Far East Film Festival 2024, la recensione di Old Fox

di Valeria Morini

Nella Taiwan del 1989, l’undicenne Liao Jie, orfano di mamma, vive con il papà in modeste condizioni. La loro esistenza trascorre placida ed è dominata da un sogno: entro qualche anno avranno risparmiato abbastanza per aprire un’attività di parrucchiere in proprio. Un giorno, la vita del bambino cambia all’incontro con l’anziano Boss Xie, rapace speculatore proprietario del quartiere in cui risiedono nonché del ristorante dove lavora il padre. Con i suoi insegnamenti che lo spingono ad abbandonare empatia e idealismo per abbracciare un individualismo sfrontato ed egocentrico, il magnate diventa una figura di riferimento per Liao Jie, nettamente contrapposta a quella del padre, uomo gentile e premuroso.

Leggi tutto
Far East Film Festival 2024, la recensione di The Train of Death

di Matteo Soi

Per agevolare il trasporto turistico verso un resort di lusso, foreste vengono abbattute e montagne traforate per la realizzazione di una nuova tratta ferroviaria. A niente valgono gli incidenti e le sparizioni di operai durante i lavori: il nuovo treno viene inaugurato incurante delle proteste e durante la tratta le carrozze iniziano a sparire una dopo l’altra. A memoria, l’ultimo horror orientale “su binari” è quel gioiellino di Train to Busan di Yeon Sang-ho, fulgido esempio di come anche nello stra abusato sottogenere dello zombie-movie, si può ancora intrattenere il pubblico con un film adrenalinico e claustrofobico allo stesso tempo.

Leggi tutto
Far East Film Festival 2024, la recensione di Motion Picture: Choke

di Valeria Morini

Che il Giappone non abbia mai superato il trauma della bomba atomica è cosa nota, da cui l’elaborazione della ferita al cinema attraverso il genere apocalittico. In Motion Picture: Choke, tra i film più potenti e originali del Far East Film Festival 2024, non ci sono però mostri alla Godzilla, bensì una Terra precipitata allo stato primitivo, dove l’umanità ha perso il dono della parola.

Leggi tutto
Far East Film Festival 2024, la recensione di The Movie Emperor

di Valeria Morini

Il cinema racconta se stesso da sempre, in una tradizione che perdura da Cantando sotto la pioggia a Effetto notte, da C’era una volta a… Hollywood a Babylon. E non è raro che lo faccia in modo autoironico, con star del cinema che regalano una sorta di caricatura di se stessi. È quanto capita in The Movie Emperor, commedia con Andy Lau chiamato alla parodia del suo stesso status di superstar. Il film è stato inserito sia nel programma del Far East Film Festival di Udine che in quello del Fescaaal 2024 di Milano.

Leggi tutto
Far East Film Festival 2024, la recensione di The Midsummer’s Voice

di Valeria Morini

La tradizione musicale e culturale asiatica è stata un leitmotiv ricorrente della 26esima edizione del Far East Film Festival. Dal teatro popolare giapponese e dal j-pop delle idol di Confetti al mondo dei parolieri di musica Cantopop in The Lyricist Wannabe, non poteva mancare la storica e celeberrima Opera di Pechino, al centro di The Midsummer’s Voice. Si parla di “voce del solstizio” per i giovani cantanti che temono di perdere la propria qualità vocale con l’arrivo della pubertà che rende difficoltoso mantenere il difficilissimo falsetto richiesto in questo genere.

Leggi tutto
Far East Film Festival 2024, la recensione del film vincitore Takano Tofu

di Matteo Soi

Padre e figlia gestiscono un piccolo laboratorio di produzione e vendita di tofu artigianale in una cittadina marittima di provincia. Lui è convinto che il suo prodotto debba essere preservato e confinato alla piccola realtà in cui vivono. Lei pensa invece che il loro tofu meriti di trovare spazio in un mercato più ampio e di arrivare ad essere commercializzato perfino in una grande metropoli come Tokyo.

Leggi tutto
Far East Film Festival 2024, la recensione di A Normal Family

di Valeria Morini

I remake internazionali sono ormai una consuetudine, basti pensare alla replicazione infinita del nostro Perfetti sconosciuti che è oggetto di rifacimento in decine di nazioni di tutto il mondo. Sta succedendo qualcosa di simile con La cena, romanzo dell’olandese Herman Koch adattato prima in patria e quindi negli Stati Uniti con The Dinner (tra i protagonisti Richard Gere) ma anche in Italia con I nostri ragazzi di Ivano De Matteo (con Gassmann, Lo Cascio, Mezzogiorno e Bobulova). A Normal Family, presentato al Far East Film Festival, ne è la trasposizione sudcoreana, diretta da Hur Jin-ho.

Leggi tutto
Far East Film Festival 2024, la recensione di Confetti

di Valeria Morini

In Giappone è chiamato seishun eiga il cinema che affronta temi adolescenziali. Ne è un esempio Confetti, opera prima del regista Fujita Naoya, che l’ha presentato commosso al Far East Film Festival numero 26. Opera di rara delicatezza, ruota intorno a Yuki, ragazzino appena trasferitosi in una scuola di Tokyo. Non è la prima volta che cambia casa: il piccolo si sposta in continuazione con il padre e la sua compagnia di taishu engeki, forma di teatro popolare nipponico.

Leggi tutto
Far East Film Festival 2024: la recensione di Ali Topan

di Valeria Morini

Immaginatevi Titanic senza nave che affonda e con al posto dell’orchestra l’indie rock indonesiano. Può sembrare una premessa alquanto bizzarra ma in estrema sintesi è la struttura di Ali Topan, film in concorso al 26esimo Far East Film Festival. Tratto da un romanzo popolare di fine anni 70 già adattato in un altro lungometraggio e poi in una serie tv del 1996, il film diretto da Sidartha Tata segue i classici canoni della storia d’amore contrastata.

Leggi tutto
Far East Film Festival 2024, la recensione di The Roundup: Punishment

di Valeria Morini

Se Bud Spencer fosse nato in Corea del Sud, probabilmente si chiamerebbe Don Lee. Viene spontaneo accostare il nostro attore al gigantesco protagonista di questo film presentato al Far East Film Festival 2024. The Roundup: Punishment di Heo Myeong-haeng è il quarto capitolo di un franchise incentrato sulle avventure del massiccio detective Ma Seok-do, poliziotto schietto dalla mano formidabile che molla pugni e schiaffoni con la facilità con cui respira.

Leggi tutto
Far East Film Festival 2024, il calendario giorno per giorno

L’attesa è finita: la 26esima edizione del Far East Film Festival prende il via mercoledì 24 aprile e fino al 2 maggio terrà compagnia a cittadini e ospiti di Udine con un’immersione nel mondo dell’Estremo Oriente. Dalla Cina al Giappone, dalla Corea a Hong Kong, un’ottantina di titoli più eventi e masterclass animano il ricco programma del festival diretto da Sabrina Baracetti e Thomas Bertacche. Ecco il calendario giorno per giorno.

Leggi tutto
Far East Film Festival 2024, il programma. Premio alla carriera per Zhang Yimou

Non c’è primavera senza Udine Far East Film Festival, la manifestazione che porta nella città friulana il cinema dell’Estremo Oriente. Mentre il vincitore dello scorso anno Abang Adik si appresta a uscire nelle sale italiane, dal 24 aprile al 2 maggio passano per Udine la bellezza di 79 film, provenienti da 12 Paesi. L’ospite più atteso è Zhang Yimou, regista di film cardine come Lanterne rosse, Hero o La foresta dei pugnali volanti, che il 2 maggio riceverà il Gelso d’Oro alla Carriera. Insieme a lui, sarà premiato con il medesimo riconoscimento anche il produttore Chiu Fu-sheng.

Leggi tutto
Social media & sharing icons powered by UltimatelySocial