I vincitori degli Oscar 2024: miglior film è Oppenheimer

Gli Oscar 2024 hanno visto il trionfo di Oppenheimer, che ha raccolto 7 Oscar su 13 nomination, tra cui Miglior film, miglior attore (lo straordinario Cillian Muprhy) e miglior regia. Povere creature! si accontenta dei premi tecnici e di quello alla miglior attrice Emma Stone. L’Italia esce a mani vuote ma a testa alta, visto che Io capitano è stato battuto dal potentissimo La zona d’interesse.

Va detto che i 96esimi Academy Awards sono decisamente migliorati rispetto agli ultimi anni: cerimonia breve e trascorsa in scioltezza, con momenti di spettacolo puro come la performance di Ryan Gosling sulle note di “I’m Just Ken” (con Slash) o l’emozionante momento In Memoriam, con le note di “Con te partirò” cantata da Andrea Bocelli e dal figlio Matteo. Non sono mancati elementi politici, come i discorsi di Jonathan Glazer sulla guerra tra Israele e Palestina e di Mstyslav Chernov, regista ucraino del documentario 20 Days in Mariupol o la frecciatina finale del conduttore Jimmy Kimmel a Donald Trump.

Di seguito tutti i premi (confrontateli con i nostri pronostici).

FILM

Oppenheimer

REGIA

Christopher Nolan per Oppenheimer


ATTORE PROTAGONISTA

Cillian Murphy per Oppenheimer


ATTRICE PROTAGONISTA

Emma Stone per Povere creature!


ATTORE NON PROTAGONISTA

Robert Downey Jr. per Oppenheimer


ATTRICE NON PROTAGONISTA

Da’Vine Joy Randolph per The Holdovers


SCENEGGIATURA ORIGINALE

Justine Triet, Arthur Harari per Anatomia di una caduta 


SCENEGGIATURA NON ORIGINALE

Cord Jefferson per American Fiction 


FILM D’ANIMAZIONE

Il ragazzo e l’airone di Hayao Miyazaki


SCENOGRAFIA

 James Price, Shona Heath, Zsuzsa Mihalek per Povere creature!


FOTOGRAFIA

Hoyte van Hoytema per Oppenheimer


COSTUMI

Holly Waddington per Povere creature!

MONTAGGIO

Jennifer Lame per Oppenheimer


TRUCCO

Nadia Stacey, Mark Coulier and Josh Weston per Povere creature!


SONORO

Tarn Willers e Johnnie Burn per La zona d’interesse



EFFETTI SPECIALI

Takashi Yamazaki, Kiyoko Shibuya, Masaki Takahashi e Tatsuji Nojima per Godzilla: Minus One



COLONNA SONORA

Ludwig Göransson per Oppenheimer


CANZONE ORIGINALE

“What Was I Made For?” di Billie Eilish, Finneas O’Connell (Barbie)



DOCUMENTARIO

20 Days in Mariupol di Mstyslav Chernov



FILM INTERNAZIONALE

La zona d’interesse di Jonathan Glazer (Regno Unito)



CORTOMETRAGGIO D’ANIMAZIONE

War is Over! Inspired by the Music of John & Yoko di Dave Mullins



CORTOMETRAGGIO DOCUMENTARIO

The Last Repair Shop di Kris Bowers, Ben Proudfoot


CORTOMETRAGGIO LIVE ACTION

La meravigliosa storia di Henry Sugar di Wes Anderson