POINT BREAK – PUNTO DI ROTTURA di Kathryn Bigelow (1991)

locandina-point-breakVenerdì 06/12/13, ore 21.15, RAI MOVIE

«Noi non ci battiamo per i soldi, noi ci battiamo contro il sistema, quel sistema che uccide lo spirito dell’uomo. Noi siamo l’esempio per quei morti viventi che strisciano sulle autostrade nelle loro infuocate bare di metallo, noi dimostriamo con la nostra opera che lo spirito dell’uomo è ancora vivo».

Vero e proprio titolo di culto per gli spiriti liberi e i giovani ribelli degli anni ’90, Point Break, attraverso le imprese di quattro rapinatori belli e dannati amanti degli sport estremi, mostra l’inadeguatezza che provano i giovani a fare parte di un mondo a cui non si sentono appartenere. La sceneggiatura filosofeggiante (e, per certi versi, demagogica) è un elemento di forte fascino, così come la presenza magnetica di Patrick Swayze nei panni del boss del gruppo, la cui ricerca dell’Infinito come esperienza catartica è vera e propria ragione di vita. Poco credibile, invece, Keanu Reeves nei panni dell’agente infiltrato. Geniale la sequenza della rapine con le maschere dei Presidenti americani e grande senso cinematografico nel rendere sullo schermo l’eterno confronto/sfida con gli elementi naturali, aria (paracadute) e acqua (surf).

Adrenalinica avventura di belli e dannati.