L’ultima vendetta di Robert Lorenz, la recensione del film con Liam Neeson

di Valeria Morini

L’action con Liam Neeson vendicatore spietato è ormai un sottogenere cinematografico, si sa. In L’ultima vendetta di Robert Lorenz (collaboratore di Clint Eastwood che aveva già diretto Neeson in Un uomo sopra la legge), l’attore torna un po’ alle origini, ovvero al contesto storico irlandese in cui da sempre si muove perfettamente a suo agio: pensiamo in particolare all’indimenticabile incarnazione di Michael Collins nell’omonimo film di Neil Jordan (ma l’attore nordirlandese, nativo di Ballymena, era stato anche un esponente dell’Ira in un episodio di Miami Vice).

Leggi tutto
I 25 film più attesi della stagione da Ciné 2024

A cura di Valeria Morini

Siamo stati a Ciné N. 13, l’edizione 2024 delle Giornate professionali di cinema che ogni anno si tengono al Palazzo dei congressi di Riccione. Palcoscenico dei listini della nuova stagione presentato davanti agli esercenti di tutta Italia, sono l’occasione perfetta per farsi un’idea dei titoli che vedremo in sala nel secondo semestre dell’anno cinematografico. Ecco i 25 che, a nostro avviso, sono quelli assolutamente imperdibili.

Leggi tutto
Inside Out 2 di Kelsey Mann, la recensione del film Pixar

di Valeria Morini

C’è chi dice che vedere Inside Out 2 è meglio (e di certo meno costoso) di una seduta di psicoterapia. Sicuramente il film Pixar, come il predecessore, riesce nel miracolo di spiegare le emozioni e la mente umana da un punto di vista squisitamente scientifico e al contempo intrattenere il pubblico raccontando una storia coinvolgente. E se il primo Inside Out resta un capolavoro inarrivabile, anche questo secondo capitolo, pur ripetendo alcuni concetti e situazioni, regala momenti bellissimi.

Leggi tutto
Kinds of Kindness di Yorgos Lanthimos, la recensione

di Valeria Morini

Siamo di fronte a uno dei film più cool di Yorgos Lanthimos o è solo un divertissement girato per rilassarsi durante la post produzione del premiatissimo Povere creature!? Kinds of Kindness sta facendo discutere dalla presentazione in concorso a Cannes 2024, dimostrandosi un film decisamente più divisivo rispetto agli equanimi apprezzamenti ricevuti dal predecessore.

Leggi tutto
Furiosa: A Mad Max Saga, la recensione del film di George Miller

di Valeria Morini

Lande desertiche, motori ruggenti, brandelli di umanità ridotti a uno stato primordiale che si scannano per il predominio su acqua e benzina: è tornato il mondo post-apocalittico di George Miller, che in Furiosa – A Mad Max Saga racconta le origini e la giovinezza del personaggio che in Mad Max: Fury Road era interpretato da Charlize Theron, qui incarnata invece da Anya Taylor-Joy. Come il predecessore, anche Furiosa è stato presentato Fuori concorso al Festival di Cannes.

Leggi tutto
Fremont di Babak Jalali, la recensione

di Valeria Morini

La giovane Donya è una rifugiata dell’Afghanistan: fuggita dal suo Paese e costretta a separarsi dalla sua famiglia, vive a Fremont, in California (nota anche come Little Kabul, proprio perché ospita una grande comunità afghana), e lavora in una fabbrica di biscotti della fortuna nella Chinatown di San Francisco. Pur vivendo a contatto con altri profughi del suo Paese, Donya conduce un’esistenza molto solitaria, vivendo in modo contraddittorio la sua condizione di espatriata, finché non decide di andare in cerca dell’amore.

Leggi tutto
Far East Film Festival 2024, la recensione di Old Fox

di Valeria Morini

Nella Taiwan del 1989, l’undicenne Liao Jie, orfano di mamma, vive con il papà in modeste condizioni. La loro esistenza trascorre placida ed è dominata da un sogno: entro qualche anno avranno risparmiato abbastanza per aprire un’attività di parrucchiere in proprio. Un giorno, la vita del bambino cambia all’incontro con l’anziano Boss Xie, rapace speculatore proprietario del quartiere in cui risiedono nonché del ristorante dove lavora il padre. Con i suoi insegnamenti che lo spingono ad abbandonare empatia e idealismo per abbracciare un individualismo sfrontato ed egocentrico, il magnate diventa una figura di riferimento per Liao Jie, nettamente contrapposta a quella del padre, uomo gentile e premuroso.

Leggi tutto
Susan Sarandon al Riff 2024: “Io licenziata perché pro Gaza. Trump? Un fascista”

A cura di Valeria Morini – Foto di Laura Bianchi

In un parterre di ospiti sicuramente molto interessante, la superstar del Riviera International Film Festival 2024 è Susan Sarandon. Oltre che membro della giuria, l’attrice è stata protagonista di una masterclass presso l’ex convento dell’Annunziata, sulla Baia del Silenzio di Sestri Levante. Durante l’incontro in cui ha risposto alle domande del pubblico, non solo ha parlato della sua carriera, ma ha affrontato anche tematiche politiche, come i bombardamenti di Gaza, le elezioni americane e il MeToo.

Leggi tutto
Far East Film Festival 2024, la recensione di Motion Picture: Choke

di Valeria Morini

Che il Giappone non abbia mai superato il trauma della bomba atomica è cosa nota, da cui l’elaborazione della ferita al cinema attraverso il genere apocalittico. In Motion Picture: Choke, tra i film più potenti e originali del Far East Film Festival 2024, non ci sono però mostri alla Godzilla, bensì una Terra precipitata allo stato primitivo, dove l’umanità ha perso il dono della parola.

Leggi tutto
Far East Film Festival 2024, la recensione di The Movie Emperor

di Valeria Morini

Il cinema racconta se stesso da sempre, in una tradizione che perdura da Cantando sotto la pioggia a Effetto notte, da C’era una volta a… Hollywood a Babylon. E non è raro che lo faccia in modo autoironico, con star del cinema che regalano una sorta di caricatura di se stessi. È quanto capita in The Movie Emperor, commedia con Andy Lau chiamato alla parodia del suo stesso status di superstar. Il film è stato inserito sia nel programma del Far East Film Festival di Udine che in quello del Fescaaal 2024 di Milano.

Leggi tutto
Far East Film Festival 2024, la recensione di The Midsummer’s Voice

di Valeria Morini

La tradizione musicale e culturale asiatica è stata un leitmotiv ricorrente della 26esima edizione del Far East Film Festival. Dal teatro popolare giapponese e dal j-pop delle idol di Confetti al mondo dei parolieri di musica Cantopop in The Lyricist Wannabe, non poteva mancare la storica e celeberrima Opera di Pechino, al centro di The Midsummer’s Voice. Si parla di “voce del solstizio” per i giovani cantanti che temono di perdere la propria qualità vocale con l’arrivo della pubertà che rende difficoltoso mantenere il difficilissimo falsetto richiesto in questo genere.

Leggi tutto
Far East Film Festival 2024, la recensione del film vincitore Takano Tofu

di Matteo Soi

Padre e figlia gestiscono un piccolo laboratorio di produzione e vendita di tofu artigianale in una cittadina marittima di provincia. Lui è convinto che il suo prodotto debba essere preservato e confinato alla piccola realtà in cui vivono. Lei pensa invece che il loro tofu meriti di trovare spazio in un mercato più ampio e di arrivare ad essere commercializzato perfino in una grande metropoli come Tokyo.

Leggi tutto
Far East Film Festival 2024, la recensione di A Normal Family

di Valeria Morini

I remake internazionali sono ormai una consuetudine, basti pensare alla replicazione infinita del nostro Perfetti sconosciuti che è oggetto di rifacimento in decine di nazioni di tutto il mondo. Sta succedendo qualcosa di simile con La cena, romanzo dell’olandese Herman Koch adattato prima in patria e quindi negli Stati Uniti con The Dinner (tra i protagonisti Richard Gere) ma anche in Italia con I nostri ragazzi di Ivano De Matteo (con Gassmann, Lo Cascio, Mezzogiorno e Bobulova). A Normal Family, presentato al Far East Film Festival, ne è la trasposizione sudcoreana, diretta da Hur Jin-ho.

Leggi tutto
Far East Film Festival 2024, la recensione di Confetti

di Valeria Morini

In Giappone è chiamato seishun eiga il cinema che affronta temi adolescenziali. Ne è un esempio Confetti, opera prima del regista Fujita Naoya, che l’ha presentato commosso al Far East Film Festival numero 26. Opera di rara delicatezza, ruota intorno a Yuki, ragazzino appena trasferitosi in una scuola di Tokyo. Non è la prima volta che cambia casa: il piccolo si sposta in continuazione con il padre e la sua compagnia di taishu engeki, forma di teatro popolare nipponico.

Leggi tutto
Far East Film Festival 2024: la recensione di Ali Topan

di Valeria Morini

Immaginatevi Titanic senza nave che affonda e con al posto dell’orchestra l’indie rock indonesiano. Può sembrare una premessa alquanto bizzarra ma in estrema sintesi è la struttura di Ali Topan, film in concorso al 26esimo Far East Film Festival. Tratto da un romanzo popolare di fine anni 70 già adattato in un altro lungometraggio e poi in una serie tv del 1996, il film diretto da Sidartha Tata segue i classici canoni della storia d’amore contrastata.

Leggi tutto
Far East Film Festival 2024, la recensione di The Roundup: Punishment

di Valeria Morini

Se Bud Spencer fosse nato in Corea del Sud, probabilmente si chiamerebbe Don Lee. Viene spontaneo accostare il nostro attore al gigantesco protagonista di questo film presentato al Far East Film Festival 2024. The Roundup: Punishment di Heo Myeong-haeng è il quarto capitolo di un franchise incentrato sulle avventure del massiccio detective Ma Seok-do, poliziotto schietto dalla mano formidabile che molla pugni e schiaffoni con la facilità con cui respira.

Leggi tutto
Un'immagine di Civil War di Alex Garland
Civil War di Alex Garland, la recensione

di Valeria Morini

È davvero così lontano e inverosimile lo scenario di Civil War? La domanda è lecita di fronte al film del britannico Alex Garland che, dopo aver sondato le frontiere della fantascienza con Ex Machina e Annientamento, ci porta in una distopia poco futuristica, specie se ripensiamo all’assalto al Campidoglio del 2021. Siamo negli Stati Uniti travolti dalla guerra civile, dove milizie separatiste stanno per dare l’ultimo assalto a Washington al fine di deporre il presidente in carica. Garland sceglie però di inquadrare il conflitto dal punto di vista di quattro membri della stampa diretti alla capitale per immortalare la caduta della Casa Bianca: alla premiata fotoreporter di guerra Lee (Kirsten Dunst) e al giornalista Joel (Wagner Moura) si uniscono il veterano del New York Times Sammy (Stephen McKinley Henderson) e la giovanissima aspirante fotografa Jessie (Cailee Spaeny).

Leggi tutto
That They May Face the Rising Sun di Pat Collins, la recensione

di Valeria Morini

John McGahern è considerato uno dei più grandi scrittori irlandesi: dal suo ultimo romanzo è stato tratto l’omonimo film, That They May Face the Rising Sun, che è stato il film evento all’Irish Film Festa 2024. Un titolo probabilmente non per il pubblico più distratto e mainstream ma perfetto per chi ama il cinema contemplativo e per coloro che sono affascinati dall’incantevole paesaggio irlandese.

Leggi tutto
In the Shadow of Beirut, la recensione del documentario di Stephen Gerard Kelly e Garry Keane

di Valeria Morini

Sabra e Shatila sono due quartieri di Beirut tristemente noti per essere stati il teatro di un brutale massacro compiuto dai falangisti nel 1982, ai danni di profughi palestinesi e sciiti. La tragica storia di questa area non è però limitata a quell’evento, ma continua ancora oggi come ci mostra il documentario irlandese di Stephen Gerard Kelly e Garry Keane In the Shadow of Beirut, visto all’Irish Film Festa 2024.

Leggi tutto
Riviera International Film Festival 2024: programma e ospiti, masterclass con Susan Sarandon

Dal 7 al 12 maggio, torna a Sestri Levante (Genova) il Riviera International Film Festival, con tanti ospiti e il concorso ufficiale riservato a opere di registi under 35 provenienti da tutto il mondo. Tra i volti attesi, spicca Susan Sarandon, che farà parte della giuria e terrà anche una masterclass l’11 maggio. Oltre alla leggendaria attrice di Thelma & Louise, saranno presenti tra gli altri anche Andrew Dominik, regista di Blonde, e il montatore Pietro Scalia.

Leggi tutto
Aimless Bullett di Yu Hyun-mok, la recensione

Nel 1999, Aimless Bullett (1961) venne votato come il più grande film della storia sudcoreana. Da lì a poco, la cultura della nazione asiatica sarebbe stata scossa da una rivoluzionaria new wave trainata da registi come Kim Ki-duk, Park Chan-wook e Bong Joon-ho, che ha reso la cinematografia made in Seoul tra le più significative, belle e importanti al mondo. Ma il film di Yu Hyun-mok (in originale Obaltan) resta un grande classico, nonché l’ulteriore dimostrazione di quanto il neorealismo italiano abbia fatto scuola in ogni parte del mondo.

Leggi tutto
No Heaven, But Love di Han Jay, la recensione

di Valeria Morini

Se le istanze femministe e la tematica queer sono al centro del cinema di questi anni, non si può dire che No Heaven, But Love non sia pienamente al passo con i tempi. Ma il secondo film della regista Han Jay, presentato nella sezione K-Independent del Florence Korea Film Fest, non è solo un adeguarsi alle tendenze e al dibattito culturale, ma un’opera intensa e profonda, aspra e delicata al tempo stesso.

Leggi tutto
Hail to Hell di Lim Oh-jeong, la recensione

di Valeria Morini

Il Florence Korea Film Fest è una piccola oasi di gioia per gli amanti del cinema sudcoreano, una finestra su una delle cinematografie più amate del mondo e, più in generale, su una cultura che sta diventando sempre più popolare. Dall’edizione 2024, Hail to Hell di Lim Oh-jeong, presentato anche in madrepatria al Festival di Busan, è un coming of age che mescola in modo insolito e curioso il coming age e il teen movie con il drama dalle tinte thriller.

Leggi tutto
May December di Todd Haynes, la recensione

di Valeria Morini

In sala a un anno dalla presentazione in concorso a Cannes 2023, May December conferma Todd Haynes come autore lucido, personale, rappresentante di un cinema elegante ma mai lezioso o artificioso. Il regista di Carol e I’m Not There (il miglior biopic di sempre?) si cimenta, pur in un piccolo lavoro indipendente dal budget evidentemente risicato, con due stelle del calibro di Natalie Portman e Julianne Moore. Il film è stato sostanzialmente ignorato agli Oscar, che hanno assegnato solo una nomination alla sceneggiatura originale (il premio è andato ad Anatomia di una caduta).

Leggi tutto
Irish Film Festa 2024: programma, ospiti e omaggio a Cillian Murphy

Per tutti gli appassionati di Irlanda, Irish Film Festa torna a Roma dal 4 al 7 aprile, nella tradizionale location della Casa del Cinema. La manifestazione diretta da Susanna Pellis è dedicata al cinema e alla cultura irlandesi, con 26 nuovi film tra lungometraggi di finzione, documentari e cortometraggi, tutti in anteprima nazionale, più due classici, di cui uno inedito in Italia, e numerosi ospiti tra registi, attori e produttori. In questa 15esima edizione, il concorso composto di cortometraggi vede 15 titoli in gara e una proiezione fuori concorso.

Leggi tutto
Sguardi Altrove 2024, programma e calendario: la 31esima edizione dedicata a Sandra Milo

Dal 15 al 24 marzo 2024 torna Sguardi Altrove Women’s International Film Festival, la manifestazione di Milano dedicata al cinema allo sguardo femminile al cinema giunta al 31esimo anno. Oltre 60 film da 30 diverse nazioni andranno a comporre il programma di questa edizione, dedicata a Sandra Milo. Al centro della manifestazione, come da tradizione suddivisa nelle due macro aree “Cinema” e “Oltre il Cinema. Tasselli d’Arte”, il tema del Corpo del Donne nelle sue diverse declinazioni.

Leggi tutto
C-MOVIE Film Festival, a Rimini la prima edizione: il programma tra Cinema, Corpi, Convivenze

Il panorama festivaliero italiano si arricchisce di C-MOVIE Film Festival, la cui prima edizione prenderà il via dal 20 al 23 marzo 2024 a Rimini. Organizzata da Kitchenfilm e diretta dalla regista e distributrice Emanuela Piovano, la manifestazione è una rassegna tutta al femminile che intende offrire riflessioni, testimonianze e dibattiti attraverso il cinema, al fine di raccontare la contemporaneità partendo dall’esplorazione dei tre concetti chiave che le danno il nome: Cinema, Corpi, Convivenze. “Cinema inteso come arte del narrare offrendo una finestra sul mondo; Corpi, tematica centrale nella società odierna e nelle riflessioni sul femminile oggi; Convivenze, nel senso di relazioni ma anche inclusione e multiculturalità”. Tra le ospiti, Dacia Maraini, Macha Méril e Barbara Bouchet. In anteprima tre film che raccontano il femminile oggi, inseriti in un programma che vuole scoprire un cinema marginale e “di confine”: l’empowerment in Zafira, l’ultima regina, la libertà dei corpi in Solo per me e la maternità in Senza prove. Le location, molto felliniane, del festival sono Cineteca di Rimini e Cinema Fulgor. Di seguito, il programma completo.

Leggi tutto
Yannick – La rivincita dello spettatore di Quentin Dupieux, la recensione

di Valeria Morini

Il cinema di Quentin Dupieux è un oggetto bizzarro, tra il nonsense e il surreale. Dai copertoni assassini alle mosche giganti, l’eccentrico e prolifico regista francese mette in scena ancora una volta il suo umorismo nero in Yannick, piccolo film di soli 67 minuti, con budget risicato e girato in appena sei giorni di riprese. L’intero film è ambientato in un teatro dove va in scena lo spettacolo “Le cocu” (ovvero, “Il cornuto”). Almeno fino a quando uno spettatore, Yannick, non interrompe gli attori per protestare contro la scarsa qualità dell’opera e finisce addirittura per prende in ostaggio l’intera sala con il pubblico dentro, dando così il via a una serata a dir poco pazzesca.

Leggi tutto
Saltburn di Emerald Fennell, la recensione

di Valeria Morini

L’inizio di Saltburn, se si conosce già un po’ la trama, ti dà la sensazione che ti troverai di fronte a una versione erotica di Harry Potter, citato in modo smaccato nell’ingresso del protagonista Oliver a Oxford. Quasi uno sberleffo alla più nota saga britannica da parte di Emerald Fennell, regista che, dopo l’esordio interessante benché a tratti acerbo di Una donna promettente, porta a maturazione la sua estetica pop e sfrenata con questo film disponibile su Prime Video.

Leggi tutto
Rebel Moon – Parte 1: Figlia del fuoco di Zack Snyder, la recensione

di Valeria Morini

Il sottotitolo di Rebel Moon, film diretto Zack Snyder uscito direttamente su Netflix, è Parte 1: Figlia del fuoco, ma potrebbe tranquillamente essere “O dell’abuso del ralenti nelle scene d’azione”. Uno dei registi più divisivi del cinema mainstream hollywoodiano torna dopo il turbolento periodo passato dei film DC e la delusione di Army of the Dead (un ottimo soggetto sviluppato male), con l’ambizione di creare un nuovo universo cinematografico: di Rebel Moon è stato girato anche il sequel Parte 2: la sfregiatrice (in piattaforma ad aprile 2024), ma l’idea è di realizzare una trilogia, senza dimenticare lo sviluppo di un videogioco, un corto animato e una graphic novel, nonché una versione estesa dello stesso Figlia del fuoco. Insomma, quello che è stato già definito “lo Star Wars di Snyder” è un progetto a dir poco complesso: peccato che questo capitolo iniziale sia un disastro evidente sotto diversi punti di vista.

Leggi tutto
Ex-Husbands di Noah Pritzker, la recensione

di Valeria Morini

Viene da chiedersi, guardando Ex-Husbands, per quale motivo il cinema americano non abbia saputo utilizzare maggiormente un attore del calibro di Griffin Dunne. Nel film di Noah Pritzker, passato al Torino Film Festival, è un dentista newyorchese che deve fare i conti con un divorzio (la moglie è Rosanna Arquette, che Dunne ritrova a quasi 40 anni da Fuori orario), con la malattia del padre anziano e con l’addio al celibato di uno dei figli, in una famiglia in cui drammaticamente tutti i membri maschili sembrano destinati a diventare degli ex.

Leggi tutto
The Holdovers – Lezioni di vita di Alexander Payne, la recensione

di Valeria Morini

Sono sempre impegnati in un viaggio, reale e/o dentro se stessi, i protagonisti dei film di Alexander Payne. Un tema che impregna film come Sideways, The Descendants e Nebraska, e che è presente anche in The Holdovers, diviso in una prima parte letteralmente in unità di luogo – tra le mura di un prestigioso liceo americano all’inizio degli anni 70 – e in una seconda che vede i protagonisti lasciare l’interno – rassicurante ma anche soffocante – per spostarsi prima in altri spazi attigui e poi iniziare un percorso on the road.

Leggi tutto
longtake FILM FESTIVAL 2023, ecco il programma e il calendario

Con la quinta edizione, torna longtake FILM FESTIVAL, che si terrà a Milano presso il Cinemino (Via Seneca, 6) dal 15 al 17 dicembre. Organizzato dagli amici di longtake, prevede tre giorni di film inediti in sala ed eventi speciali. Quattro i film in concorso, a partire dall’apertura affidata a Showing Up di Kelly Reichardt, oltre a titoli classici scelti dal pubblico e alla premiazione del concorso per giovani critici intitolato a Marco Valerio. Di seguito, il programma completo e il calendario del longtake FILM FESTIVAL.

Leggi tutto
Un colpo di fortuna – Coup de Chance di Woody Allen, la recensione

di Valeria Morini

Spesso nella vita basta un colpo di fortuna. Ancora una volta è il caso a regnare nell’universo cinematografico di Woody Allen, che con Coup de chance porta sullo schermo il suo cinquantesimo film, girato totalmente in francese e presentato in anteprima fuori concorso alla 80esima Mostra di Venezia. Se l’ostracismo hollywoodiano costringe il regista a girare lontano dalla sua New York il tocco alleniano non si è perso affatto. Coup de chance è una vera delizia, una brillante commistione tra commedia, dramma e thriller.

Leggi tutto
The Animal Kingdom, la recensione del film di Thomas Cailley

di Valeria Morini

Bisogna dirlo: il cinema francese di questi tempi ha una marcia in più. S’impone ai festival, sorprende nelle opere d’autore, rischia affrontando con originalità il genere rendendolo metafora dei nostri tempi. Così, ormai, non stupisce neanche più che venga proprio da Oltralpe un prodotto bizzarro e coraggioso come The Animal Kingdom, conferma di una capacità di affrontare territori nuovi senza perdere di vista lo sguardo autoriale.

Leggi tutto
A dire il vero di Nicole Holofcener, la recensione

di Valeria Morini

Siamo disposti a stare con una persona che, al di là dei sentimenti, non apprezza quello che facciamo? L’interrogativo è al centro di A dire il vero (You Hurt My Feelings) di Nicole Holofcener, regista e sceneggiatrice americana indipendente. Presentato già in anteprima fuori concorso al Torino Film Festival, vede al centro la coppia formata da Julia Louis-Dreyfus e Tobias Menzies. Scrittrice lei, psicoterapeuta lui: una vita e una relazione che sembrano perfette, con un figlio 23enne e una stabilità affettiva e professionale. Ma tutto si incrina quando lei scopre una verità che la ferisce: lui, semplicemente, detesta il romanzo che la moglie sta scrivendo.

Leggi tutto
Il mio amico robot di Pablo Berger, la recensione

di Valeria Morini

Se Philip K. Dick si domandava se “gli androidi sognano pecore elettriche”, Pablo Berger non ha dubbi e ci mostra il mondo onirico di un automa nel tenerissimo Il mio amico robot (decisamente più calzante è il titolo originale, per l’appunto Robot Dreams), presentato già a Cannes 2023 e fuori concorso al 41° Torino Film Festival. Il regista spagnolo conferma il suo eclettismo a undici anni da Blancanieves (anch’esso passato sotto la Mole), che era una curiosa e sperimentale rilettura della fiaba dei Grimm girata come un film muto contemporaneo.

Il mio amico robot è la sua incursione nell’animazione, un cartoon per adulti e bambini che stupisce per la sua estrema delicatezza e poesia. In una New York degli anni 80 abitata da animali antropomorfi, un cane si sente così solo da acquistare un robot da compagnia, ma la loro amicizia è messa a dura prova da un beffardo destino.

Leggi tutto
Soleils Atikamekw di Chloé Leriche, la recensione

La storia dei nativi americani è costellata di tragedie, prevaricazioni e crudeltà commesse dai bianchi. Ce lo ha insegnato bene Killers of the Flower Moon di Martin Scorsese, che ricostruisce la strage degli Osages ad opera di uomini avidi e interessati al loro petrolio e alle loro ricchezze negli anni ’20. Purtroppo un’altra drammatica storia vera è quella raccontata da Soleils Atikamekw, in concorso al 41esimo Torino Film Festival.

Leggi tutto
Noir in Festival 2023, ecco il programma

Il Noir in Festival torna con la 33esima edizione, che anche quest’anno ha luogo a Milano in diverse location: Cineteca Milano Arlecchino, IULM, libreria Rizzoli Galleria, Casa del Manzoni, Institut français Milano. Tra libri, film e incursioni musicali, il capoluogo lombardo si tinge di tutte le sfumature del nero con la manifestazione di Marina Fabbri e Giorgio Gosetti.

Otto i film del concorso internazionale, sette gli eventi speciali e i fuori concorso, sei i finalisti del Premio Claudio Caligari per la migliore opera italiana di genere dell’anno. Inoltre, troviamo cinque i romanzi italiani di genere candidati al Premio Giorgio Scerbanenco. Di seguito, il programma giorno per giorno.

Leggi tutto
Mary e lo spirito di mezzanotte, la recensione del film di Enzo D’Alò

Nome per eccellenza dell’animazione italiana, Enzo D’Alò incontra Roddy Doyle, scrittore irlandese noto per “The Commitments” o “Una stella di nome Henry”. Il regista napoletano, da sempre aperto all’adattamento delle fonti più disparate (da Rodari a Sepulveda, da Ende a Collodi), ci trasporta nelle atmosfere irlandesi con Mary e lo spirito di mezzanotte, una fiaba per bambini e adulti presentata in anteprima italiana al Lucca Comics & Games 2023.

Leggi tutto
Milan Games Week, Cartoomics e Fantasticon Film Fest: il programma e il calendario

Dopo l’unificazione tra Cartoomics e Milan Games Week, l’evento meneghino aggiunge anche la rassegna cinematografica del Fantasticon Film Fest, diventando quindi una manifestazione tripla, che va in scena alla fiera di Rho il 24-25-26 novembre. Vi raccontiamo il programma momento per momento (in grassetto gli eventi filmici del Fantasticon Film Fest). Per info e biglietti, vi invitiamo a consultare il sito ufficiale.

Leggi tutto
Lady Oscar: 50 anni + 1 di lealtà e coraggio. L’omaggio di Lucca Comics

Michela Cantarella

Un talk con curiosità, aneddoti e la proiezione dei primi due episodi”: ai fan di Lady Oscar intervenuti al Lucca Comics 2023 non è servito altro. Un appuntamento per tutti gli appassionati degli anime anni ’80 e ’90, in cui parlare degli amati cartoni visti da bambini e, soprattutto, dell’eroina di Versailles: what else?

Lady Oscar, infatti, continua a fare strage di cuori anche dopo aver scavallato la cinquantunesima primavera. Meno sfortunata di Candy “candido fiore”, più grintosa di Georgie “dai biondi capelli dorati”, Oscar incarna il prototipo della donna che non deve chiedere mai ed è una testimonial del girl power. Insomma, una paladina dello “Io sono mia e mi gestisco io” già nel Settecento. Non è una pallina in balia degli eventi come vorrebbe la teoria del piano inclinato di Aldo, Giovanni e Giacomo, ma si lancia nella mischia in tutti e 40 gli episodi dell’anime.

Leggi tutto
Torino Film Festival 2023, il programma

Ecco il programma del 41° Torino Film Festival, che si terrà dal 24 novembre al 2 dicembre 2023. Ricchissimo l’elenco di film protagonisti: oltre ai titoli in competizione, figurano fuori concorso i nuovi titoli di Takeshi Kitano, Christian Petzold, Radu Jude, Alexander Payne, Lav Diaz. Ad arricchire il tutto, la presenza di un super ospite come Oliver Stone, la retrospettiva dedicata a Sergio Citti e l’omaggio ai classici con John Wayne, protagonista anche del manifesto a cura di Ugo Nespolo.

Leggi tutto
Oltre lo specchio Film Festival, i vincitori

La quinta edizione di Oltre lo specchio Film Festival è al termine e ha assegnato i premi nella cornice dello storico Cinema Centrale di Milano. 18 i film in concorso, tra i circa 30 presentati nella manifestazione meneghina che esplora “il lato oscuro del cinema di genere”, in un viaggio tra fantascienza, horror e action pur con “deviazioni” oltre questi stilemi. Questo il palmares del festival.

Leggi tutto
Lucca Comics & Games 2023, il calendario dell’Area Movie giorno per giorno

Non è autunno senza il Lucca Comics & Games. L’edizione 2023 (1-5 novembre) sarà certamente influenzata dal dibattito politico in corso, scaturito dalla rinuncia di Zerocalcare per la presenza dell’ambasciata israeliana tra i patrocinanti (tanto che è stato organizzato il panel “Raccontare la guerra. Il mondo, i conflitti, il ruolo della cultura”). Ma a Lucca si parlerà soprattutto di cultura pop e con essa anche di cinema e serie tv. Eccovi dunque il calendario completo dell’Area Movie (qui i dettagli su anteprime e ospiti)

Leggi tutto
Lucca Comics & Games 2023: il caso Zerocalcare che diserta per protesta e la replica dell’organizzazione

A pochi giorni dall’inizio, Lucca Comics & Games 2023 viene “travolta” da un ciclone destinato a far discutere anche durante la durata della manifestazione. Uno degli ospiti immancabili e sicuramente tra i più attesi, Zerocalcare, ha deciso di cancellare la sua partecipazione in segno di protesta per la presenza dell’ambasciata d’Israele tra i patrocinanti. Saltano quindi eventi e firmacopie per quella che, su ammissione dell’autore di fumetti al momento più noto in Italia, è sofferta ma inevitabile. Di seguito il suo comunicato completo.

Leggi tutto
Lucca Comics & Games 2023, anteprime film e ospiti: da Michel Gondry al nuovo film di Miyazaki

Dal 1 al 5 novembre si accendono i riflettori di Lucca Comics & Games, con la sua atmosfera unica al mondo e la folla di appassionati di fumetti, giochi e cultura pop che si riversano nella cittadella medievale della città toscana. Oltre al programma di cui vi abbiamo già parlato, l’area MOVIE ideata e organizzata da QMI si arricchisce di ulteriori sorprese, in modo particolare di diverse anteprime.

Leggi tutto
Oltre lo specchio Film Festival 2023 – Il lato oscuro del cinema di genere , il programma

Torna a Milano con la quinta edizione Oltre lo specchio Film Festival, la festa del cinema horror, fantascientifico, thriller e fantastico. Una manifestazione che attraverso le metafore del cinema di genere riflette sulle paure contemporanee e sul mondo di oggi. Due le location previste per il festival che si tiene dal 2 all’8 novembre 2023. Dal 2 al 7 l’appuntamento è presso il Cinema Centrale (in zona Duomo), la chiusura dell’8 sarà ospitata presso il Cinema Al Martinitt.

Leggi tutto
Trieste Science+Fiction 2023, programma e ospiti

Spegne 23 candeline il Trieste Science+Fiction Festival che torna dal 27 ottobre al 1 novembre 2023 con oltre 50 anteprime cinematografiche e tre concorsi alla presenza di registi. Tra gli ospiti più attesi Claudia Gerini Federico Zampaglione, che il 28 ottobre al Rossetti di Trieste presenteranno The Well, l’astronauta Paolo Nespoli, presente al talk di Mondofuturo, e il compositore Pino Donaggio, che sempre il 28 ottobre al Teatro Miela presenterà la versione restaurata di “Don’t Look Now” (A Venezia… un dicembre rosso shocking) di Nicolas Roeg, mentre il creatore di effetti speciali premio Oscar Tim Webber introdurrà il suo corto Flite.

Leggi tutto
Nasce Fantasticon Film Festival, il cinema di genere a Milan Games Week & Cartoomics

Il cinema diventa protagonista a Milano nel classico appuntamento di Milan Games Week & Cartoomics. Nasce infatti il Fantasticon Film Fest (FFF), manifestazione dedicata ai film di genere che si terrà dal 24 al 26 novembre 2023 presso l’auditorium di Fiera Milano Rho.

Organizzato da Echo e Fiera Milano in collaborazione con Fandango Club Creators, con la direzione artistica di Manlio Gomarasca, la prima edizione offrirà panel, masterclass e proiezioni. Al centro, anime, fantasy e horror, con molti ospiti tra cuiè atteso Dario Argento.

Leggi tutto
Sognielettrici 2023, Bruce Sterling e Licia Troisi ospiti dell’edizione

La seconda annata di Sognielettrici – Festival dell’immaginario fantastico e di fantascienza, si svolgerà da lunedì 16 a sabato 21 ottobre. La location è l’Università IULM di Milano (IULM 6 – via Carlo Bo, 7) con ingresso gratuito. L’attualissima domanda di ispirazione dickiana “Le intelligenze artificiali sogneranno pecore elettriche?” è lo spunto che dà il la all’edizione. Tra gli ospiti, due supernomi come Bruce Sterling e Licia Troisi, protagonisti di due masterclass.

Leggi tutto
Torino Film Festival 2023: il manifesto di Ugo Nespolo rende omaggio a Sentieri selvaggi

Parte il conto alla rovescia della 41ma edizione del Torino Film Festival, che si terrà dal 24 novembre al 2 dicembre 2023. La manifestazione diretta per il secondo anno consecutivo da Steve Della Casa lancia ufficialmente il manifesto dell’edizione, affidato all’arte di Ugo Nespolo: l’immagine cita una celeberrima scena di Sentieri selvaggi con John Wayne, cui quest’anno il TFF dedicherà un omaggio nel 60° anniversario dell’uscita di Donovan’s Reef (I tre della croce del sud).

Leggi tutto
Asteroid City di Wes Anderson, la recensione

È un alieno-folletto Wes Anderson, proprio come uno dei personaggi del suo ultimo film Asteroid City che rappresenta un altro tassello di una filmografia così unica e personale, fatta di sfumature retro, rapporti famigliari sghembi, scenografie di cartapesta e sentimenti inespressi. Texano che vive a Parigi, re dell’estetica hipster, radunatore di cast stellari numerosi come le comparse di un kolossal, ambienta nel deserto americano questa curiosa storia di elaborazione del lutto, confronti genitori-figli, adolescenti plusdotati e microvillaggi visitati dagli Ufo, passata in concorso al Festival di Cannes 2023.

Leggi tutto
Annullato il Festival Annecy Cinema Italien: la lettera che spiega perché, firmata da oltre 150 nomi del cinema italiano

È stata resa pubblica in data odierna una lettera aperta a sostegno del festival Annecy cinéma
italien, annullato per l’edizione 2023, firmata dal direttore artistico Francesco Giai Via insieme
allo storico direttore Jean Gili. L’appello, diramato nel giorno in cui era prevista l’inaugurazione della 41ma edizione, intende sensibilizzare la stampa, le istituzioni e l’opinione pubblica rispetto alla cancellazione di un festival storico dall’importante prestigio internazionale e di importanza strategica per la circolazione delle opere italiane in Francia.

Leggi tutto
Festa del cinema di Roma 2023: il programma, da Miyazaki a Ozpetek e Paola Cortellesi

Segnatevi le date: dal 18 al 29 ottobre torna con la 18esima edizione la Festa del cinema di Roma. Dunque la manifestazione raggiunge la “maggiore età” e schiera un ricco programma che si apre con l’esordio alla regia di Paola Cortellesi, con C’è ancora domani, e comprende tra le altre cose l’anteprima della serie I leoni di Sicilia tratta dal romanzo Il gattopardo. Tra i film più attesi, Il nuovo film d’animazione di Hayao Miyazaki Il ragazzo e l’airone. L’artista Isabella Rossellini e il compositore Shigeru Umebayashi riceveranno il Premio alla Carriera.

Leggi tutto
La Bête di Bertrand Bonello, la recensione

Nostro personale colpo di fulmine alla Mostra di Venezia numero 80, La bête è la consacrazione definitiva del regista francese Bertrand Bonello, che firma un’opera difficilmente appetibile per il grande pubblico ma che potrebbe imporsi come una pietra miliare del cinema contemporaneo. Cinema larger than life, quello di La bête, già nella durata torrenziale (150 minuti) come nella sublime interpretazione di una Léa Seydoux semplicemente grandiosa. Al suo fianco George MacKay che ha preso il posto della prima scelta, il compianto Gaspard Ulliel, e che si conferma un attore dal talento cristallino.

Leggi tutto
Ferrari di Michael Mann, la recensione

di Valeria Morini

Uno dei registi più americani di sempre, tra i simboli stessi del cinema a stelle e strisce, racconta una storia italiana. Lui è Michael Mann e il film è Ferrari, biopic dedicato al Drake di Maranello che si concentra sulla tragica Mille Miglia del 1957 e sulla complessa vita personale poco dopo la morte prematura del figlio Dino, con Enzo Ferrari diviso tra la moglie Laura e l’amante Lina (da cui ha avuto Piero, riconosciuto anni dopo).

Leggi tutto
Dogman di Luc Besson, la recensione

Il ritorno di Luc Besson dopo anni di cinema blockbuster e di controverse vicende personali con accuse di abusi (e relativo proscioglimento) è un film che strizza l’occhio all’età d’oro del regista francese, al noir mélo dei suoi film anni 90 più contenuti nei budget ma divenuti cult, come Léon e Nikita. Dogman, presentato in concorso alla 80esima Mostra di Venezia, è ancora la storia di un antieroe solitario e outsider, ancora un lampo di tenerezza in un universo marcio e violento.

Leggi tutto
Social media & sharing icons powered by UltimatelySocial