FREE FIRE di Ben Wheatley (2016)

Free Fire - Cineuropa

Dopo il passo falso di High Rise, Ben Wheatley torna con Free Fire, che passò in anteprima italiana come film di chiusura al Torino Film Festival 2016 e arriva nelle nostre sale a un anno di distanza. Ci troviamo a Boston nel 1978: un gruppo di militanti dell’IRA si incontra con dei trafficanti d’armi per l’acquisizione di un magazzino abbandonato, ma qualcosa non va per il verso giusto e si finirà presto in una spietata sparatoria tra i due gruppi. Wheatley gioca e si diverte con il genere, facendo divertire anche gli undici strepitosi gunfighters che, contrariamente alla tensione drammatica che ci si aspetterebbe da una situazione tragica e violenta di questo tipo, reagiscono emotivamente in maniera goliardica, con raffiche di battute irresistibili, totalmente estranee al contesto in cui si trovano (considerato che si stanno letteralmente facendo fuori uno ad uno).

Leggi tutto

Torino Film Festival 2016: FREE FIRE di Ben Wheatley

Dopo il passo falso di High Rise, Ben Wheatley torna a Torino e chiude la splendida kermesse torinese di quest’anno con Free Fire, dopo averlo già presentato con successo a Toronto e Londra. Ci troviamo a Boston nel 1978, un gruppo di militanti dell’IRA si incontra con dei trafficanti d’armi per l’acquisizione di un magazzino abbandonato, ma qualcosa non va per il verso giusto e finirà presto in una spietata sparatoria tra i due gruppi. Wheatley, con Free Fire gioca e si diverte con il genere, facendo divertire anche gli undici strepitosi gunfighters che, contrariamente dalla tensione drammatica che ci si aspetta da una situazione tragica e violenta di questo tipo, qui reagiscono emotivamente in maniera goliardica, con raffiche di battute irresistibili, totalmente estranee al contesto in cui si trovano, dato che  si stanno letteralmente facendo fuori uno ad uno.

Leggi tutto

TFF 2015: HIGH-RISE di Ben Wheatley

“Laing aveva dovuto notare attorno a lui una straordinaria quantità di antagonismi appena velati. Il grattacielo aveva una seconda vita tutta sua, poco sotto la schiuma del pettegolezzo professionale si stendeva una dura cappa di rivalità personali. A volte aveva la sensazione che tutti stessero aspettando che qualcuno facesse un grosso errore.”

Londra, anni Settanta. Robert Laing(Tom Hiddleston), medico dall’ambiguo passato, si trasferisce in un avveniristico grattacielo le cui le divisioni di classe sono simbolizzate dallo stanziamento su diversi piani. Dall’aspirante regista Richard Wilder (Luke Evans), confinato nelle zone basse, all’architetto Anthony Royal (Jeremy Irons), creatore del sistema e relegato in una sorta di oasi dorata sulla vetta, passando per la bella Charlotte (Sienna Miller), Laing imparerà le spietate regole dell’edificio, venendo coinvolto in una ribellione destinata a lasciare più di un segno.

Leggi tutto

Social media & sharing icons powered by UltimatelySocial