I (PRE)GIUDIZI DI MAGGIO 2019

rocketman

Dopo il calendario del mese, è il turno dei nostri pregiudizi: ogni membro della redazione segnala due titoli in uscita nel mese, uno su cui si sente di mettere la mano sul fuoco per un esito positivo (segnalato come “Per me è sì”) e l’altro su cui invece ripone pochissime o nessuna speranza (“Per me è no”). Naturalmente sono (quasi sempre) film che non abbiamo ancora visto, si tratta solo di sensazioni in attesa di conferme. Come sempre, vi invitiamo a giocare con noi (valutando tutte le uscite mensili) facendoci sapere cosa ne pensate e quali sono le vostre scelte. D’altronde… si tratta soltanto di pregiudizi. Ecco le scelte di ognuno di noi:

Leggi tutto

I (PRE)GIUDIZI DI GIUGNO 2019

Climax

Dopo il calendario del mese, è il turno dei nostri pregiudizi: ogni membro della redazione segnala due titoli in uscita nel mese, uno su cui si sente di mettere la mano sul fuoco per un esito positivo (segnalato come “Per me è sì”) e l’altro su cui invece ripone pochissime o nessuna speranza (“Per me è no”). Naturalmente sono (quasi sempre) film che non abbiamo ancora visto, si tratta solo di sensazioni in attesa di conferme. Come sempre, vi invitiamo a giocare con noi (valutando tutte le uscite mensili) facendoci sapere cosa ne pensate e quali sono le vostre scelte. D’altronde… si tratta soltanto di pregiudizi. Ecco le scelte di ognuno di noi:

Leggi tutto

I (PRE)GIUDIZI DI APRILE 2019

noi

Dopo il calendario del mese, è il turno dei nostri pregiudizi: ogni membro della redazione segnala due titoli in uscita nel mese, uno su cui si sente di mettere la mano sul fuoco per un esito positivo (segnalato come “Per me è sì”) e l’altro su cui invece ripone pochissime o nessuna speranza (“Per me è no”). Naturalmente sono (quasi sempre) film che non abbiamo ancora visto, si tratta solo di sensazioni in attesa di conferme. Come sempre, vi invitiamo a giocare con noi (valutando tutte le uscite mensili) facendoci sapere cosa ne pensate e quali sono le vostre scelte. D’altronde… si tratta soltanto di pregiudizi. Ecco le scelte di ognuno di noi:

Leggi tutto

I (PRE)GIUDIZI DI MARZO 2019

gloria bell

Dopo il calendario del mese, è il turno dei nostri pregiudizi: ogni membro della redazione segnala due titoli in uscita nel mese, uno su cui si sente di mettere la mano sul fuoco per un esito positivo (segnalato come “Per me è sì”) e l’altro su cui invece ripone pochissime o nessuna speranza (“Per me è no”). Naturalmente sono (quasi sempre) film che non abbiamo ancora visto, si tratta solo di sensazioni in attesa di conferme. Come sempre, vi invitiamo a giocare con noi (valutando tutte le uscite mensili) facendoci sapere cosa ne pensate e quali sono le vostre scelte. D’altronde… si tratta soltanto di pregiudizi. Ecco le scelte di ognuno di noi:

Leggi tutto

I (PRE)GIUDIZI DI GENNAIO 2019

 suspiria

Dopo il calendario del mese, è il turno dei nostri pregiudizi: ogni membro della redazione segnala due titoli in uscita nel mese, uno su cui si sente di mettere la mano sul fuoco per un esito positivo (segnalato come “Per me è sì”) e l’altro su cui invece ripone pochissime o nessuna speranza (“Per me è no”). Naturalmente sono (quasi sempre) film che non abbiamo ancora visto, si tratta solo di sensazioni in attesa di conferme. Come sempre, vi invitiamo a giocare con noi (valutando tutte le uscite mensili) facendoci sapere cosa ne pensate e quali sono le vostre scelte. D’altronde… si tratta soltanto di pregiudizi. Ecco le scelte di ognuno di noi:

Leggi tutto

I (PRE)GIUDIZI DI FEBBRAIO 2019

 front-runner

Dopo il calendario del mese, è il turno dei nostri pregiudizi: ogni membro della redazione segnala due titoli in uscita nel mese, uno su cui si sente di mettere la mano sul fuoco per un esito positivo (segnalato come “Per me è sì”) e l’altro su cui invece ripone pochissime o nessuna speranza (“Per me è no”). Naturalmente sono (quasi sempre) film che non abbiamo ancora visto, si tratta solo di sensazioni in attesa di conferme. Come sempre, vi invitiamo a giocare con noi (valutando tutte le uscite mensili) facendoci sapere cosa ne pensate e quali sono le vostre scelte. D’altronde… si tratta soltanto di pregiudizi. Ecco le scelte di ognuno di noi:

Leggi tutto

I (PRE)GIUDIZI DI DICEMBRE 2018

 bumblebee

Dopo il calendario del mese, è il turno dei nostri pregiudizi: ogni membro della redazione segnala due titoli in uscita nel mese, uno su cui si sente di mettere la mano sul fuoco per un esito positivo (segnalato come “Per me è sì”) e l’altro su cui invece ripone pochissime o nessuna speranza (“Per me è no”). Naturalmente sono (quasi sempre) film che non abbiamo ancora visto, si tratta solo di sensazioni in attesa di conferme. Come sempre, vi invitiamo a giocare con noi (valutando tutte le uscite mensili) facendoci sapere cosa ne pensate e quali sono le vostre scelte. D’altronde… si tratta soltanto di pregiudizi. Ecco le scelte di ognuno di noi:

Leggi tutto

I (PRE)GIUDIZI DI NOVEMBRE 2018

notti-magiche

Dopo il calendario del mese, è il turno dei nostri pregiudizi: ogni membro della redazione segnala due titoli in uscita nel mese, uno su cui si sente di mettere la mano sul fuoco per un esito positivo (segnalato come “Per me è sì”) e l’altro su cui invece ripone pochissime o nessuna speranza (“Per me è no”). Naturalmente sono (quasi sempre) film che non abbiamo ancora visto, si tratta solo di sensazioni in attesa di conferme. Come sempre, vi invitiamo a giocare con noi (valutando tutte le uscite mensili) facendoci sapere cosa ne pensate e quali sono le vostre scelte. D’altronde… si tratta soltanto di pregiudizi. Ecco le scelte di ognuno di noi:

Leggi tutto

OPERA SENZA AUTORE di Florian Henckel von Donnersmarck – La recensione

Opera senza autore - Wikipedia

Ispirato alla vita del pittore tedesco Gerhard Richter, Opera senza autore (presentato in Concorso alla Mostra di Venezia 2018) ripercorre la storia della Germania a partire dalla Seconda guerra mondiale. Kurt Barnert (Tom Schilling), studente d’arte a Dresda, si innamora della dolce Ellie Seeband (Paula Beer): ma il padre di lei, il Professore Carl Seeband, condivide con Kurt un misterioso passato.

Leggi tutto

I (PRE)GIUDIZI DI OTTOBRE 2018

7-sconosciuti-el-royale

Dopo il calendario del mese, è il turno dei nostri pregiudizi: ogni membro della redazione segnala due titoli in uscita nel mese, uno su cui si sente di mettere la mano sul fuoco per un esito positivo (segnalato come “Per me è sì”) e l’altro su cui invece ripone pochissime o nessuna speranza (“Per me è no”). Naturalmente sono (quasi sempre) film che non abbiamo ancora visto, si tratta solo di sensazioni in attesa di conferme. Come sempre, vi invitiamo a giocare con noi (valutando tutte le uscite mensili) facendoci sapere cosa ne pensate e quali sono le vostre scelte. D’altronde… si tratta soltanto di pregiudizi. Ecco le scelte di ognuno di noi:

Leggi tutto

LA PROFEZIA DELL’ARMADILLO di Emanuele Scaringi – La recensione

 

Zero (Simone Liberati), ventisettenne del quartiere di Rebibbia, è un disegnatore spiantato che si barcamena da un capo all’altro di Roma tra lavoretti saltuari e scorribande in compagnia dell’inaffidabile Secco (Pietro Castellitto), amico di sempre. Un giorno la notizia della morte di Camille, vecchia compagna di scuola e primo amore di Zero, giunge come un fulmine a ciel sereno a sconvolgere la vita dei protagonisti.

Leggi tutto

VENEZIA 2018: KILLING – La recensione

Giappone, metà XIX secolo: dopo circa 250 anni di pace, i guerrieri samurai, impoveriti, hanno abbandonato i loro padroni per diventare ronin erranti. Tra questi Mokunoshin Tsuzuki, che per conservare la sua abilità nel maneggiare la katana si allena quotidianamente con Ichisuke, il figlio di un contadino. L’incontro con Jirozaemon Sawamura (Shin’ya Tsukamoto), abile ronin in cerca di nuovi guerrieri, cambierà drasticamente la sua esistenza.

Leggi tutto

VENEZIA 2018: SUNSET – La recensione

 

Budapest, 1913: Írisz Leiter (Juli Jakab) torna sul suolo natio per lavorare come modista presso l’elegante cappelleria un tempo di proprietà dei suoi genitori, tragicamente morti in un incendio. Qui, facente da sfondo una città vessata dai focolai immediatamente precedenti la prima guerra mondiale e il conseguente crollo dell’Impero Austro-Ungarico, la giovane cerca di entrare in contatto con il misterioso Kálmán Leiter, suo presunto fratello e guida carismatica delle rivolte.

Leggi tutto

TRAMONTO di László Nemes – La recensione

Tramonto di Laszlo Nemes è un'esperienza cinematografica totale – La  recensione- Film.it

Budapest, 1913: Írisz Leiter (Juli Jakab) torna sul suolo natio per lavorare come modista presso l’elegante cappelleria un tempo di proprietà dei suoi genitori, tragicamente morti in un incendio. Qui, facente da sfondo una città vessata dai focolai immediatamente antecedenti la prima guerra mondiale e il conseguente crollo dell’Impero Austro-Ungarico, la giovane cerca di entrare in contatto con il misterioso Kálmán Leiter, suo presunto fratello e guida carismatica delle rivolte.

Leggi tutto

A STAR IS BORN di Bradley Cooper – La recensione

A Star is Born": trama, cast e trailer | TV Sorrisi e Canzoni

 

Jackson Maine (Bradley Cooper) è una rockstar alcolizzata e tossicodipendente sul viale del tramonto. Un giorno, piombato casualmente in un night club, rimane folgorato dalla voce della dolce Ally (Lady Gaga), cameriera disillusa che sogna di diventare una cantante. Innamorato della ragazza e del suo innato talento, Jack decide di farle da pigmalione nel mondo dello star system, cercando di preservarne la purezza e la genuinità. Ben presto, tuttavia, l’ascendente carriera della giovane inizia a mettere in ombra quella del compagno, condannandolo a un cammino di perdizione senza ritorno. 

Leggi tutto

I (PRE)GIUDIZI DI SETTEMBRE 2018

 BlacKkKlansman

Dopo il calendario del mese, è il turno dei nostri pregiudizi: ogni membro della redazione segnala due titoli in uscita nel mese, uno su cui si sente di mettere la mano sul fuoco per un esito positivo (segnalato come “Per me è sì”) e l’altro su cui invece ripone pochissime o nessuna speranza (“Per me è no”). Naturalmente sono (quasi sempre) film che non abbiamo ancora visto, si tratta solo di sensazioni in attesa di conferme. Come sempre, vi invitiamo a giocare con noi (valutando tutte le uscite mensili) facendoci sapere cosa ne pensate e quali sono le vostre scelte. D’altronde… si tratta soltanto di pregiudizi. Ecco le scelte di ognuno di noi:

Leggi tutto

I (PRE)GIUDIZI DI AGOSTO 2018

 lucky

Dopo il calendario del mese, è il turno dei nostri pregiudizi: ogni membro della redazione segnala due titoli in uscita nel mese, uno su cui si sente di mettere la mano sul fuoco per un esito positivo (segnalato come “Per me è sì”) e l’altro su cui invece ripone pochissime o nessuna speranza (“Per me è no”). Naturalmente sono (quasi sempre) film che non abbiamo ancora visto, si tratta solo di sensazioni in attesa di conferme. Come sempre, vi invitiamo a giocare con noi (valutando tutte le uscite mensili) facendoci sapere cosa ne pensate e quali sono le vostre scelte. D’altronde… si tratta soltanto di pregiudizi. Ecco le scelte di ognuno di noi:

Leggi tutto

I (PRE)GIUDIZI DI LUGLIO 2018

 hereditary

Dopo il calendario del mese, è il turno dei nostri pregiudizi: ogni membro della redazione segnala due titoli in uscita nel mese, uno su cui si sente di mettere la mano sul fuoco per un esito positivo (segnalato come “Per me è sì”) e l’altro su cui invece ripone pochissime o nessuna speranza (“Per me è no”). Naturalmente sono (quasi sempre) film che non abbiamo ancora visto, si tratta solo di sensazioni in attesa di conferme. Come sempre, vi invitiamo a giocare con noi (valutando tutte le uscite mensili) facendoci sapere cosa ne pensate e quali sono le vostre scelte. D’altronde… si tratta soltanto di pregiudizi. Ecco le scelte di ognuno di noi:

Leggi tutto

I (PRE)GIUDIZI DI GIUGNO 2018

 sacrificio-cervo-sacro

Dopo il calendario del mese, è il turno dei nostri pregiudizi: ogni membro della redazione segnala due titoli in uscita nel mese, uno su cui si sente di mettere la mano sul fuoco per un esito positivo (segnalato come “Per me è sì”) e l’altro su cui invece ripone pochissime o nessuna speranza (“Per me è no”). Naturalmente sono (quasi sempre) film che non abbiamo ancora visto, si tratta solo di sensazioni in attesa di conferme. Come sempre, vi invitiamo a giocare con noi (valutando tutte le uscite mensili) facendoci sapere cosa ne pensate e quali sono le vostre scelte. D’altronde… si tratta soltanto di pregiudizi. Ecco le scelte di ognuno di noi:

Leggi tutto

I (PRE)GIUDIZI DI MAGGIO 2018

 dogman

Dopo il calendario del mese, è il turno dei nostri pregiudizi: ogni membro della redazione segnala due titoli in uscita nel mese, uno su cui si sente di mettere la mano sul fuoco per un esito positivo (segnalato come “Per me è sì”) e l’altro su cui invece ripone pochissime o nessuna speranza (“Per me è no”). Naturalmente sono (quasi sempre) film che non abbiamo ancora visto, si tratta solo di sensazioni in attesa di conferme. Come sempre, vi invitiamo a giocare con noi (valutando tutte le uscite mensili) facendoci sapere cosa ne pensate e quali sono le vostre scelte. D’altronde… si tratta soltanto di pregiudizi. Ecco le scelte di ognuno di noi:

Leggi tutto

I (PRE)GIUDIZI DI APRILE 2018

 mollys-game

Dopo il calendario del mese, è il turno dei nostri pregiudizi: ogni membro della redazione segnala due titoli in uscita nel mese, uno su cui si sente di mettere la mano sul fuoco per un esito positivo (segnalato come “Per me è sì”) e l’altro su cui invece ripone pochissime o nessuna speranza (“Per me è no”). Naturalmente sono (quasi sempre) film che non abbiamo ancora visto, si tratta solo di sensazioni in attesa di conferme. Come sempre, vi invitiamo a giocare con noi (valutando tutte le uscite mensili) facendoci sapere cosa ne pensate e quali sono le vostre scelte. D’altronde… si tratta soltanto di pregiudizi. Ecco le scelte di ognuno di noi:

Leggi tutto

I (PRE)GIUDIZI DI MARZO 2018

 lady-bird

Dopo il calendario del mese, è il turno dei nostri pregiudizi: ogni membro della redazione segnala due titoli in uscita nel mese, uno su cui si sente di mettere la mano sul fuoco per un esito positivo (segnalato come “Per me è sì”) e l’altro su cui invece ripone pochissime o nessuna speranza (“Per me è no”). Naturalmente sono (quasi sempre) film che non abbiamo ancora visto, si tratta solo di sensazioni in attesa di conferme. Come sempre, vi invitiamo a giocare con noi (valutando tutte le uscite mensili) facendoci sapere cosa ne pensate e quali sono le vostre scelte. D’altronde… si tratta soltanto di pregiudizi. Ecco le scelte di ognuno di noi:

Leggi tutto

HANNAH di Andrea Pallaoro (2017)

 

Hannah (Charlotte Rampling) è una donna ormai anziana che, rimasta sola dopo l’arresto del marito, assiste impotente all’inesorabile e drammatico disfacimento della propria vita e dei propri affetti familiari. In sala dopo essere stato presentato in anteprima alla Mostra del Cinema di Venezia 2017 (in concorso), Hannah, secondo lungometraggio di Andrea Pallaoro, è il ritratto sterile e monotono di una parabola esistenziale discendente.

Leggi tutto

ORE 15:17 – ATTACCO AL TRENO di Clint Eastwood (2018)

 

Estate 2015: il treno Thalys 9364 sta sfrecciando fra Amsterdam e Parigi quando il terrorista jihadista Ayoub El-Khazzani, irrompendo da un bagno di servizio, inizia a minacciare i passeggeri imbracciando un kalashnikov. Sarà l’istintivo e coraggioso intervento di tre giovani ragazzi americani, Spencer Stone, Anthony Sadler e Alek Skarlatos, a impedire la tragedia.

Leggi tutto

I (PRE)GIUDIZI DI FEBBRAIO 2018

 filo-nascosto2

Dopo il calendario del mese, è il turno dei nostri pregiudizi: ogni membro della redazione segnala due titoli in uscita nel mese, uno su cui si sente di mettere la mano sul fuoco per un esito positivo (segnalato come “Per me è sì”) e l’altro su cui invece ripone pochissime o nessuna speranza (“Per me è no”). Naturalmente sono (quasi sempre) film che non abbiamo ancora visto, si tratta solo di sensazioni in attesa di conferme. Come sempre, vi invitiamo a giocare con noi (valutando tutte le uscite mensili) facendoci sapere cosa ne pensate e quali sono le vostre scelte. D’altronde… si tratta soltanto di pregiudizi. Ecco le scelte di ognuno di noi:

Leggi tutto

THE POST di Steven Spielberg (2017)

Steven Spielberg. Tom Hanks. Meryl Streep. Insieme. Cosa volere di più? Le aspettative attorno a The Post, oltre che per il tema scottante toccato dal regista statunitense, giravano anche attorno alla prima collaborazione tra tre icone del cinema, che mai prima d’ora avevano avuto modo di stare sullo stesso set. E visto il risultato finale, come prevedibile, si può dire sia un vero peccato che tutto sia avvenuto solamente ora. È il 1971, nel pieno della guerra in Vietnam, il giornalista del Washington Post, Ben Bradlee (Tom Hanks) riesce ad ottenere i segreti governativi che riguardano la situazione bellica e quanto questa sia distante dalle promesse e dai proclami dei presidenti statunitensi. Pubblicare o non pubblicare? L’ultima parola spetta a Katharine Graham (Meryl Streep), che guida il Post e che si troverà di fronte alla decisione più importante della sua carriera, e della sua vita.

Leggi tutto

Coraggio, donne e libertà di stampa alla conferenza di The Post

 

«La stampa americana ha accolto bene il film, l’unica cosa è che il New York Times ha detto che avrebbe preferito il titolo “The New York Times”»: Tom Hanks si presenta con una battuta alla conferenza stampa successiva alla proiezione stampa di The Post, cui erano presenti anche Meryl Streep e, soprattutto, il regista, Steven Spielberg, che ha subito introdotto la tematica della libertà di stampa, legandola all’attualità: «Si tratta di garantire la democrazia e nel 1971 Nixon cercò di negare questo diritto e si rese necessario l’intervento della Corte Suprema per risolvere la situazione. Tra ’71 e ’17 purtroppo la situazione non sembra essere migliorata, visto che la stampa ancora adesso è spesso sotto accusa».

Leggi tutto

I (PRE)GIUDIZI DI GENNAIO 2018

disaster-artist 

Dopo il calendario del mese, è il turno dei nostri pregiudizi: ogni membro della redazione segnala due titoli in uscita nel mese, uno su cui si sente di mettere la mano sul fuoco per un esito positivo (segnalato come “Per me è sì”) e l’altro su cui invece ripone pochissime o nessuna speranza (“Per me è no”). Naturalmente sono (quasi sempre) film che non abbiamo ancora visto, si tratta solo di sensazioni in attesa di conferme. Come sempre, vi invitiamo a giocare con noi (valutando tutte le uscite mensili) facendoci sapere cosa ne pensate e quali sono le vostre scelte. D’altronde… si tratta soltanto di pregiudizi. Ecco le scelte di ognuno di noi:

Leggi tutto

COCO di Lee Unkrich (2017)

Coco: il primo film Pixar ambientato in Messico

Non è mai semplice parlare di morte, soprattutto se si cerca di farlo anche con menti delicate come quelle infantili, tanto sensibili e fragili che rendono necessaria la massima attenzione quando si toccano determinati argomenti. L’animazione è una delle vie prescelte – si pensi a una favola macabra e romantica come La Sposa Cadavere – ed ecco che Pixar inserisce nel suo immenso mosaico un altro tassello prezioso, capace di andare oltre ogni previsione: Coco.

Leggi tutto

Harry Potter e la Camera dei Segreti: la magia rivive con l’Orchestra Italiana del Cinema

La magia di Harry Potter è tornata nei teatri grazie all’Orchestra Italiana del Cinema, che lo scorso maggio hapermesso alle partiture di John Williams di rivivere durante la proiezione di Harry Potter e la Pietra Filosofale. Roma (Auditorium della Conciliazione, 1-2-3 dicembre) e Milano (Teatro Arcimboldi, 27 e 28 dicembre)  sono state le location prescelte per la proiezione di Harry Potter e la Camera dei Segreti, con le musche interpretate dal vivo da oltre 80 elementi d’orchestra, sotto la direzione del maestro Justin Freer. Evento imperdibile per i fan del piccolo maghetto nato dalla penna geniale di J.K. Rowling, i quali hanno potuto scegliere se accomodarsi tra i Grifondoro, Serpeverde, Corvonero, Tassorosso o tra i Babbani, riempiendo i teatri e accompagnando l’uscita dell’orchestra con uno scrosciante applauso. Non poteva che essere così, per un evento che ha permesso di immergersi in maniera totale nelle atmosfere di Hogwarts, e se non è questa magia, cosa potrebbe esserlo? L’ottima notizia, inoltre, è che nel 2018 sarà il turno di Harry Potter e il prigioniero di Azkaban

 

Lorenzo Bianchi

SUBURBICON di George Clooney (2017)

Suburbicon, la recensione del film di George Clooney - Super Guida TV

Stati Uniti, fine anni ’50: Suburbicon è un'”idilliaca” cittadina popolata esclusivamente da bianchi e bigotti. Il trasferimento di una famiglia di colore e la tragica morte di una donna giungono però a portare scompiglio fra gli abitanti, rivelandone la sino a quel momento celata mostruosità. A tre anni da Monuments Men (2014), George Clooney torna dietro la macchina da presa per dirigere Suburbicon, commedia cinica e grottesca originariamente sceneggiata dai fratelli Coen nel 1986. La mano dei due cineasti si sente tutta in questa pellicola che, dopo un incipit in sordina, lascia esplodere il proprio humor nero e la propria violenza in un climax tensivo ben strutturato e ricco di trovate brillanti. 

Leggi tutto

I (PRE)GIUDIZI DI DICEMBRE 2017

 ruota-meraviglie

Dopo il calendario del mese, è il turno dei nostri pregiudizi: ogni membro della redazione segnala due titoli in uscita nel mese, uno su cui si sente di mettere la mano sul fuoco per un esito positivo (segnalato come “Per me è sì”) e l’altro su cui invece ripone pochissime o nessuna speranza (“Per me è no”). Naturalmente sono (quasi sempre) film che non abbiamo ancora visto, si tratta solo di sensazioni in attesa di conferme. Come sempre, vi invitiamo a giocare con noi (valutando tutte le uscite mensili) facendoci sapere cosa ne pensate e quali sono le vostre scelte. D’altronde… si tratta soltanto di pregiudizi. Ecco le scelte di ognuno di noi:

Leggi tutto

NOSFERATU: Il capolavoro di Murnau rivive grazie a La Verdi

Mancano pochissimi giorni e, grazie a La Verdi sarà possibile apprezare Nosferatu, il capolavoro cinematografico espressionista del 1922 firmato da Friedrich Wilhelm Murnau. Un doppio appuntamento, giovedì 16 e venerdì 17 novembre alle 20.30 presso l’auditorium di Milano, in cui la proiezione sarà accompagnata dall’esibizione del vivo dell’Orchestra Verdi, che eseguirà la nuova colonna sonora di Timothy Brock, liberamente adattata dall’opera Der Vampyr di H. Marchner. Un evento imperdibile per gli appassionati della settima arte e in particolare dell’espressionismo, di cui l’opera di Murnau costituisce un capostipite assoluto. Non è la prima volta che LaVerdi e il cinema si incontrano, infatti già con Ritorno al Futuro, Indiana Jones – I predatori dell’arca perduta e Star Trek è stato registrato un grandissimo successo e in programma, il 5 giugno, c’è una serata speciale dedicata a John Williams: da non perdere.

I (PRE)GIUDIZI DI NOVEMBRE 2017

detroit-2

Dopo il calendario del mese, è il turno dei nostri pregiudizi: ogni membro della redazione segnala due titoli in uscita nel mese, uno su cui si sente di mettere la mano sul fuoco per un esito positivo (segnalato come “Per me è sì”) e l’altro su cui invece ripone pochissime o nessuna speranza (“Per me è no”). Naturalmente sono (quasi sempre) film che non abbiamo ancora visto, si tratta solo di sensazioni in attesa di conferme. Come sempre, vi invitiamo a giocare con noi (valutando tutte le uscite mensili) facendoci sapere cosa ne pensate e quali sono le vostre scelte. D’altronde… si tratta soltanto di pregiudizi. Ecco le scelte di ognuno di noi:

Leggi tutto

STRANGER THINGS 2: Già pronti per la prossima partita

 

Al termine della seconda stagione di Stranger Things si ha, come alla fine della precedente, la sensazione di aver assistito ad un’enorme partita, un gioco di ruolo dal vivo in cui le pedine sono i protagonisti e il mostro finale non è più un semplice Demogorgon, ma una sua evoluzione. In realtà, però, a modificarsi e a crescere è tutta l’opera, che, ora possiamo dirlo con certezza, non poggia più il suo enorme successo solamente sui riferimenti e gli omaggi agli anni ’80 – operazione comunque geniale e più che apprezzabile – ma su una trama solida, su un intreccio fatto di sottotrame e di situazioni più approfondite e complesse.

Leggi tutto

STRANGER THINGS 2: Scavare oltre la nostalgia

 

Bentornati ad Hawkins, a tutti coloro che hanno amato la prima stagione di Stranger Things, ambientata in questa città che sta sempre più elevandosi a luogo dell’immaginario comune, quasi mitico, come fosse una Derry o una Castle Rock, per citare Stephen King. Questo grazie anche ad una seconda stagione che, arrivata a metà, conferma quanto visto nella precedente, a tratti superandolo, anche se non è il termine esatto: è qualcosa di differente, pur immerso nella medesima atmosfera.

Leggi tutto

THOR: RAGNAROK di Taika Waititi (2017)

 

Prigioniero sul pianeta Sakaar e privato del proprio invincibile martello, Thor (Chris Hemsworth) si vede costretto a combattere come gladiatore nell’arena dell’edonista e appariscente Gran Maestro (Jeff Goldblum). Riunitosi con l’amico e alleato Avengers Hulk (Mark Ruffalo), il dio del tuono pianifica la propria fuga e il proprio ritorno ad Asgard: qui dovrà sconfiggere la spietata Hela (Cate Blanchett) e impedire il Ragnarok, ovvero la distruzione del proprio mondo.

Leggi tutto

IT di Andy Muschietti (2017)

 

Pennywise è tornato. Dopo 27 anni, come giusto che sia. Tanti ne sono passati dal 1990, quando Tommy Lee Wallace aveva tentato di portare su piccolo schermo l’enormità delle pagine di Stephen King, riuscendoci solo parzialmente. Ma It ritorna, ogni 27 anni, e ora è Andy Muschietti dietro la macchina da presa, per raccontare a tutti cosa accadde a Derry quell’estate che il club dei perdenti non dimenticherà. Mai.

Leggi tutto

LEGO NINJAGO – IL FILM di Charlie Bean, Paul Fisher e Bob Logan (2017)

 

L’enorme successo riscontrato da The Lego Movie (2014) e Lego Batman (2015) ha portato Lego e Warner Bros. a produrre un nuovo spin off della fortunata serie, facendo ricadere la scelta su un brand ormai presente da 6 anni in casa Lego e che sta regalando diversi consensi soprattutto tra i più piccoli, ovvero Ninjago. I 5 ninja, già protagonisti di 7 stagioni sul piccolo schermo, ora approdano in sala con Lego Ninjago – Il Film: riusciranno a non far rimpiangere i due precedenti?

Leggi tutto

AMMORE E MALAVITA dei Manetti Bros. (2017)

 

Napoli: il sicario Ciro (Giampaolo Morelli), killer spietato al servizio di don Vincenzo (Carlo Buccirosso), viene incaricato di mettere a tacere una giovane infermiera (Serena Rossi) trovatasi nel posto sbagliato al momento sbagliato. Ma quando la ragazza in questione si scopre essere Fatima, grande amore di gioventù dello stesso Ciro, i rapporti con la famiglia camorrista si incrinano inesorabilmente.

Leggi tutto

I (PRE)GIUDIZI DI OTTOBRE 2017

IT

Dopo il calendario del mese, è il turno dei nostri pregiudizi: ogni membro della redazione segnala due titoli in uscita nel mese, uno su cui si sente di mettere la mano sul fuoco per un esito positivo (segnalato come “Per me è sì”) e l’altro su cui invece ripone pochissime o nessuna speranza (“Per me è no”). Naturalmente sono (quasi sempre) film che non abbiamo ancora visto, si tratta solo di sensazioni in attesa di conferme. Come sempre, vi invitiamo a giocare con noi (valutando tutte le uscite mensili) facendoci sapere cosa ne pensate e quali sono le vostre scelte. D’altronde… si tratta soltanto di pregiudizi. Ecco le scelte di ognuno di noi:

Leggi tutto

UNA FAMIGLIA di Sebastiano Riso (2017)

Periferia di Roma: Maria (Micaela Ramazzotti) è una ragazza psicologicamente instabile costretta a sottomettersi al volere del compagno Vincenzo (Patrick Bruel), individuo deplorevole che si serve della donna come incubatrice per mantenere vivo il proprio mercato illegale di neonati.

Leggi tutto

LA FORMA DELL’ACQUA di Guillermo del Toro (2017)

 

Baltimora, 1962: Elisa (Sally Hawkins) è una ragazza muta che lavora come addetta alle pulizie presso una base di ricerca aerospaziale. Quando una misteriosa creatura acquatica e antropomorfa viene scortata all’interno della struttura per cadere vittima degli esperimenti della NASA e della spietatezza del responsabile della sicurezza Strickland (Michael Shannon), Elisa trova finalmente qualcuno con cui condividere la propria diversità, riuscendo ad infrangerne ogni barriera.

Leggi tutto

I (PRE)GIUDIZI DI SETTEMBRE 2017

inganno

Dopo il calendario del mese, è il turno dei nostri pregiudizi: ogni membro della redazione segnala due titoli in uscita nel mese, uno su cui si sente di mettere la mano sul fuoco per un esito positivo (segnalato come “Per me è sì”) e l’altro su cui invece ripone pochissime o nessuna speranza (“Per me è no”). Naturalmente sono (quasi sempre) film che non abbiamo ancora visto, si tratta solo di sensazioni in attesa di conferme.

Come sempre, vi invitiamo a giocare con noi (valutando tutte le uscite mensili) facendoci sapere cosa ne pensate e quali sono le vostre scelte. D’altronde… si tratta soltanto di pregiudizi. Ecco le scelte di ognuno di noi:

Leggi tutto

THE DEFENDERS, la recensione della prima stagione

 

Disponibile su Netflix

A due anni di distanza dall’uscita di Daredevil che, di fatto, ha stravolto l’universo Marvel elevandosi tra i migliori prodotti realizzati, secondo solo forse agli Spiderman di Sam Raimi – l’attesa per Defenders ha iniziato a salire, caricandosi di aspettative nei confronti di questo gruppo di anti eroi, outsiders newyorkesi protagonisti, nel corso di questi anni, di serie singole a loro dedicate e più (Daredevil, appunto) o meno (Iron Fist) riuscite. Ora, La Mano è quantomai decisa a conquistare New York, sotto la guida della malefica Alexandra (Sigourney Weaver): è necessario che i 4 uniscano le loro forse per riuscire a fermarla.

Leggi tutto

I (PRE)GIUDIZI DI AGOSTO 2017

Dunkirk-2 

Dopo il calendario del mese, è il turno dei nostri pregiudizi: ogni membro della redazione segnala due titoli in uscita nel mese, uno su cui si sente di mettere la mano sul fuoco per un esito positivo (segnalato come “Per me è sì”) e l’altro su cui invece ripone pochissime o nessuna speranza (“Per me è no”). Naturalmente sono (quasi sempre) film che non abbiamo ancora visto, si tratta solo di sensazioni in attesa di conferme.

Come sempre, vi invitiamo a giocare con noi (valutando tutte le uscite mensili) facendoci sapere cosa ne pensate e quali sono le vostre scelte. D’altronde… si tratta soltanto di pregiudizi. Ecco le scelte di ognuno di noi:

Leggi tutto

SPIDERMAN: HOMECOMING di Jon Watts (2017)

Spider-Man: Homecoming - Film (2017) - MYmovies.it

Bentornato a casa, Spidey. Dopo anni di proprietà Sony, e dopo essere comparso in Captain America: Civil War, Peter Parker torna sul grande schermo per un’avventura singola, sotto il marchio Marvel, come giusto che sia. Ed è proprio dagli eventi vissuti dal giovanissimo Peter (Tom Holland) nella battaglia tra gli Avengers che parte il film, in medias res, senza il bisogno di raccontare a tutti i costi le origini di un supereroe che sono già state narrate da Sam Raimi (egregiamente) e da Marc Webb, su cui è meglio sorvolare.

Leggi tutto

I (PRE)GIUDIZI DI LUGLIO 2017

spiderman-homecoming 

Dopo il calendario del mese, è il turno dei nostri pregiudizi: ogni membro della redazione segnala due titoli in uscita nel mese, uno su cui si sente di mettere la mano sul fuoco per un esito positivo (segnalato come “Per me è sì”) e l’altro su cui invece ripone pochissime o nessuna speranza (“Per me è no”). Naturalmente sono (quasi sempre) film che non abbiamo ancora visto, si tratta solo di sensazioni in attesa di conferme.

Come sempre, vi invitiamo a giocare con noi (valutando tutte le uscite mensili) facendoci sapere cosa ne pensate e quali sono le vostre scelte. D’altronde… si tratta soltanto di pregiudizi. Ecco le scelte di ognuno di noi:

Leggi tutto

I (PRE)GIUDIZI DI GIUGNO 2017

lady-macbeth 

Dopo il calendario del mese, è il turno dei nostri pregiudizi: ogni membro della redazione segnala due titoli in uscita nel mese, uno su cui si sente di mettere la mano sul fuoco per un esito positivo (segnalato come “Per me è sì”) e l’altro su cui invece ripone pochissime o nessuna speranza (“Per me è no”). Naturalmente sono (quasi sempre) film che non abbiamo ancora visto, si tratta solo di sensazioni in attesa di conferme.

Come sempre, vi invitiamo a giocare con noi (valutando tutte le uscite mensili) facendoci sapere cosa ne pensate e quali sono le vostre scelte. D’altronde… si tratta soltanto di pregiudizi. Ecco le scelte di ognuno di noi:

Leggi tutto

PIRATI DEI CARAIBI – LA VENDETTA DI SALAZAR di Joachim Rønning e Espen Sandberg (2017)

L’ormai caduto in disgrazia Jack Sparrow (Johnny Depp) viene coinvolto dal giovane Henry Turner (Brenton Thwaites) e dall’astronoma Carina Smyth (Kaya Scodelario) nella ricerca del leggendario tridente di Poseidone, capace di spezzare tutte le maledizioni del mare. Ad ostacolare i protagonisti nella loro missione è il terribile Salazar (Javier Bardem), capitano fantasma con un conto in sospeso con Sparrow.

Leggi tutto

HARRY POTTER IN CONCERTO: l’Orchestra Italiana del Cinema porta la magia agli Arcimboldi

 

Mentre le prime note di Hedwig’s Theme risuonano è difficile non emozionarsi per un fan di Harry Potter, soprattutto se la cornice è quella del Teatro Arcimboldi di Milano e il brano di John Williams è eseguito dal vivo dall’Orchestra Italiana del Cinema. Dopo il sold out registrato all’Auditorium Conciliazione di Roma lo scorso dicembre, Harry Potter e la Pietra Filosofale – primo film della serie tratta dai romanzi fantasy di J.K. Rowling, firmato da Chris Columbus nel 2001 – arriva a Milano con tutta la sua magica ed emozionale atmosfera, resa ancor più unica da un cine-concerto indimenticabile per gli appassionati.

Leggi tutto

AMERICAN GODS Ep.1 – The Bone Orchard

 

“Era in prigione da tre anni, Shadow. E siccome era abbastanza grande e grosso e aveva sufficientemente l’aria di uno da cui è meglio stare alla larga, il suo problema era più che altro come ammazzare il tempo. Perciò faceva ginnastica per tenersi in forma, imparava giochi di prestigio con le monete e pensava un sacco a sua moglie e a quanto l’amava.”

Inizia così American Gods, indelebile opera data alla luce da Neil Gaiman nel 2001 e diventata ora una serie tv. Premesso che la difficoltà nel rappresentare visivamente le pagine di un genio come  Gaiman sono già state evidenziate da opere non all’altezza come Stardust e Lucifer – con la sola eccezione del bellissimo Coraline – è altrettanto vero che, almeno da quanto si è potuto vedere nel pilot, la strada intrapresa possa essere quella giusta. A partire da titoli di testa affascinanti e simbolici, che riassumono il tema principale dell’opera: il contrasto tra divinità classiche e ciò che oggi è divenuto divinità, soppiantando la Fede con denaro, droga, gioco d’azzardo e avidità, arrivando a mettere anche un astronauta sul crocifisso, visto che anche l’allunaggio per molti non è mai accaduto, rendendo anch’esso, di fatto, un atto di fede. Believe. Questo dice il bufalo con occhi di fuoco all’incredulo Shadow, incontrandolo in quello che apparentemente sembrerebbe un sogno ma che per l’ignaro ex carcerato sarà solo l’inizio di una realtà incredibile.

Leggi tutto

I (PRE)GIUDIZI DI MAGGIO 2017

song-to-song 

Dopo il calendario del mese, è il turno dei nostri pregiudizi: ogni membro della redazione segnala due titoli in uscita nel mese, uno su cui si sente di mettere la mano sul fuoco per un esito positivo (segnalato come “Per me è sì”) e l’altro su cui invece ripone pochissime o nessuna speranza (“Per me è no”). Naturalmente sono (quasi sempre) film che non abbiamo ancora visto, si tratta solo di sensazioni in attesa di conferme.

Come sempre, vi invitiamo a giocare con noi (valutando tutte le uscite mensili) facendoci sapere cosa ne pensate e quali sono le vostre scelte. D’altronde… si tratta soltanto di pregiudizi. Ecco le scelte di ognuno di noi:

Leggi tutto

I (PRE)GIUDIZI DI APRILE 2017

altro-volto-speranza 

Dopo il calendario del mese, è il turno dei nostri pregiudizi: ogni membro della redazione segnala due titoli in uscita nel mese, uno su cui si sente di mettere la mano sul fuoco per un esito positivo (segnalato come “Per me è sì”) e l’altro su cui invece ripone pochissime o nessuna speranza (“Per me è no”). Naturalmente sono (quasi sempre) film che non abbiamo ancora visto, si tratta solo di sensazioni in attesa di conferme.

Come sempre, vi invitiamo a giocare con noi (valutando tutte le uscite mensili) facendoci sapere cosa ne pensate e quali sono le vostre scelte. D’altronde… si tratta soltanto di pregiudizi. Ecco le scelte di ognuno di noi:

Leggi tutto

LA LUCE SUGLI OCEANI di Derek Cianfrance (2016)

 

Presentato alla 73esima Mostra del Cinema di Venezia, esce in sala (preceduto da una discutibile pubblicità di Eagle in occasione della Festa della Donna) La luce sugli oceani, ultima regia di Derek Cianfrance (Blue Valentine, Come un tuono). Deludendo ogni alta aspettativa alimentata dalla presenza della coppia Michael FassbenderAlicia Vikander, la pellicola finisce per suscitare per lo più sbadigli, stiracchiamenti e timidi applausi.

Leggi tutto

Social media & sharing icons powered by UltimatelySocial