FLOP 5: I peggiori adattamenti dai romanzi di Stephen King

shining-miniserie

Adattamenti per il grande schermo: un must per qualunque cinefilo che si rispetti, soprattutto se la materia di base da cui attingere riguarda Stephen King. La flessibilità del genere horror e la magistrale sapienza letteraria del Maestro del Brivido rendono il saccheggiamento dalle pagine del romanziere un’occasione ghiotta; a volte troppo ghiotta. Ed è così che nascono trasposizioni mediocri e trascurabili (nel migliore dei casi) così come veri e propri scempi che, nel tentativo di rendersi accattivanti, ottengono solo risultati catastrofici.

Quale occasione migliore dell’uscita di It, diretto da Andy Muschietti e in sala dal 19 ottobre (trovate qui la nostra recensione in anteprima), per riepilogare quei flop che hanno fatto rimpiangere il vero orrore “alla King”? A voi una top 5 (in)degna di nota.

Leggi tutto

TOP 5: I migliori adattamenti dei romanzi di Stephen King

 Shining

Ancora Stephen King, ancora adattamenti cinematografici dai romanzi del Maestro per celebrare l’uscita di It di Andy Muschietti (qui la nostra recensione), in sala dal 19 ottobre. E la top 5, in questo caso, risulta assai più soddisfacente dei flop di cui vi abbiamo già parlato: ci riferiamo infatti alle migliori trasposizioni dalle pagine dello scrittore del Maine.

Orrori, quelli di King, di matrice sfumata e inconscia, perciò giudicati spesso infilmabili, ma alcuni autori sono riusciti nell’ardua impresa di realizzare pellicole degne di nota, quando non veri e propri capolavori. A voi una cinquina tutta da brivido.

Leggi tutto

LO SGUARDO DI SATANA – CARRIE di Kimberly Peirce (2013)

locandina-carrie“Quasi nessuno scopre mai che le sue azioni feriscono davvero gli altri. La gente non migliora, diventa solo più furba. Quando diventi più furbo, non smetti di strappare le ali alle mosche, cerchi solo di trovare dei motivi migliori per farlo.” (Stephen King, Carrie)

La povertà di idee a cui le superproduzioni made in U.S.A. ci hanno tristemente abituati si accanisce contro il bistrattato genere horror. Veicolo supremo di questo scempio, la pratica del remake: da Freddy Krueger a Jason Vorhees, passando per Leatherface e arrivando ai demoni sumeri di Sam Raimi, le icone del terrore sono state sistematicamente e programmaticamente fatte a pezzi e snaturate da registi inetti, sferrando duri colpi ad un tipo di cinema da tempo sull’orlo del baratro (nonostante alcune eccezioni). Ed ecco arrivare Lo sguardo di Satana – Carrie, rifacimento del film di Brian De Palma (1976) basato sul romanzo di Stephen King.

Leggi tutto

Social media & sharing icons powered by UltimatelySocial