Sguardi Altrove, a Milano dal 17 al 25 marzo

sguardi-altrove

Torna a Milano dal 17 al 25 marzo 2016 Sguardi Altrove Film Festival, rassegna dedicata al cinema e ai linguaggi artistici al femminile che giunge alla 23ma edizione con un ricco calendario di anteprime, proiezioni, incontri e workshop.

Il tema dell’edizione 2016 sarà ‘Il tempo, le donne. Tra memoria e progetto’. Un fil rouge che attraversando le varie sezioni e attività del Festival, sarà declinato in tutte le sue innumerevoli sfaccettature ed esplorato nella sua relazione con il fattore di genere. Ospite d’onore di questa edizione, Margherita Buy. Il 23 e il 24 marzo, il festival omaggerà l’artista con una selezione di titoli che ripercorrono le tappe più importanti della sua carriera artistica: Mia Madre di Nanni Moretti, Lo Spazio Bianco di Francesca Comencini, Giorni e Nuvole di Silvio Soldini, Controvento di Peter del Monte e Maledetto il giorno che t’ho incontrato di Carlo Verdone. La Buy sarà anche insignita del Premio Internazionale Starlight Cinema Award, riconoscimento sostenuto da una componente femminile del Sindacato Nazionale Critici Cinematografici Italiani.

Il Festival, organizzato dall’Associazione Sguardi Altrove – Donne in Arti Visive con la direzione artistica di Patrizia Rappazzo, presenta quest’anno oltre 70 titoli (tra corti, documentari e lungometraggi). Film d’apertura di Sguardi Altrove sarà Motherland, lungometraggio d’esordio della giovane regista turca Senem Tüzen, insignito dell’International Critics Prize FIPRESCI e passato alla Settimana della Critica dell’ultima Mostra di Venezia.

Nucleo della manifestazione è la competizione internazionale, che si articola in tre distinti concorsi aperti esclusivamente ai film a regia femminile. Tra le novità di quest’anno, la presenza di un’ulteriore sezione competitiva a regia mista con Premio del Pubblico dedicata alla produzione cinematografica italiana, #FrameItalia. Torna, inoltre, per il secondo anno consecutivo, il riconoscimento del Sindacato Nazionale Giornalisti Cinematografici che assegnerà un premio al miglior documentario.

Il concorso internazionale lungometraggi Nuovi Sguardi propone otto titoli di cui sette tutti debuttanti. Dall’Italia, due film: La città senza notte di Alessandra Pescetta e Erba Celeste di Valentina Gebbia, entrambe ospiti del festival. Due le anteprime italiane: dal Quebec arriva Adrien – Le Garagiste di Renée Beaulieu, mentre dalla Russia, Parallel lines meet at the infinity della giovane regista siberiana Lina Alekseeva. Fanno parte della sezione anche il belga Un homme à la mer di Géraldine Doignon, Sonata for cello della regista spagnola Anna M. Bofarull e Until I lose my breath di Emine Emel Balc

Il concorso internazionale documentari Le Donne Raccontano offre uno sguardo sul mondo contemporaneo attraverso dieci opere. In anteprima assoluta sarà presentato il lavoro della triestina Erika Rossi Tutte le anime del mio corpo. Presenti anche il polacco Alisa in Warland di Alisa Kovalenko e Liubov Durakova, 10949 femmes di Nassima Guessoum, Je suis le peuple della regista libanese Anna Roussillon, Kevin – Will My People Find Peace? di Elisa Mereghetti e Marco Mensa, Où est la guerre? della israeliana Carmit Harash, Coming & Going, esordio della regista cinese e tedesca di adozione Tianlin Xu, L’acqua calda e l’acqua fredda di Marina Resta e Giulio Todescan e l’iraniano Fest of Duty di Firouzeh Khosrovani.

Segue il concorso dedicato ai cortometraggi, le sezioni non competitive (da “Diritti Umani, oggi” a un focus sulla Turchia contemporanea) e un importante omaggio dedicato a Chantal Akerman, la grande regista scomparsa da pochi mesi (proiettati Golden Eighties, Jeanne Dielman, 23 Quai du Commerce, 1080 Bruxelles, Saute Ma Ville e La Chambre). Per tutti i dettagli e il calendario delle proiezioni, vi invitiamo a consultare il sito www.sguardialtrovefilmfestival.it.