I 25 film più attesi della stagione da Ciné 2024

A cura di Valeria Morini

Siamo stati a Ciné N. 13, l’edizione 2024 delle Giornate professionali di cinema che ogni anno si tengono al Palazzo dei congressi di Riccione. Palcoscenico dei listini della nuova stagione presentato davanti agli esercenti di tutta Italia, sono l’occasione perfetta per farsi un’idea dei titoli che vedremo in sala nel secondo semestre dell’anno cinematografico. Ecco i 25 che, a nostro avviso, sono quelli assolutamente imperdibili.

1. Trap di M. Night Shyamalan

Warner Bros. Discovery (7 agosto)

Uscita nel bel mezzo dell’estate per il nuovo Shyamalan, su un uomo (Josh Hartnett) che accompagna la figlia a un concerto. Ma lui è un serial killer e l’evento è una gigantesca trappola della polizia per catturarlo.

2. Cattivissimo me 4 di Chris Renaud

Universal Pictures International Italy (21 agosto, con anteprime il 7 agosto)

Quarto capitolo della saga Illumination sull’ex villain Gru, qui alle prese con un pargoletto appena nato e con il perfido Maxime Le Mal in cerca di vendetta. Ci sono anche i Mega Minions!

3. Alien: Romulus di Fede Alvarez

The Walt Disney Studios (14 agosto)

Ennesimo capitolo della saga prodotta da Ridley Scott, ma per un fan l’attesa è sempre goduriosa. Cronologicamente siamo tra Alien e Aliens, l’iconografia da dirty sci-fi cupa e orrorifica c’è tutta e Cailee Spaeny si trova nel terzo titolone in pochi mesi, dopo Priscilla e Civil War.

4. L’innocenza di Kore-eda Hirokazu

BIM Distribuzione (22 agosto)

Una profonda storia di amicizia da uno dei registi più acclamati e capaci di emozionare del cinema contemporaneo. Presentato in concorso a Cannes 2023.

5. Beetlejuice Beetlejuice di Tim Burton

Warner Bros. Discovery (5 settembre)

Quel che si dice un ritorno alle origini: Burton fa il sequel del suo secondo film, che aprirà la 81esima Mostra di Venezia. Tornano Michael Keaton, Winona Ryder e Catherine O’Hara. Tra le novità: la Jenna Ortega di Mercoledì e Monica Bellucci, nuova Musa e compagna del regista.

6. Parthenope di Paolo Sorrentino

PiperFilm (24 ottobre)

Il nuovo film di Sorrentino è stato presentato a Cannes ma gli spettatori devono pazientare un po’: lo distribuisce la neonata PiperFilm. La giovinezza e Napoli sono i due punti focali che ruotano intorno alla storia della bellissima Parthenope, interpretata dall’esordiente Celeste Dalla Porta.

7. Limonov di Kirill Serebrennikov

Vision Distribution (5 settembre)

Biopic del poeta e politico russo Limonov, dalla biografia romanzata di Carrère. Colorato e irriverente sulle note di Lou Reed, con un Ben Whishaw già in odore di nomination varie. Il regista russo sarà in sala anche con Disappearance (Europictures), biopic su Josef Mengele.

8. Campo di battaglia di Gianni Amelio

01 Distribution (autunno)

Alessandro Borghi con l’accento veneto nella storia di un medico militare che nella Prima guerra mondiale fa di tutto per evitare ai suoi pazienti il ritorno al fronte. Grandi emozioni nel ritorno del sempre rigoroso Amelio.

9. Iddu di Fabio Grassadonia, Antonio Piazza

01 Distribution (autunno)

Elio Germano è Matteo Messina Denaro, Toni Servillo il suo padrino incaricato di aiutare i servizi segreti a catturarlo. Una coppia eccezionale per raccontare l’ultimo superlatitante di Cosa Nostra.

10. The Beast di Bertrand Bonello

I Wonder Pictures (autunno)

Uno dei film più grandi di Venezia 2023, anche se pochi se ne sono accorti. Bonello rilegge Henry James contaminandolo con la fantascienza, in una tripla storia su diversi piani temporali che riflette su temi attuali come l’AI. Con una splendida Léa Seydoux (qui la nostra recensione).

11. Joker: Folie à Deux di Todd Phillips

Warner Bros. Discovery (2 ottobre)

Nel 2019 Joker colpiva tutti e trionfava col Leone d’oro a Venezia e l’Oscar a uno strepitoso Joaquin Phoenix. Ora l’anti-cinecomic che traccia una parabola alternativa del supercattivo DC ha un seguito, con Phoenix affiancato da Lady Gaga che interpreta Harley Quinn.

12. Megalopolis di Francis Ford Coppola

Eagle Pictures (16 ottobre)

Il titolo più discusso di Cannes 2024, tra accaniti sostenitori e ancor più intense stroncature. Sia quel che sia, è il film dell’anno solo perché è il ritorno di Coppola. Kolossal folle e ambiziosissimo con Adam Driver, Giancarlo Esposito, Aubrey Plaza e tanti tanti altri.

13. The Substance di Coralie Fargeat

I Wonder Pictures (17 ottobre)

Il ritorno di una Demi Moore che pare già proiettata agli Oscar in un body horror sull’ossessione per il corpo e il passare dell’età che pare sarà seminale e tra i titoli fondamentali dell’anno. Dirige la regista francese di Revenge.

14. The Apprentice di Ali Abbasi

BIM Distribuzione (17 ottobre)

Il regista iraniano di Holy Spider ha faticato non poco per girare in America questo biopic sulla giovinezza di Trump (Sebastian Stan) e sul rapporto con il mentore che gli ha sostanzialmente costruito la carriera, il controverso avvocato Roy Cohn interpretato dal superlativo Jeremy Strong di Succession.

15. The Room Next Door di Pedro Almodovar

Warner Bros. Discovery (18 ottobre in Spagna)

Si sa poco del nuovo film di Almodovar, primo in lingua inglese. Bastano comunque le due superdive che guidano il cast: Julianne Moore e Tilda Swinton.

16. Emilia Perez di Jacques Audiard

Lucky Red (autunno)

L’autore francese sfodera inventiva e freschezza nella storia di un narcotrafficante che diventa donna, il tutto raccontato sotto forma di musical. A Cannes ha vinto il Premio della Giuria e quello all’intero cast femminile (dove appaiono pure Zoe Saldana e Selena Gomez).

17. Anora di Sean Baker

Universal Pictures International Italy (7 novembre)

Palma d’oro a Cannes: una rivisitazione curiosa di Pretty Woman (giovane e vitale stripper di Las Vegas ama il rampollo di un oligarca russo) ad opera di uno dei più affermati registi indie americani.

18. The Shrouds di David Cronenberg

Europictures (novembre)

Il regista canadese, padre del body horror, riflette sulla morte e sull’elaborazione del lutto (partendo dal suo: la perdita della moglie) affidandosi a Vincent Cassel e Diane Kruger.

19. Il gladiatore II di Ridley Scott

Eagle Pictures (14 novembre)

Quasi un quarto di secolo dopo l’inferno scatenato da Massimo Decimo Meridio, Scott torna nella Roma decadente di imperatori e lotte nel Colosseo, con Paul Mescal, Pedro Pascal, Denzel Washington.

20. Le occasioni dell’amore di Stéphane Brizé

I Wonder Pictures (autunno)

Un attore in crisi va in vacanza in un resort fuori stagione e ritrova un vecchio amore. Guillame Canet è brillante, Alba Rohrwacher deve lavorare in Francia per farci capire che è forse la miglior attrice italiana della sua generazione (la nostra recensione).

21. Il seme del fico sacro di Mohammad Rasoulof

Lucky Red (autunno)

Un grande atto di denuncia contro il regime iraniano da parte di Rasoulof, scampato miracolosamente all’arresto nel suo Paese grazia a una fuga rocambolesca passando per l’Iraq. Premio speciale della giuria al festival di Cannes 2024.

22. The Sweet East di Sean Price Williams

I Wonder Pictures (autunno-inverno)

Attenzione perché questo piccolo film indipendente americano con Talia Ryder e Jacob Elordi promette di essere un coming of age davvero interessante, un viaggio nel disordine socio-politico degli Usa di oggi.

23. Il fantastico tofu del signor Takano

Academy Two (Natale)

Vincitore del Far East Film Festival 2024, è la toccante e tenera storia di un anziano signore giapponese, produttore di un tofu senza rivali, e di un mondo che sta cambiando. Qui la nostra recensione dal FEFF.

24. Cortina Express di Eros Puglielli

Medusa (23 dicembre)

Christian De Sica torna alle origini: il film di Natale girato a Cortina D’Ampezzo. Con lui Lillo, Isabella Ferrari e Paolo Calabresi nei panni di un mafioso russo. Non sarà Vacanze di Natale, ma dalle premesse sembra lontano anche dai cinepanettoni beceri degli ultimi decenni.

25. Nosferatu di Robert Eggers

Universal Pictures International Italy (1° gennaio 2025)

Chiudiamo già proiettati all’arrivo del nuovo anno con l’attesissimo terzo film di Eggers dopo The Witch e The Lighthouse: è una nuova versione di Nosferatu, capolavoro horror di Murnau che riadattava Dracula, già rifatto da Herzog. Qui troviamo Lily-Rose Depp, Willem Dafoe e Nicolas Hoult.

(NB: le date possono essere soggette a variazioni)