OLDBOY di Park Chan-wook (2003)

oldboy cinetvMercoledì 04/12/13, ore 23.15, CIELO

 

«Ridi e il mondo riderà con te, piangi e piangerai da solo». Capolavoro del cinema orientale, Oldoboy è il secondo capitolo della “Trilogia della vendetta” diretta dal sudcoreano Park Chan-wook, iniziata nel 2002 con Mr. Vendetta e conclusasi nel 2005 con Lady Vendetta.

Oh Dae-su è un uomo qualunque, sposato con una figlia. Un giorno, nel 1988, senza saperne il motivo, viene rapito e rinchiuso in una stanza con una TV come unica finestra sul mondo. Dopo quindici lunghissimi anni di prigionia forzata, inaspettatamente si guadagna la libertà: verrà a conoscenza di terribili verità e colpe da lui commesse inconsapevolmente che non avrà mai modo di espiare. Nome di punta del più raffinato cinema coreano, Park Chan-wook confeziona un’opera memorabile tra violenza stilizzata, claustrofobiche atmosfere metropolitane e poesia visiva. Lontanissimo dai classici revenge-movie di stampo occidentale, il film è un’apologia iperrealistica della vendetta come causa e fine ultimo di ogni azione, che sonda gli abissi più oscuri della psiche umana, in un contesto epico ed intimista al tempo stesso. Splendida sceneggiatura “in divenire”, sempre più puntuale, precisa ed appassionante minuto dopo minuto, che raggiunge la perfezione assoluta nella straordinaria resa dei conti finale. Attori superbi. Grand Prix Speciale della Giuria al Festival di Cannes più una miriade di altri premi internazionali.

Sconvolgente.