CANE DI PAGLIA di Sam Peckinpah (1971)

cane di pagliaGiovedì 18/10/12, ore 23.15, RAI MOVIE

 

 

Grande film di un regista immenso. Refrattario a compromessi, Peckinpah ha sempre seguito una via ben precisa entro cui fare cinema, sbattendo in faccia allo spettatore una realtà scomoda, dura, difficile da metabolizzare.

Perché in ogni sua pellicola viene sviscerata la natura “animale” dell’uomo, spinto ad agire, fin dalle sue origini, da un sentimento di ancestrale violenza. L’ atmosfera crepuscolare, il clima di straziante disillusione ed un destino ineluttabile sono presenti anche in questo film, in cui Dustin Hoffman, ancora giovanissimo, nei panni di uno studente accecato dall’odio dopo lo stupro subito dalla moglie, offre una delle sue migliori interpretazioni. Crudo e violento fino al parossismo ma al tempo stesso necessario e per nulla gratuito, Cane di paglia ha subito tagli e censure, tanto da procurarsi all’epoca un divieto alla visione ai minori di 18 anni. Homo homini lupus.

Da vedere per (ri)scoprire uno dei più grandi registi americani di sempre.