INTRIGO INTERNAZIONALE di Alfred Hitchcock (1959)

locandina-intrigo-internazionaleVenerdì 04/04/14, ore 15.30, RETE 4

Risulta quasi superfluo scrivere del capolavoro assoluto della cinematografia hitchcockiana: bisognerebbe solo consigliarlo, anzi, imporlo ai pochi (si spera) che ancora lo ignorano.

Ma tant’è, alcune parole di presentazione sono d’obbligo, e ci si adegua. L’agente pubblicitario Roger Thornhill (un superbo Cary Grant) viene scambiato per una inesistente spia americana, un tale Kaplan: inizia per lui una rocambolesca fuga, durante la quale trova il supporto dell’ambigua Eve Kendall (Eva Marie Saint). Cinema allo stato puro. Intrigo internazionale è una magistrale lezione di tensione (o suspense, per dirla alla Hitchcock), azione, umorismo e genialità. Molte le sequenze entrate di diritto nell’immaginario collettivo: l’attacco al protagonista da parte di un aeroplano in una prateria deserta; la fuga di Thornhill e Eve sui ritratti dei presidenti americani scolpiti sul monte Rushmore; “l’impertinente finale” (così definito dallo stesso regista), in cui un treno che entra in una galleria allude ad un rapporto sessuale.

Un film magnifico da vedere e rivedere. Assolutamente imperdibile.