Far East Film Festival 2023, la recensione di You & Me & Me

You & Me & Me

Si chiamano curiosamente You e Me e sono gemelle: praticamente indistinguibili, se non per un neo sul viso, sono le protagoniste di questa commedia dolceamara proveniente dalla Thailandia e vista al Far East Film Festival 25. Le due adolescenti vivono in simbiosi, escogitano trucchi giocando sulla loro somiglianza e, in un momento particolamente difficile per la loro famiglia (i genitori sulla soglia della separazione), conoscono un coetaneo mentre sono in vacanza nel paesino rurale della nonna. Di chi tra le due Mark s’innamora veramente?

L’elemento curioso che sta dietro You & Me & Me è il fatto che entrambe le ragazze siano interpretate dalla stessa attrice, l’esordiente Thitiya Jirapornsilp che si sdoppia letteralmente ed è bravissima a rendere le differenze tra le due. Dietro la macchina da presa, invece, ci sono proprio due gemelle, le registe Wanweaw e Weawwan Hongvivatana, già molto attive tra corti, documentari e altre produzioni di intrattenimento ma all’esordio in un lungometraggio di finzione. Si può facilmente immaginare che mettano molto di loro stesse e del proprio rapporto nella storia di questo coming of age che sorprende per tenerezza e ci mostra cosa accade tra due sorelle unite da un legame così inscindibile.

You & Me & Me non è solo una comedy sui primi amori di due ragazze e sugli equivoci derivanti dagli scambi d’identità su cui le due ragazze giocano abitualmente, ma il racconto dell’evoluzione di un rapporto profondo, in cui la maturazione può comprendere anche il dolore del distacco. Un film delizioso e di una purezza cristallina, in cui nulla è lasciato al caso, compresa l’ambientazione (il 1999, alle soglie del Millennium Bug).

Voto: 2,5/4