ELLA & JOHN – THE LEISURE SEEKER di Paolo Virzì (2017)

 

A un anno da La pazza gioia e al culmine di una carriera che l’ha reso uno dei più importanti registi del panorama italiano, Paolo Virzì spicca finalmente il salto e gira in Usa la sua prima pellicola internazionale e in lingua inglese (seppur di produzione italo-francese), che per giunta si giova della presenza di due star straordinarie come Helen Mirren e Donald Sutherland. Il titolo Ella & John semplifica quello originale, The Leisure Seeker, che cita invece lo scalcinato camper Winnebago del ’75 a bordo del quale i coniugi ottantenni protagonisti compiono il loro bizzarro ultimo viaggio verso la Florida e la casa di Ernest Hemingway, in una commedia dolceamara sospesa tra allegrezza e malinconia. Il film è stato presentato in anteprima alla Mostra di Venezia 2017.

Leggi tutto

UNA PROMESSA di Patrice Leconte (2013)

locandina-promessaL’eclettico sceneggiatore e regista francese Patrice Leconte, reduce dalla sezione “fuori concorso” di Venezia 70, arriva in sala presentando una pellicola sentimentale di stampo classicoUna promessa segna il ritorno dell’autore al cinema classico dopo il film di animazione La bottega dei suicidi, che suscitò non poche polemiche. Basato sul romanzo Le Voyage dans le passé (1929) dello scrittore austriaco Stefan Zweig, il film narra la vicenda di un giovane laureto che, nella Germania di inizio ‘900, prova un sentimento di amore puro verso la bella moglie dell’anziano industriale che gli ha garantito protezione e sicurezza economica, assumendolo come segretario privato nella sua acciaieria. Fugaci esplosioni di passione e lunghi periodo di lontananza tra i due si risolveranno nel tanto desiderato happy ending.

Leggi tutto

PASOLINI di Abel Ferrara (2014)

Presentato in concorso a Venezia 71 e destinato a suscitare polemiche infinite, sia per il regista che per l’oggetto filmico: Pasolini di Abel Ferrara racconta gli ultimi giorni di vita di uno dei personaggi più importanti e controversi del XX secolo. Scrittore, poeta, saggista, regista: Pier Paolo Pasolini ha dato un contributo fondamentale alla vita artistica e intellettuale di un paese sull’orlo del baratro (i cosiddetti anni di piombo), denunciandone le contraddizioni e l’immobilismo. Le difficoltà nell’affrontare la biografia (seppur nel senso non tradizionale) di una personalità così strutturata erano evidenti ma, certamente, nessuno poteva aspettarsi lo scempio che in effetti è stato realizzato.

Leggi tutto

LA BUCA di Daniele Ciprì (2014)

Dopo l’esordio da solista di E’ stato il figlio, Daniele Ciprì torna con una commedia purissima, La buca, ispirandosi a quella nostrana degli anni sessanta (Mario Monicelli, Dino Risi) e a quella americana (Lubitsch, Capra, Billy Wilder e Blake Edwards). Il film è la storia di una involontaria amicizia tra Oscar (Sergio Castellitto), avvocato fallito e senza scrupoli, e Armando (Rocco Papaleo), ex detenuto che ha scontato venticinque anni di carcere per un reato non commesso, mantenendo, nonostante la profonda ingiustizia subita, una bontà d’animo impeccabile.

Leggi tutto

JOE di David Gordon Green (2013)

“Fuck to this day.”

Arriva in sala, un anno dopo la presentazione a Venezia 70 e il passaggio al Toronto Film Festival, Joe di David Gordon Green, tratto dall’omonimo romanzo del 1991 di Larry Brown. Star della pellicola, Nicolas Cage, atteso al varco dopo una serie di interpretazioni non propriamente riuscite. E il risultato, sorprendentemente, non delude, anzi.

Joe Ransom è un solitario ex galeotto. La sua squallida quotidianità è composta da lavoro, saltuari appuntamenti con prostitute e con il solito bar, televisione, tempo dedicato al suo adorato bulldog, fino a quando questa personalissima ritualità è messa in crisi dall’incontro con Gary (Tye Sheridan), quindicenne provato da una vita difficile a causa di un padre alcolizzato, una madre succube e una sorella muta e problematica. Tra i due nasce un legame profondo e Joe diventa una sorta di padre putativo per il ragazzino: il rapporto causerà però una serie di drammatiche conseguenze.

Leggi tutto

LE DUE VIE DEL DESTINO di Jonathan Teplitzky (2013)

Nell’Inghilterra del 1980, il timido e taciturno Eric Lomax (Jeremy Irvine da giovane, Colin Firth da adulto), appassionato di treni e coincidenze ferroviarie, incontra, si innamora e sposa Patricia Wallace (Nicole Kidman). Ma il matrimonio si rivela detonatore di una serie di traumi del passato: Lomax, catturato dai giapponesi durante l’invasione di Singapore del 1942 e costretto a lavorare alla ferrovia della morte, collegamento tra Thailandia (Bangkok) e Birmania (Rangoon), non riesce a superare il ricordo della prigionia e delle torture subite dall’ufficiale Takashi Nagase (Tanroh Ishida da giovane, Hiroyuki Sanada da adulto). Per ritrovare la pace, andrà in cerca del suo aguzzino.

Leggi tutto

TRANSFORMERS 4 – L’ERA DELL’ESTINZIONE di Michael Bay (2014)

locandina-transformers-4Estate, tempo di sole, mare e sale cinematografiche deserte. La bella stagione, si sa, non favorisce uscite di richiamo: a spezzare la monotonia e il piattume, però, ci pensano i Transformers di Michael Bay, ormai habitué del grande schermo. Le aspettative per Transformers 4 – L’era dell’estinzione, quarto capitolo di una saga ormai consolidata (dopo Transformers del 2007, Transformers – La vendetta del caduto del 2009 e Transformers 3 del 2011; e non dimentichiamoci della serie animata e del film di animazione del 1986 ad opera di Nelson Shin), erano decisamente considerevoli: e il risultato non delude.

Leggi tutto

LE ORIGINI DEL MALE di John Pogue (2014)

locandina-origini-del-male1974. Joseph Coupland (Jared Harris), docente presso l’università di Oxford, indaga sull’origine delle malattie psichiatriche. Per approfondire e dimostrare le sue teorie decide di usare come cavia Jane Harper (Olivia Cooke), schizofrenica con tendenze autolesioniste convinta di essere posseduta da uno spirito che lei chiama Evey. Nell’esperimento sono coinvolti due studenti, Krissi (Erin Richards) e Harry (Rory Fleck-Byrne), e il cineoperatore Brian (Sam Claflin). Ben presto la situazione degenera pericolosamente.

Leggi tutto

LA CITTA’ INCANTATA di Hayao Miyazaki

Locandina-la-città-incantataDi fronte ad un film di Hayao Miyazaki è sempre difficile districarsi, dare un’opinione e confrontarlo con i precedenti, cercando di capire quale sia il migliore. L’elevata qualità della sua opera rende infatti complesso qualsiasi tipo di classificazione gerarchica, e questo è senza dubbio un bene, anche se, è da dire, quando ci si imbatte in un capolavoro come La Città Incantata si sente la differenza. Minima, ma decisiva.

La piccola Chihiro è in viaggio con i suoi genitori verso la sua nuova casa. Durante il tragitto, il padre sbaglia strada e si imbatte in un portone che crede appartenere ad un parco divertimenti abbandonato: i tre si inoltrano e si trovano in una città deserta piena di ristoranti, dove i genitori di Chihiro cominciano ad abbuffarsi, diventando presto maiali. Spaventata, la piccola cerca aiuto e trova Haku, un misterioso ragazzo che le rivela la verità sulla città degli spiriti e sulla potente maga Yubaba.

Leggi tutto

LA GELOSIA di Philippe Garrel (2013)

locandina-La-gelosiaArriva in sala, dopo la presentazione al Festival di Venezia 2013, il francese Philippe Garrel con il suo La gelosia: protagonisti, il figlio Louis, ormai una costante nella filmografia paterna, e un’ottima Anna Mouglalis. Louis, trentenne in crisi con la compagna Charlotte, da cui ha avuto una figlia, inizia una relazione con una attrice ormai decaduta. L’iniziale coinvolgimento da parte di entrambi lascia ben presto spazio alla noia e all’inquietudine, facendo naufragare il rapporto. Dopo aver tentato il suicidio, forse Louis sarà in grado di ricominciare a vivere.

Leggi tutto

LE MERAVIGLIE di Alice Rohrwacher (2014)

locandina-le-meraviglieAccolto da dodici fantomatici minuti di applausi alla proiezione ufficiale di Cannes ma disprezzato dalla stampa francese, che lo ha relegato all’ultimo posto nella classifica che somma tutti i voti assegnati dalle testate d’oltralpe, Le Meraviglie  di Alice Rohrwacher era atteso con una certa curiosità sulla Croisette. L’opera precedente della regista toscana, infatti, era quel Corpo Celeste che, nel 2011, pur con una certa programmatica ridondanza, aveva lasciato intravedere i frutti, ancorché acerbi, di un possibile giovane talento autoriale made in Italy. Un esordio che dimostrava una discreta forza visiva, dove forma e contenuto dialogavano con sicurezza, e che, nonostante qualche simbolismo di troppo, denotava  un innegabile coraggio registico da parte della minore delle due sorelle Rohrwacher. Un coraggio totalmente assente in questa sua seconda prova, che sancisce, purtroppo, un decisivo passo indietro nella breve carriera della regista.

Leggi tutto

GRACE DI MONACO di Olivier Dahan (2014)

locandina-GraceDiciamolo subito, a scanso di equivoci, facendo finta che non lo sapessimo già: Grace di Monaco, proiezione d’apertura all’edizione numero 67 del Festival di Cannes, è un film in larga parte prevedibile, assolutamente manierato nelle sue pose glamour, né più né meno di ciò che ci si potrebbe aspettare da un’operazione del genere. Confezione impeccabile, paillettata ma senza stonare con l’eccesso di lustrini. Sorretta, si fa per dire, da una raffinatezza di sola facciata, che può contare solo sui molteplici tentativi di abbagliare lo spettatori con svolazzi vari, non tutti a dire il vero perfettamente a segno. Un prodotto del quale non si fatica più di tanto ad immaginare le coordinate base, sommando i fattori e facendo due più due. Il problema, in casi come questi, sta nel manico di chi si dedica a un racconto con tali caratteristiche, basato su personaggi d’alto lignaggio e sulle loro questioni più private che pubbliche. Molto spesso si predilige un approccio didattico e superficiale, relativo più alla vulgata comunemente diffusa intorno all’icona di turno che ad un reale approfondimento psicologico e, di riflesso, storico, perfino (magari!) storico-politico. Perché le due tipologie di focus, checchè se ne dica o se ne voglia credere, vanno molto spesso a braccetto, con messe a fuoco di carattere naturalmente differente ma il più delle volte complementare.

Leggi tutto

GODZILLA di Gareth Edwards (2014)

locandina-GodzillaAnticipato da una campagna pubblicitaria virale tanto invasiva quanto efficace e atteso spasmodicamente dai fan del vecchio Gojira giapponese rimasti delusi dal remake firmato da Roland Emmerich nel 1998, ecco arrivare nelle sale di tutto il mondo Godzilla, reboot nato dall’unione delle forze della Warner Bros e della Legendary Pictures. Per sfondare il botteghino americano e asiatico, le due case di produzione si sono affidate, oltre alla macchina dell’hype e ai 160 milioni di dollari di budget, a Gareth Edwards, giovane regista britannico autore di un unico film, Monsters (2010), disaster movie “intellettuale” francamente ignorabile ma con qualche estimatore sparso qua e là in America e in Europa.

Leggi tutto

36 QUAI DES ORFEVRES di Olivier Marchal (2004)

36 quai des orfevresVenerdì 09/05/14, ore 00.00, RETE 4

 

Tra i più bei polizieschi degli ultimi anni, 36 Quai des Orfèvres è il secondo lungometraggio dell’attore, regista e sceneggiatore francese Olivier Marchal che, con dodici anni di servizio nella polizia alle spalle, mette nel film tutta la sua esperienza autobiografica. Si muove in un terreno che conosce alla perfezione. E si vede.

Leggi tutto

JANE EYRE di Franco Zeffirelli (1996)

jane eyreGiovedì 08/05/14, ore 21.00, IRIS

 

Coproduzione italiana, francese e britannica, il film mette in scena, con apprezzabile fedeltà, l’omonimo romanzo (1847) di Charlotte Brontë, già portato sullo schermo una ventina di volte, considerando anche le trasposizioni per la TV.

Leggi tutto

LOVELACE di Rob Epstein e Jeffrey Friedman (2013)

locandina-lovelacePresentato in anteprima al Festival di Berlino 2013 Lovelace, diretto da Rob Epstein e Jeffrey Friedman, racconta la vita di Linda Lovelace (al secolo Linda Susan Boreman, interpretata da Amanda Seyfried), star del celeberrimo Gola Profonda (film che rivoluzionò il panorama cinematografico mondiale) dalla quotidianità in una famiglia di stampo religioso, all’incursione nel porno dopo l’incontro con il futuro marito Chuck Traynor (Peter Sarsgaard), alla redenzione con conseguente abbandono di un mondo sporco e perverso descritto nel libro Ordeal (1980), in cui la Lovelace denuncia le violenze subite da Traynor, il quale la costrinse a girare pellicole a luci rosse tra botte e minacce.

Leggi tutto

LA CLASSE OPERAIA VA IN PARADISO di Elio Petri (1971)

locandina-la-classe-operaia-va-in-paradisoMartedì 06/05/14, ore 2.55, RETE 4

 

Ludovico Massa detto Lulù (Gian Maria Volontè), operaio a cottimo in una fabbrica e fervente stakanovista, odiato dai colleghi per la sua abnegazione ed il suo servilismo, perde un dito sul lavoro: l’incidente cambia drasticamente la sua prospettiva, facendolo aderire ad istanze radicali prima criticate.

Leggi tutto

LOCKE di Steven Knight (2013)

locandina-Locke“Bisogna essere forti, non conta cosa pensano gli altri. Guarda e impara.”

Non è sempre necessario ricorrere a temi sensazionalistici o scabrosi (ormai usurati) per scuotere e far riflettere. Lo dimostra Steven Knight, già sceneggiatore per Stephen Frears (Piccoli affari sporchi), Michael Apted (Amazing Grace) e David Cronenberg (La promessa dell’assassino), con Locke, presentato fuori concorso allo scorso Festival di Venezia; protagonista assoluto, un Tom Hardy in stato di grazia, attore ormai affermato e ampiamente apprezzato da critica e pubblico in uno dei suoi ruoli più impegnativi e riusciti.

Leggi tutto

FUORI ORARIO di Martin Scorsese (1985)

locandina-fuori-orarioVenerdì 25/04/14, ore 00.00, RETE 4

 

Paul Hackett (Griffin Dunne), mite tecnico informatico, si ritrova a vivere rocambolesche avventure grazie (o a causa del) all’incontro con un’affascinante ragazza conosciuta al ristorante. Sarà l’inizio di una tragicomica epopea.

Leggi tutto

JFK – UN CASO ANCORA APERTO di Oliver Stone (1991)

jfkMercoledì 23/04/14, ore 21.10, RAI 4

«Questa è la vera domanda: perché? Il come e il chi sono solo diversivi per il pubblico». Tratto dalle opere d’inchiesta di Jim Garrison e Jim Marrs sull’omicidio di John Fitzgerald Kennedy, il film è uno dei film più apprezzati del regista Oliver Stone.

Leggi tutto

I GUERRIERI DELLA NOTTE di Walter Hill (1979)

guerrieri-della-notteMartedì 22/04/14, ore 23.00, RAI 4

 

Terzo lungometraggio dello specialista in polizieschi e action-movie Walter Hill, I guerrieri della notte si è guadagnato, con il passare degli anni, lo status di film cult degli anni ’70.

Leggi tutto

HUGO CABRET di Martin Scorsese (2012)

locandina-Hugo-CabretLunedì 21/04/14, ore 21.05, RAITRE

 

“Mio padre mi portava al cinema di continuo. Mi ha raccontato del primo film che ha visto. È entrato in una sala buia e su uno schermo bianco ha visto un razzo volare nell’occhio dell’uomo nella Luna. Gli si è conficcato dentro. Ha detto che è stato come vedere i suoi sogni in pieno giorno.”

Leggi tutto

RIO 2 – MISSIONE AMAZZONIA di Carlos Saldanha (2014)

rio 2Presentato in anteprima come punta di diamante al Future Film Festival di Bologna, dove è stata organizzata anche una lezione di animazione con il regista stesso, Rio 2 è il film più recente prodotto da quel piccolo miracolo chiamato Blue Sky che prese le mosse qualche anno fa dall’animazione per spot pubblicitari con pochi dipendenti per arrivare oggi ad essere una macchina da soldi vera e propria per quel genere di cinema (sua la saga di L’Era Glaciale). Dopo 3 anni di distanza dal primo episodio, ecco che il regista Carlos Saldanha decide di riprendere i suoi pennuti personaggi per calarli in altre avventure.

Leggi tutto

OCULUS di Mike Flanagan (2014)

locandina-oculusSi sa, sono tempi durissimi per i fan dell’horror. Per un buon prodotto (come ad esempio L’evocazione) in uscita, si è costretti a sopportarne altri 10 mediocri e noiosi, quando non proprio inguardabili, fatti con lo stampino.

Quando Oculus di Mike Flanagan (nato a Salem, non a caso) ha fatto parlare di sé, raccogliendo ampi consensi critici, si è quasi sperato al miracolo di un noveaux horror capace di riscattare decenni di sottoprodotti facilmente dimenticabili: non è così, purtroppo, ma resta un film non del tutto trascurabile, con alcuni spunti interessanti.

Tim Russell (l’australiano Brenton Thwaites) esce dall’ospedale psichiatrico dopo dieci anni di detenzione: una tragedia familiare l’ha portato alla reclusione distruggendo la sua vita e quella della sorella Kaylie (Karen Gillan, che viene dal Doctor Who). I coniugi Russell sono morti in una terribile notte di violenze compiute sotto gli occhi dei due figli bambini: dopo aver torturato e ucciso la moglie, il pater familias è stato freddato dal piccolo Tim, desideroso di proteggere la sorella. Un mondo da ricostruire, quello dei fratelli Russell, ma mentre Tim vorrebbe solo ricominciare a vivere dimenticando quella notte da incubo, Kaylie è decisa a fare luce sugli accadimenti: uno specchio antico abitato da una misteriosa entità demoniaca sarebbe stato la causa di tutto il male e la ragazza vuole distruggerlo con l’aiuto del fratello.

Leggi tutto

L’ELEMENTO DEL CRIMINE di Lars von Trier (1984)

locandina-elemento-del-crimineGiovedì 10/04/14, ore 23.35, IRIS

 

Presentato in concorso al 37º Festival di Cannes, L’elemento del crimine è il lungometraggio d’esordio di Lars von Trier, controverso cineasta danese capace di manifestare il suo debordante talento già a ventotto anni.

Leggi tutto

VIALE DEL TRAMONTO di Billy Wilder (1950)

locandina-viale-del-tramontoMercoledì 09/04/14, ore 00.30, RAI MOVIE

 

“Riceveva ventimila lettere la settimana. Gli uomini pagavano il suo parrucchiere per avere una ciocca dei suoi capelli, ci fu un Maraja che venne dall’India per avere una delle sue calze di seta. Quando la ottenne ci si strangolò.”

Leggi tutto

THE WRESTLER di Darren Aronofsky (2008)

locandina-the.wrestlerMartedì 08/04/14, ore 23.10, RAI MOVIE

 

Vincitore del Leone d’Oro al 65º Festival di Venezia, candidato a due premi Oscar e vincitore di due Golden Globe, The Wrestler tratteggia la figura del lottatore professionista Randy “The Ram” Robinson (Mickey Rourke), caduto in disgrazia e alle prese con una difficile situazione familiare: il tentativo di rifarsi una vita fallirà miseramente.

Leggi tutto

CONFESSIONS di Tetsuya Nakashima (2010)

locandina-confessionsLunedì 07/04/14, ore 23.20, RAI 4

 

Uscito nelle nostre sale con ben tre anni di ritardo rispetto alle sue prime apparizioni nei festival, Confessions è uno struggente e inquietante lungometraggio ambientato in una scuola media giapponese.

Leggi tutto

LA VERA STORIA DI JACK LO SQUARTATORE di Allen e Albert Hughes (2001)

locandina-from-hellDomenica 06/04/14, ore 21.10, MTV

 

“Nessuno meno di voi è in grado di giudicare la perfezione raggiunta dalla mia arte.” Londra, 1888. Un serial killer fa strage di prostitute; l’ispettore Frederick Abberline (Johnny Depp), oppiomane traumatizzato dalla morte di moglie e figlioletta neonata, indaga sul caso, aiutato da Mary Kelly (Heather Graham).

Leggi tutto

MOEBIUS di Kim Ki-duk (2013)

locandina-moebiusSabato 05/04/14, ore 1.20, RAITRE

 

“I am the father, the mother is I, and the mother is the father.” La disgregazione di una famiglia analizzata dall’occhio spietato di Kim Ki-duk.

Leggi tutto

NYMPH()MANIAC VOL. I di Lars Von Trier (2014)

NYMPHOMANIAC-Character-PosterSi dirà che è troppo facile parlare male di questo film. Si dirà, anzi che è un film fatto apposta per farsi distruggere. Per irritare, provocare e scuotere chissà quali rimossi della coscienza. Si dirà che Lars Von Trier, ancora una volta, gioca a infastidire compiacendosi delle critiche e che criticandolo si farà il suo gioco.

 

Tutto vero e giusto, ma purtroppo non ci sono alternative, o meglio: l’unica alternativa a stroncare Nymph()maniac Vol. I è ignorarlo. Perché è un’opera talmente vacua e priva di contenuti che, in effetti, un’analisi delle sue mancanze potrebbe risultare in uno spreco di tempo ed energie.

Leggi tutto

SERATA GRINDHOUSE

locandina-grindhouseMercoledì 02/04/14, dalle ore 21.05, IRIS

 

Signore e signori, ecco a voi il puro intrattenimento offerto dalla premiata ditta Tarantino/Rodriguez.

Leggi tutto

L’ARMATA DELLE TENEBRE di Sam Raimi (1992)

locandina-armata-delle-tenebreVenerdì 21/03/14, ore 21.10, RAI 4

 

“Klaatu verata… n… netta, nettare, nichel… oh Dio! Come è questa parola? Come faccio a non ricordarla? Di sicuro cominciava con la N… Klaatu verata ni… emh… ehm… rvana… Ok allora, fatta! Calma, calma! È tutto a posto, ho detto la parola, l’ho detta!”

Leggi tutto

PHENOMENA di Dario Argento (1985)

locandina-phenomenaGiovedì 20/03/14, ore 23.45, RAI MOVIE

 

“Qui l’unico mostro è l’assassino. Ma io posso capire quello che provi. So che cosa significa essere diverso, e tutto quello che devi sopportare: l’ironia, la pietà, la repulsione, il fastidio. La gente riesce quasi a farti sentire in colpa per quello che sei.”

Leggi tutto

NOI CREDEVAMO di Mario Martone (2010)

locandina-noi-credevamoMartedì 18/03/14, ore 21.15, RAI 5

 

“Ho girato ‘Noi credevamo’ mirando a ciò che è sotto la pelle della storia, ho cercato di cogliere il clima esistenziale vissuto da ragazzi diventati uomini e mai piegati sotto il peso di una lotta disperata, quei mazziniani antenati dei partigiani, dei movimenti degli anni ’60 e ’70, dei democratici che in Italia conoscono una storia drammaticamente altalenante, tra faticate vittorie e continue sconfitte.”

Leggi tutto

JACKIE BROWN di Quentin Tarantino (1997)

locandina-jackie-brownLunedì 17/03/14, ore 23.00, RAI MOVIE

 

La hostess Jackie Brown (Pam Grier) arrotonda il suo stipendio contrabbandando denaro sporco per il mercante d’armi Ordell Robbie (Samuel L. Jackson) che, nei guai con la polizia, la vuole eliminare.

Leggi tutto

VIALE DEL TRAMONTO di Billy Wilder (1950)

locandina-viale-del-tramontoDomenica 16/03/14, ore 16.00, RAI MOVIE

 

“Riceveva ventimila lettere la settimana. Gli uomini pagavano il suo parrucchiere per avere una ciocca dei suoi capelli, ci fu un Maraja che venne dall’India per avere una delle sue calze di seta. Quando la ottenne ci si strangolò.”

Leggi tutto

NEED FOR SPEED di Scott Waugh (2014)

locandina-need-for-speedTobey Marshall (Aaron Paul) è un meccanico che gestisce l’officina di famiglia e partecipa alle corse clandestine d’auto. Quando viene incastrato per un crimine che non ha commesso, è costretto a due anni di prigione: al suo ritorno, il suo unico obiettivo è la vendetta contro chi l’ha imbrogliato. Associando motori ed alta velocità nel cinema moderno, la mente non può che andare alla saga di Fast & Furious. Ma Need for Speed, primo film tratto dalla celebre serie di videogiochi della Electronic Arts, possiede una propria indipendenza dai film con Vin Diesel.

Leggi tutto

MR. PEABODY E SHERMAN di Rob Minkoff (2014)

Locandina-mr-peabody-and-shermanLa Dreamworks Animation, ormai lungi da essere una succursale minore di mamma Pixar, ha scelto la sua strada per il futuro: abbandonare la via sicura della narrazione tradizionale e lasciarsi andare allo sperimentalismo visivo.

Dopo gli psichedelici e visionari I Croods e Turbo, arriva Mr. Peabody&Sherman, ispirato a una serie di cartoon degli anni ’60, in stile Hanna&Barbera. E anche in questo caso, la sceneggiatura si preoccupa poco di rispettare passaggi logici e una reale progressione di eventi, preferendo invece concentrarsi su pirotecniche fughe e paesaggi caleidoscopici.

Leggi tutto

LEI di Spike Jonze (2013)

her-la-locandina-del-film-282425Lei ha nettamente diviso la nostra redazione. Per questo vi proponiamo due recensioni, differenti nel giudizio.

 

Spike Jonze la brillantezza, Spike Jonze l’intelligenza. Nel nuovo film del regista de Il ladro di orchidee, dopo la parentesi solo in apparenza estranea e spiazzante rispetto al suo stile di Nel paese delle creature selvagge, queste due qualità si respirano in quantità industriale.

Il merito è soprattutto di una scrittura di grazia e freschezza sopraffine che dimostra l’eccellente qualità della penna di Jonze, il cui sguardo è qui sgravato da ogni influenza a lui esterna, dall’arzigogolato e tormentato aplomb cervellotico di Charlie Kaufman. Trionfa allora la delicatezza, il brio sarcastico di un’effervescenza romantica che sa divertire con un mix efficace di semplicità e raffinatezza, sposando l’arietta da commedia sofisticata alla ” grevità” irriverente – giusto per fare un esempio – di un robottino sboccato e parolacciao con cui il protagonista interagisce in sede virtuale.

Leggi tutto

BRAZIL di Terry Gilliam (1985)

locandina-BrazilVenerdì 07/03/14, ore 21.10, RAI 4

 

“La verità vi renderà liberi.”

“Da qualche parte nel Ventesimo Secolo” Sam Lowry (Jonathan Pryce), umile e grigio impiegato presso il Ministero dell’Informazione, è sconvolto dall’incontro con Jill (Kim Greist), una ragazza identica a quella da lui sognata ogni notte.

Leggi tutto

AMERICAN GIGOLO di Paul Schrader (1980)

locandina-american-gigoloMercoledì 05/03/14, ore 21.10, RAI 4

 

Julian Kay (Richard Gere), professione gigolo, viene accusato di un omicidio che non ha commesso. Incastrato e braccato, verrà salvato da Michelle (Lauren Hutton), insoddisfatta moglie di un senatore che sacrificherà credibilità e matrimonio perché innamorata di lui.

Leggi tutto

LA GRANDE BELLEZZA di Paolo Sorrentino (2013)

locandina-la-grande-bellezzaMartedì 04/03/14, ore 21.10, CANALE 5

 

“È tutto sedimentato sotto il chiacchiericcio e il rumore. Il silenzio e il sentimento. L’emozione e la paura. Gli sparuti, incostanti sprazzi di bellezza… e poi lo squallore disgraziato e l’uomo miserabile.”

Leggi tutto

KILL BILL – VOL. 1 di Quentin Tarantino (2003)

kill bill vol1Lunedì 03/03/14, ore 23.15, RAI MOVIE

 

Il quarto film (escludendo l’episodio girato in Four Rooms) del talentuoso Quentin Tarantino è un distillato di cinema allo stato puro, in cui la proverbiale (con)fusione tra generi cinematografici a lui cari diventa vera e propria cifra stilistica nonché ragione d’essere del film.

Leggi tutto

SUSANNA! di Howard Hawks (1938)

locandina-susannaSabato 01/03/14, ore 11.55, RAI 5

 

“L’evidenza è la marca del genio di Howard Hawks. […] In quest’arte si impone una onestà fondamentale di cui è testimonianza l’uso del tempo e dello spazio; nessun flashback, nessuna ellissi; la continuità è la sua regola; […] il film intero, corpo glorioso, è animato da un respiro semplice e profondo.” (Jacques Rivette)

Leggi tutto

“WHO YA GONNA CALL?” TRENT’ANNI DI GHOSTBUSTERS

Locandina-GhostbustersLa prematura scomparsa di Harold Ramis ha intristito tutti. Perché probabilmente con lui se ne va anche un pezzo di storia di un cinema che negli anni ’80 ha spopolato, con la qualità delle riprese, con la geniale inventiva nelle situazioni comiche, con i dialoghi esilaranti. Ed è una beffa enorme pensare che l’attore-sceneggiatore sia mancato proprio nell’anno in cui i Ghostbusters, per altro inventati dallo stesso Ramis e da Dan Aykroyd, compiono 30 anni.

«Non hai provato a starne fuori tu non sai che vuol dire: io ho lavorato nel settore privato, pretendono risultati!» (Ray Stantz)

Era infatti il 1984 quando nelle sale statunitensi stava per apparire un film che sarebbe presto diventato una vera e propria opera di culto anche per le generazioni a venire. La trama, celeberrima, già di per sé era qualcosa di geniale ed inedito: tre dottori di ricerca universitari, Peter Venkman, Raymond Stantz ed Egon Spengler sono certi dell’esistenza del paranormale, ma non riescono a dimostrarlo. Fino a che non si trovano ad avere un contatto diretto con un fantasma della biblioteca della 5th Avenue di New York, e allora tutte le loro prospettive cambiano: perché non trovare un modo per catturare i fantasmi?

Leggi tutto

JOHNNY STECCHINO di Roberto Benigni (1991)

locandina-Johnny-StecchinoVenerdì 21/02/14, ore 21.10, CANALE 5

 

“Avvocato, ti voglio seguire un’ultima volta. Ma se tutta questa maledetta storia non funziona… lo vedi questo stecchino? Io te lo infilo nelle palle e ci faccio uno spiedino. Che schifo.”

Leggi tutto

SHE’S SO LOVELY – COSÌ CARINA di Nick Cassavetes (1997)

locandina-she-s-so-lovelyGiovedì 20/02/14, ore 1.25, IRIS

 

Eddie Quinn (Sean Penn) impazzisce quando gli violentano la moglie Maureen (Robin Wright Penn), di cui è follemente innamorato. Dopo dieci anni passati in manicomio, uscirà con l’idea fissa di riconquistare la donna, nel frattempo risposatasi con Joey (John Travolta).

Leggi tutto

Social media & sharing icons powered by UltimatelySocial