RATATAPLAN di Maurizio Nichetti (1979)

ratataplanGiovedì 25/7/13, ore 23.00, RAI MOVIE

 

Film d’esordio del geniale Maurizio Nichetti (Ho fatto splash, Ladri di saponette, Volere volare), Ratataplan, nonostante venne girato con mezzi limitati e un budget irrisorio, ottenne un insperato successo di critica e di pubblico, portando alla ribalta la comicità stralunata del suo autore.

A Milano, un neoingegnere disoccupato, tra delusioni di lavoro e amori non ancora sbocciati, sogna una vita felice e spensierata, nonostante le difficoltà che la vita gli propone. La difficile integrazione di una generazione persa nelle proprie illusioni, condannata a impegni precari e prestazioni sottopagate, è trattata con rigore e dignità, senza il ricorso a facili piagnistei. Poetico e surreale, il film si avvale di pochissimi dialoghi, tanto da poter essere considerato un film muto. I suoni ambientali e le onomatopee hanno la stessa valenza della parola, proprio come accadeva nelle opere di Jacques Tati. Il personaggio di Colombo, interpretato da Maurizio Nichetti, è un aperto omaggio ai comici classici: per circa un terzo della pellicola l’attore indossa il frac alla Charles Chaplin e la sua malinconica impassibilità di fronte alle sfortune della vita gli valse il titolo di “piccolo Buster Keaton longobardo”. I venti minuti centrali del lungometraggio, relativi all’improvvisato spettacolo teatrale tenuto presso una cascina rurale, sono tratti direttamente dal cortometraggio di Maurizio Nichetti Magic Show, risalente all’anno precedente. Nastro d’Argento per il miglior regista esordiente.

Divertente e intelligente.{jcomments on}