UN RE ALLO SBANDO di Peter Brosens e Jessica Woodworth (2016)

 

Noti per La quinta stagione, Peter Brosens e Jessica Woodworth tornano con il mockumentary Un re allo sbando, presentato in Orizzonti alla Mostra del cinema di Venezia 2016. Il regista Duncan Lloyd (Pieter van der Houwen) riceve l’incarico di realizzare un documentario su re Nicolas III di Belgio (Peter van den Begin) che ne metta in luce l’aspetto più umano. Lo segue dunque in un vertice diplomatico ad Istanbul in occasione dell’imminente ingresso della Turchia nell’Unione Europea, quand’ecco giungere la notizia che la Vallonia ha dichiarato la propria indipendenza. Nicolas intende immediatamente far ritorno in patria, ma una tempesta solare blocca il traffico aereo: complici Lloyd e i suoi più stretti collaboratori, il re escogita un assurdo piano di fuga che lo porterà ad errare per i Balcani in cerca della via di casa.

Leggi tutto

VENEZIA 2016: KING OF THE BELGIANS di Peter Brosens e Jessica Woodworth

king-of-the-belgians-659x438

Presentatisi in concorso nel 2012 con La quinta stagione, Peter Brosens e Jessica Woodworth fanno ritorno alla Mostra del Cinema di Venezia – questa volta nella sezione Orizzonti – con il mockumentary King of the Belgians.

Il regista Duncan Lloyd (Pieter van der Houwen) riceve l’incarico di realizzare un documentario su re Nicolas III di Belgio (Peter van den Begin) che ne metta in luce l’aspetto più umano. Lo segue dunque in un vertice diplomatico ad Istanbul in occasione dell’imminente ingresso della Turchia nell’Unione Europea, quand’ecco giungere la notizia che la Vallonia ha dichiarato la propria indipendenza. Nicolas intende immediatamente far ritorno in patria, ma una tempesta solare blocca il traffico aereo: complici Lloyd e i suoi più stretti collaboratori, il re escogita un assurdo piano di fuga che lo porterà ad errare per i Balcani in cerca della via di casa.

Leggi tutto

LA QUINTA STAGIONE di Peter Brosens e Jessica Woodworth (2012)

la-quinta-stagione-locandina

È inverno in un piccolo paese delle Ardenne, dove si vive di agricoltura e allevamento, l’amore adolescenziale nasce teneramente tra gli alberi e la fine della stagione fredda si celebra ancora bruciando il fantoccio di paglia, per lasciarsi alle spalle i rigori ed espiare i peccati. Ma accade qualcosa d’inaspettato: il falò non si accende. E, da quel momento, la natura interrompe il suo corso: i campi non producono più frutti, le mucche si rifiutano di dare il latte, le api non concedono la dolcezza del loro miele. Le stagioni si susseguono, ma nel villaggio è sempre inverno, grigio, freddo e implacabile. E all’amore e alla solidarietà si sostituiscono la fame e la follia. È un’apocalisse silenziosa e inesorabile quella messa in scena in La quinta stagione, tra i titoli più interessanti visti all’ultima edizione della Mostra di Venezia (dove pure ha raccolto giudizi contrastanti). Peter Brosens e Jessica Woodworth, registi belgi attivi soprattutto nel documentario, mettono in scena un film complesso, visivamente affascinante e profondamente simbolico.

Leggi tutto

Social media & sharing icons powered by UltimatelySocial