LE CONSEGUENZE DELL’AMORE di Paolo Sorrentino (2004)

locandina-le-conseguenze-dellamoreDomenica 02/03/14, ore 21.05, IRIS

 

“Progetti per il futuro: non sottovalutare le conseguenze dell’amore.”

Titta Di Girolamo (Toni Servillo), contabile per la mafia, conduce una vita solitaria in un albergo di Lugano. Rituali precisi scandiscono le sue giornate: denaro sporco da depositare in banca, partite a carte, la settimanale dose di eroina. Fino al giorno in cui si innamora della barista Sofia (Olivia Magnani). Presentato in concorso al 57º Festival di Cannes, Le conseguenze dell’amore è la storia di un uomo intrappolato in un microcosmo e della sua ribellione (destinata al fallimento consapevole) al potere. Paolo Sorrentino incanta tratteggiando magistralmente il desiderio di un riscatto morale che è anche e soprattutto presa di coscienza della propria disperata mediocrità; e tutto, dalla rigida quotidianità di Titta alle azioni ripetute, concorre a far presagire la tragedia incombente di un’esistenza destinata all’implosione. Superlativo (al solito) Toni Servillo, sorprendente Olivia Magnani, nipote di Anna. Adriano Giannini è Valerio. Soggetto e sceneggiatura di Sorrentino, musiche di Pasquale Catalano. Vincitore di cinque David di Donatello (miglior film, regia, sceneggiatura, attore protagonista, fotografia [del fido Luca Bigazzi]) e tre Nastri d’Argento (attore protagonista e non protagonista [Raffaele Pisu], fotografia).

Da non perdere.