LITTLE ODESSA di James Gray (1994)

little odessaMercoledì 19/12/12, ore 0.30, RAI 4

 

Primo lungometraggio del talentuoso James Gray, allora venticinquenne, che, fin dal suo film d’esordio, dimostra una incredibile padronanza del mezzo cinematografico, scrivendo e dirigendo un cupo dramma noir sulla scia dei primi lavori di Scorsese.

Vera e propria sorpresa della Mostra del Cinema di Venezia a cui ha partecipato, Little Odessa, premiato con il Leone d’Argento, ha permesso al grande pubblico di conoscere quello che si rivelerà essere uno dei registi più promettenti degli ultimi anni, autore, tra l’altro, de I padroni della notte e Two Lovers, entrambi con un meraviglioso Joaquin Phoenix protagonista. Il film, nonostante sia un’opera prima, può vantare un cast eccezionale: Tim Roth, Edward Furlong, Vanessa Redgrave (Coppa Volpi) e Maximilian Schell. Un sicario a pagamento torna nei luoghi della sua infanzia a Brooklyn (più precisamente nel quartiere di Little Odessa, dove si è concentrata la recente immigrazione di ebrei russi) per sistemare un affare. Il padre l’ha rinnegato da tempo e la madre è in punto di morte. Il fratello minore tiene le fila della famiglia. Il dramma esplode quando un gruppo di delinquenti cerca di ucciderlo. Sarà l’inizio di una lunga scia di sangue. Splendidamente ambientato in una livida ed innevata New York, il film è infallibile per la minuziosa descrizione delle dinamiche familiari e per la costruzione drammatica, che assume i toni di una vera e propria tragedia greca. L’enfant prodige James Gray è un cavallo di razza.

Potente.{jcomments on}