MEANDER, la recensione dal Trieste Science+Fiction Festival

 meander

Mathieu Turi dopo aver presentato nel 2017 il suo primo lungometraggio Hostile, sceglie ancora il palco del Trieste Science + Fiction Festival per mostrare il secondo, Meander. Si può affermare senza problemi che Turi si sta specializzando in film horror carichi di tensione e angoscia che riesce a trasmettere sapientemente agli spettatori.

Leggi tutto

SPUTNIK, la recensione dal Trieste Science+Fiction Festival

 sputnik

È il film vincitore del Trieste Science+Fiction Festival nella sezione Neon: il russo Sputnik di Egor Abramenko è pura fantascienza horror a basso costo ma, anziché nel futuro, ci porta nel passato. Siamo nel 1983, in piena era sovietica, e lo spazio è solo lo scenario del prologo, che vede due cosmonauti precipitare sulla Terra per un misterioso incidente. Ritroviamo l’unico sopravvissuto in un’isolatissima base militare, dove un’abile neuropsichiatra (Oksana Akinshina) viene ingaggiata dai militari per un incarico segreto: l’eroe russo ha “portato” con sé anche una creatura aliena.

Leggi tutto

Trieste Science+Fiction Festival: THE BLACKOUT, la recensione

 

Arriva al Trieste Science + Fiction Festival il film che in Russia ha avuto un grandissimo successo ed è già stato venduto in 90 paesi: The Blackout di Egor Baranov. Come spesso accade, la rivalità fra Paesi diversi investe i mezzi più disparati, il cinema non ne è estraneo e infatti questa pellicola vuole sfidare i tanti blockbuster di Hollywood in cui uno sparuto gruppo di uomini prova a fronteggiare l’estinzione della razza umana.

Leggi tutto

Trieste Science+Fiction Festival: LAPSIS, la recensione

 

Nel futuro prossimo (o meglio, nel presente alternativo) di Lapsis, il film di Noah Hutton presentato al Trieste Science+Fiction Festival, la tecnologia dominante è il quantum. Un sistema più avanzato dell’Internet che conosciamo ma che ha bisogno di particolari “operai” per funzionare: sono i cablatori, persone chiamate a posizionare i cavi da collegare a giganteschi cubi nelle aree naturali statunitensi, per fare in modo che ogni zona del Paese sia coperta. Uno di loro è Ray (Dean Imperial), il protagonista di questa curiosa pellicola a metà tra la distopia e la commedia di critica sociale.

Leggi tutto

Trieste Science+Fiction Festival: DUNE DRIFTER, la recensione

 

Tra le migliori sorprese viste in questi giorni di Trieste Science+Fiction Festival c’è senz’altro Dune Drifter, perfetto esempio di un cinema di fantascienza che riesce a essere di qualità a dispetto di un budget ridotto all’osso. Il film britannico di Marc Price fa anzi di questo assioma la sua stessa essenza, con pochi attori in scena – la bravissima Holly Field è praticamente da sola per metà film – e una essenzialità rigorosa e austera quanto gli affascinanti paesaggi islandesi in cui è stato filmato.

Leggi tutto

Trieste Science+Fiction Festival: JUMBO, la recensione

 

Jeanne (Noémie Merlant, vista in Ritratto della giovane in fiamme) è una giovane timida e introversa, tanto schiacciata dal confronto con una madre disinibita quanto incapace di rapportarsi alle altre persone. Una sera, dopo aver iniziato un lavoro come custode notturna in un luna park, comincia a provare attrazione fisica e addirittura sentimenti d’amore per una delle giostre. È la bizzarra trama di Jumbo, presentato al Trieste Science+Fiction Festival e “ispirato a una storia vera”.

Leggi tutto

Trieste Science+Fiction Festival: 2067, la recensione

 

Nel futuro immaginato da Seth Larney in 2067, presentato al Trieste Science+Fiction Festival, la vita sulla Terra è letteralmente alle sue battute finali: la vita vegetale è scomparsa, l’ossigeno è agli sgoccioli ed è un bene conteso tra i pochi esseri umani rimasti che si sono asserragliati nell’ultima area del mondo ancora abitata e dotata di elettricità. L’unica speranza per l’umanità sembra essere riposta nel giovane Ethan Whyte (Kodi Smit-McPhee), chiamato da una corporation a viaggiare nel tempo attraverso un tunnel quantistico, alla ricerca di una cura per la malattia che rischia di sterminare gli ultimi sopravvissuti.

Leggi tutto

I vincitori di Trieste Science+Fiction Festival 2020

trieste-sci-fi-fest-2020

Sono stati annunciati i vincitori della 20° edizione del Trieste Science+Fiction Festival, che a sorpresa prosegue con una giornata in più. Il 4 novembre, sempre su Mymovies, si aggiungono i seguenti titoli: l’horrorPeninsula di Yeon Sang-ho, sequel di Train to Busan, il thriller fantascientifico Meanderdi Mathieu Turi, l’horror-sci-fi russo Sputnik di Egor Abramenko, il thriller sci-fi Come True di Anthony Scott Burns e il documentario Spaceship Earth di Matt Wolf. Di seguito, i premiati

Leggi tutto

Trieste Science+Fiction Festival: la recensione di COMA

 

Nikita Argunov, dopo anni di gavetta nel mondo degli effetti speciali al servizio di pellicole come Guardians, il risveglio dei guardiani e Titanium, si presenta con il suo primo lungometraggio al Trieste Science+Fiction Festival: Coma. Siamo da subito catapultati in un altro mondo seguendo le vicende di un giovane uomo, un architetto, che insieme a uno sparuto gruppo di individui prova a sopravvivere nello spazio oltre il coma nel quale i ricordi degli abitanti si mischiano insieme, ma dove altre creature sono in agguanto.

Leggi tutto

La recensione di MORTAL al Trieste Science+Fiction Festival

 

 

Il regista norvegese André Øvredal, già famoso per opere come Scary Stories to Tell in the Dark e Troll Hunter, ritorna nella sua madrepatria per raccontare una nuova storia, che affonda le sue radici nella mitologia norrena. Proprio come per Troll Hunter, il regista sembra quasi volersi riappropriare del folklore nordico e dare una propria visione a questi miti.

Leggi tutto

La recensione di CODED BIAS, al Trieste Science+Fiction Festival

 

Shalini Kantayya, regista e attivista ambientale famosa per il suo documentario Catching the Sun presenta il suo nuovo lavoro al Trieste Science+Fiction Festival che ha come tema principale l’Intelligenza Artificiale. In Coded Bias la regista parte dagli studi condotti dalla scienziata del MIT Joy Buolanwini e che ha notato l’impossibilità da parte dei software di riconoscimento facciale di distinguere il suo volto da donna di colore. Che i software e gli algoritmi possano essere razzisti? Sono discriminatori nei confronti delle minoranze o anche del distinguere un uomo da una donna? Si sa, gli algoritmi vengono comunemente usati nelle tecnologie che utilizziamo tutti i giorni come i social network, ma se essi non fossero perfetti come comunemente pensiamo?

Leggi tutto

Trieste Science+Fiction Festival: la recensione di BOYS FROM COUNTY HELL

 

Chris Baugh presenta il suo film Boys from County Hell al Trieste Science+Fiction Festival e sicuramente conquista di diritto un bel posto realizzando un film horror fuori dai normali canoni. Eugene (Jack Rowan) vive in un paese dell’Irlanda, Six Mile Hill, la cui unica attrattiva turistica è la prima documentazione su Abhartach, da cui poi Bram Stoker avrebbe preso spunto per realizzare il celebre romanzo Dracula. Il ragazzo passa le giornate al pub insieme ai suoi amici, provando a sbarcare il lunario, quando un incidente in cui è coinvolto il suo migliore amico lo convince a lavorare insieme al burbero padre (Nigel O’Neill) a una nuova tangenziale per costruire la quale bisogna spostare la tomba che ospiterebbe il primo vampiro.

Leggi tutto

Trieste Science+Fiction Festival: la recensione di IMMORTAL

 

Una storia visionaria, ma dai problemi umani. Ana Lauzer (Belén Blanco) parte da Roma e ritorna a Buenos Aires per l’eredità del padre recentemente scomparso. Fotografa pragmatica vorrebbe subito risolvere tutte le questioni burocratiche irrisolte, quando decide di confrontarsi con il Dottor Benedetti responsabile del dilapidare del patrimonio paterno. Scoprendo delle ricerche scientifiche al limite del paranormale, vuole indagare per smascherarlo insieme all’ingegnera che dirige l’azienda.

Leggi tutto

Trieste Science+Fiction Festival: la recensione di SKYLIN3S

 

Liam O’Donnell torna al Trieste Science+Fiction Festival, dopo Skyline e Beyond Skyline, con la sua terza fatica Skylin3s, se è piacevole che il regista scelga nuovamente la fiera italiana arrivata alla ventesima edizione per il suo ultimo film, lo è un po’ meno il medesimo.

Leggi tutto

Trieste Science+Fiction Festival 2020, il programma

 trieste-sci-fi-fest-2020

Si svolge dal 29 ottobre al 3 novembre la nuova edizione del Trieste Science+Fiction Festival, in modalità totalmente online dalla piattaforma Mymovies con diverse modalità di accredito. La manifestazione offre una selezione del cinema di fantascienza, fantastico e horror contemporaneo, tra lungometraggi, corti e una serie tv (la coreana SF8). Di seguito, il calendario completo dei titoli.

Leggi tutto

Social media & sharing icons powered by UltimatelySocial