SUSANNA! di Howard Hawks (1938)

locandina-susannaSabato 01/03/14, ore 11.55, RAI 5

 

“L’evidenza è la marca del genio di Howard Hawks. […] In quest’arte si impone una onestà fondamentale di cui è testimonianza l’uso del tempo e dello spazio; nessun flashback, nessuna ellissi; la continuità è la sua regola; […] il film intero, corpo glorioso, è animato da un respiro semplice e profondo.” (Jacques Rivette)

Esempio supremo di commedia sofisticata e di comicità slapstick, Susanna! rappresenta uno dei vertici del regista Hawks, perfetto meccanismo a orologeria (grazie alla strepitosa sceneggiatura firmata da Dudley Nichols e Hagar Wilde) che, tra equivoci e dialoghi scoppiettanti, conduce alla catastrofe. David Huxley (Cary Grant), grigio e imbranato paleontologo, vede la sua vita stravolta dall’ereditiera Susan Vance (Katharine Hepburn) che gli manda a monte il matrimonio con la glaciale fidanzata e lo coinvolge in una serie di bizzarri e tragicomici eventi. Lieto fine dietro l’angolo. Struttura cristallina, densa simbologia sotterranea (il rapporto uomo-donna, la progressiva perdita di libertà da parte del maschio che porta alla rinascita, l’opposizione tra Caos/Piacere e Ordine/Dovere), erotismo allusivo e giocoso: tutto concorre a fare di Susanna! un capolavoro. Grant e la Hepburn non sono mai stati così in forma. Il titolo originale (Bringing Up Baby) si riferisce al leopardo che Susan deve regalare alla zia.

Assolutamente imperdibile.