ELLA & JOHN – THE LEISURE SEEKER di Paolo Virzì (2017)

 

A un anno da La pazza gioia e al culmine di una carriera che l’ha reso uno dei più importanti registi del panorama italiano, Paolo Virzì spicca finalmente il salto e gira in Usa la sua prima pellicola internazionale e in lingua inglese (seppur di produzione italo-francese), che per giunta si giova della presenza di due star straordinarie come Helen Mirren e Donald Sutherland. Il titolo Ella & John semplifica quello originale, The Leisure Seeker, che cita invece lo scalcinato camper Winnebago del ’75 a bordo del quale i coniugi ottantenni protagonisti compiono il loro bizzarro ultimo viaggio verso la Florida e la casa di Ernest Hemingway, in una commedia dolceamara sospesa tra allegrezza e malinconia. Il film è stato presentato in anteprima alla Mostra di Venezia 2017.

Leggi tutto

VENEZIA 2017: THE LEISURE SEEKER di Paolo Virzì

leisure-keeper

A un anno da La pazza gioia e al culmine di una carriera che l’ha reso uno dei più importanti registi del panorama italiano, Paolo Virzì spicca finalmente il salto e sbarca negli Usa con la sua prima pellicola internazionale e in lingua inglese (seppur di produzione italo-francese), che per giunta si giova della presenza di due star straordinarie come Helen Mirren e Donald Sutherland. The Leisure Seeker, in concorso alla Mostra di Venezia 2017, prende il titolo dallo scalcinato camper Winnebago del ’75 a bordo del quale i coniugi ottantenni Ella e John compiono il loro bizzarro ultimo viaggio verso la Florida e la casa di Ernest Hemingway, in una commedia dolceamara sospesa tra allegrezza e malinconia. 

Leggi tutto

LA PAZZA GIOIA di Paolo Virzì (2016)

Beatrice Morandini Valdirana (Valeria Bruni Tedeschi) è una chiacchierona istrionica, sedicente contessa e, a suo dire, in intimità coi potenti della Terra. Donatella Morelli (Micaela Ramazzotti) una giovane donna tatuata, fragile e silenziosa, che custodisce un doloroso segreto. Sono tutte e due ospiti di una comunità terapeutica per donne con disturbi mentali, dove sono sottoposte a misure di sicurezza. Le due donne stringeranno una imprevedibile amicizia e riusciranno a scappare dalla loro “prigione”, alla ricerca di un po’ di felicità in quel manicomio a cielo aperto che è il mondo dei sani.

La fuga di due donne “sbagliate”, due matte consapevoli di esserlo, desiderose di tornare in contatto con quel mondo che le ha respinte e che loro non riescono a comprendere, frenate da disturbi psicologici ed emotivi e, al contempo, da un profondo senso di inadeguatezza davanti a una realtà sostanzialmente cinica.

Leggi tutto

IL CAPITALE UMANO di Paolo Virzì (2014)

Dopo due film importanti e riusciti (Tutta la Vita Davanti e La Prima Cosa Bella) e uno abbastanza modesto (Tutti i Santi Giorni), Paolo Virzì cambia decisamente registro e decide di adattare per lo schermo Il Capitale Umano, romanzo dello scrittore americano Stephen Amidon, prendendo il rischio più grande della sua carriera. Il risultato è uno dei migliori lavori della sua filmografia e forse il film che più di ogni altro, negli ultimi anni, riesce a raccontare l’Italia contemporanea, tra post-berlusconismo e crisi economica-istituzionale.

Partendo da un misterioso incidente stradale che fa da perno a tutto il racconto, il film racconta l’intrecciarsi di tre storie ambientate nella Brianza lombarda. Nella prima, Dino Ossola (Fabrizio Bentivoglio), immobiliarista bramoso di ascesa sociale, investe tutti i suoi risparmi nei titoli della fondazione di Carlo Barnaschi (Fabrizio Gifuni), padre del fidanzato di sua figlia. Nella seconda, la moglie di Barnaschi (Bruni Tedeschi) si innamora di un teatro abbandonato e decide di darsi al mecenatismo. Nella terza, la figlia di Dino Ossola (Gioli) lascia il figlio di Barnaschi (Pinelli) e conosce Luca (Anzaldo) ragazzo problematico ma sensibile. Queste tre vicende finiranno per collidere la sera del misterioso incidente stradale che apre il film.

Leggi tutto

Social media & sharing icons powered by UltimatelySocial