NERUDA di Pablo Larraín (2016)

 

Ci sono film capaci di conquistarti fin dalla prima ripresa, lasciandoti completamente stordito anche ore dopo la proiezione. Uno di questi film è Neruda di Pablo Larraín. Il famoso poeta Pablo Neruda (Luis Gnecco) è impegnato nello strenuo tentativo di opporsi alla deriva fascista del governo cileno nel post Seconda guerra mondiale. Nonostante gli sforzi, il futuro premio Nobel verrà prima ostacolato nella sua attività pubblica e poi costretto a espatriare. A dargli la caccia ci pensa l’ispettore Óscar Peluchonneau (Gael García Bernal), incaricato dal presidente Videla di stanare l’ingombrante oppositore e di arrestarlo. La caccia all’uomo sarà, fortunatamente, lunga e difficile.

Leggi tutto

CAFÉ SOCIETY di Woody Allen (2016)

 

 

 «La vita è una commedia scritta da un commediografo molto sadico.»

Con questa citazione dovrebbe cominciare una recensione di Café Society, ultima fatica firmata Woody Allen che ha aperto il Festival di Cannes 2016. Il motivo è molto semplice: il film è un grazioso excursus sociologico-sentimentale ambientato nei trasognanti anni ’30, capace di raccontare gli scherzi del destino attraverso una commedia garbata e puntuale. Allen torna a un anno di distanza da Irrational Man e lo fa accompagnato da un cast di star: oltre all’alter ego Jesse Eisenberg, nella pellicola ci sono Kristen Stewart, Blake Lively e Steve Carell.

Leggi tutto

Festival di Cannes 2016: NERUDA di Pablo Larraín

26689520840 c79129b3ed o

Ci sono film capaci di conquistarti fin dalla prima ripresa, lasciandoti completamente stordito anche ore dopo la proiezione. Uno di questi momenti c’è stato a Cannes, di preciso alla Quinzaine des Réalisateurs, quando è passato sugli schermi Neruda di Pablo Larraín. Lasciandosi velocemente alle spalle le futili polemiche sul motivo per cui una pellicola di tale caratura non abbia meritato la selezione del festival, bisogna prendere fin da subito coscienza che siamo di fronte a un giovane gigante, e non si sta parlando di quello portato qui da Spielberg, bensì del cineasta cileno che, dopo aver incantato con Il club, torna a brillare di luce propria.

Leggi tutto

Festival di Cannes 2016: CAFÉ SOCIETY di Woody Allen

 

-cafe_society_c_gravier_productions_inc.jpg

 

«La vita è una commedia scritta da un commediografo molto sadico.»

Con questa citazione dovrebbe cominciare una recensione di Café Society, ultima fatica firmata Woody Allen che ha aperto il Festival di Cannes 2016. Il motivo è molto semplice: il film è un grazioso excursus sociologico-sentimentale ambientato nei trasognanti anni ’30, capace di raccontare gli scherzi del destino attraverso una commedia garbata e puntuale. Allen torna sulla Croisette a un anno di distanza da Irrational Man e lo fa accompagnato da un cast di star: oltre all’alter ego Jesse Eisenberg, nella pellicola ci sono Kristen Stewart, Blake Lively e Steve Carell.

Leggi tutto

BERGAMO FILM MEETING 34a edizione, dal 5 al 13 marzo 2016

bergamo-film-meeting

Il Bergamo Film Meeting spegne quest’anno 34 candeline e riapre i battenti il 5 marzo, con una nuova edizione contrassegnata da un concorso di 7 lungometraggi, interessanti retrospettive, eventi, workshop, mostre, incontri con i registi, contaminazioni con musica e fumetti. L’inaugurazione è venerdì sera alle 21, con l’esibizione del gruppo islandese múm, che musicherà Uomini, di domenica di Curt Siodmak, Robert Siodmak, Edgar G. Ulmer e Fred Zinnemann (1929).

 

CONCORSO

I 7 lungometraggi selezionati, provenienti dalle più diverse realtà europee, concorrono al Premio Bergamo Film Meeting, assegnato ai tre migliori film della sezione sulla base delle preferenze espresse dal pubblico. I film sono tutti inediti in Italia.

Leggi tutto

STAR WARS – IL RISVEGLIO DELLA FORZA di J.J. Abrams (2015)

Star Wars - Il risveglio della forza": trama, cast e trailer | TV Sorrisi e  Canzoni

A dieci anni dall’uscita nelle sale di Star Wars: Episodio III – La vendetta dei Sith, lo spettatore è catapultato dal fan numero uno J. J. Abrams nella galassia lontana lontana, 30 anni dopo i fatti avvenuti ne Il ritorno dello Jedi. Luke Skywalker (Mark Hamill) è scomparso, la principessa Leia (Carrie Fisher) è diventata generale delle truppe ribelli, Han Solo (Harrison Ford) è tornato a fare il contrabbandiere e l’Impero è stato sostituito dal terribile Primo Ordine. Il tempo passa e, ovviamente, si affacciano nella storia anche dei nuovi protagonisti: la giovane Rey (Daisy Ridley), il pilota ribelle Poe (Oscar Isaac) e la guardia imperiale infedele Finn (John Boyega).

Leggi tutto

IL SEGRETO DEI SUOI OCCHI di Billy Ray (2015)

 

Giudicare un remake può apparire un compito semplice, un lavoro in cui basta giocare con il confronto per rendere l’idea. Peccato che, in alcuni casi, il rifacimento in questione sia talmente privo di spunti e mal riuscito da risultare complessivamente incomprensibile. E’ infatti difficilissimo da capire il motivo per cui un’opera premiata con l’Oscar al miglior film straniero nel 2009 debba essere per forza oggetto di un rifacimento.

Leggi tutto

EVEREST di Baltasar Kormákur (2015)

everest screen

Faceva freddo, anzi freddissimo, alla fine della proiezione di Everest di Baltasar Kormákur alla 72ª Mostra internazionale d’arte cinematografica di Venezia, dove il film è stato presentato Fuori concorso come apertura al festival. Un gelo giustificato da una pellicola (interamente in 3D) piatta e, per ironia della sorte, senza vette. Girato tra il Nepal e il Trentino Alto Adige, il film racconta la disastrosa spedizione sull’Everest del 1996, a cui partecipò anche il giornalista Jon Krakauer, successivamente autore di un saggio sull’accaduto dal titolo Into Thin Air.

Leggi tutto

EVEREST di Baltasar Kormákur (2015)

everest screen

Fa freddo, anzi freddissimo in Sala Darsena alla fine della proiezione di Everest di Baltasar Kormákur, film Fuori concorso che apre la 72ª Mostra internazionale d’arte cinematografica di Venezia. Un gelo giustificato da una pellicola (interamente in 3D) piatta e, per ironia della sorte, senza vette. Girato tra il Nepal e il Trentino Alto Adige, il film racconta la disastrosa spedizione sull’Everest del 1996, a cui partecipò anche il giornalista Jon Krakauer, successivamente autore di un saggio sull’accaduto dal titolo Into Thin Air.

Leggi tutto

AVENGERS: AGE OF ULTRON di Joss Whedon (2015)

 

Dopo un’attesa durata tre anni, i Vendicatori sono tornati. Arriva nelle sale italiane Avengers: Age of Ultron, sequel di The Avengers, sempre scritto e diretto da Joss Whedon. Salvo poche aggiunte, il cast non poteva che essere confermato in toto: a Robert Downey Jr., Chris Hemsworth, Mark Ruffalo, Chris Evans, Scarlett Johansson, Jeremy Renner e Samuel L. Jackson, si aggiungono Aaron Taylor-Johnson, Elizabeth Olsen, Paul Bettany e James Spader. Un folto team ben assortito con un’unica missione: sbancare i botteghini di tutto il mondo.

Leggi tutto

CHI E’ SENZA COLPA di Michael R. Roskam (2014)

thr drop

Erano alte, forse troppo, le aspettative per il nuovo progetto firmato Dennis Lehane, scrittore dal tocco magico in grado di ispirare in passato dei mostri sacri come Clint Eastwood e Martin Scorsese (rispettivamente per Mystic River e Shutter Island). Il romanziere, qui alla sua prima sceneggiatura (tratta da un suo stesso racconto breve), ha griffato Chi è senza colpa (2015), film diretto da Michaël R. Roskam e che può vantare un cast internazionale composto da Tom Hardy, Noomi Rapace e James Gandolfini.

Leggi tutto

AMERICAN SNIPER di Clint Eastwood (2014)

 

È impossibile oggi non considerare Clint Eastwood come uno dei massimi registi viventi. Purtroppo però, come spesso accade a cineasti dalla carriera infinita, realizzare opere ancora interessanti si fa di anno in anno più difficile. Non basta l’esperienza a colmare il vuoto che l’attesa ogni volta scava impietosa. Dopo aver portato in sala l’acclamato spettacolo di Broadway Jersey Boys (2014), Eastwood decide di allontanarsi dal musical per raccontare in American Sniper una storia (vera) a lui più affine: quella di Chris Kyle, il cecchino più letale che l’esercito statunitense abbia mai avuto.

Leggi tutto

APES REVOLUTION – IL PIANETA DELLE SCIMMIE di Matt Reeves (2014)

Apes-Revolution

Le scimmie non sono meglio degli uomini. È questo il messaggio su cui il regista Matt Reeves ha costruito Apes Revolution – Il pianeta delle scimmie, sequel del reboot L’alba del pianeta delle scimmie (2011). La famosa saga fantascientifica più volte rianimata, sta conoscendo in questi anni nuovo splendore grazie alla strategia di affrontare la storia da una nuova prospettiva.

Il virus letale nato in un laboratorio di San Francisco ha sterminato quasi completamente la razza umana. Solamente pochi esemplari immuni sono sopravvissuti e devono convivere con le scimmie evolute capeggiate dal carismatico Cesare (Andy Serkis).

Leggi tutto

12 ANNI SCHIAVO di Steve McQueen (2013)

12 anni schiavoNel 2014 Steve McQueen entrerà di diritto nel gotha del cinema mondiale: nessuna disambiguazione, il regista britannico diverrà ancor più conosciuto e apprezzato. Dopo aver sconvolto tutti con Hunger ed essersi definitivamente consacrato dirigendo Shame, McQueen arriva nelle sale con 12 anni schiavo, uno dei più importanti film del prossimo anno. La pellicola è tratta dalle memorie di Solomon Northup, uomo di colore nato libero negli Stati Uniti del nord, che fu rapito e sottoposto a schiavitù in Louisiana per dodici anni.

Discesa di un uomo lucido e istruito verso gli inferi del profondo sud, dove il colore della pelle non differenziava gli uomini dagli uomini, ma gli uomini dagli animali. Il tutto è desumibile fin dal titolo, non in Italia però: tradurre 12 Years a Slave in 12 anni schiavo è un piccolo errore in confronto all’enorme gaffe delle locandine a sfondo razzista. Tuttavia omettendo la piccola proposizione, viene depotenziato il vero senso di un film che si differenzia da ogni altro per la sua capacità di raccontare la schiavitù come condizione acquisita e non come stato.

Leggi tutto

QUI E LA’ di Antonio Mendez Esparza (2012)

Aqui y alla - posterQui e là (Aquì y Allà) è un piccolo film messicano che, dopo  due anni di consensi entusiastici su scala globale culminati con il successo nella Settimana della critica al Festival di Cannes 2012, viene finalmente distribuito in Italia da Cineclub Internazionale Distribuzione. La pellicola diretta da Antonio Mendez Esparza è un raro esempio di cinema testimone, in cui la settima arte si piega per raccontare limpidamente alcune situazioni difficili. Lontano dal cinema documentario e in bilico tra realtà e finzione, Qui e là è un saggio sul rapporto tra l’uomo e la propria “casa” messo in scena caparbiamente.

Pedro (Pedro De los Santos), dopo aver lavorato per anni negli Stati Uniti, torna a casa in un piccolo villaggio di montagna messicano dove ritrova la moglie e le figlie nel frattempo cresciute. Avendo messo da parte alcuni risparmi grazie ai viaggi negli States, Pedro spera di costruirsi con la famiglia afianco una vita migliore, cercando anche di realizzare il suo più grande sogno: suonare in una band.

Leggi tutto

DRINKING BUDDIES di Joe Swanberg (2013)

 La teoria per cui in amore gli opposti si attraggono viene demolita a suon di pinte dal regista/sceneggiatore Joe Swanberg in Drinking Buddies, presentato in corso al 31° Torino Film Festival nella sezione Festa Mobile. La pellicola è un classico walzer sentimentale caratterizzato da scambi di coppia. Luke (Jake Johnson) è fidanzato con Jill (Anna Kendrick) mentre Kate (Olivia Wilde) ha una relazione con Chris (Ron Livingston). Ma tutti provano interesse per l’altro/a, chi sul posto di lavoro (Luke e Kate sono colleghi in un birrificio), chi nel tempo libero (Chris e Jill condividono i propri hobby).

Leggi tutto

C.O.G. di Kyle Patrick Alvarez (2013)

 “Ci sono tante persone malate, che hanno esistenze senza uno scopo o senza obiettivi”. Da questa frase comincia il percorso di C.O.G., curiosa opera seconda di Kyle Patrick Alvarez in concorso al 31° Torino Film Festival e interpretata dal giovane Jonathan Groff. Un film dall’andamento rapsodico e dalle pretese generazionali kerouachiane alla Into the Wild.

 

Sono questi gli esempi da cui parte David, studente di Yale che decide di passare l’estate raccogliendo mele in Oregon. Questa discesa verso gli States rurali, originariamente architettata da una compagna snob e alternativa, porta il protagonista a scontrarsi con alcune situazioni che mai l’avrebbero sfiorato tra le mura del suo ricco campus.

Leggi tutto

Retrospettiva sulla NEW HOLLYWOOD al 31° TORINO FILM FESTIVAL

 

Lo storico autore statunitense Peter Biskind una volta scrisse: “I tredici anni intercorsi tra Gangster Story del 1967 e I cancelli del cielo del 1980 furono l’ultimo periodo in cui fu un’esperienza veramente entusiasmante fare film a Hollywood; fu l’ultima volta che si poté andare orgogliosi dei film prodotti; l’ultima volta che l’intera comunità della gente del cinema contribuì alla qualità; l’ultima volta che ci fu un pubblico in grado di sostenerla”.

Una così netta presa di posizione potrà sicuramente essere criticata a posteriori, ma non va dimenticato l’impatto che la cosiddetta Nuova Hollywood ebbe sulla storia del cinema: si passò da un’industria nel pieno della crisi (generata dalla concorrenza della televisione e dall’incapacità degli studios di tenere il passo con il terremoto culturale giovanile) a un “sommovimento culturale radicale che coinvolse personalità e talenti molto diversi e che influenzò intere generazioni di cineasti e spettatori”.[1]

L’importanza di tale rivoluzione è il motivo per cui il prossimo Torino Film Festival ospiterà una lunga retrospettiva curata da Emanuela Martini e dedicata alla New Hollywood: il nuovo cinema americano tra i l 1967 e il 1976. Oltre a titoli indispensabili del calibro di Cinque pezzi facili, Mean Streets, Pat Garret e Billy the Kid, Uno squillo per l’ispettore Klute e Non si uccidono così anche i cavalli?, verranno proiettati una serie di film meno noti ma altrettanto interessanti come Electra Glide, Dilinger, Piccoli omicidi, Smile e Il pornografo.

Leggi tutto

THOR: THE DARK WORLD di Alan Taylor (2013)

thor the dark world posterContinua senza sosta la Fase 2 del fantastico Universo cinematografico Marvel. Dopo Iron Man 3 arriva oggi nelle sale Thor: The Dark World, secondo capitolo dedicato interamente al supereroe con il martello. Nel film diretto da Alan Taylor il cast è confermato in toto, dallo statuario Chris Hemsworth fino alla bellissima Natalie Portman.

Un anno dopo l’epica battaglia di New York (in cui gli Avengers riuniti riuscirono a sconfiggere e imprigionare Loki), Thor è alle prese con un nuovo e misterioso nemico: in un regno remoto il malvagio Malekith torna dal passato per trascinare l’universo nell’oscurità. 

Rispetto al primo film della serie, la svolta avviene dietro la macchina da presa; all’esperto e spaesato Kenneth Branagh subentra il meno conosciuto Alan Taylor, regista statunitense con un pedigree televisivo da far invidia a chiunque: ha diretto episodi di Six Feet Under, Sex and the City, Lost, I Soprano, Law & Order, Mad Men, Boardwalk Empire e Il Trono di Spade. Grazie all’avvicendamento tra i registi anche il nordico supereroe mitologico ha ora una pellicola divertente, un prodotto cinematografico che rispetta appieno la sua matrice “fumettara”, molto distante dal cupo e noioso primo capitolo.

Leggi tutto

ESCAPE PLAN – FUGA DALL’INFERNO di Mikael Hafstrom (2013)

escape-planDue titani del cinema d’azione anni ’80 vengono rispolverati per cercare di raschiare il fondo degli incassi cinematografici. La crisi non risparmia nemmeno Stallone e Schwarzenegger e per questo i due recitano insieme in Escape Plan, film in uscita questa settimana. 

 

Ray Breslin (Sylvester Stallone) è un esperto di sicurezza delle carceri: il suo lavoro consiste nel farsi arrestare volontariamente per mettere alla prova i penitenziari di tutto il mondo. L’ultimo incarico della sua decennale carriera consiste nel cercare di fuggire dalla famigerata “Tomba” (struttura ipertecnologica di ultima generazione), ma questa volta qualcosa va storto e il protagonista è imprigionato realmente. Con l’aiuto del detenuto Emil Rottmayer (Arnold Schwarzenegger) cercherà di evadere, nella sfida più difficile della sua vita. 

 

Leggi tutto

Les Rencontres d’après minuit di Yann Gonzalez vince il Milano Film Festival

A sorpresa il trionfatore del 18° Milano Film Festival è Yann Gonzalez con il suo Les Rencontres d’après minuit, che si è aggiudicato il premio come miglior lungometraggio. La Menzione Speciale è andata al film francese Mirage à lʼItalienne della regista italiana Alessandra Celesia (che si è anche aggiudicato il Premio Aprile, assegnato dal comitato di selezione).

Per quanto riguarda il concorso cortometraggi, il migliore scelto dalla giuria è stato Pequeño bloque de cemento con pelo alborotado conteniendo el mar dello spagnolo Jorge Lopez Navarrete; mentre si è aggiudicato la Menzione Speciale lo strambo Chigger Ale di Fanta Ananas.

Leggi tutto

12 O’CLOCK BOYS di Lotfy Nathan (2013)

La favola di Hushpuppy e della sua “famiglia” in Re della terra selvaggia è servita per mostrare una curiosa minoranza che viveva emarginata nella nazione dell’uguaglianza per eccellenza. Ma anche chi vive nei grossi conglomerati urbani non se la passa meglio. Questo sembra essere il messaggio che Lotfy Nathan (cineasta di 26 anni all’esordio assoluto) sembra confezionare con il documentario 12 O’Clock Boys.

 

Un progetto durato 3 anni (2010-2013) nei quali il regista/sceneggiatore ha seguito Pug, giovane afroamericano di Baltimora affascinato dai 12 O‘Clock Boys, una gang locale di motociclisti di cui il giovane vuole far parte a tutti i costi. Lo spettatore nei 76 minuti del film vede crescere il ragazzo e contemporaneamente riceve una preziosa testimonianza della vita in un ghetto/sobborgo.

Leggi tutto

FINDING THE FUNK di Nelson George (2013)

FindingTheFunkPoster-1362075680Funk è un termine coniato negli Stati Uniti negli anni cinquanta, per indicare delle caratteristiche ritmiche e sonore presenti in diversi ambiti musicali. Inizialmente il termine fu usato nel jazz per indicare un approccio musicale rude e libero da sofisticazioni, legato al blues, con riff ripetitivi e con un ritmo incalzante. In seguito l’aggettivo funky fu utilizzato sempre più anche in altri ambiti musicali come il soul ed il R&B.

 

Un documentario, genere in decisa ascesa recentemente (per informazioni rivolgersi a Venezia e al suo premio a Santo Gra di Gianfranco Rosi), ha conquistato anche gli spettatori del 18° Milano Film Festival. Nella sezione The Outsiders è stato presentato Finding the Funk, film scritto e diretto da Nelson George incentrato sulla storia di un genere musicale che ha travalicato i confini statunitensi grazie a una serie di artisti divenuti icone mondiali.

Leggi tutto

ILO ILO di Antony Chen (2013)

Ci sono particolari esperienze infantili che, come un bumerang, continuano a tornarci in mente; sensazioni, attimi o ricordi che non ci abbandonano mai immagazzinandosi nel nostro cervello per sempre. Il giovane cineasta Anthony Chen è partito proprio da un momento vissuto da bambino per realizzare il suo primo lungometraggio intitolato Ilo Ilo, presentato in concorso al 18° Milano Film Festival. Il film arriva in Italia per la prima dopo aver vinto la Caméra d’or allo scorso Festival di Cannes.

Leggi tutto

TOWHEADS di Shannon Plumb (2013)

È difficile immaginare quante mogli di registi affermati probabilmente si sentano frustrate e abbiano dovuto sacrificare i propri sogni per seguire le riuscite carriere del marito. Una di queste ha avuto la rara possibilità di mettere in scena il proprio malessere in un lungometraggio che sa tanto di rivendicazione: si tratta di Towheads scritto, diretto e interpretato da Shannon Plumb moglie del regista di Blue Valentine e Come un tuono Derek Cianfrance. Il resto del cast è composto dallo stesso Cianfrance e dai due figli della coppia.

La pellicola in concorso alla 18° Milano Film Festival narra le vicende di Penelope (Plumb), stralunata casalinga distrutta dalla vita quotidiana e alle prese con represse aspirazioni artistiche. Mentre il coniuge (Cianfrance) è fuori casa (alle prese con audizioni di attricette desiderose di affermarsi), la protagonista cercherà di evadere dalla noiosa quotidianità arrabattandosi nei più disparati mestieri alla ricerca di un talento ormai sopito.

Leggi tutto

RUN & JUMP di Steph Green (2013)

run-and-jump-posterSi apre con una curiosa commedia non convenzionale la 18° edizione del Milano Film Festival. Run & jump (primo lungometraggio presentato in concorso) è una co-produzione tra Irlanda e Germania, nata dalla sceneggiatura di Alibhe Keogan e diretta dalla giovane regista statunitense Steph Green (famosa per il corto New Boy, candidato agli Oscar 2009). 

Leggi tutto

IN TRANCE di Danny Boyle (2013)

altOgni volta che un regista si avvina alla macchina da presa dovrebbe sempre sentire il peso e la responsabilità della storia ultra centenaria della settima arte. In Trance di Danny Boyle è il progetto di un regista premio Oscar distratto da altre imprese (la direzione della cerimonia di Apertura dei Giochi Olimpici di Londra 2012) che ha relegato il cinema ad attività da svolgere nel tempo libero. Nonostante un cast importante composto da James McAvoy, Rosario Dawson e Vincent Cassel, questa pellicola è un brutto passo falso nella carriera del cineasta britannico.

Leggi tutto

Martin Scorsese in mostra a Torino

Un viaggio affascinante nell’universo privato di uno dei più significativi registi del secondo Novecento, grande narratore di alcune delle più crude e autentiche realtà del nostro tempo.

Alberto Barbera

 

È arrivata a Torino (dopo una lunga permanenza presso il Museum fur Film und Fernsehen di Berlino) la prima mostra internazionale su Martin Scorsese, inaugurata lo scorso 15 giugno e che chiuderà i battenti il 15 settembre 2013. All’interno dell’affascinante sala del tempio della Mole AntoneIliana il cineasta italo-americano viene messo a nudo grazie a una serie di cimeli che ne raccontano sia la carriera che la vita privata: ricordi personali, immagini cinematografiche e testimonianze dei più stretti collaboratori che con Scorsese hanno condiviso un’intera vita lavorativa.

 

Leggi tutto

AFTER EARTH di M. Night Shyamalan (2013)

 Può un giovane e promettente regista di quarantatré anni piegarsi a una delle più subdole operazioni della recente storia del cinema? After Earth, pellicola diretta da M. Night Shyamalan e interpretata da Will e Jaden Smith, dimostra che ciò è possibile. Molti passaggi del film in realtà celano un fastidioso messaggio subliminale, in questo caso la settima arte ammicca pericolosamente alla new religion Scientology. Il soggetto è firmato dallo stesso Will Smith e prodotto dalla moglie Jada Pinkett.

Un atterraggio di fortuna costringe Cypher (Will Smith) e suo figlio Kitai (Jaden Smith) ad affrontare un pianeta abbandonato e pieno di pericoli: la Terra 1000 anni dopo la fuga cui furono costretti gli esseri umani a causa di un cataclisma. Poiché Cypher è seriamente ferito, Kitai deve spingersi in cerca di aiuto, muovendosi in un territorio ormai a lui sconosciuto, minacciato da un’inarrestabile creatura aliena fuggita dopo l’atterraggio.

Leggi tutto

TAKE SHELTER di Jeff Nichols (2011)

locandina-take-shelterVenerdì 07/06/13, ore 21.10, RAI 4

 

Influenzato da una serie di visioni apocalittiche, il giovane padre di famiglia Curtis (Michael Shannon) comincia a costruire nell’ampio cortile di casa un rifugio. Il protagonista vedrà così messi in crisi i capisaldi della propria vita, ovvero il lavoro e soprattutto la famiglia (in cui svetta la splendida moglie interpretata da Jessica Chastain). Semplici effetti di una malattia mentale precocemente apparsa, o premonizioni da non ignorare?

Leggi tutto

LA DOLCE BELLEZZA

la grande bellezza stillL’acceso dibattito scatenato da La grande bellezza di Paolo Sorrentino è stato un segnale importante non solo per il cinema italiano, ma anche per coloro che quotidianamente ne scrivono. Nella giungla di commenti, recensioni e articoli di approfondimento, alcuni più di altri hanno saputo riassumere le sensazioni che ho provato non appena le luci si sono riaccese in sala. La proiezione di una pellicola tanto attesa non poteva lasciarmi indifferente, ciò nonostante esprimere un mio giudizio netto e sintetico è apparso da subito impossibile. Stordito ed emozionato ho perciò letto compulsivamente qualsiasi parola venisse scritta sul film di Sorrentino appuntato sull’agenda le parti che ritenevo particolarmente argute. Sul foglio come per magia è apparsa questa recensione pastiche:

Leggi tutto

FAST AND FURIOUS 6 di Justin Lin (2013)

fast and furious sei-new-posterDa dodici anni a questa parte le corse clandestine sul grande schermo sono il miglior modo per incassare ai botteghini. Nel 2001, anno in cui uscì Fast & Furious, a Hollywood si resero conto che i 207 milioni di dollari guadagnati dalla pellicola a suon di sgommate e Nos erano un investimento sicuro da replicare in futuro. Dopo più di una decade siamo giunti a Fast & Furious 6 diretto da Justin Lin e interpretato da un numerosissimo cast tra cui l’inossidabile Vin Diesel, il sempre presente Paul Walker, il granitico Dwayne “The Rock” Johnson e la rediviva Michelle Rodriguez. Completano Jordana Brewster, Tyrese Gibson, Chris “Ludacris” Bridges, Sung Kang, John Ortiz, Gal Gadot e i nuovi arrivi Luke Evans e Gina Carano.

Leggi tutto

L’UOMO CON I PUGNI DI FERRO di RZA (2012)

I film sulle arti marziali mi influenzano da quando avevo nove anni, quando ho visto per la prima volta un film di kung fu e uno di karate, a Staten Island, al cinema St. George. Doppie proiezioni che non dimenticherò mai. Ce n’era uno che si chiamava Fury of the Dragon, con Bruce Lee nel ruolo di Kato, e l’altro era Black Samurai, con Jim Kelly”. Sono pochi gli adulti che riescono a realizzare i propri sogni d’infanzia: Robert “Bobby” Fitzgerald Diggs (alias RZA) dopo aver diretto, co-sceneggiato e interpretato L’uomo con i pugni di ferro (2012) è entrato in questa stretta cerchia. Il film, sceneggiato anche da Eli Roth, vanta un cast stellare e variegato: Russell Crowe, Lucy Liu, Rick Yune, Jamie Chung e Dave Batista.

 

Leggi tutto

L’IPNOTISTA di Lasse Hallstrom (2012)

 Certe volte nella vita bisogna tornare a casa per riscoprire le passioni che ti hanno spinto a essere ciò che sei oggi. Lo sa bene Lasse Hallstrom, regista nato a Stoccolma che è riuscito a costruirsi una carriera a Hollywood. Dopo il successo ottenuto con La mia vita a quattro zampe (1985), il cineasta svedese si trasferì negli States, dove girò alcuni dei più famosi film romantici degli ultimi vent’anni, tra cui Le regole della casa del sidro, Chocolat, Hachiko e Dear John (oltre al ben più riuscito film drammatico Buon compleanno Mr. Grape).

Leggi tutto

HITCHCOCK di Sacha Gervasi (2013)

Gus Van Sant nel 1998 girò Psycho, esattamente trentotto anni dopo l’originale. Il suo approccio stupì tutti: non si trattava di un semplice remake, ma di un omaggio che rispettò passo per passo, inquadratura per inquadratura la perla di Hitchcock. Molti si interrogarono sul motivo per cui Van Sant avesse sentito la necessità di “attenersi” così fedelmente all’originale. La tesi più accreditata riguarda la volontà da parte del regista statunitense di evitare, grazie al suo progetto, che qualsiasi altro cineasta potesse pensare di rigirare e stravolgere una pietra miliare del cinema. Oggi, dopo 15 anni, qualcuno ha deciso di sfidare la sorte e occuparsi (anche se da un punto di vista differente) di Psycho: Sacha Gervasi (alla prima esperienza dietro la macchina da presa) dirige Hitchcock, film basato sul libro di Stephen Rebello Alfred Hitchcock and The Making of Psycho e sceneggiato da John McLaughlin (già sceneggiatore di Il cigno Nero). Il cast è un florilegio di star: da Anthony Hopkins e Helen Mirren alle giovani Scarlett Johansson e Jessica Biel. Leggi tutto

SPRING BREAKERS di Harmony Korine (2012)

Spring Breakers - Una vacanza da sballo (2012) | MUBI

Alla Mostra di Venezia 2012, le fan urlanti di Selena Gomez e Vanessa Hudgens avevano riempito l’intero Lido: le giovani, arrivate da tutta Italia, non sapevano però che un folle regista americano di nome Harmony Korine aveva appena distrutto irrimediabilmente l’immagine delle loro beniamine. In Spring Breakers tutto ciò che conoscevamo su queste brave ragazze americane crolla come un castello di carte sotto gli scossoni divertiti del regista. Il film è interpretato da James Franco e dalle quattro star Selena Gomez, Ashley Benson, Vanessa Hudgens e Rachel Korine (moglie di Harmony).

L’unico rimedio contro la noia dell’università è una bella vacanza in primavera. Dopo aver rapinato un bar (per rimediare i soldi necessari all’allegra gita), le protagoniste raggiungono la Florida e le sue feste scatenate a base di alcol, sesso e droga. Finite in prigione per il troppo sballo, verranno liberate da un sedicente rapper di nome Alien (Franco) che le farà sprofondare nel suo pericoloso mondo fatto di spaccio e violenza.

Leggi tutto

EDUCAZIONE SIBERIANA di Gabriele Salvatores (2013)

 È difficile sedersi in sala senza pregiudizi attendendo una pellicola italiana che, nonostante i 9 milioni di budget e il cast impreziosito da star del calibro di John Malkovich, non è stata accettata al Festival di Berlino (nemmeno nelle sezioni collaterali). Si potrebbe campanilisticamente pensare che i tedeschi, abituati a snobbarci, abbiano usato lo spread come unità di misura. In realtà, non più di un anno fa una coppia di arzilli vecchietti italiani sollevava l’Orso D’oro per Cesare deve morire; mentre quest’anno un certo Tornatore è riuscito a presentare al festival teutonico la sua ultima fatica (La migliore offerta). Ma non facciamoci influenzare: Educazione Siberiana diretta dal premio Oscar Gabriele Salvatores va quantomeno vista prima di essere giudicata.

Leggi tutto

CLOUD ATLAS di Tom Tykwer, Andy Wachowski, Lana Wachowski (2012)

locandina cloud atlasIl déjà vu è un fenomeno psichico che consiste nella sensazione erronea di aver già visto un’immagine o di aver già vissuto precedentemente una situazione che si sta verificando nel presente. E se questa sensazione non fosse errata? Se ciò che sentissimo fosse un legame con una vita passata di cui non abbiamo alcun ricordo? Lo scrittore David Mitchell ha costruito un complesso e intricato racconto totalmente incentrato sulla reincarnazione, fulcro della ciclicità storica. Solamente due temerari registi come i fratelli Wachowski (con la collaborazione di un terzo cineasta, il tedesco Tom Tykwer) avrebbero pensato di trasporre un libro del genere. Dopo un mastodontico lavoro di sceneggiatura e realizzazione, esce finalmente nelle sale l’omonimo Cloud Atlas, pellicola interpretata da Tom Hanks, Halle Berry, Hugo Weaving, Jim Broadbent, Susan Sarandon, Hugh Grant e Jim Sturgess.

Leggi tutto

JACK REACHER di Christopher McQuarrie (2012)

 Il poliedrico Carmelo Bene una volta disse “Il comico è spesso involontario, specialmente quando si sposa con il sublime”. È raro trovare nella storia del cinema un’opera involontariamente esilarante e sgangheratamente sublime come Jack Reacher: la prova decisiva. Il film è diretto da Christopher McQuarrie e interpretato da Tom Cruise, Richard Jenkins, Rosamund Pike, Werner Herzog, Robert Duvall e David Oyelowo. La sceneggiatura, dello stesso McQuarrie, è ispirata alla famosa serie di libri firmati Lee Child.

 

 

Leggi tutto

THE GREY di Joe Carnahan (2012)

 The Grey, film diretto da Joe Carnahan, arriva in Italia con notevole ritardo rispetto agli Stati Uniti. Il protagonista Liam Neeson ha realizzato questa pellicola addirittura prima di Taken – La vendetta e Il cavaliere oscuro – Il ritorno. Il film inizialmente aveva come protagonista Bradley Cooper, che però in seguito ha lasciato la parte.

Ottway (Neeson) è un cacciatore di lupi assoldato da una compagnia petrolifera per difendere i propri lavoratori dagli attacchi degli animali selvatici. Durante il ritorno a casa, il protagonista sarà coinvolto in una sciagura aerea che lo catapulterà nel mezzo del nulla a -40°. Assieme ad alcuni sopravvissuti, Ottway dovrà vedersela anche con un branco di lupi inferociti che cercheranno in tutti i modi di sbranare l’allegra combriccola.

 

 

Leggi tutto

DI NUOVO IN GIOCO di Robert Lorenz (2012)

 Alla veneranda età di 82 anni, Clint Eastwood si rimette Di nuovo in gioco, ma questa volta lo fa solo da interprete. Lascia per la prima volta la sedia da regista al suo fidato produttore Robert Lorenz, che dirige una pellicola sceneggiata da Randy Brown e musicata dall’italo-americano Marco Beltrami. Il cast è poi composto da Amy Adams, Justin Timberlake e John Goodman.

Gus (Eastwood) è uno scout degli Atlanta Braves, squadra di baseball della Major League americana. L’anzianità (e soprattutto i problemi connessi a essa) lo costringe a farsi aiutare sul lavoro dalla figlia Mickey (Adams), con la quale non ha mai avuto buoni rapporti. La giovane (stacanovista convinta) conoscerà il bell’osservatore Johnny (Timberlake), rendendo ancor più dolce la sua permanenza a fianco del padre.

 

Leggi tutto

MANIAC di Franck Khalfoun (2012)

 Il mondo ha davvero bisogno di un altro film sui serial killer? Il regista Franck Khalfoune gli sceneggiatori Alex Aja e Gregory Levasseur ne sono convinti a tal punto da voler persuadere anche il pubblico. Per questo hanno realizzato Maniac (remake dell’omonimo film di William Lustig), interpretato da Elijah Wood e Nora Arnezeder. La pellicola è girata in POV (acronimo di Point Of View), tecnica che consiste nell’eseguire riprese dal punto di vista del protagonista. Il film è presentato nella sezione Rapporto confidenziale del 30° Torino Film Festival.

Leggi tutto

DE JUEVES A DOMINGO di Dominga Sotomayor Castillo (2012)

Lev Tolstoj in Anna Karenina scriveva «Tutte le famiglie felici si somigliano, ogni famiglia infelice è invece disgraziata a modo suo». Una di queste si trova in Cile ed è il soggetto del primo lungometraggio scritto e diretto da Dominga Sotomayor intitolato De jueves a domingo – Thursday till sunday (2012). Dopo aver vinto diversi premi in giro per i festival mondiali (tra cui Lisbona, Rotterdam e Granada), la pellicola è presentata nella sezione Festa Mobile del 30° Torino Film Festival.

Leggi tutto

ONE LIFE di Michael Gunton e Martha Holmes (2012)

one-life-la-locandina-italiana-del-film-255974Il premio Nobel per la pace Albert Schweitzer diceva: «Più guardiamo nel profondo della natura, più ci accorgiamo che è piena di vita e più constatiamo che tutta la vita è un mistero e che noi siamo uniti a ogni vita che esiste nella natura». Natura e vita sono anche i protagonisti del documentario One life, diretto da Michael Gunton & Martha Holmes e prodotto dalla BBC Earth Films in associazione con Magic Light Pictures. La voce narrante è di Mario Biondi, mentre nella versione originale era di Daniel Craig. Il film uscirà questa settimana in Italia e i proventi serviranno per finanziare il WWF.

 

 

Leggi tutto

Enzo G. Castellari al B-Movie Festival: non chiamateli poliziotteschi

Enzo G. è un tipo schietto, solare e sanguigno. Spesso i suoi film sono stati considerati di serie B, ma nella vita la sua rivincita l’ha ottenuta alla grande. Ha avuto la soddisfazione, durante una conferenza stampa al Festival di Venezia con a fianco il suo grande amico Quentin Tarantino, di affermare che B-movie sta per Beautiful movie (alla faccia della critica ben pensante). Ieri a Milano, in occasione dell’ultima serata del B-Movie Festival, Castellari (assieme a Davide Pulici di Nocturno e al giornalista Fulvio Fulvi) è intervenuto prima della proiezione del suo Il grande racket (1976).


Leggi tutto

B-movie Festival: Carlo Lizzani e i suoi BANDITI A MILANO

 “Domani, fatemi sapere com’è andata la proiezione”. Così conclude il suo breve collegamento telefonico il novantenne Carlo Lizzani, regista in attività da più di sessant’anni e con un nuovo progetto in cantiere: “Mi dispiace non essere lì con voi, ma sto lavorando a un documentario-antologia sul Neorealismo; fuori dall’Italia è un movimento che interessa ancora parecchio”. Il motivo del (tele)incontro con Lizzani (incalzato dalle domande di Raffaele De Berti, docente dell’Università degli studi di Milano) è la proiezione alla prima edizione del B-movie Festival del suo Banditi a Milano (1968), film sul maledetto 25 settembre 1967 in cui la famigerata banda Cavallero (a seguito di una rapina) sparse morte e terrore per la città. Oltre al protagonista Gian Maria Volonté, nel cast ci sono Don Backy, Ray Lovelock e Tomas Milian.

Leggi tutto

RED LIGHTS di Rodrigo Cortés (2012)

C’era una volta Robert De Niro, il figlio di Little Italy che sfondò a Hollywood e vinse numerosi premi grazie a pellicole del calibro di Mean Streets (1973), Il Padrino: parte II (1974), Taxi Driver (1976), Il cacciatore (1978), Toro scatenato (1980) e Risvegli (1990). Oggi purtroppo il quasi settantenne attore italoamericano ha smarrito la via, affidandosi a (poco) sapienti registi e produttori decisi a sfruttare il suo altisonante nome per sbancare i botteghini. Dopo la stucchevole apparizione nel cine-panettone a stelle e strisce Capodanno a New York (2010), il vecchio Bob interpreta oggi un sensitivo non vedente in Red Lights di Rodrigo Cortés. Il cast può vantare inoltre Sigourney Weaver (Alien), Cillian Murphy (Il cavaliere oscuro) e Elizabeth Olsen (sorella minore delle più conosciute Ashley e Mary-Kate).

Leggi tutto

ARGO di Ben Affleck (2012)

 Finzione e inganno in molti dizionari sono sinonimi: semanticamente, l’uno è un termine femminile perfetto per l’industria cinematografica, l’altro è invece il sostantivo maschile simbolo delle agenzie d’intelligence o spionaggio. L’analogia è trasferita perfettamente in Argo, film diretto, interpretato e prodotto da Ben Affleck, incentrato sulla strana collaborazione tra Hollywood e la CIA.

 

 

Leggi tutto

OLTRE LE COLLINE di Cristian Mungiu (2012)

Oltre le colline per me è soprattutto un film sull’amore e sulla libertà di coscienza: su come l’amore può trasformare i concetti di bene e male in aspetti molto relativi” cit. Cristian Mungiu. Il regista rumeno torna dopo cinque anni dal film Palma d’oro 4 mesi, 3 settimane e 2 giorni e dimostra di voler ancora studiare la società e i suoi cambiamenti. I problemi quotidiani assumono un’importanza che travalica il concreto, raggiungendo inevitabilmente il trascendentale. Con questa pellicola Mungiu ha conquistato il premio alla miglior sceneggiatura alla 65ª edizione del Festival di Cannes, mentre le sue due protagoniste Cosmina Stratan e Cristina Flutur sono state omaggiate con il Prix d’interprétation féminine.

 

Leggi tutto

COGAN – KILLING THEM SOFTLY di Andrew Dominik (2012)

Sdraiato nella sua Jacuzzi stracolma di schiuma con il telecomando in mano e il sigaro in bocca, l’ingenuo Tony Montana-Al Pacino affermava: “lo sai che significa capitalismo? Fregare la gente”; mentre una distratta Elvira Hancock-Michelle Pfeiffer rispondeva acida al suo uomo: “Se c’è un vero capitalista, quello sei tu”. Questo vecchio dialogo (scritto da Oliver Stone e girato da Brian De Palma) rende al meglio ciò che Andrew Dominik ha sviluppato in Cogan – Killing them softly, pellicola tratta dall’omonimo romanzo di George V. Higgins e che vanta un cast stellare capeggiato da Brad Pitt.

 

 

Leggi tutto

TAKEN – LA VENDETTA di Olivier Megaton (2012)

La vendetta è il sentimento che accomuna coloro che hanno appena visto Taken – La vendetta diretto da Olivier Megaton e interpretato da Liam Neeson. Produrre un film così (sequel di Io vi troverò) è uno sgarbo che non può restare impunito. La 20th Century Fox, ingolosita dai 145 milioni di dollari guadagnati dal primo capitolo, ha commesso questo peccato che negli Stati Uniti ha già incassato 50 milioni in una sola settimana.

Dopo aver salvato la figlia a Parigi, l’ex agente della CIA Bryan Mills (Neeson) decide di portare la famiglia in vacanza in Turchia. Peccato che sulle sue tracce ci siano i vendicativi parenti delle vittime uccise in Francia. Istanbul è teatro incolpevole degli scontri tra Mills e i suoi nemici. Nessuno esca di casa: esplosioni, sparatorie e inseguimenti a velocità folle sono il naturale sviluppo degli eventi.

Leggi tutto

ON THE ROAD di Walter Salles (2012)

Jack Kerouac una volta disse: «La Beat Generation è un gruppo di bambini all’angolo della strada che parlano della fine del mondo»; “bambini” amanti dei vizi della vita, ma talmente intelligenti e creativi da stravolgere la cultura americana del dopo guerra. Tra questi spicca proprio Kerouac, autore del romanzo simbolo del movimento Sulla strada, scritto nel 1951 e pubblicato solo nel 1957. Libro di fama planetaria (ha venduto tre milioni di copie) privo di trasposizione cinematografica, almeno fino a oggi. A quarantacinque anni dalla sua prima pubblicazione, il regista brasiliano Walter Salles porta il capolavoro Beat On the Road al cinema. Il cast è composto da una folta batteria di giovani promesse di Hollywood tra cui Garrett Hedlund, Sam Riley e Kristen Stewart. Completano gli esperti Kirsten Dunst e Viggo Mortensen.

Dopo la morte del padre, Sal Paradise (Riley) aspirante scrittore newyorkese, incontra Dean Moriarty (Hedlund), giovane ex pregiudicato dal fascino maledetto, sposato con la disinibita Marylou (Stewart). Tra Sal e Dean l’intesa è immediata. Decisi a non farsi rinchiudere in una vita vissuta secondo le regole, i due amici rompono tutti i legami e si mettono in viaggio. Leggi tutto

ELLES di Malgoska Szumowska (2012)

In Francia secondo una statistica, ogni anno 40.000 studenti si prostituiscono per pagarsi gli studi. Una tendenza che coinvolge molti paesi europei, dalla vicina Italia fino alle più prestigiose università inglesi. Nasce proprio da questo spunto di cronaca Elles, film della regista polacca Malgoska Szumowska con Juliette Binoche, Anais Demoustier e Joanna Kulig. La pellicola è stata presentata nella sezione Panorama dell’ultimo Festival Internazionale del cinema di Berlino. Leggi tutto

CANDIDATO A SORPRESA di Jay Roach (2012)

L’Italia si sa, sta attraversando un periodo storico in cui comicità e politica per la prima volta tendono a sovrapporsi. In un paese che ha poca voglia di ridere, ci sono politici che raccontano barzellette e comici che fondano movimenti. Dagli Stati Uniti, paese dove questa tendenza non ha ancora bene attecchito, arriva il tentativo cinematografico di fotografare in chiave umoristica la contemporanea campagna elettorale. Candidato a sorpresa (The Campaign), diretto da Jay Roach e interpretato da Will Ferrell e Zach Galifianakis, è una commedia travestita da satira pungente.

Cam Brady (Ferrell) e Marty Huggins (Galifianakis) si sfidano senza esclusioni di colpi in Carolina del Nord. Cam è il vincitore uscente, mentre Marty è lo sfidante sfigato promosso e finanziato da due magnati che vogliono importare manodopera cinese per risparmiare le spese di spedizione. Nonostante i due candidati abbiano uno staff che curi la loro comunicazione, le gaffe caratterizzeranno una campagna all’insegna della lotta verbale e fisica.

Leggi tutto

PROMETHEUS di Ridley Scott (2012)

prometheus posterE’ stato il film delle attese. Sono passati trentatré anni prima che Ridley Scott decidesse di riprendere le redini della sua creatura, e ci sono voluti quasi quattro mesi perché in Italia la pellicola uscisse come nel resto del mondo. Ora, dopo cotanta pazienza, ci si chiede: ne è valsa la pena? Prometheus, diretto da Scott e interpretato da Noomi Rapace, Michael Fassbender, Charlize Theron e Logan Mashall-Green, nasce come un prequel di Alien, per poi crescere come progetto assestante.

Dopo aver scoperto un interessante disegno rupestre in Scozia, Elizabeth (Rapace) e Charlie (Marshall-Green) riescono a ottenere i fondi per una missione intergalattica alla ricerca della costellazione rappresentata dagli antenati. L’equipaggio del vascello spaziale Prometheus, composto tra gli altri dall’androide David (Fassbender) e dall’algido capitano Meredith (Theron), resterà sbigottito dalle numerose presenze che abitano l’inesplorato pianeta.

 

 

 

Leggi tutto

UN GIORNO SPECIALE di Francesca Comencini (2012)

 Nessun fischio e nessun applauso. Il silenzio più eloquente del Festival ha accompagnato la proiezione di Un giorno speciale di Francesca Comencini, tratto dal romanzo Il cielo con un dito di Claudio Bigagli e interpretato da Filippo Scicchitano e Giulia Valentini. L’indifferenza è il sentimento peggiore che un’opera può suscitare e proprio per questo il terzo film italiano in concorso è uno dei peggiori fin qui visti al Lido.

Giulia (Valentini) è una diciannovenne amante dei serpenti che vuole fare carriera in televisione. In Italia si sa, per sfondare a qualcuno la devi pur dare e per questo la mamma la trucca, le compra il vestito nuovo e la spedisce dall’onorevole per una bella raccomandazione. Marco (Scicchitano), l’autista incaricato di accompagnarla all’importante meeting, resterà folgorato da cotanta bellezza e, costretti a passare insieme tutta la giornata, i due piccioncini s’innamoreranno inevitabilmente.

 

 

 

Leggi tutto

SPRING BREAKERS di Harmony Korine (2012)

 Le fan urlanti di Selena Gomez e Vanessa Hudgens hanno stravolto il Lido indaffarato nel seguire i film, le conferenze stampa e i red carpet. Le giovani, arrivate da tutta Italia, non sapevano però che un folle regista americano di nome Harmony Korine aveva appena distrutto irrimediabilmente l’immagine delle loro beniamine. In Spring Breakers, presentato in concorso alla 69a Mostra d’Arte Cinematografica di Venezia, tutto ciò che conoscevamo su queste brave ragazze americane crolla come un castello di carte sotto gli scossoni divertiti del regista. Il film è interpretato da James Franco e dalle quattro star Selena Gomez, Ashley Benson, Vanessa Hudgens e Rachel Korine (moglie di Harmony).

L’unico rimedio contro la noia dell’università è una bella vacanza in primavera. Dopo aver rapinato un bar (per rimediare i soldi necessari all’allegra gita), le protagoniste raggiungono la Florida e le sue feste scatenate a base di alcol, sesso e droga. Finite in prigione per il troppo sballo, verranno liberate da un sedicente rapper di nome Alien (Franco) che le farà sprofondare nel suo pericoloso mondo fatto di spaccio e violenza.

 

 

Leggi tutto

OUTRAGE BEYOND di Takeshi Kitano (2012)

 Nel 2005 ci fu il repentino cambiamento di rotta: i classici Yakuza-movie firmati Takeshi Kitano avevano lasciato spazio alla sperimentazione e alle novità surrealiste di Takeshis’ (2005), Glory to the Filmmaker! (2007) e Achille e la tartaruga (2008). Nel 2010 il regista giapponese riprese la retta via con Outrage (visto a Cannes nel 2010), per la gioia dei suoi fan più accaniti. In concorso alla 69. Mostra d’Arte Cinematografica di Venezia viene presentato il sequel Outrage Beyond. Leggi tutto

Social media & sharing icons powered by UltimatelySocial