CHE COSA ASPETTARSI QUANDO SI ASPETTA di Kirk Jones (2012)

Che-cosa-aspettarsi-quando-si-aspetta coverDiventare madre, aspettare quei fatidici 9 mesi per poi poter coccolare il proprio bambino, e amarlo per tutta la vita. Questo il sogno delle coppie felici, un desiderio che, nella maggior parte dei casi, è presente nel cuore di quasi tutte le donne. Eppure la maternità ha diversi lati, e non sempre è l’idilliaca immagine che ci viene donata dal grande schermo. Kirk Jones, attraverso Che cosa aspettarsi quando si aspetta, vuole raccontare questi lati “nascosti” e lo fa attraverso differenti vicende e diversi personaggi: Jules (Cameron Diaz) è una ballerina di successo fidanzata con Evan (Matthew Morrison), Holly (Jennifer Lopez) è una fotografa in perenne situazione di precariato, Wendy (Elizabeth Banks) e Gary (Ben Falcone) sono una coppia di sposini, mentre il padre di Gary, Ramsey (Dennis Quaid), eternamente in competizione con il figlio, è sposato con la giovanissima Skyler (Brooklyn Decker). A queste coppie si aggiungono Marco (Chace Crawford) e Rosie (Anna Kendrick), giovani che si rincontreranno dopo tanti anni.

 

 

 

Una premessa che poteva lasciar presagire che il film avrebbe divertito, che potesse essere una simpatica e accattivante commedia tratta da un libro, omonimo, ormai divenuto un best seller. Attori famosi non sono però sinonimo di qualità, in quanto Matthew Morrison – ormai famoso per Glee – Anna Kendrick (Twilight) e le più affermate Cameron Diaz e Jennifer Lopez, oltre a Dennis Quaid, non riescono a dare la scossa ad un film che galleggia perennemente sul limbo della noia, senza guizzi di alcun genere. Il lato positivo è che la gravidanza è mostrata senza stereotipi, in quanto ogni coppia ha un problema diverso e verosimile: chi il bambino lo perde, chi non può averne e fa pratiche di adozione, chi ha la fortuna di partorire senza dolore e chi invece ne fa una vera e propria ossessione. Ma non può bastare, se si tratta di una commedia. Si dovrebbe ridere, e invece l’unica battuta riuscita è chiamare Mini Cooper il figlio di Mr. Cooper. Il che è tutto dire. Da segnalare alcuni personaggi famosi che si sono prestati per un cameo: dal fenomeno dell’NBA e fresco d’anello Dwayne Wade alla cantante Cheryl Cole, passando per il piccolo ruolo del comico Chris Rock. Cosa aspettarsi? Poco, sono 104 minuti di travaglio.