MILLION DOLLAR BABY di Clint Eastwood (2004)

million dollar babySabato 23/2/13, ore 21.00, RAI MOVIE

 

Potente dramma sul mondo della boxe, scritto da Paul Haggis e girato da un Clint Eastwood in stato di grazia, che presto abbandona il ring per concentrarsi sulle tragiche vicende della giovane e determinata Maggie, interpretata dalla bravissima Hilary Swank, che vede nel pugilato l’unica occasione di riscatto sociale.



Allenata dallo scorbutico Frankie, un Clint Eastwood con il viso splendidamente solcato dalle rughe, dovrà fare i conti con un destino ostile, che la condanna tra la vita e la morte. Non è un film strettamente sportivo, bensì un potente affresco sulle speranze spezzate, filtrate da un sentimento di disillusione che coinvolge giovani talenti e professionisti sul viale del tramonto. La “pietas” nei confronti dei personaggi è palpabile, senza mai scadere in un effimero e retorico sentimentalismo. Eastwood analizza il rapporto professionale e, soprattutto, umano tra i due protagonisti scavando in profondità, sollevando importanti interrogativi sul libero arbitrio, sulla facoltà di decidere di porre fine ad una devastante sofferenza. «Tenerla in vita è come ucciderla». Quattro premi Oscar: film, regia, attrice protagonista (Hilary Swank) e attore non protagonista (Morgan Freeman), più altre tre nomination, tra cui quella a Eastwood come attore protagonista e a Paul Haggis per la sceneggiatura.

Struggente.

{jcomments on}