Il cinema d’estate a Milano con AriAnteo e Anteo nella città

Tempo di arene estive: fortunatamente la settima arte non va in vacanza. A Milano torna il cinema all’aperto per tutti coloro che restano in città, con le rassegne AriAnteo e Anteo nella città organizzate da Anteo, in collaborazione con l’Assessorato alla Cultura del Comune di Milano nell’ambito del programma Milano è viva. Si parte il 1° giugno presso Fabbrica del vapore e Citylife e il 7 giugno presso la storica arena del Chiostro dell’Incoronata. Sempre a giugno, torneranno attive anche le location di AriAnteo Palazzo Reale e AriAnteo Villa Reale a Monza.

AriAnteo, il programma

Tra le prime visioni, sono previsti Furiosa: a Mad Max Saga, Kinds of Kindness di Yorgos Lanthimos, Inside Out 2, The Animal Kingdom di Thomas Cailley (13 giugno) e La sindrome degli amori passati di Ann Sirot e Raphael Balboni.

Saranno in programma i migliori film della stagione autunnale e invernale, tra cui La zona di interesse di Jonathan Glazer, Anatomia di una caduta di Justine Triet, Palazzina Laf di Michele Riondino, Perfect Days di Wim Wenders (che inaugura il 1 giugno), Past Lives di Celine Song, La sala professori di İlker Çatak, La chimera di Alice Rohrwacher, Povere creature! di Yorgos Lanthimos, C’è ancora domani di Paola Cortellesi, Un mondo a parte di Riccardo Milani, Confidenza di Daniele Luchetti, Challengers di Luca Guadagnino. Sono inoltre previsti eventi speciali e proiezioni con ospiti.

AriAnteo Fabbrica del Vapore è protagonista del progetto Revolution is woman con film, mostre, spettacoli, presentazioni di report e di libri, laboratori fotografici, oltre che con la presenza dell’opera di Andrea Crespi dal titolo La rivoluzione è donna. Tra i titoli, L’arte della gioia, la seconda parte della miniserie tratta dall’omonimo romanzo di Goliarda Sapienza diretta da Valeria Golino, che il 7 giugno presenterà il film al pubblico di AriAnteo Fabbrica del Vapore; il già citato C’è ancora domani di Paola Cortellesi; Gloria! di Margherita Vicario; Tatami di Guy Nattiv e Zar Amir Ebrahimi; Inshalla a boy di Amjad Al Rasheed. Nel palinsesto anche l’anteprima di La Singla di Paloma Zapata (2 luglio), sull’incredibile storia della ballerina di flamenco Antonia Singla che ha fatto innamorare personalità come Dalì e Cousteau, preceduta da un’esibizione di flamenco.

Il 3 giugno Giulia Innocenzi presenterà il suo Food for profit, documentario sul tema degli allevamenti intensivi, accompagnata da Lorenzo Biagiarelli, autore del libro Ho mangiato troppa carne; il 7 giugno sarà la volta di Luca Trapanese, autore del romanzo autobiografico Nata per te, che in dialogo con Pierpaolo Astolfi (co-direttore artistico di MiX Festival Internazionale di Cinema LGBTQ+ e Cultura Queer di Milano) introdurrà il film omonimo di Fabio Mollo. La proiezione del 7 giugno, parte del palinsesto delle attività legate ai festeggiamenti dei 45 anni di Anteo, inaugura una serie di proiezioni in collaborazione con MiX Festival, che proseguiranno fino alla fine della rassegna riportando sullo schermo i capolavori di Pedro Almodóvar: Kika: un corpo in prestito e il cortometraggio Strange way of life il 4 luglio, Il fiore del mio segreto l’11 luglio, Parla con lei il 18 luglio e La mala educación il 25 luglio.

Anteo nella città

Ritorna per il quarto anno consecutivo anche Anteo nella città, il cinema itinerante che da giugno a settembre attraverserà i municipi milanesi. Il progetto è organizzato da Anteo e Fuoricinema, in collaborazione con l’Assessorato alla Cultura del Comune di Milano e i Municipi. Il furgone di Anteo nella città raggiungerà numerose piazze di Milano con un proiettore 2k, 200 sedie e un maxischermo. L’audio è trasmesso in cuffia per permettere il normale svolgersi delle consuetudini cittadine senza arrecare disturbo a chi non parteciperà alla proiezione. Il programma completo con tutte le informazioni e gli orari sarà consultabile all’indirizzo https://www.spaziocinema.info.