LA DOPPIA VITA DI VERONICA di Krzysztof Kieślowski (1991)

la doppia vita di veronicaMercoledì 27/3/13, ore 0.45, RAI MOVIE

 

Krzysztof Kieślowski, cineasta polacco prematuramente scomparso a soli 55 anni, nella sua breve ma intensa carriera cinematografica, ha realizzato solo opere al limite della perfezione.

Girato tra la monumentale serie del Decalogo e la trilogia sui colori della bandiera francese, (Tre colori-Film Blu, Tre colori-Film Bianco, Tre colori-Film Rosso), sua ultima opera, La doppia vita di Veronica è un film enigmatico e misterioso, il cui fascino obliquo è esaltato dalla sceneggiatura ellittica di Kieślowski e del fido
Krzysztof Piesiewicz. La polacca Weronika e la francese Véronique sono fisicamente identiche, hanno in comune la passione per la musica e il dono del canto, l’una non sa dell’esistenza dell’altra. Divise geograficamente ma unite psicologicamente, sentono in modo impercettibile i loro destini che si sfiorano, per poi cambiare rotta. Film impalpabile, denso di accostamenti analogici nel descrivere la vicenda che prosegue su due binari distinti. Il flusso di emozioni che emana fa passare in secondo piano la volontà di capire razionalmente ogni snodo dell’intreccio, volutamente sospeso ed etereo. La regia impeccabile nel suo maniacale rigore e la strepitosa fotografia lo rendono una gioia per gli occhi. Fondamentale componente musicale, ad opera di Zbigniew Preisner. Irène Jacob, bella e brava, per il suo doppio ruolo si è aggiudicata il premio per la migliore interpretazione femminile al Festival di Cannes, dove il film ha ottenuto anche il Premio FIPRESCI e il Premio della giuria ecumenica.

Affascinante.{jcomments on}