NIGHTMARE – DAL PROFONDO DELLA NOTTE di Wes Craven (1984)

locandina-NightmareSabato 19/04/14, ore 23.30, MTV

 

L’uomo nero non è morto/ha gli artigli come un corvo/fa paura la sua voce/prendi subito la croce/apri gli occhi resta sveglia non dormire questa notte”.

Si deve a Wes Craven, regista che nel bene e nel male ha segnato più di chiunque altro il genere orrorifico contemporaneo, la creazione di Freddy Krueger (Robert Englund), serial killer infanticida che, giustiziato dai genitori delle vittime, acquista il potere di uccidere tramite i sogni tornando a perseguitare Nancy Thompson (Heather Langenkamp) e il suo gruppo di amici. Angoscioso e disturbante nel mettere in scena il legame inestricabile tra realtà e incubo, Nightmare – Dal profondo della notte si staglia nella memoria per le sequenze oniriche (memorabile la giovane Tina Gray [Amanda Wyss] avvolta nel telo di plastica dell’obitorio) e per l’agghiacciante protagonista, villain destinato a disturbare le notti di molti spettatori. Cupo e inquietante nel capostipite, il buon Krueger si è poi (sfortunatamente) trasformato in grottesco gigione, condannando l’interprete Englund a un’innumerevole serie di seguiti (Nightmare 2 – La rivincita, Nightmare 3 – I guerrieri del sogno, Nightmare 4 – Il non risveglio, Nightmare 5 – Il mito, Nightmare 6 – La fine, Nightmare – Nuovo incubo, Freddy vs. Jason). Prima apparizione per la futura star hollywoodiana Johnny Depp. Orrido remake del 2010, da evitare come la peste.

Cult imperdibile.