Venezia 2016: AUSTERLITZ di Sergei Loznitsa

austerlitz

Vi sono, in Europa, luoghi che sopravvivono come dolorose memorie del passato, fabbriche in cui gli esseri umani sono stati ridotti in cenere. Oggi questi siti sono luoghi del ricordo che, aperti al pubblico, accolgono migliaia di turisti ogni anno. Austerlitz, ispirato all’omonimo romanzo di W.G. Sebald dedicato all’Olocausto, si concentra sui visitatori di questo luogo del ricordo creato sull’area di un precedente campo di concentramento.

Leggi tutto

VENEZIA 2016: ONE MORE TIME WITH FEELING di Andrew Dominik

nick cave one more time trailer 1

Era il 14 luglio 2015 quando Arthur Cave, figlio quindicenne del noto cantautore, compositore e scrittore Nick Cave, moriva in circostanze misteriose precipitando da una scogliera.

Un anno dopo Andrew Dominik, amico di lunga data del musicista (i due hanno anche collaborato in L’assassinio di Jesse James per mano del codardo Robert Ford), porta fuori concorso alla 73° Mostra del Cinema di Venezia One more time with feeling, documentario  che si configura inizialmente quale making of di Skeleton Tree, ultimo album di Nick Cave and The Bad Seeds e primo dalla scomparsa di Arthur, per poi trasformarsi nella sofferta (ma sempre misurata) manifestazione sonora e visiva di uno dei dolori più grandi che l’uomo possa provare.

Leggi tutto

Venezia 2016: JACKIE di Pablo Larraín

jackie1

22 novembre 1963, J.F. Kennedy viene assassinato a Dallas da Lee Harvey Oswald. Tocca ora alla vedova Jacqueline organizzare la memoria storica del marito e rassicurare un Paese ferito e spaventato. In maniera non dissimile da quanto aveva già fatto nel precedente Neruda (2016), il cileno Pablo Larraín rifiuta le convenzioni del biopic tradizionale e racconta i suoi protagonisti focalizzandosi su un unico e circoscritto periodo della loro vita, lì l’anno 1948, qui i giorni immediatamente successivi all’assassinio di J.F. Kennedy. Scelta quest’ultima facilmente comprensibile vista l’allettante possibilità di registrare l’origine del mito (quello di J.F. Kennedy e di riflesso quello della stessa Jackie) e allo stesso tempo scandagliare l’animo della sua eroina nel momento di massima vulnerabilità, quello della fine del sogno e del brusco risveglio alla realtà.

Leggi tutto

VENEZIA 2016: KING OF THE BELGIANS di Peter Brosens e Jessica Woodworth

king-of-the-belgians-659x438

Presentatisi in concorso nel 2012 con La quinta stagione, Peter Brosens e Jessica Woodworth fanno ritorno alla Mostra del Cinema di Venezia – questa volta nella sezione Orizzonti – con il mockumentary King of the Belgians.

Il regista Duncan Lloyd (Pieter van der Houwen) riceve l’incarico di realizzare un documentario su re Nicolas III di Belgio (Peter van den Begin) che ne metta in luce l’aspetto più umano. Lo segue dunque in un vertice diplomatico ad Istanbul in occasione dell’imminente ingresso della Turchia nell’Unione Europea, quand’ecco giungere la notizia che la Vallonia ha dichiarato la propria indipendenza. Nicolas intende immediatamente far ritorno in patria, ma una tempesta solare blocca il traffico aereo: complici Lloyd e i suoi più stretti collaboratori, il re escogita un assurdo piano di fuga che lo porterà ad errare per i Balcani in cerca della via di casa.

Leggi tutto

Venezia 2016: THE AGE OF SHADOWS di Kim Jee-Woon

AGE-OF-SHADOWS

È la fine degli anni venti, un periodo funestato dall’occupazione giapponese della Corea. A Lee Jung-Chool, un coreano che lavora come agente nella polizia giapponese, viene affidata la missione speciale di scoprire un gruppo armato di combattenti per la libertà che fa parte della Resistenza coreana. Così si mette sulle tracce del loro leader: Kim Woo-Jin. Trovandosi agli estremi opposti di questa lotta, entrambi gli uomini cercano di ricavare segretamente informazioni l’uno sull’altro. Presto la Resistenza scopre che ci sono dei traditori tra le sue fila e stringe il cerchio per trovarli. I combattenti vanno a Shangai, inseguiti dalla polizia giapponese, per procurarsi dell’esplosivo, con lo scopo di far saltare alcune strutture nevralgiche giapponesi. Come il cacciatore e la preda, entrambe le parti devono nascondersi e manipolarsi a vicenda per compiere la loro missione. Mentre le loro trame ingannevoli si dipanano, l’esplosivo viene caricato su un treno diretto oltre confine, verso la capitale…

Leggi tutto

VENEZIA 2016: BRIMSTONE di Martin Koolhoven

brimstone-2

In concorso alla 73° Mostra del Cinema di Venezia arriva Brimstone, thriller/western al femminile dell’olandese Martin Koolhoven.

West America, fine XIX secolo: Liz (Dakota Fanning) è una giovane madre muta che vive serenamente con la propria famiglia; ma l’entrata in scena di un sinistro reverendo (Guy Pearce) sconvolge radicalmente la sua esistenza.

Leggi tutto

VENEZIA 2016: FRANTZ di François Ozon

ozon-pierre

Germania, fine prima guerra mondiale: Anna (Paula Beer) è una giovane donna che ha perso il proprio fidanzato Frantz sul fronte francese. Un giorno, recandosi come d’abitudine presso la tomba dell’amato, si imbatte in Adrien (Pierre Niney), parigino anch’egli reduce di guerra e amico dello stesso Frantz. La presenza di Adrien nella cittadina tedesca suscita immediatamente ostilità e scompiglio, mentre fra il giovane e Anna va consolidandosi un rapporto sempre più stretto ed intimo; finché la verità sul conto di Adrien non viene a galla, generando ulteriori sconvolgimenti.

Leggi tutto

VENEZIA 2016: THE BLEEDER di Philippe Falardeau

the-bleeder-film-2016

Fuori concorso alla 73° Mostra del Cinema di Venezia, The Bleeder di Philippe Falardeau porta sullo schermo la vera storia di Chuck Wepner, sregolato pugile che ispirò Sylvester Stallone per il suo Rocky Balboa. Il biopic ripercorre le tappe essenziali dell’ascesa e della disfatta dell’atleta, dalla sua consacrazione sul ring contro il leggendario Muhammad Ali, sino alla caduta nel tunnel della droga. Liev Schreiber, al quale verrà consegnato nel corso della Mostra il premio Persol Tribute to Visionary Talent Award, regge sulle proprie spalle l’imprevedibilità di un personaggio tanto controverso quanto fragile, che qui si fa stereotipo, qui maschera più sfaccettata.

Leggi tutto

Venezia 2016: NOCTURNAL ANIMALS di Tom Ford

nocturnal-animals

Il raffinato e poliedrico Tom Ford sbarca al concorso della 73^ Mostra del Cinema di Venezia con il suo secondo lungometraggio: Nocturnal Animals. Ford, stilista e regista, noto per aver rilanciato la maison di Gucci negli anni 90, era già stato al festival nel 2009, riscuotendo anche un notevole successo, con il film A Single Man. Già dall’ora era evidente una raffinatezza ed eleganza stilistica, dedita al glamour hollywoodiano, che l’hanno indubbiamente contraddistinto, sia come uomo di moda che come uomo di cinema. Nella sua ultima fatica sono infatti evidenti tutte le sue peculiarità e caratteristiche, sin dall’inizio.

Leggi tutto

VENEZIA 2016: LES BEAUX JOURS D’ARANJUEZ di Wim Wenders

Les-Beaux-Jours-d-Aranjuez-3

Il maestro del nuovo cinema tedesco Wim Wenders si presenta al concorso della 73^ Mostra del Cinema di Venezia con un’opera ermetica dal titolo Les Beaux Jours d’Aranjuez. Il film è un adattamento cinematografico di un’opera letteraria e teatrale scritta dall’austriaco Peter Handke. Un uomo, uno scrittore, nella sua villa di periferia di una silenziosa Parigi ascolta della musica, Perfect Day di Lou Reed, al suo jukebox cercando un’ispirazione per cominciare a scrivere, quando ad un tratto si siede, prende un foglio e….

Leggi tutto

VENEZIA 2016: THE LIGHT BETWEEN OCEANS di Derek Cianfrance

The-Light-Between-Oceans-Trailer

Dopo il grande successo dell’apertura con La La Land di Damien Chazelle, la 73° Mostra del Cinema di Venezia cala immediatamente di tono con il secondo film in concorso: The Light Between Oceans, regia di Derek Cianfrance (Blue Valentine, Come un tuono). Deludendo ogni alta aspettativa alimentata dalla presenza della coppia Michael FassbenderAlicia Vikander, la pellicola finisce infatti per suscitare per lo più sbadigli, stiracchiamenti e timidi applausi.

Leggi tutto

Venezia 2016: ARRIVAL di Denis Villeneuve

arrival

È un film di immenso impatto visivo Arrival di DenisVilleneuve, tra i più attesi in concorso alla 73esima Mostra del Cinema di Venezia. Il versatile regista canadese, ormai consacrato come autore da festival, cambia registro rispetto ai film precedenti (i toni thriller di Enemy, Prisoners e Sicario) e approda nei territori della fantascienza adulta, forte di un cast composto da Amy Adams, Jeremy Renner e Forest Whitaker. La storia è comune a tutto quel prolifico filone invasion che va da Incontri ravvicinati del terzo tipo a Independence Day (di cui Arrival sembra essere l’antitesi più netta e del quale, guarda caso, sta per uscire il sequel). Dodici misteriose astronavi extraterrestri atterrano in altrettanti punti diversi della Terra. I vari governi tentano di stabilire il contatto con gli evanescenti alieni: sono qui per invaderci o per aiutarci? Nel Montana, più che l’operato di militari e agenti segreti sarà fondamentale quello dell’illuminata linguista Louise Banks (Adams), incaricata di decifrare il linguaggio dei visitatori e coadiuvata da un fisico teorico (Renner).

Leggi tutto

Mostra di Venezia 2016: il programma

venezia2016 

Programma decisamente succoso quello della 73esima Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica di Venezia, al Lido dal 31 agosto al 10 settembre. Tanti i nomi interessanti, da Pablo Larrain a Lav Diaz, da Wim Wenders a Terence Malick. La giuria chiamata a valutare i film in concorso sarà presieduta da Sam Mendes e formata da Laurie Anderson, Gemma Arterton, Giancarlo De Cataldo, Nina Hoss, Chiara Mastroianni, Joshua Oppenheimer, Lorenzo Vigas e Zhao Wei. In apertura, il musical La La Land di Damien Chazelle. Ecco tutti i titoli della varie sezioni della Mostra. La migliore degli ultimi anni?

Leggi tutto

Social media & sharing icons powered by UltimatelySocial