VENEZIA 2017: THE PRINCE AND THE DYBBUK di Elwira Niewiera, Piotr Rosolowski

prince-dybbuk

Presentato a Venezia Classici alla 74esima Mostra del Cinema, The Prince and the Dybbuk è un documentario dei registi Piotr Rosolowski ed Elwira Niewiera che indaga in profondità sulla figura sfuggente, a molti misconosciuta, di Michal Waszynski, regista e sceneggiatore e polacco che, dopo una prolifica carriera in madrepatria, produsse alcuni kolossal hollywoodiani (tra cui il costosissimo La caduta dell’impero romano). Partendo dalla morte a Madrid nel 1965, con sepoltura a Roma nella tomba della famiglia che lo aveva “adottato”, il film va a scoprire la sua multiforme personalità e la sua vita complessa: perché Waszynski, che nella Capitale si proclamava un principe in autoesilio, si chiamava in realtà Mosze Waks ed era un ebreo di origine ucraina convertitosi al cattolicesimo.

Leggi tutto

VENEZIA 2017: UNA FAMIGLIA di Sebastiano Riso

Una famiglia di Sebastiano Riso: Il “mostro” del film, Patrick Bruel, da  giovane era un cantante di disco-music | Gazzetta dal Tacco

Periferia di Roma: Maria (Micaela Ramazzotti) è una ragazza psicologicamente instabile costretta a sottomettersi al volere del compagno Vincenzo (Patrick Bruel), individuo deplorevole che si serve della donna come incubatrice per mantenere vivo il proprio mercato illegale di neonati.

Leggi tutto

VENEZIA 2017: MOTHER di Darren Aronofsky

mother2

“Comincerò dall’apocalisse”, è una delle tante frasi con chiari riferimenti biblici pronunciate in mother!, così come “voglio creare il mio paradiso”. Il film si presenta come un dramma con tanto di sottotracce thriller e horror, una sorta di Armageddon ciclico dove fine e inizio convergono nello stesso punto. Scritto in 5 giorni, a differenza di Dio che ce ne mise 7 per creare l’universo, secondo la Bibbia, Darren Aronofsky porta a termine il suo settimo lungometraggio mantenendo una sottile linea conduttrice che ricollega concetti espressi precedentemente in Pi-Greco il teorema del delirio e The Fountain – L’albero della vita. Tematiche e allegorie puramente esoteriche e religiose.

Leggi tutto

VENEZIA 2017: AMMORE E MALAVITA dei Manetti Bros.

morelli-e-rossi-ammore-e-malavita

Napoli: il sicario Ciro (Giampaolo Morelli), killer spietato al servizio di don Vincenzo (Carlo Buccirosso), viene incaricato di mettere a tacere una giovane infermiera (Serena Rossi) trovatasi nel posto sbagliato al momento sbagliato. Ma quando la ragazza in questione si scopre essere Fatima, grande amore di gioventù dello stesso Ciro, i rapporti con la famiglia camorrista si incrinano inesorabilmente.

Leggi tutto

JIM & ANDY: THE GREAT BEYOND – FEATURING A VERY SPECIAL, CONTRACTUALLY OBLIGATED MENTION OF TONY CLIFTON di Chris Smith (2017)

Crítica | Jim & Andy: The Great Beyond - Plano Crítico

Disponibile su Netflix

Per quanto curiosamente lungo, non potrebbe esistere titolo più appropriato per esprimere il contenuto e l’essenza del documentario che Chris Smith dedica alla realizzazione di Man on the moon di Miloš  Forman, film del 1999 incentrato sulla figura del comico Andy Kaufman, e al suo protagonista: Jim Carrey

Leggi tutto

VENEZIA 2017: THREE BILLBOARDS OUTSIDE EBBING, MISSOURI di Martin McDonagh

Tre manifesti a Ebbing Missouri - Fondazione Stensen

Ebbing, Missouri: Mildred Hayes (Frances McDormand) non si rassegna al fatto che l’assassino e stupratore della figlia non sia ancora stato individuato e arrestato. La donna decide dunque di farsi giustizia da sola, affiggendo su tre enormi cartelloni pubblicitari una serie di poster che dichiarano apertamente guerra all’inefficienza della polizia e al suo capo, lo sceriffo Bill Willoughby (Woody Harrelson).

Leggi tutto

VENEZIA 2017: THE LEISURE SEEKER di Paolo Virzì

leisure-keeper

A un anno da La pazza gioia e al culmine di una carriera che l’ha reso uno dei più importanti registi del panorama italiano, Paolo Virzì spicca finalmente il salto e sbarca negli Usa con la sua prima pellicola internazionale e in lingua inglese (seppur di produzione italo-francese), che per giunta si giova della presenza di due star straordinarie come Helen Mirren e Donald Sutherland. The Leisure Seeker, in concorso alla Mostra di Venezia 2017, prende il titolo dallo scalcinato camper Winnebago del ’75 a bordo del quale i coniugi ottantenni Ella e John compiono il loro bizzarro ultimo viaggio verso la Florida e la casa di Ernest Hemingway, in una commedia dolceamara sospesa tra allegrezza e malinconia. 

Leggi tutto

VENEZIA 2017: DIVA! di Francesco Patierno

Diva

DIVA! è il documentario tutto al femminile di Francesco Patierno, opera fuori concorso che partecipa alla quarta edizione dello Starlight International Award, premio collaterale della 74ma edizione della Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica di Venezia. L’opera, tratta da Quanti sono i domani passati a cura di Enrico Rotelli libro autobiografico, racconta la vita privata, pubblica e professionale di un’artista, una grande attrice del teatro e del cinema a livello mondiale, Valentina Cortese, divenuta un mito. A raccontarci la sua storia, interpretando le sue stesse parole e rivolgendosi direttamente al pubblico, si alternano alcune tra le più belle e brave attrici italiane: Barbora Bobulova, Anita Caprioli, Carolina Crescentini, Silvia D’Amico, Isabella Ferrari, Anna Foglietta, Carlotta Natoli e Greta Scarano.

Leggi tutto

VENEZIA 2017: FOXTROT di Samuel Maoz

 

Difficile fare un film quando il tuo primo lungometraggio di finzione ha vinto il Leone d’Oro. Così, dal 2009 di Lebanon a oggi, il regista israeliano Samuel Maoz si è preso una lunga pausa (intervallata solo dal corto Manybuy e da un segmento di Venice 70: Future Reloaded) prima di tornare con Foxtrot, gioiellino di un concorso che alla 74esima Mostra di Venezia si sta confermando il migliore da alcuni anni a questa parte. Film rigorosamente ripartito in tre atti che mescola tragedia e commedia surreale, dramma borghese e war movie, la pellicola è una potente riflessione sul presente e sul passato di Israele, sulle contraddizioni di una Nazione i cui abitanti devono fare i conti con traumi irrisolti che hanno segnato tre generazioni.

Leggi tutto

VENEZIA 2017: SUBURBICON di George Clooney

Suburbicon

Stati Uniti, fine anni ’50: Suburbicon è un'”idilliaca” cittadina popolata esclusivamente da bianchi e bigotti. Il trasferimento di una famiglia di colore e la tragica morte di una donna giungono però a portare scompiglio fra gli abitanti, rivelandone la sino a quel momento celata mostruosità.

Leggi tutto

VENEZIA 2017: L’INSULTE di Ziad Doueiri

INSULTE

Tutto inizia con un litigio per una grondaia, che culmina con un insulto, degenera in uno scontro fisico e finisce in tribunale con tanto di scontri in  piazza e una nazione in rivolta. Quella nazione, in L’insulte di Ziad Doueiri presentato in concorso alla Mostra del cinema di Venezia, è il Libano contemporaneo e la vicenda che vede protagonisti il cristiano Toni (Adel Karam) e il profugo palestinese Yasser (Kamel El Basha) non è altro che la fotografia di un Paese ancora clamorosamente diviso e ribollente, la rappresentazione – stilizzata ma non per questo meno efficace – di una situazione politica di cui noi occidentali comprendiamo ancora troppo poco la delicatezza e la complessità.

Leggi tutto

VENEZIA 2017: UNDER THE TREE di Hafsteinn Gunnar Sigurðsson

Under-The-Tree

Venti minuti di “follia” e quei richiami corali ai Coen che trasformano un film, per lo più piatto e che a tratti si trascina in vicende prevedibili, in un’apocalisse finale. È il caso di Under The Tree, l’opera seconda di Hafsteinn Gunnar Sigurðsson, islandese, presentato nella sezione Orizzonti della 74^ Mostra del Cinema di Venezia. Agnes e Atli sono una giovane coppia con una bambina, la relazione da già segni di cedimento da tempo ormai, per rompersi poi tragicamente quando lei scopre il marito guardare un porno in cui fa sesso con la sua ex. Sbattuto fuori di casa, non gli rimane che tornare a casa dei suoi genitori, nella loro villetta in giardino. Qui vi è un’enorme e bellissimo albero che sconfina nella proprietà dei vicini, facendo molta ombra alla giovane donna che vi abita col marito e che non può prendere il sole. I genitori di Atli vengono ripetutamente avvisati di potare i rami, ma questo non avviene, in più la madre del giovane infedele ha dei forti problemi comportamentali e di depressione dovuti al suicidio dell’altro suo figlio. Questi atteggiamenti non fanno altro che inasprire il rapporto con la coppia che abita nella villa adiacente, fino a sfociare nella follia più totale.

Leggi tutto

VENEZIA 2017: LEAN ON PETE di Andrew Haigh

lean on pete

Il giovane Charley (Charlie Plummer) vive con il padre a Portland in condizioni economiche precarie. Abituato sin da piccolo a badare a se stesso, il ragazzino ottiene un lavoro presso il rozzo addestratore di cavalli da corsa Del (Steve Buscemi): per Charley si tratta della prima vera occasione per dare una svolta decisiva alla propria vita, grazie anche all’intenso rapporto di amicizia che il giovane instaura con l’acciaccato cavallo Lean on Pete, suo compagno di viaggio in una fuga esistenziale attraverso il west America alla ricerca di un luogo dove affondare definitivamente le proprie radici.

Leggi tutto

VENEZIA 2017: OUR SOULS AT NIGHT di Ritesh Batra

 

Presentato Fuori concorso, arriva alla Mostra di Venezia Our Souls at Night, film prodotto da Netflix (sulla cui piattaforma sarà disponibile dal 29 settembre 2017, in Italia con il titolo Le nostre anime di notte) e tratto dall’omonimo romanzo di Kent Haruf. Un melodramma godibile ma tutt’altro che indimenticabile che non avrebbe probabilmente meritato l’attenzione del Festival se non fosse per un particolare fondamentale: a interpretare i due protagonisti sono Robert Redford e Jane Fonda, premiati con il Leone d’Oro alla carriera e nuovamente insieme sullo schermo a decenni da La caccia, A piedi nudi nel parco, Il cavaliere elettrico.

Leggi tutto

VENEZIA 2017: THE SHAPE OF WATER di Guillermo del Toro

shape-of-water

Baltimora, 1962: Elisa (Sally Hawkins) è una ragazza muta che lavora come addetta alle pulizie presso una base di ricerca aerospaziale. Quando una misteriosa creatura acquatica e antropomorfa viene scortata all’interno della struttura per cadere vittima degli esperimenti della NASA e della spietatezza del responsabile della sicurezza Strickland (Michael Shannon), Elisa trova finalmente qualcuno con cui condividere la propria diversità, riuscendo ad infrangerne ogni barriera.

Leggi tutto

VENEZIA 2017: THE DEVIL AND FATHER AMORTH di William Friedkin

Devil-and-Father-Amorth

A 44 anni dal suo capolavoro L’esorcista, per William Friedkin torna la “simpatia per il diavolo” e l’interesse nei confronti delle possessioni demoniache: stavolta, non con un film di finzione ma con il documentario The Devil and Father Amorth, presentato Fuori concorso alla Mostra di Venezia 2017 e dedicato al suo incontro con il più celebre degli esorcisti italiani. Di Gabriele Amorth, prete ex partigiano  nonché figura negli ultimi anni molto controversa, morto a 91 anni nel 2016, il regista tralascia gli aspetti più discussi per focalizzarsi sulla sua attività presso la diocesi di Roma, dove dal 1986 avrebbe effettuato decine di migliaia di interventi su presunti posseduti. L’ultimo di questi, su una donna di Alatri di nome Cristina, è stato filmato dallo stesso regista il 1 maggio 2016 e costituisce il punto focale del film.

Leggi tutto

VENEZIA 2017: FIRST REFORMED di Paul Schrader

first-reformed

Il film, ad ora, più intenso della 74esima Mostra di Venezia, è quello che segna il ritorno di Paul Schrader ad alti livelli, dopo recenti passi falsi e problemi produttivi (vedi l’imbarazzante The Canyons o il disconosciuto Il nemico invisibile). Con First Reformed, parabola di un reverendo protestante in crisi (Ethan Hawke) segnato dall’incontro con la giovane Mary (Amanda Seyfried) e dalla tragica morte del marito di lei, un ambientalista radicale (Philip Ettinger), il regista e sceneggiatore torna alle sue origini, alla fede calvinista in cui è cresciuto e che ha segnato profondamente il suo background e la sua poetica.

Leggi tutto

VENEZIA 2017: NICO, 1988 di Susanna Nicchiarelli

Nico 1988

Ad aprire la sezione Orizzonti della 74esima Mostra del Cinema di Venezia ci pensa Nico, 1988, nuovo film di Susanna Nicchiarelli che si rivela una piacevole sorpresa tanto quanto l’opening del Concorso, Downsizing di Alexander Payne, risulta essere una delusione. La regista di Cosmonauta e La scoperta dell’alba, cui già non mancava l’ambizione nelle pellicole precedenti, azzarda un’opera internazionale girata in inglese, per giunta con l’obiettivo non facile di scavare in una delle figure più iconiche e sfuggenti della storia del rock, la cantante tedesca Nico (nome d’arte di Christa Päffgen): ex modella, musa di Andy Warhol, vocalist indimenticabile dei Velvet Underground e autrice di sei album da solista. Attraverso l’interpretazione epidermica e vitale della bravissima attrice danese Trine Dyrholm, il film racconta gli ultimi due anni di vita dell’artista, dal tour iniziato nel 1986 alla morte prematura a Ibiza nel 1988.

Leggi tutto

VENEZIA 2017: DOWNSIZING di Alexander Payne

downsizing

In un futuro non troppo lontano, un team di scienziati norvegesi riesce nella straordinaria impresa di rimpicciolire le dimensioni dell’uomo e della materia, fornendo un’efficace seppur estrema soluzione all’eccessivo consumo energetico che affligge il pianeta. Paul Safranek (Matt Damon) e sua moglie Audrey (Kristen Wiig), in crisi economica e ammaliati dalla promessa di una vita migliore pronta ad attenderli nel nuovo mondo in miniatura, decidono di sottoporsi al processo di rimpicciolimento. Ma quando la donna si tira indietro all’ultimo, Paul si trova costretto ad affrontare da solo l’enorme cambiamento.

Leggi tutto

74. Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica di Venezia: il programma completo

venezia-2017

AGGIORNAMENTO – Tre nuovi titoli sono stati annunciati a Venezia 2017:

  • Zhuibu (Manhunt) di John Woo (Fuori Concorso)
  • L’ordine delle cose di Andrea Segre (Proiezioni speciali)
  • L’Enigma di Jean Rouch a Torino – Cronaca di un film raté di Marco di Castri, Paolo Favaro, Daniele Pianciola  (Venezia Classici – Documentari)

Parte il conto alla rovescia per la 74esima Mostra del Cinema di Venezia, in programma al Lido dal 30 agosto al 9 settembre 2017. Ad aprire la Mostra sarà il nuovo film di Alexander Payne, Downsizing

Leggi tutto

Social media & sharing icons powered by UltimatelySocial