I 20 film più attesi del 2021

2021-film

Dopo un anno quasi senza cinema in sala, tantissimi rinvii e il grande punto interrogativo che riguarda la riapertura degli esercenti, proviamo comunque a tracciare un elenco dei film più attesi del 2021. Molti di questi erano già inizialmente previsti in uscita nel 2020: nella speranza che finalmente si riesca a vederli e si possa a tornare a godersi l’esperienza del grande schermo, ecco i titoli che la redazione di i-FILMSonline aspetta maggiormente per i mesi a venire. 

Leggi tutto

I 10 migliori film del 2020

Review - 'Mank': Cuộc đời biên kịch phim kinh điển

Anche al termine di questo anno folle e anomalo, non poteva mancare la nostra top 10 dei migliori film usciti in Italia nel corso del 2020, votati dalla redazione di i-FilmsOnline. A differenza degli altri anni, le nostre classifiche comprendono sia i film arrivati in sala (nei pochi mesi di apertura dei nostri cinema) che quelli passati in streaming o nelle piattaforme on demand, purché usciti nel nostro Paese nell’anno solare 2020. La classifica generale è generata dalla somma dei nostri voti (che trovate nel dettaglio più in basso) attraverso un punteggio da 10 a 1 dato da ciascun redattore alle proprie dieci preferenze (a parità di punteggio prevale il numero di preferenze). Buon anno a tutti, nella speranza che il 2021 ci consenta di tornare ad assaporare la magia della sala.

Leggi tutto

La Berlinale 2021 si sdoppia: evento online a marzo e proiezioni per il pubblico a giugno

berlinale-2021

Dopo che la notizia era stata anticipata da Variety, la Berlinale conferma che l’edizione 2021 del festival si terrà ma con due eventi separti, uno digitale nel mese di marzo riservato all’industry, con il Concorso, il Mercato e altre sezioni, e un altro a giugno in presenza, destinato al pubblico e con una serie di proiezioni. A seguire, il comunicato ufficiale della manifestazione. Su Twitter, il festival ha specificato che una selezione del Concorso verrà mostrata al pubblico a giugno.

Leggi tutto

Oltre lo specchio: il programma del Festival dell’immaginario fantastico e di fantascienza

oltre lo specchio

Va in scena in streaming la seconda edizione della rassegna cinematografica Oltre lo specchio – Festival dell’immaginario fantastico e di fantascienza. Le proiezioni si tengono dal 15 al 22 dicembre 2020 sul sito www.oltrelospecchio.org, con 23 lungometraggi e 20 cortometraggi che spaziano nei generi di fantastico e fantascienza disponibili per l’intera durata del festival. 

Leggi tutto

La trilogia dell’Apocalisse di John Carpenter – Parte I: La Cosa

cosa-1

Tre lungometraggi, probabilmente tre capolavori, un solo regista: John Carpenter. Stiamo parlando della rinomata trilogia dell’Apocalisse del celeberrimo cineasta americano che comprende La Cosa (1982), Il Signore del Male (1987) e Il seme della follia (1994). Tre opere in cui l’autore affronta lo stesso tema apocalittico da altrettante prospettive differenti, in cui a rivelarsi è la vera natura dell’uomo, spogliato di qualsivoglia struttura sociale, capace di mostrarsi per ciò che è. Un viaggio filmico attraverso il quale ci vengono palesati prima in maniera più concreta, poi in maniera scientifico/spirituale e infine metacinematografica gli attimi che precedono il tracollo della cultura, del progresso e del benessere dell’essere umano che si ritrova a fare i conti con i propri incubi e le proprie incertezze.

Leggi tutto

Torino Film Festival 2020, i vincitori: BOTOX è il miglior film

botox

Si conclude questa rivoluzionaria 38esima edizione del Torino Film Festival, svoltasi per la prima volta interamente online, a causa della pandemia da coronavirus. Il premio principale è andato all’iraniano Botox; ecco l’elenco dei vincitori del Concorso e delle altre sezioni. Ricordiamo inoltre che venerdì Isabella Rossellini ha ricevuto la Stella della Mole alla carriera. 

Leggi tutto

TFF 2020: la recensione di FUNNY FACE

Funny Face

Il Torino Film Festival ha sempre avuto il pregio di offrire ai suoi spettatori il cinema americano indipendente e underground, quello che difficilmente arriva nelle nostre sale e che spesso nasconde perle ben più preziose della stragrande maggioranza della produzione maistream e hollywoodiana (grandi autori a parte). Non fa eccezione l’edizione 2020, certamente un po’ sottotono a causa delle mille difficoltà dovute alla pandemia (lo svolgimento interamente in streaming ha portato, per esempio, all’eliminazione di Festa mobile) eppure in grado di regalare un piccolo gioiello come Funny Face, passato nella nuova sezione Le Stanze di Rol.

Leggi tutto

TFF 2020: la recensione di THE OAK ROOM

 

In una notta di tormenta nel gelido inverno canadese, un giovane dai trascorsi misteriosi torna nella sua città ed entra in un bar gestito da un vecchio amico del padre defunto. Il ragazzo ha una storia per il barista: ne nasce un loop di racconti, con colpo di scena finale. È The Oak Room, thriller claustrofobico di Cody Calahan tratto dall’opera teatrale di Peter Genoway (che sceneggia) e presentato nella sezione Le Stanze di Rol al 38esimo Torino Film Festival.

Leggi tutto

TFF 2020: la recensione di LA RIVOLUZIONE SIAMO NOI

 

In tempi in cui la cultura è tanto bistrattata e considerata come un orpello inutile, è il caso di andare a riscoprire uno dei tanti momenti storici in cui l’Italia ha primeggiato a livello artistico, come nel caso del movimento dell’Arte Povera negli anni ’60 e ’70. Ci pensa il documentario La rivouzione siamo noi diretto da Ilaria Freccia e scritto dalla regista con il critico d’arte Ludovico Pratesi, presentato Fuori concorso al 38esimo Torino Film Festival.

Leggi tutto

TFF 2020: la recensione di REGINA

 

Unico film italiano nel Concorso del 38esimo Torino Film FestivalRegina è il primo lungometraggio del regista Alessandro Grande, già vincitore di un David di Donatello con il corto Bismillah. La protagonista citata nel titolo è una ragazza di 15 anni con il sogno di diventare cantante (Ginevra Francesconi): vive con il padre (Francesco Montanari) con cui ha un rapporto di grande complicità e affetto, ma la loro vita cambia improvvisamente quando, durante una gita in barca, causano accidentalmente la morte di un sub.

Leggi tutto

Mank di David Fincher, la recensione

Su Netflix

A cura di Francesco Pozzo

Mank di David Fincher è un capolavoro. Una parabola sull’oggi illuminata dalle luci della Hollywood che fu che ci permette di capire a fondo che i tempi saranno forse cambiati, ma che in fondo non è cambiato nulla. Un film assolutamente straordinario e impossibile all’infuori di Netflix perché nessuno l’avrebbe prodotto e nessuno l’avrebbe visto: una realtà avvilente considerato che si tratta di cinema nella forma più pura, sublime e rifulgente.

Leggi tutto

IL BUCO IN TESTA, la recensione dal TFF 2020

 

Antonio Capuano (Luna rossa, La guerra di Mario) torna con Il buco in testa, presentato in anteprima nella sezione Fuori concorso del 38esimo Torino Film Festival. Il regista napoletano si basa su una storia vera, la testimonianza di una donna il cui padre poliziotto, Antonio Custra, venne assassinato da un militante di sinistra nel 1977, e che decise anni dopo di incontrare l’assassino del genitore. Liberamente ispirato a quella vicenda (con nomi di finzione), il film vede come protagonisti due dei migliori attori del panorama italiano contemporaneo, che il nostro cinema dovrebbe utilizzare con maggior generosità: Teresa Saponangelo Tommaso Ragno.

Leggi tutto

TFF 2020: la recensione di LUCKY

 

May (Brea Grant) è una scrittrice di manualistica che una notte, improvvisamente, resta vittima di un’aggressione nella casa che divide con il marito. Il misterioso uomo mascherato torna a farle visita tutte le notti e lei è costretta a difendersi senza tregua. Lucky, diretto dall’iraniana-americana Natasha Kermani e sceneggiato dalla stessa protagonista Brea Grant, è stato presentato al 38esimo Torino Film Festivalnella sezione Le Stanze di Rol che ha regalato alcune tra le migliori sorprese di questa edizione tutta online.

Leggi tutto

CALIBRO 9, la recensione dal TFF 2020

  

Toni D’Angelo, cineasta e figlio di Nino D’Angelo, rispolvera la grande stagione del nero all’italiana anni ’70: Calibro 9, presentato Fuori concorso alla 38esima edizione del Torino Film Festival, altro non è che il sequel di uno dei titoli più famosi di quell’epoca, ovvero Milano Calibro 9, gioiellino violento e cinico di Fernando Di Leo del 1972. Il cast è decisamente interessante, con Marco Bocci nei panni di Fernando Piazza (figlio del mitico Ugo Piazza incarnato nell’originale da Gastone Moschin), Michele Placido che riprende il ruolo di Rocco allora impersonato da Mario Adorf, Barbara Bouchet che torna a interpretare Nelly, Ksenia Rappoport e Alessio Boni.

Leggi tutto

TFF 2020: la recensione di I TUFFATORI

 

A Mostar, una città della Bosnia-Erzegovina, un gruppo di tuffatori si procura di che vivere dando spettacolo grazie a un’impresa unica: buttarsi da un ponte sospeso su un fiume a 25 metri di altezza. I turisti, strabiliati per la bellezza della location, donano generose mance agli uomini coraggiosi in cambio di un’emozione da vivere col fiato sospeso.

Leggi tutto

THE DARK AND THE WICKED, la recensione dal TFF2020

 

Il talentuoso regista e sceneggiatore Bryan Bertino si cimenta con un horror anticonvenzionale per il cinema più recente. The Dark and the Wicked, presetato in anteprima al Torino Film Festival 2020 nella sezione Le Stanze di Rol, si spoglia infatti di tutta una serie di preconcetti, di parentesi tematiche e intellettuali che da anni, secondo i più, hanno contribuito ad annacquare un po’ il genere.

Leggi tutto

TFF 2020: la recensione di WILDFIRE

 

In Irlanda la Brexit sta acuendo tensioni sociali covate già da tempo. La disunione che accomuna i suoi abitanti sembra essere radicata nella Storia di quel paese e gli ultimi moti popolari non fanno altro che far venire a galla pensieri ampiamente consolidati ma a lungo rimasti sottaciuti. Lo stesso accade alle sorelle Lauren (Nora-Jane Noone) e Kelly (Nika McGuigan, morta a soli 33 anni nel 2019)  quando, a un anno dalla sua scomparsa, la seconda torna a casa in maniera inaspettata.

Leggi tutto

TFF 2020: la recensione di THE EVENING HOUR

The Evening Hour

Non può mancare il cinema americano indipendente al 38esimo Torino Film Festival. In una remota cittadina sui monti Appalachi, Cole (Philip Ettinger) è un ragazzo generoso e di buon cuore, valente assistente di una casa di riposo che studia per perfezionarsi come infermiere e arrontonda con lo spaccio illegale di anti-dolorifici. La sua vita si complicherà con il ritorno in paese di un amico d’infanzia (Cosmo Jarvis), che cerca di coinvolgerlo in traffici ben più pericolosi e si inimica il boss locale (Marc Menchaca).

Leggi tutto

TFF 2020: la recensione di GUNDA

 

Presentato Fuori concorso nella sezione TFFDOC di questo 38esimo Torino Film Festival che si svolge interamente in streaming, Gunda è certamente uno dei film più attesi e particolari dell’edizione. Un prodotto che difficilmente può trovare posto al di fuori degli orizzonti festivalieri e che, a suo modo, è puro cinema. Diretto dal documentarista russo Viktor Kosakovskiy (Viva gli antipodi!Aquarela) questa co-produzione tra Usa e Norvegia si avvale della presenza dell’attore Joaquin Phoenix in qualità di produttore: animalista e vegano convinto, il divo ha definito Gunda “Un film di profonda importanza e talento”.

Leggi tutto

LA VITA DAVANTI A SÉ di Emilio Ponti, la recensione

Bari su Netflix con Sophia Loren: arriva "La vita davanti a sé" -  Borderline24.com

Su Netflix

In una Bari “gonfia di odori”, come potrebbe cantare De André, una Bari abitata da spacciatori, transessuali e immigrati, una sopravvissuta all’Olocausto di nome Madame Rosa (Sophia Loren) si prende cura dei figli delle prostitute. Tra i bambini arrivati per ultimi, c’è il dodicenne senegalese Momo (Ibrahima Gueye), con cui nascerà un rapporto profondo per quanto tormentato.

Leggi tutto

Irish Film Festa 2020 online, il programma

 irish-film-festa-2020

Come per molti altri festival cinematografici, anche l’edizione 2020 dell’Irish Film Festa si svolge interamente online dal 27 al 29 novembre. La manifestazione dedicata al cinema prodotto in Irlanda e Irlanda del Nord, storicamente ospitata alla Casa del cinema di Roma, è visibile dal sito irishfilmfesta.org e conta 18 cortometraggi, divisi nelle sezioni Live Action e Animazione. Oltre ai riconoscimenti assegnati da una giuria professionale, IRISH FILM FESTA in short prevede un Premio del Pubblico per il quale gli spettatori saranno chiamati a votare online. Di seguito, il programma completo.

Leggi tutto

Castello Errante, il programma: cinema tra formazione e produzione

Castello Errante

Da novembre a marzo si tiene la IV edizione di Castello Errante, la prima residenza internazionale di cinema che coinvolge l’America Latina e l’Italia. Si tratta di un un format che coniuga formazione e produzione nel campo dell’audiovisivo. Padrino del progetto è l’attore Giacomo Ferrara, noto per la serie tv Suburra

Leggi tutto

We Are Who We Are, la recensione della serie di Luca Guadagnino

Su Sky Atlantic

A cura di Francesco Pozzo

Com’è bello il mondo di Luca Guadagnino. Un mondo utopico in cui non esistono minoranze, pregiudizi, differenze di classe ed etichette idiote. O meglio, esistono, eccome se esistono, ma stanno al di fuori, come sfocate, lasciate sullo sfondo: presenze incombenti che permeano tutto come una coltre.

Leggi tutto

Torino Film Festival 2020, il programma online

 tff2020

Il Torino Film Festival non si ferma: la 38esima edizione va in scena esclusivamente online, sulla piattaforma Mymovies, dal 20 al 28 novembre. Un’occasione imperdibile per arrivare a un pubblico più ampio rispetto a quello che affollava il capoluogo piemontese negli anni scorsi. Ecco il programma, che schiera una chicca: l’anteprima della versione restaurata in 4K di In The Mood of Love di Wong Kar-wai, in occasione dei 20 anni dall’uscita. Tra i titoli italiani, spiccano fuori concorso Calibro 9 con Marco Bocci, Alessio Boni e Ksenia Rappoport e Il buco in testa con Teresa Saponangelo e Tommaso Ragno. Dei film in concorso, la metà sono diretti da donne. E sono solo donne a far parte della giuria: Waad Al-Kateab, Martha Fiennes, Jun Ichikawa, Martina Scarpelli, Homayra Sellier.

Leggi tutto

SPUTNIK, la recensione dal Trieste Science+Fiction Festival

 sputnik

È il film vincitore del Trieste Science+Fiction Festival nella sezione Neon: il russo Sputnik di Egor Abramenko è pura fantascienza horror a basso costo ma, anziché nel futuro, ci porta nel passato. Siamo nel 1983, in piena era sovietica, e lo spazio è solo lo scenario del prologo, che vede due cosmonauti precipitare sulla Terra per un misterioso incidente. Ritroviamo l’unico sopravvissuto in un’isolatissima base militare, dove un’abile neuropsichiatra (Oksana Akinshina) viene ingaggiata dai militari per un incarico segreto: l’eroe russo ha “portato” con sé anche una creatura aliena.

Leggi tutto

Trieste Science+Fiction Festival: THE BLACKOUT, la recensione

 

Arriva al Trieste Science + Fiction Festival il film che in Russia ha avuto un grandissimo successo ed è già stato venduto in 90 paesi: The Blackout di Egor Baranov. Come spesso accade, la rivalità fra Paesi diversi investe i mezzi più disparati, il cinema non ne è estraneo e infatti questa pellicola vuole sfidare i tanti blockbuster di Hollywood in cui uno sparuto gruppo di uomini prova a fronteggiare l’estinzione della razza umana.

Leggi tutto

Trieste Science+Fiction Festival: LAPSIS, la recensione

 

Nel futuro prossimo (o meglio, nel presente alternativo) di Lapsis, il film di Noah Hutton presentato al Trieste Science+Fiction Festival, la tecnologia dominante è il quantum. Un sistema più avanzato dell’Internet che conosciamo ma che ha bisogno di particolari “operai” per funzionare: sono i cablatori, persone chiamate a posizionare i cavi da collegare a giganteschi cubi nelle aree naturali statunitensi, per fare in modo che ogni zona del Paese sia coperta. Uno di loro è Ray (Dean Imperial), il protagonista di questa curiosa pellicola a metà tra la distopia e la commedia di critica sociale.

Leggi tutto

Trieste Science+Fiction Festival: DUNE DRIFTER, la recensione

 

Tra le migliori sorprese viste in questi giorni di Trieste Science+Fiction Festival c’è senz’altro Dune Drifter, perfetto esempio di un cinema di fantascienza che riesce a essere di qualità a dispetto di un budget ridotto all’osso. Il film britannico di Marc Price fa anzi di questo assioma la sua stessa essenza, con pochi attori in scena – la bravissima Holly Field è praticamente da sola per metà film – e una essenzialità rigorosa e austera quanto gli affascinanti paesaggi islandesi in cui è stato filmato.

Leggi tutto

Trieste Science+Fiction Festival: JUMBO, la recensione

 

Jeanne (Noémie Merlant, vista in Ritratto della giovane in fiamme) è una giovane timida e introversa, tanto schiacciata dal confronto con una madre disinibita quanto incapace di rapportarsi alle altre persone. Una sera, dopo aver iniziato un lavoro come custode notturna in un luna park, comincia a provare attrazione fisica e addirittura sentimenti d’amore per una delle giostre. È la bizzarra trama di Jumbo, presentato al Trieste Science+Fiction Festival e “ispirato a una storia vera”.

Leggi tutto

Trieste Science+Fiction Festival: 2067, la recensione

 

Nel futuro immaginato da Seth Larney in 2067, presentato al Trieste Science+Fiction Festival, la vita sulla Terra è letteralmente alle sue battute finali: la vita vegetale è scomparsa, l’ossigeno è agli sgoccioli ed è un bene conteso tra i pochi esseri umani rimasti che si sono asserragliati nell’ultima area del mondo ancora abitata e dotata di elettricità. L’unica speranza per l’umanità sembra essere riposta nel giovane Ethan Whyte (Kodi Smit-McPhee), chiamato da una corporation a viaggiare nel tempo attraverso un tunnel quantistico, alla ricerca di una cura per la malattia che rischia di sterminare gli ultimi sopravvissuti.

Leggi tutto

I vincitori di Trieste Science+Fiction Festival 2020

trieste-sci-fi-fest-2020

Sono stati annunciati i vincitori della 20° edizione del Trieste Science+Fiction Festival, che a sorpresa prosegue con una giornata in più. Il 4 novembre, sempre su Mymovies, si aggiungono i seguenti titoli: l’horrorPeninsula di Yeon Sang-ho, sequel di Train to Busan, il thriller fantascientifico Meanderdi Mathieu Turi, l’horror-sci-fi russo Sputnik di Egor Abramenko, il thriller sci-fi Come True di Anthony Scott Burns e il documentario Spaceship Earth di Matt Wolf. Di seguito, i premiati

Leggi tutto

Trieste Science+Fiction Festival: la recensione di COMA

 

Nikita Argunov, dopo anni di gavetta nel mondo degli effetti speciali al servizio di pellicole come Guardians, il risveglio dei guardiani e Titanium, si presenta con il suo primo lungometraggio al Trieste Science+Fiction Festival: Coma. Siamo da subito catapultati in un altro mondo seguendo le vicende di un giovane uomo, un architetto, che insieme a uno sparuto gruppo di individui prova a sopravvivere nello spazio oltre il coma nel quale i ricordi degli abitanti si mischiano insieme, ma dove altre creature sono in agguanto.

Leggi tutto

Sguardi Altrove: la recensione di THIS CHANGES EVERYTHING

 

Il MeToo è il terremoto che ha sconvolto con maggiore intensità il mondo dello spettacolo nella storia recente di Hollywood, aprendo un dibattito intenso sul sessismo e sulla discriminazione all’interno dell’industria cinematografica americana. L’inclusione delle donne e delle minoranze è il grande tema di questi anni, su cui riflette il film che ha chiuso la 27esima edizione di Sguardi Altrove Film Festival. Documentario diretto nel 2018 da Tom Donahue, This Changes Everything (da non confondersi con l’omonimo doc sulla questione ambientale del 2015) vede la partecipazione di tantissime star come Geena Davis (fondatrice dell’Institute on Gender in Media che porta il suo nome), Meryl Streep, Reese Witherspoon, Natalie Portman, Shonda Rhimes, Jessica Chastain e molte altre, registe e sceneggiatrici comprese.

Leggi tutto

La recensione di CODED BIAS, al Trieste Science+Fiction Festival

 

Shalini Kantayya, regista e attivista ambientale famosa per il suo documentario Catching the Sun presenta il suo nuovo lavoro al Trieste Science+Fiction Festival che ha come tema principale l’Intelligenza Artificiale. In Coded Bias la regista parte dagli studi condotti dalla scienziata del MIT Joy Buolanwini e che ha notato l’impossibilità da parte dei software di riconoscimento facciale di distinguere il suo volto da donna di colore. Che i software e gli algoritmi possano essere razzisti? Sono discriminatori nei confronti delle minoranze o anche del distinguere un uomo da una donna? Si sa, gli algoritmi vengono comunemente usati nelle tecnologie che utilizziamo tutti i giorni come i social network, ma se essi non fossero perfetti come comunemente pensiamo?

Leggi tutto

Trieste Science+Fiction Festival: la recensione di BOYS FROM COUNTY HELL

 

Chris Baugh presenta il suo film Boys from County Hell al Trieste Science+Fiction Festival e sicuramente conquista di diritto un bel posto realizzando un film horror fuori dai normali canoni. Eugene (Jack Rowan) vive in un paese dell’Irlanda, Six Mile Hill, la cui unica attrattiva turistica è la prima documentazione su Abhartach, da cui poi Bram Stoker avrebbe preso spunto per realizzare il celebre romanzo Dracula. Il ragazzo passa le giornate al pub insieme ai suoi amici, provando a sbarcare il lunario, quando un incidente in cui è coinvolto il suo migliore amico lo convince a lavorare insieme al burbero padre (Nigel O’Neill) a una nuova tangenziale per costruire la quale bisogna spostare la tomba che ospiterebbe il primo vampiro.

Leggi tutto

Trieste Science+Fiction Festival: la recensione di IMMORTAL

 

Una storia visionaria, ma dai problemi umani. Ana Lauzer (Belén Blanco) parte da Roma e ritorna a Buenos Aires per l’eredità del padre recentemente scomparso. Fotografa pragmatica vorrebbe subito risolvere tutte le questioni burocratiche irrisolte, quando decide di confrontarsi con il Dottor Benedetti responsabile del dilapidare del patrimonio paterno. Scoprendo delle ricerche scientifiche al limite del paranormale, vuole indagare per smascherarlo insieme all’ingegnera che dirige l’azienda.

Leggi tutto

Sguardi Altrove, la recensione di NOT A TIME FOR CHILDREN

 

Presentato in concorso a Sguardi Atrove Film Festival 2020, nella sezione Nuovi sguardi, il documentario Not A Time For Children (Chas Nedytiachy) della regista Olga Samolevska racconta una triste peculiarità dell’Ucraina, unico Paese europeo con due generazioni di bambini che hanno conosciuto la guerra. Lungo i suoi 60 minuti di durata, il film confronta i ricordi dei sopravvissuti al secondo conflitto mondiale con le testimonianze, colme di innocenza, dei piccoli che in questi anni stanno vivendo le terribili conseguenze della guerra nell’Ucraina orientale. 

Leggi tutto

I vincitori di Sguardi Altrove Film Festival 2020

 

Venerdì 30 ottobre si è svolta in streaming la premiazione di Sguardi Altrove Film Festival 2020. La manifestazione cinematografica dedicata alla regia femminile ha rivoluzionato la propria forma convertendola all’online, senza perdere la sua essenza e regalando una 27esima edizione ricca e variegata, con moltissimi titoli e focus sul ruolo delle donne nella contemporaneità, tra tecnologia, ambiente e diritti umani (ce ne ha parlato su i-FILMSonline la direttrice Patrizia Rappazzo). Alla vigilia della sua conclusione, ecco i nomi di tutti i vincitori delle sezioni competitive. Fa incetta di premi A Regular Woman di Shery Hermann, che ha vinto il concorso Nuovi sguardi con la seguente motivazione: “Evitando la strada della retorica e mantenendo però una grande tensione culturale e militante, il film dimostra come sia possibile raccontare in modo efficace l’attualità, mostrando uno sguardo non neutrale ma appassionato unito a una perfetta padronanza del linguaggio cinematografico”.

Leggi tutto

Sguardi Altrove: ANNA ROSENBERG con Claudia Gerini, la recensione

 

Venezia 77: “Anna Rosenberg” con Claudia Gerini, prodotto da Michela  Scolari, sbarca al Terra di Siena Film Festival - 24 Ore News

In un paesino francese, Anna Rosenberg (Claudia Gerini), madre di famiglia e scrittrice, viene convocata in una stazione di polizia per quella che sembra essere la deposizione su un banale diverbio con un funzionario postale. La donna viene però sottoposta a un interrogatorio serrato da parte dell’ufficiale Duval (Christophe Favre), che la tormenta accusandola di una serie di reati in un crescendo sempre più angosciante e dal finale drammatico. Il film di Michele Moscatelli è l’evento speciale, omaggio all’attrice Claudia Gerini, di questa edizione di Sguardi Altrove Film Festival che si svolge online.

Leggi tutto

Trieste Science+Fiction Festival 2020, il programma

 trieste-sci-fi-fest-2020

Si svolge dal 29 ottobre al 3 novembre la nuova edizione del Trieste Science+Fiction Festival, in modalità totalmente online dalla piattaforma Mymovies con diverse modalità di accredito. La manifestazione offre una selezione del cinema di fantascienza, fantastico e horror contemporaneo, tra lungometraggi, corti e una serie tv (la coreana SF8). Di seguito, il calendario completo dei titoli.

Leggi tutto

Sguardi Altrove: YOUR TURN, la recensione

 

Benvenuti nel film “Your Turn. Si apre con questa frase il documentario diretto da Eliza Capai (Here is so Far, The Tortoise and the Tapir). Il lungometraggio, che ha vinto il prestigioso Amnesty International Film Award alla Berlinale 2019, segue il movimento studentesco brasiliano dalle proteste del 2013 fino all’elezione nel 2018 del nuovo presidente, Bolsonaro.

Leggi tutto

Borat 2 di Jason Woliner, la recensione

Su Amazon Prime Video

A cura di Francesco Pozzo

Sacha Baron Cohen (equivalente londinese del nostro Checco Zalone, che da lui ha preso molto) è uno dei pochi artisti viventi capaci di decrittare realmente i malesseri della società americana e del mondo in cui ci è dato vivere: l’unico in grado di riflettere amaramente con astuzia e una certa dose di audacia e genuina incoscienza sul legno storto e puzzolente dell’umanità, sulla doppiezza e sull’inganno insito nell’american way of life e negli anfratti oscuri di una nazione mai così smarrita e periclitante: non a caso il titolo completo del film è Borat – Seguito di film cinema: consegna di portentosa bustarella a regime americano per beneficio di fu gloriosa nazione di Kazakistan (Borat Subsequent Moviefilm: Delivery of Prodigious Bribe to American Regime for Make Benefit Once Glorious Nation of Kazakhstan).

Leggi tutto

Sguardi Altrove: A REGULAR WOMAN, la recensione

A Regular Woman (2019) | MUBI

Primo dei film nel concorso Nuovi sguardi a Sguardi Altrove 2020, A Regular Woman racconta la tragica storia di Hatun “Aynur” Sürücü, una ragazza di origini turche assassinata a Berlino nel 2005 a 23 anni da uno dei suoi fratelli per essersi “ribellata” alle tradizioni di famiglia, un “delitto d’onore” che suscitò in Germania un grande dibattito. La ricostruzione è precisa nei dettagli:costretta a un matrimonio combinato, Aynur torna in famiglia con il suo bambino per sfuggire al marito violento ma, dopo essersene allontanata per inseguire uno stile di vita libero dalle imposizioni ancenstrali, finisce vittima di una sorte ancora più crudele.

Leggi tutto

Sguardi Altrove: RED FIELDS, la recensione

 

Nel cuore di una povera cittadina del sud di Israele, una cassiera di nome Mami (Neta Elkayam) attende l’amato Nissim (Ami Abu). Quando il marito torna dalla guerra completamente paralizzato, Mami decide di dare una svolta alla propria vita partendo per Tel Aviv. La regista israeliana Keren Yedaya (Jaffa, The Lovely Girl) adatta al grande schermo la controversa opera rock Mami di Hillel Mittelpunkt del 1986. A spiccare, oltre alla fotografia, è la colonna sonora, interamente registrata dal vivo. Sono infatti i tradizionali archi e i più moderni sound elettronici a dare ritmo e colore alla narrazione, mentre la macchina da presa indugia a lungo sui dettagli, dalla finestra buia della casa della protagonista al letto di ospedale dove Nissim giace in stato vegetativo.

Leggi tutto

Sguardi Altrove: LOVE SARAH, la recensione

Love Sarah di Eliza Schroeder apre l'edizione online di Sguardi Altrove  Film Festival - Taxidrivers.it

Si apre con la leggerezza di Love Sarah la 27esima edizione di Sguardi Altrove Film Festival, per la prima volta quasi totalmente in streaming. L’elaborazione del lutto, il riscatto, la rinascita e la solidarietà femminile sono i temi al centro di questa commedia firmata dalla britannica Eliza Schroeder, che filma in una romantica Londra tra i colori pastello di Portobello Road. La Sarah del titolo viene portata via all’inizio del film da una morte prematura che lascia le donne della sua vita alle prese con una perdita dolorosa: sono la madre Mimi (Celia Imrie), la figlia Clarissa (Shannon Tarbet) e l’amica del cuore Isabella (Shelley Conn). “Love Sarah” è il nome della pasticceria che le tre decidono di aprire insieme per coronare il sogno della donna, con l’aiuto dello chef Matthew (Rupert Penry-Jones).

Leggi tutto

Lucca ChanGes, il programma: il nuovo Lucca Comics&Games punta sull’online

LuccaChanges  Logo 2020

Lucca Comics & Games, ormai si sa da tempo, quest’anno non ci sarà. Impossibile conciliare le centinaia di migliaia di partecipanti alla fiera più grande d’Europa del settore con le misure di sicurezza imposte dall’emergenza coronavirus. La manifestazione si trasforma così in Lucca ChanGes, edizione che dal 29 ottobre al 1° novembre si sviluppa online e in tv. Ecco il programma, che in assenza della componente fieristica si fonda soprattutto sulla dimensione dell’evento.

Leggi tutto

Patrizia Rappazzo racconta Sguardi Altrove, intervista alla direttrice artistica del festival

 

Il 23 ottobre si apre Sguardi Altrove Film Festival, la manifestazione dedicata al cinema a regia femminile che quest’anno si svolge prevalmente online pur senza farsi mancare degli eventi in presenza a Milano (qui il calendario giorno per giorno). Per farci raccontare questa edizione inedita e rivoluzionaria ai tempi del Covid, con una riflessione sul futuro dei festival e sulle difficoltà delle donne nel mondo del cinema, abbiamo parlato con la direttrice artistica Patrizia Rappazzo.

Leggi tutto

To Horror Fantastic Film Festival 2020, il programma

tohorror

AGGIORNAMENTO: IL TOHORROR FANTASTIC FILM FEST E’ RIMANDATO A DATA DA DESTINARSI

 

Il Covid non ferma il TOHorror Fantastic Film Fest che compie venti anni e si tiene regolarmente a Torino dal 28 ottobre al 1 novembre, nelle location del Cinema Massimo e del Cinema Ambrosio. Con un ricco programma e alcuni incontri presso il Circolo dei Lettori e al Blah Blah Cineclub, la manifestazione si mette in gioco: “Nonostante il budget ridotto del 50% rispetto al solito questa inedita edizione 2020 non sarà una battuta d’arresto – dice il direttore artistico  Massimiliano Supporta – ma un altro passo avanti nel percorso di crescita del TOHorror, che l’anno scorso registrava un +60% di affluenza. Nonostante tutto non ci siamo posti compromessi, tranne quelli obbligati dalla situazione, e speriamo che gli spettatori apprezzino il lavoro svolto in continuità con il recente passato”.

Leggi tutto

Sguardi Altrove Film Festival 2020, il calendario tra streaming ed eventi a Milano

Dal 23 al 31 ottobre si tiene, dopo una lunga attesa, la nuova edizione di Sguardi Altrove Film Festival: dopo l’inevitabile rinvio a causa della pandemia, la manifestazone cinematografica dedicata alla regia femminile torna con un’edizione in forma mista, principalmente online ma senza farsi mancare alcuni eventi in presenza all’Anteo e al Teatro Parenti di Milano. Anche quest’anno i-FiLMSonline sarà partner del festival. Ecco il calendario giorno per giorno (laddove non vierne precisata la location, s’intende proiezione/evento in streaming, sulla piattaforma Mymovies).

 

Leggi tutto

Sguardi Altrove 2020, il programma

 

Doo il rinvio dovuto alla pandemia, torna Sguardi altrove, con la 27esima edizione che si svolgerà dal 23 al 31 ottobre. Il festival milanese dedicato al cinema a regia femminile cambia forma, con un’edizione che si svolge in gran parte online, pur senza farsi mancare eventi in presenza. Nove giorni con 60 film tra cui diverse anteprime contraddistinguono la manbifestazione diretta da Patrizia Rappazzo, che prende vita tra i luoghi fisici dell’Anteo Palazzo del cinema e del Teatro Parenti e la piattaforma streaming di MyMovies.

Leggi tutto

Festa del cinema di Roma 2020 dal 15 al 25 ottobre, il programma

roma-ff-2020

La pandemia non ferma la Festa del cinema di Roma, che torna dal 15 al 25 ottobre con la 15esima edizione e un programma ricchissimo. Dall’anteprima del film Pixar Soul (unica occasione di vederlo sul grande schermo, dal momento chge uscirà solo in streaming) ai ritorni di McQueen, Ozon, Vinterberg ed Herzog, dai primi episodi della serie parlata in protolatino Romulus al documentario su Totti, passando per i tanti incontri con personaggi italiani e internazionali, ecco l’elenco dei titoli e dei nomi. Ricordiamo anche la retrospettiva dedicata a Satyajit Ray, restauri importanti come quello di Padre padrone dei Taviani e la possibilità di vedere anche una selezione di film in streaming, all’indirizzo digital.romacinemafest.org.

Leggi tutto

COBRA KAI, la recensione

Cobra Kai: recensione della serie TV Netflix - Cinematographe.it

In questi anni abbiamo assistito a diversi tentativi di riprendere saghe del passato per farne reboot o remake, spesso con risultati alquanto discutibili. In particolare il mondo del cinema e delle serie tv, seppur sfornando sempre nuove idee e nuovi talenti, nei suoi momenti di maggiore difficoltà ha deciso di raccogliere a piene mani dall’immaginario passato per riportare sul grande e il piccolo schermo cult che con gli anni sono entrati indelebilmente nella memoria degli spettatori, pescando nell’oceano di ricordi provenienti principalmente dagli anni Ottanta. Chi scrive si è appassionato alla settima arte partendo, soprattutto per questioni anagrafiche, proprio grazie a tali lungometraggi, per questo forse non vede sempre di buon occhio il rimescolare e il miscelare personaggi e storie che considera in parte un pezzo della propria infanzia. Di fronte alla serie tv Cobra Kai però gli ideatori Josh Heald, Hayden Schlossberg e Jon Hurwitz sono riusciti a ricreare in maniera eccellente parte delle atmosfere che aleggiavano intorno alla saga di Karate Kid rendendo nel contempo l’operazione fruibile anche per le nuove generazioni che si affacciano per la prima volta a tale mondo, senza scadere semplicemente in una campagna nostalgica ma sviluppando trama e caratteri in modo intelligente e mai banale.

Leggi tutto

SULLA INFINITEZZA di Roy Andersson – La recensione

SULL'INFINITEZZA (Roy Andersson) • Sale della Comunità

Roy Andersson torna con i suoi tableaux vivant per catturare diversi personaggi e momenti di vita. Tra i protagonisti di questi quadri vediamo Adolf Hitler, un uomo che ha fatto la spesa per cucinare la cena a sua moglie, un prete che ha perso la fede e un esercito che marcia verso un campo di prigionia. La narrazione è guidata dall’affascinante voce di una donna che, presentandoci alcune delle situazioni, le svela, come a dare loro vita.

Leggi tutto

Social media & sharing icons powered by UltimatelySocial