PHENOMENA di Dario Argento (1985)

locandina-phenomenaGiovedì 20/03/14, ore 23.45, RAI MOVIE

 

“Qui l’unico mostro è l’assassino. Ma io posso capire quello che provi. So che cosa significa essere diverso, e tutto quello che devi sopportare: l’ironia, la pietà, la repulsione, il fastidio. La gente riesce quasi a farti sentire in colpa per quello che sei.”

Svizzera. Un brutale serial killer fa strage di giovani ragazze; l’adolescente Jennifer (Jennifer Connelly), arrivata dall’America per studiare in un collegio, riuscirà a smascherare l’assassino grazie ai suoi poteri telepatici (è in grado di comunicare con gli insetti) e all’aiuto dell’entomologo paralitico John McGregor (Donald Pleasence). Deliziosa favola nera che sancisce il definitivo passaggio di Dario Argento dal thriller all’horror puro, Phenomena ha più di un parallelismo con Suspiria (una fanciulla affronta il Male e lo sconfigge maturando in un mostruoso iter di formazione e crescita) e conferma la tendenza del regista ad indagare sugli orrori della vecchia Europa, nettamente contrapposta al Nuovo Mondo. Oltre a dire qualcosa di non banale sulla diversità e la solitudine. Strepitosa sequenza di apertura con l’omicidio di Fiore Argento e splendido finale grandguignolesco. Primo ruolo da protagonista per la Connelly dopo la partecipazione a C’era una volta in America di Sergio Leone. Daria Nicolodi è la vicedirettrice Frau Brückner, Dalila Di Lazzaro è la preside del collegio. Soggetto e sceneggiatura di Argento e Franco Ferrini, notevoli effetti speciali di Sergio Stivaletti, efficace colonna sonora dei mitici Goblin con ampi inserti di heavy metal (Motorhead e Iron Maiden). Curiosità: l’arrivo dello sciame di mosche è stato realizzato grazie a del caffè in polvere versato nell’acqua.

Cult imperdibile.