ALLACCIATE LE CINTURE di Ferzan Ozpetek (2014)

allacciate-le-cinture-locandinaAllacciate le cinture! Questo è il titolo della nuova fatica di Ferzan Ozpetek ma anche un’avvertenza per gli spettatori: allacciate le cinture perché vi troverete di fronte ad uno dei film più sgangherati, irritanti, insulsi e involontariamente demenziali della già non certo scintillante carriera del cineasta di origine turca.

Di cosa parla Allacciate le cinture? Della vita, vi risponderebbe Ozpetek, come ha effettivamente fatto in occasione della presentazione del film a Roma: già questo dovrebbe bastare per inarcare dubbiosamente un sopracciglio e fiutare l’imminente disastro. Ma andiamo oltre.

Leggi tutto

MAGNIFICA PRESENZA di Ferzan Ozpetek (2012)

magnifica-presenza

Cosa c’è di più naturale di una reale finzione?” L’ultima fatica di Ferzan Ozpetek potrebbe essere efficacemente riassunta da questa battuta. Ci racconta la storia di due solitudini che si incontrano: da una parte troviamo Pietro, giovane catanese semplice e sensibile, deciso a trasferirsi nella Capitale per coronare il sogno di diventare attore; dall’altra troviamo un gruppo di attori, appartenenti alla prestigiosa compagnia teatrale Apollonia, molto in voga negli anni ’30. Rimane un piccolo particolare da svelare, e cioè che gli attori in questione, dediti anche a pratiche di spionaggio in tempo di guerra, sono rimasti tutti uccisi nel ’43, a seguito del tradimento di una loro ex collega. Nel film appaiono in veste di fantasmi, confinati nella casa di Roma proprio dove si è trasferito Pietro, l’unico ad avere la possibilità (la sensibilità?) di interagire con loro.

        

 

 

 

Leggi tutto

Social media & sharing icons powered by UltimatelySocial