroi che vivono su carta o celluloide, ma soprattutto gli spettatori, sempre più numerosi (quasi 800mila presenze nel 2016). Ricchissimo il programma, che offre interessanti spunti nell’area Movie, tra cinema e serie tv.

Leggi tutto

THOR: RAGNAROK di Taika Waititi (2017)

 

Prigioniero sul pianeta Sakaar e privato del proprio invincibile martello, Thor (Chris Hemsworth) si vede costretto a combattere come gladiatore nell’arena dell’edonista e appariscente Gran Maestro (Jeff Goldblum). Riunitosi con l’amico e alleato Avengers Hulk (Mark Ruffalo), il dio del tuono pianifica la propria fuga e il proprio ritorno ad Asgard: qui dovrà sconfiggere la spietata Hela (Cate Blanchett) e impedire il Ragnarok, ovvero la distruzione del proprio mondo.

Leggi tutto

Trieste Science+Fiction Festival 2017, dal 31 ottobre al 5 novembre

TSFF2017.jpg

Il Trieste Science+Fiction Festival giunge alla 17a edizione, che si terrà dal 31 ottobre al 5 novembre nel capoluogo friulano. Erede dello storico Festival Internazionale della Fantascienza di Trieste, è il più importante evento italiano dedicato ai mondi della fantascienza e del fantasy nei settori del cinema, della televisione e dei new media, senza tralasciare letteratura, scienza, workshop, forum, fumetti, musica e fotografia.

Leggi tutto

LA FORMA DELLA VOCE di Naoko Yamada (2016)

 

Shoya Ishida è un adolescente che frequenta le medie e che conduce una vita tranquilla tra scuola e amici. Quando nella sua classe arriva una nuova compagna, la ragazza non udente Shoko Nishmiya, Shoya assieme al resto dei compagni inizia a burlarsi e a trattar male la nuova arrivata, schernendola per la sua condizione. Nonostante Shoko provi affetto e tenti di fare amicizia con Shoya, la ragazza è costretta a lasciare la scuola. Anni dopo, Shoya pentito del trattamento riservato alla ragazza cerca di riconciliarsi con lei, facendo i conti col proprio passato. Tratto dal manga di successo A Silent Voice scritto da Yoshitoki Oima, La forma della voce (In Italia al cinema nelle giornate del 24 e 25 ottobre), è diretto dalla regista giapponese Naoko Yamada, al suo terzo film in carriera dopo gli anime inediti K.-on! The Movie e Tamako Love Story, La forma della voce si è rivelato un ottimo successo al box office giapponese, incassando circa 20 milioni di dollari dalla sua uscita in patria nel settembre 2016.

Leggi tutto

LA BATTAGLIA DEI SESSI di Jonathan Dayton e Valerie Faris (2017)

 

1973: la campionessa di tennis Billie Jean King (Emma Stone) assieme ad alcune colleghe, inizia a richiedere un trattamento paritario e uguali premi in denaro tra gli tennisti uomini e donne. Snobbata dalla federazione, Billie Jean crea un proprio tour per promuovere il tennis femminile e l’uguaglianza di diritti nello sport tra uomini e donne, suscitando l’interesse dell’eccentrico ex campione Bobby Riggs (Steve Carell) che decide di sfidare la King in una partita per ribadire la superiorità maschile contro quella femminile. Tratto dalla storia vera del celebre incontro di tennis conosciuto come “La battaglia dei sessi” avvenuto il 20 settembre 1973 tra la giovane campionessa Billie Jean King e l’ex campione cinquantenne Bobby Riggs, La battagla dei sessi è il terzo film diretto dalla coppia di registi composta  da Jonathan Dayton e Valerie Faris, cinque anni dopo la precedente commedia Ruby Sparks nel 2012 e Little Miss Sunshine nel 2008. 

Leggi tutto

MINDHUNTER di David Fincher, recensione episodi 1-2

jonathan-groff-meets-coed-killer-in-mindhunter

“Come possiamo anticipare dei pazzi se non sappiamo come ragionano i pazzi?”

Interrogativo emblematico, pronunciato dall’agente Bill Tench (Holt McCallany) per convincere il suo superiore della bontà dell’idea del suo collega, Holden Ford (Jonathan Groff), il quale ha l’intuizione di interrogare i serial killer per capire come funziona la loro mente, in maniera da poterli studiare e, così facendo, comprenderli. Questa, di fatto, la sinossi di Mindhunter, ultima serie prodotta da Netflix, basata sul libro Mind Hunter: Inside FBI’s Elite Serial Crime Unit, e firmata da David Fincher, che che si occupa anche della regia dei primi e degli ultimi due episodi, sui 10 totali.

Leggi tutto

FLOP 5: I peggiori adattamenti dai romanzi di Stephen King

shining-miniserie

Adattamenti per il grande schermo: un must per qualunque cinefilo che si rispetti, soprattutto se la materia di base da cui attingere riguarda Stephen King. La flessibilità del genere horror e la magistrale sapienza letteraria del Maestro del Brivido rendono il saccheggiamento dalle pagine del romanziere un’occasione ghiotta; a volte troppo ghiotta. Ed è così che nascono trasposizioni mediocri e trascurabili (nel migliore dei casi) così come veri e propri scempi che, nel tentativo di rendersi accattivanti, ottengono solo risultati catastrofici.

Quale occasione migliore dell’uscita di It, diretto da Andy Muschietti e in sala dal 19 ottobre (trovate qui la nostra recensione in anteprima), per riepilogare quei flop che hanno fatto rimpiangere il vero orrore “alla King”? A voi una top 5 (in)degna di nota.

Leggi tutto

TOP 5: I migliori adattamenti dei romanzi di Stephen King

 Shining

Ancora Stephen King, ancora adattamenti cinematografici dai romanzi del Maestro per celebrare l’uscita di It di Andy Muschietti (qui la nostra recensione), in sala dal 19 ottobre. E la top 5, in questo caso, risulta assai più soddisfacente dei flop di cui vi abbiamo già parlato: ci riferiamo infatti alle migliori trasposizioni dalle pagine dello scrittore del Maine.

Orrori, quelli di King, di matrice sfumata e inconscia, perciò giudicati spesso infilmabili, ma alcuni autori sono riusciti nell’ardua impresa di realizzare pellicole degne di nota, quando non veri e propri capolavori. A voi una cinquina tutta da brivido.

Leggi tutto

I CONSIGLI HOME VIDEO DI OTTOBRE 2017

personal-shopper2

Peculiare iniziare la rubrica home video di ottobre parlando delle uscite della prima decade di novembre che la Dynit ha voluto annunciare con un po’ di anticipo considerando che saranno probabilmente tutte presenti in anteprima al prossimo Lucca Comics & Games: cominciamo con Your Name, ultimo e sopravvalutato lungometraggio di Makoto Shinkai che grazie all’ottimo riscontro al botteghino (anche qui in Italia) verrà pubblicato, oltre che nelle canoniche edizioni in DVD e Bluray, in una corposa “Collector’s Edition”. Terminata da qualche mese le trasmissione in Giappone, dopo essere sbarcata nella piattaforma streaming VVVID, la seconda attesissima stagione de L’Attacco dei Giganti arriva anche in home video con il primo di tre volumi in una edizione del tutto identica a quella della prima stagione, composta da un elegante digipack contenente DVD, Bluray e un booklet da collezione. Ma il vero pezzo forte tra le uscite proposte dalla Dynit è rappresentato senza ombra di dubbio da Shin Godzilla, pellicola dove il regista Hideaki Anno (Neon Genesis Evangelion) annichilisce senza sforzo qualsiasi remake americano. La prima tiratura di DVD e Bluray conterranno, oltre al film e agli extra, un booklet ed un poster da collezione.

Leggi tutto

Mostri che ridono: i clown più inquietanti della storia del cinema

 

La cosa che in questo mondo può essere più orrida è la gioia

                                                                       Victor Hugo, L’uomo che ride

L’uscita del nuovo IT al cinema fa rivivere nei trentenni di oggi (compresa chi scrive) uno dei traumi infantili più terrificanti: la paura dei clown, quei personaggi colorati e rassicuranti che dovrebbero divertire i bambini e che il genio folle di Stephen King, con il suo Pennywise, ha trasformato per sempre in figure demoniache. Esiste addirittura un termine scientifico, coulrofobia, per definire un irrazionale terrore dei pagliacci, fenomeno che King intercettò per creare il protagonista del suo romanzo, ispirato in parte a Roland Mc Donald e alle gesta orribili di John Wayn Gacy, un serial killer americano che nel tempo libero animava le feste travestito da Pogo il Clown. Ma ben prima di Pennywise altri pagliacci hanno fatto rabbrividire gli schermi e ciascuno di loro ha portato sensazioni inquietanti, nascoste dietro la fissità impenetrabile del cerone, chi per crudeltà, chi per un tragico destino. Riscopriamo insieme alcuni tra i clown più disturbanti della storia del cinema.

Leggi tutto

IT di Andy Muschietti (2017)

 

Pennywise è tornato. Dopo 27 anni, come giusto che sia. Tanti ne sono passati dal 1990, quando Tommy Lee Wallace aveva tentato di portare su piccolo schermo l’enormità delle pagine di Stephen King, riuscendoci solo parzialmente. Ma It ritorna, ogni 27 anni, e ora è Andy Muschietti dietro la macchina da presa, per raccontare a tutti cosa accadde a Derry quell’estate che il club dei perdenti non dimenticherà. Mai.

Leggi tutto

L’UOMO DI NEVE di Tomas Alfredson (2017)

 

Oslo. Il detective alcolista Harry Hole (Michael Fassbender) si trova a indagare su una serie di cruenti omicidi le cui vittime sono sole madri con una vita matrimoniale o sentimentale travagliata. Unica pista, la firma (volutamente) lasciata dall’assassino sulla scena del crimine: un pupazzo di neve.

Leggi tutto

Social media & sharing icons powered by UltimatelySocial