SIN CITY – UNA DONNA PER CUI UCCIDERE di Frank Miller e Robert Rodriguez (2014)

Nove anni dopo Sin City, tornano sul grande schermo i personaggi di Frank Miller, che dirige ancora insieme a Robert Rodriguez il secondo capitolo tratto dalle sue graphic novel: Sin City – Una donna per cui uccidere. Tre storie: Dwight McCarthy (in precedenza interpretato da Clive Owen, ora da Josh Brolin) si ritrova in balia dell’ex-fidanzata Ava (un’Eva Green più fatale che mai) che lo inganna e manovra per i suoi loschi piani. A tirarlo fuori dai guai ci pensa il granitico e indistruttibile Marv (Mickey Rourke), redivivo dalla prima parte; Il giovane Johnny (Joseph Gordon-Levitt) sfida a poker il malvagio senatore Roark (Powers Boothe), padre di “Quel bastardo giallo” ucciso nel primo capitolo da John Hartigan (Bruce Willis); Nancy (Jessica Alba), intanto,  continua a sognare di vendicare la morte del suo amato Hartigan.

Leggi tutto

SERATA GRINDHOUSE

locandina-grindhouseMercoledì 02/04/14, dalle ore 21.05, IRIS

 

Signore e signori, ecco a voi il puro intrattenimento offerto dalla premiata ditta Tarantino/Rodriguez.

Leggi tutto

MACHETE KILLS di Robert Rodriguez (2013)

Locandina MachetSe oggi possiamo assistere alla visione di Machete Kills è tutto merito dei fans.

L’avventura di Machete è iniziata molti anni fa, quando la scatenata coppia di amici Rodriguez – Tarantino decise di omaggiare un genere cinematografico del quale erano supporter, realizzando 2 pellicole di serie B incorniciate sotto il titolo di Grindhouse. Fu in quella occasione, camuffato come un finto trailer, che il personaggio di Danny Trejo prese vita per la prima volta. Da fan al lavoro, Rodriguez diede vita a un personaggio che creò altri fans e quest’ultimi chiesero poi esplicitamente a Rodriguez di costruirne un film. Detto fatto nel 2010 Machete venne presentato a Venezia dove riscosse un buon successo. Il film si chiudeva con un siparietto che avrebbe annunciato il ritorno dell’eroe in Machete Kills. Ovviamente nessuno pensava che tale pellicola avrebbe visto la luce, ma ancora una volta, il film creò ennesimi fans che supplicarono Rodriguez di dirigere il sequel del loro nuovo eroe. Detto fatto.

Leggi tutto

DAL TRAMONTO ALL’ALBA di Robert Rodriguez (1996)

Tarantino e Clooney fratelli di sangue: Dal tramonto all'alba compie 20  anni- Film.it

Per un ragazzino di 12 anni la parola cinema significa cartoni animati o film della sera (visti odiosamente a metà perché il giorno dopo bisogna svegliarsi presto). Questa visione distorta e distratta cambia miracolosamente un pomeriggio in cui, dall’interminabile collezione paterna di VHS, si decide di vedere un film che dà il via a una passione irreversibile. Dal Tramonto all’alba (From Dusk Till Dawn), diretto da Robert Rodriguez e sceneggiato da Quentin Tarantino, è divertimento puro e cazzeggio all’ennesima potenza, le due priorità per un dodicenne poco smaliziato.

La trama è costruita sulla base di uno schema ripreso dal maestro dell’horror Stephen King: prima bisogna disorientare il pubblico con una storia “normale” e dei protagonisti in cui è facile immedesimarsi. Quando tutto sembra ormai definito, deve avvenire la svolta che stupisce e che catapulta lo spettatore dritto in pasto alla paura.

 

 

Leggi tutto

Social media & sharing icons powered by UltimatelySocial