Berlinale 2024, i premi: Orso d’oro a Dahomey di Mati Diop

La regista franco-senegalese Mati Diop trionfa alla Berlinale 2024 con il suo Dahomey, documentario sulla restituzione di opere artistiche del noto regno africano dalla Francia al Benin, premiato con l’Orso d’oro. Ecco tutti i premi del festival, che ha visto vincere anche Matthias Glarner ed Emily Watson come migliori attori, mentre Nelson Carlos De Los Santos Arias per il film Pepe ha vinto l’Orso d’argento alla miglior regia. Di seguito tutti i titoli che hanno convinto la giuria presieduta da Lupita Nyong’o e composta da Brady Corbet, Ann Hui, Christian Petzold, Albert Serra, Jasmine Trinca e Oksana Zabuzhko (qui il programma).

Leggi tutto
Berlinale 2024, il programma

Giovedì 15 febbraio si aprono le danze alla 74esima edizione della Berlinale, che fino a domenica 25 porta nella capitale tedesca il grande cinema internazionale. Il programma steso dal direttore Carlo Chatrian vede diversi titoli italiani. Due sono in concorso: Another End di Piero Messina e Gloria! di Margherita Vicario. Sono inoltre presenti due attese serie tv: Dostoevskij dei Fratelli D’Innocenzo dal titolo e Supersex diretta da Matteo Rovere, Francesco Carrozzini e Francesca Mazzoleni, con Alessandro Borghi nei panni di Rocco Siffredi. Non dimentichiamo poi il documentario, Il cassetto segreto di Costanza Quatriglio e Quell’estate con Irène con Carlo Sironi, nelle sezioni collaterali. Super ospite sarà Martin Scorsese, insignito dell’Orso d’oro alla carriera. Di seguito il programma integrale.

Leggi tutto
DON JON di Joseph Gordon-Levitt (2013)

locandina-don-jonNato a Los Angeles, cresciuto sui set, autore di diversi cortometraggi: come giustamente ha notato il produttore Ram Bergmann, Joseph Gordon-Levitt ha masticato molto più cinema di tanti altri aspiranti filmmakers. Forse per questo appare del tutto a suo agio nei panni di sceneggiatore, protagonista e regista del suo esordio al lungometraggio Don Jon. Circondato dalle sue copertine di Linus, l’appartamento, l’auto aggressiva, la messa domenicale con annesso pranzo in famiglia, Jon Martello vive tranquillamente. Sa di essere bello e piacere alle donne, che non si fa mancare, ma non per questo rinuncia alle gioie della pornografia telematica che, in fondo, preferisce alle ragazze vere. Anche quando incontra la sognatrice Barbara (Scarlett Johansson), bomba sexy intrappolata in fantasticherie romantiche hollwyoodiane, non riesce a fare a meno di visitare quotidianamente Pornhub e compagnia.

Leggi tutto

Social media & sharing icons powered by UltimatelySocial