NON SI UCCIDONO COSI’ ANCHE I CAVALLI? di Sydney Pollack (1969)

non si uccidono così anche i cavalliVenerdì 28/6/13, ore 23.10, RAI MOVIE

 

Presentato fuori concorso al Festival di Cannes, il quinto lungometraggio di Sydney Pollack è tratto dall’omonimo romanzo del 1935 di Horace McCoy.

Nella California dei primi anni trenta, nel pieno della Grande depressione, è in voga un genere crudele di spettacolo, quello delle maratone di ballo, durante le quali coppie di disperati senza lavoro ballano per giorni interi attratti, ancor prima che dal premio in denaro a chi resisterà di più, dalla semplice possibilità di avere almeno il vitto assicurato per qualche tempo. Straordinario affresco d’epoca in cui Pollack, a differenza del libro, ricorrendo a una scrittura registica libera e originale (in linea con il periodo), ha preferito mettere al centro del film la maratona e mostrare gli eventi successivi solo attraverso brevi flashforwards. Rassegna sadomasochistica, cinica e amarissima, il film è una grande metafora del sogno americano che assume i tratti di un incubo ad occhi aperti, in un clima allucinato e claustrofobico. Sceneggiatura perfettamente calibrata e attori in stato di grazia, tra cui una splendida Jane Fonda, sono le colonne portanti di un film capace di far riflettere senza retorica. Nove nomination agli Oscar.

Da riscoprire.{jcomments on}