KAPÒ di Gillo Pontecorvo (1960)

locandina-kapòLunedì 05/05/14, ore 21.20, RAI STORIA

 

Edith (Susan Strasberg), adolescente ebrea durante la seconda guerra mondiale, viene mandata in campo di concentramento.

La morte dei genitori e le continue angherie subite ne trasformano profondamente il carattere, facendola schierare con il nemico per resistere alla miseria del lager. Ma l’amore la farà redimere. Gillo Pontecorvo si ispira a Se questo è un uomo di Primo Levi (la cui influenza è evidente nei dialoghi tra prigioniere: “vogliono toglierci l’umanità, trasformarci in bestie”) e racconta il dramma di una giovane donna disposta a tutto pur di sopravvivere, rendendo così esplicito l’orrore della guerra e la crudeltà della legge del più forte. Qualche schematismo di troppo e le infinite polemiche sul “carrello” che riprende la morte della prigioniera Teresa (Emmanuelle Riva) ne hanno inficiato il valore, ma la visione di Kapò resta comunque un’esperienza sconvolgente quanto necessaria. Candidato all’Oscar come miglior film straniero.

Da vedere.