Fremont di Babak Jalali, la recensione

di Valeria Morini

La giovane Donya è una rifugiata dell’Afghanistan: fuggita dal suo Paese e costretta a separarsi dalla sua famiglia, vive a Fremont, in California (nota anche come Little Kabul, proprio perché ospita una grande comunità afghana), e lavora in una fabbrica di biscotti della fortuna nella Chinatown di San Francisco. Pur vivendo a contatto con altri profughi del suo Paese, Donya conduce un’esistenza molto solitaria, vivendo in modo contraddittorio la sua condizione di espatriata, finché non decide di andare in cerca dell’amore.

Leggi tutto
Far East Film Festival 2024, la recensione di Old Fox

di Valeria Morini

Nella Taiwan del 1989, l’undicenne Liao Jie, orfano di mamma, vive con il papà in modeste condizioni. La loro esistenza trascorre placida ed è dominata da un sogno: entro qualche anno avranno risparmiato abbastanza per aprire un’attività di parrucchiere in proprio. Un giorno, la vita del bambino cambia all’incontro con l’anziano Boss Xie, rapace speculatore proprietario del quartiere in cui risiedono nonché del ristorante dove lavora il padre. Con i suoi insegnamenti che lo spingono ad abbandonare empatia e idealismo per abbracciare un individualismo sfrontato ed egocentrico, il magnate diventa una figura di riferimento per Liao Jie, nettamente contrapposta a quella del padre, uomo gentile e premuroso.

Leggi tutto
Far East Film Festival 2024, la recensione di The Train of Death

di Matteo Soi

Per agevolare il trasporto turistico verso un resort di lusso, foreste vengono abbattute e montagne traforate per la realizzazione di una nuova tratta ferroviaria. A niente valgono gli incidenti e le sparizioni di operai durante i lavori: il nuovo treno viene inaugurato incurante delle proteste e durante la tratta le carrozze iniziano a sparire una dopo l’altra. A memoria, l’ultimo horror orientale “su binari” è quel gioiellino di Train to Busan di Yeon Sang-ho, fulgido esempio di come anche nello stra abusato sottogenere dello zombie-movie, si può ancora intrattenere il pubblico con un film adrenalinico e claustrofobico allo stesso tempo.

Leggi tutto
Far East Film Festival 2024, la recensione di Motion Picture: Choke

di Valeria Morini

Che il Giappone non abbia mai superato il trauma della bomba atomica è cosa nota, da cui l’elaborazione della ferita al cinema attraverso il genere apocalittico. In Motion Picture: Choke, tra i film più potenti e originali del Far East Film Festival 2024, non ci sono però mostri alla Godzilla, bensì una Terra precipitata allo stato primitivo, dove l’umanità ha perso il dono della parola.

Leggi tutto
Far East Film Festival 2024, la recensione di The Movie Emperor

di Valeria Morini

Il cinema racconta se stesso da sempre, in una tradizione che perdura da Cantando sotto la pioggia a Effetto notte, da C’era una volta a… Hollywood a Babylon. E non è raro che lo faccia in modo autoironico, con star del cinema che regalano una sorta di caricatura di se stessi. È quanto capita in The Movie Emperor, commedia con Andy Lau chiamato alla parodia del suo stesso status di superstar. Il film è stato inserito sia nel programma del Far East Film Festival di Udine che in quello del Fescaaal 2024 di Milano.

Leggi tutto
Far East Film Festival 2024, la recensione di The Midsummer’s Voice

di Valeria Morini

La tradizione musicale e culturale asiatica è stata un leitmotiv ricorrente della 26esima edizione del Far East Film Festival. Dal teatro popolare giapponese e dal j-pop delle idol di Confetti al mondo dei parolieri di musica Cantopop in The Lyricist Wannabe, non poteva mancare la storica e celeberrima Opera di Pechino, al centro di The Midsummer’s Voice. Si parla di “voce del solstizio” per i giovani cantanti che temono di perdere la propria qualità vocale con l’arrivo della pubertà che rende difficoltoso mantenere il difficilissimo falsetto richiesto in questo genere.

Leggi tutto
Far East Film Festival 2024, la recensione del film vincitore Takano Tofu

di Matteo Soi

Padre e figlia gestiscono un piccolo laboratorio di produzione e vendita di tofu artigianale in una cittadina marittima di provincia. Lui è convinto che il suo prodotto debba essere preservato e confinato alla piccola realtà in cui vivono. Lei pensa invece che il loro tofu meriti di trovare spazio in un mercato più ampio e di arrivare ad essere commercializzato perfino in una grande metropoli come Tokyo.

Leggi tutto
Far East Film Festival 2024, la recensione di A Normal Family

di Valeria Morini

I remake internazionali sono ormai una consuetudine, basti pensare alla replicazione infinita del nostro Perfetti sconosciuti che è oggetto di rifacimento in decine di nazioni di tutto il mondo. Sta succedendo qualcosa di simile con La cena, romanzo dell’olandese Herman Koch adattato prima in patria e quindi negli Stati Uniti con The Dinner (tra i protagonisti Richard Gere) ma anche in Italia con I nostri ragazzi di Ivano De Matteo (con Gassmann, Lo Cascio, Mezzogiorno e Bobulova). A Normal Family, presentato al Far East Film Festival, ne è la trasposizione sudcoreana, diretta da Hur Jin-ho.

Leggi tutto
Far East Film Festival 2024, la recensione di Confetti

di Valeria Morini

In Giappone è chiamato seishun eiga il cinema che affronta temi adolescenziali. Ne è un esempio Confetti, opera prima del regista Fujita Naoya, che l’ha presentato commosso al Far East Film Festival numero 26. Opera di rara delicatezza, ruota intorno a Yuki, ragazzino appena trasferitosi in una scuola di Tokyo. Non è la prima volta che cambia casa: il piccolo si sposta in continuazione con il padre e la sua compagnia di taishu engeki, forma di teatro popolare nipponico.

Leggi tutto
Far East Film Festival 2024: la recensione di Ali Topan

di Valeria Morini

Immaginatevi Titanic senza nave che affonda e con al posto dell’orchestra l’indie rock indonesiano. Può sembrare una premessa alquanto bizzarra ma in estrema sintesi è la struttura di Ali Topan, film in concorso al 26esimo Far East Film Festival. Tratto da un romanzo popolare di fine anni 70 già adattato in un altro lungometraggio e poi in una serie tv del 1996, il film diretto da Sidartha Tata segue i classici canoni della storia d’amore contrastata.

Leggi tutto
Far East Film Festival 2024, la recensione di The Roundup: Punishment

di Valeria Morini

Se Bud Spencer fosse nato in Corea del Sud, probabilmente si chiamerebbe Don Lee. Viene spontaneo accostare il nostro attore al gigantesco protagonista di questo film presentato al Far East Film Festival 2024. The Roundup: Punishment di Heo Myeong-haeng è il quarto capitolo di un franchise incentrato sulle avventure del massiccio detective Ma Seok-do, poliziotto schietto dalla mano formidabile che molla pugni e schiaffoni con la facilità con cui respira.

Leggi tutto
FESCAAAL 2024: il programma del festival dedicato a cinema africano, d’Asia e America Latina

Per chi ama cinematografie lontane dai consueti orizzonti, il FESCAAAL è un po’ il festival del cuore. La 33esima edizione del Festival del cinema africano, d’Asia e America Latina è prevista dal 3 al 12 maggio a Milano, in location sparse per la città. Si parte venerdì 3 al Cinema Godard di Fondazione Prada con la proiezione di Fremont di Babak Jalali (sceneggiato dal regista con Carolina Cavalli), atteso film con la rifugiata afghana Anaita Wali Zada e il lanciatissimo attore americano Jeremy Allen White, in sala a fine giugno 2024.

Leggi tutto
Far East Film Festival 2024, il calendario giorno per giorno

L’attesa è finita: la 26esima edizione del Far East Film Festival prende il via mercoledì 24 aprile e fino al 2 maggio terrà compagnia a cittadini e ospiti di Udine con un’immersione nel mondo dell’Estremo Oriente. Dalla Cina al Giappone, dalla Corea a Hong Kong, un’ottantina di titoli più eventi e masterclass animano il ricco programma del festival diretto da Sabrina Baracetti e Thomas Bertacche. Ecco il calendario giorno per giorno.

Leggi tutto
Far East Film Festival 2024, il programma. Premio alla carriera per Zhang Yimou

Non c’è primavera senza Udine Far East Film Festival, la manifestazione che porta nella città friulana il cinema dell’Estremo Oriente. Mentre il vincitore dello scorso anno Abang Adik si appresta a uscire nelle sale italiane, dal 24 aprile al 2 maggio passano per Udine la bellezza di 79 film, provenienti da 12 Paesi. L’ospite più atteso è Zhang Yimou, regista di film cardine come Lanterne rosse, Hero o La foresta dei pugnali volanti, che il 2 maggio riceverà il Gelso d’Oro alla Carriera. Insieme a lui, sarà premiato con il medesimo riconoscimento anche il produttore Chiu Fu-sheng.

Leggi tutto
Festival di Cannes 2024, il programma da Coppola a Sorrentino e Lanthimos

Dal 14 al 25 maggio 2024, il 77esimo Festival di Cannes promette un’edizione a dir poco emozionante, con una particolare attenzione al grande cinema americano di ieri e oggi: Greta Gerwig e Xavier Dolan guideranno le giurie (rispettivamente per il Concorso e l’Un Certain Regard), mentre la Palma alla carriera sarà assegnata a George Lucas il 25 maggio. Tra i nomi del concorso, spicca il ritorno dopo una lunga assenza di Francis Ford Coppola, con l’attesissimo Megalopolis, ma anche il nuovo film di Lanthimos, mentre l’Italia sarà rappresentata da Partenope di Paolo Sorrentino. Ad aprire sarà il nuovo film di Quentin Dupieux, Le douxième acte, mentre tra i grandi eventi si aspetta l’anteprima mondiale di Furiosa, nonché la nuova serie di Kevin Costner sul west, Horizon. La madrina del festival sarà l’attrice Camille Cottin. Di seguito, il programma completo.

Leggi tutto
That They May Face the Rising Sun di Pat Collins, la recensione

di Valeria Morini

John McGahern è considerato uno dei più grandi scrittori irlandesi: dal suo ultimo romanzo è stato tratto l’omonimo film, That They May Face the Rising Sun, che è stato il film evento all’Irish Film Festa 2024. Un titolo probabilmente non per il pubblico più distratto e mainstream ma perfetto per chi ama il cinema contemplativo e per coloro che sono affascinati dall’incantevole paesaggio irlandese.

Leggi tutto
In the Shadow of Beirut, la recensione del documentario di Stephen Gerard Kelly e Garry Keane

di Valeria Morini

Sabra e Shatila sono due quartieri di Beirut tristemente noti per essere stati il teatro di un brutale massacro compiuto dai falangisti nel 1982, ai danni di profughi palestinesi e sciiti. La tragica storia di questa area non è però limitata a quell’evento, ma continua ancora oggi come ci mostra il documentario irlandese di Stephen Gerard Kelly e Garry Keane In the Shadow of Beirut, visto all’Irish Film Festa 2024.

Leggi tutto
Asian Film Festival 2024, il programma

Per gli appassionati del cinema asiatico, dal 10 al 17 aprile Roma è animata dall’Asian Film Festival 2024. Ideata da Cineforum Robert Bresson con la direzione artistica di Antonio Termenini, la rassegna si svolge presso il Cinema Farnese e conta 36 opere, provenienti da Corea del Sud, Giappone, Cina, Taiwan, Hong Kong, Malesia, Singapore, Indonesia, Vietnam, Thailandia, Filippine e Nepal.

Leggi tutto
Riviera International Film Festival 2024: programma e ospiti, masterclass con Susan Sarandon

Dal 7 al 12 maggio, torna a Sestri Levante (Genova) il Riviera International Film Festival, con tanti ospiti e il concorso ufficiale riservato a opere di registi under 35 provenienti da tutto il mondo. Tra i volti attesi, spicca Susan Sarandon, che farà parte della giuria e terrà anche una masterclass l’11 maggio. Oltre alla leggendaria attrice di Thelma & Louise, saranno presenti tra gli altri anche Andrew Dominik, regista di Blonde, e il montatore Pietro Scalia.

Leggi tutto
Aimless Bullett di Yu Hyun-mok, la recensione

Nel 1999, Aimless Bullett (1961) venne votato come il più grande film della storia sudcoreana. Da lì a poco, la cultura della nazione asiatica sarebbe stata scossa da una rivoluzionaria new wave trainata da registi come Kim Ki-duk, Park Chan-wook e Bong Joon-ho, che ha reso la cinematografia made in Seoul tra le più significative, belle e importanti al mondo. Ma il film di Yu Hyun-mok (in originale Obaltan) resta un grande classico, nonché l’ulteriore dimostrazione di quanto il neorealismo italiano abbia fatto scuola in ogni parte del mondo.

Leggi tutto
No Heaven, But Love di Han Jay, la recensione

di Valeria Morini

Se le istanze femministe e la tematica queer sono al centro del cinema di questi anni, non si può dire che No Heaven, But Love non sia pienamente al passo con i tempi. Ma il secondo film della regista Han Jay, presentato nella sezione K-Independent del Florence Korea Film Fest, non è solo un adeguarsi alle tendenze e al dibattito culturale, ma un’opera intensa e profonda, aspra e delicata al tempo stesso.

Leggi tutto
Hail to Hell di Lim Oh-jeong, la recensione

di Valeria Morini

Il Florence Korea Film Fest è una piccola oasi di gioia per gli amanti del cinema sudcoreano, una finestra su una delle cinematografie più amate del mondo e, più in generale, su una cultura che sta diventando sempre più popolare. Dall’edizione 2024, Hail to Hell di Lim Oh-jeong, presentato anche in madrepatria al Festival di Busan, è un coming of age che mescola in modo insolito e curioso il coming age e il teen movie con il drama dalle tinte thriller.

Leggi tutto
I vincitori del Korea Film Fest 2024: Cobweb è il miglior film

Mentre si conclude la 22esima edizione del Florence Korea Film Fest, chiuso sabato 30 marzo dal concerto di Jung Jae-il, sono stati proclamati i vincitori. Il premio al miglior film va a Cobweb di Kim Jee-woon, atto d’amore per il cinema, ambientato nella Corea del Sud negli anni ‘70. In concorso nella sezione Orizzonti Coreani, il film è interpretato dall’ormai leggendario Song Kang-ho, noto anche al pubblico più mainstream per Parasite, e racconta la storia del regista Kim Ki-yeol, convinto a rigirare il finale del suo film in poco tempo e alle prese con mille vicissitudini.

Leggi tutto
Irish Film Festa 2024: programma, ospiti e omaggio a Cillian Murphy

Per tutti gli appassionati di Irlanda, Irish Film Festa torna a Roma dal 4 al 7 aprile, nella tradizionale location della Casa del Cinema. La manifestazione diretta da Susanna Pellis è dedicata al cinema e alla cultura irlandesi, con 26 nuovi film tra lungometraggi di finzione, documentari e cortometraggi, tutti in anteprima nazionale, più due classici, di cui uno inedito in Italia, e numerosi ospiti tra registi, attori e produttori. In questa 15esima edizione, il concorso composto di cortometraggi vede 15 titoli in gara e una proiezione fuori concorso.

Leggi tutto
Il programma del Bolzano Film Festival Bozen 2024: focus sul cinema indigeno brasiliano

Dal 12 al 21 aprile 2024 va in scena la 37esima edizione del Bolzano Film Festival Bozen, con un focus decisamente interessante: al centro della manifestazione altoatesina che da sempre si occupa di cinematografie, ci sarà infatti il cinema indigeno brasiliano. Tra gli ospiti, è previsto il regista Takumã Kuikuro, appartenente al popolo Kuikuro e cresciuto nella riserva indigena di Xingu, nella foresta amazzonica brasiliana.

Leggi tutto
Sguardi Altrove 2024, programma e calendario: la 31esima edizione dedicata a Sandra Milo

Dal 15 al 24 marzo 2024 torna Sguardi Altrove Women’s International Film Festival, la manifestazione di Milano dedicata al cinema allo sguardo femminile al cinema giunta al 31esimo anno. Oltre 60 film da 30 diverse nazioni andranno a comporre il programma di questa edizione, dedicata a Sandra Milo. Al centro della manifestazione, come da tradizione suddivisa nelle due macro aree “Cinema” e “Oltre il Cinema. Tasselli d’Arte”, il tema del Corpo del Donne nelle sue diverse declinazioni.

Leggi tutto
C-MOVIE Film Festival, a Rimini la prima edizione: il programma tra Cinema, Corpi, Convivenze

Il panorama festivaliero italiano si arricchisce di C-MOVIE Film Festival, la cui prima edizione prenderà il via dal 20 al 23 marzo 2024 a Rimini. Organizzata da Kitchenfilm e diretta dalla regista e distributrice Emanuela Piovano, la manifestazione è una rassegna tutta al femminile che intende offrire riflessioni, testimonianze e dibattiti attraverso il cinema, al fine di raccontare la contemporaneità partendo dall’esplorazione dei tre concetti chiave che le danno il nome: Cinema, Corpi, Convivenze. “Cinema inteso come arte del narrare offrendo una finestra sul mondo; Corpi, tematica centrale nella società odierna e nelle riflessioni sul femminile oggi; Convivenze, nel senso di relazioni ma anche inclusione e multiculturalità”. Tra le ospiti, Dacia Maraini, Macha Méril e Barbara Bouchet. In anteprima tre film che raccontano il femminile oggi, inseriti in un programma che vuole scoprire un cinema marginale e “di confine”: l’empowerment in Zafira, l’ultima regina, la libertà dei corpi in Solo per me e la maternità in Senza prove. Le location, molto felliniane, del festival sono Cineteca di Rimini e Cinema Fulgor. Di seguito, il programma completo.

Leggi tutto
Berlinale 2024, i premi: Orso d’oro a Dahomey di Mati Diop

La regista franco-senegalese Mati Diop trionfa alla Berlinale 2024 con il suo Dahomey, documentario sulla restituzione di opere artistiche del noto regno africano dalla Francia al Benin, premiato con l’Orso d’oro. Ecco tutti i premi del festival, che ha visto vincere anche Matthias Glarner ed Emily Watson come migliori attori, mentre Nelson Carlos De Los Santos Arias per il film Pepe ha vinto l’Orso d’argento alla miglior regia. Di seguito tutti i titoli che hanno convinto la giuria presieduta da Lupita Nyong’o e composta da Brady Corbet, Ann Hui, Christian Petzold, Albert Serra, Jasmine Trinca e Oksana Zabuzhko (qui il programma).

Leggi tutto
Florence Korea Film Fest 2024, programma e ospiti

Da oltre vent’anni il Florence Korea Film Fest si fa promotore in Italia della cultura coreana: l’edizione 2024, come sempre organizzata dall’Associazione Culturale fiorentina Taegukgi – Toscana Korea Association, va in scena a Firenze dal 21 al 30 marzo. Tra gli ospiti, nomi illustri come l’ormai celeberrimo attore Song Kang-ho (Parasite, Memorie di un assassino), il regista Kim Jee-woon (A Bittersweet Life, I Saw the Devil), questi ultimi protagonisti insieme di una masterclass, il musicista e compositore Jung Jae-il (Parasite, Squid Game) che si esibirà in concerto al Teatro Verdi, e l’attore Lee Byung-hun (A Bittersweet Life, Joint Security Area, Squid Game).

Leggi tutto
Social media & sharing icons powered by UltimatelySocial