RATATOUILLE di Brad Bird, Jan Pinkava (2007)

ratatouilleVenerdì 03/01/14, ore 21.10, RAIDUE

 

«Non tutti possono diventare dei grandi artisti ma un grande artista può celarsi in chiunque». Ottavo lungometraggio Disney-Pixar, Ratatouille è un capolavoro di grafica computerizzata, osannato da critica e pubblico.

Rémy, piccolo topolino di campagna che coltiva il sogno di diventare un grande cuoco, un giorno, costretto a fuggire dalla soffitta in cui abitava, si perde nelle fogne di Parigi e finisce proprio nel ristorante del suo eccentrico “idolo” culinario, il celeberrimo chef Gusteau. Dopo mille (dis)avventure, dimostrando spirito di iniziativa e forza di volontà, da sguattero diventa un raffinato cuoco di successo. Eccellente per tecnica di animazione, il film si avvale di un apparato figurativo straordinario, in cui i colori sgargianti e il gusto per il dettaglio concorrono ad un risultato finale che sfiora la perfezione. Una memorabile Parigi (di cui sono state utilizzate più di 4.000 foto per ricrearla fedelmente) di sapore fiabesco, è lo sfondo su cui si muovono i protagonisti di una vicenda edificante che è una vera gioia per gli occhi e per il cuore. Tra i vari personaggi, non si possono non citare il maldestro sguattero Linguini e il terribile critico culinario Anton Ego, con l’ufficio a forma di bara. Il regista Brad Bird e il produttore Brad Lewis, hanno passato molte ore a frequentare corsi di cucina nel ristorante French Laundry di Thomas Keller, colui che ha inventato la ricetta della ratatouille presentata nel film. Gli animatori del film hanno realizzato al computer circa 270 piatti diversi, ciascuno dei quali è stato realmente preparato in una vera cucina. Oscar, Golden Globe e BAFTA per il miglior film d’animazione e Nastro d’Argento al miglior film non europeo.

Meraviglioso.