INFERNO di Ron Howard (2016)

 

“Nel mezzo del cammin di nostra vita, mi ritrovai per una selva oscura…”, che, nel caso di Robert Langdon (Tom Hanks), è l’ospedale di Firenze, dove si risveglia privo di memoria e in stato confusionale. Con lui, la dottoressa Sienna Brooks (Felicity Jones), che vuole aiutarlo a risolvere un enigma che lo porterà nel cuore del capolavoro dantesco, dal quale dipendono le sorti dell’intera umanità.

Leggi tutto

THE BEATLES: EIGHT DAYS A WEEK – THE TOURING YEARS di Ron Howard (2016)

 

Il 1962 è un anno chiave per la storia della musica, della musica live in particolar modo: quattro ragazzi di Liverpool, infatti, esordivano al Cavern Club, iniziando una rivoluzione musicale che li porterà, inevitabilmente, nel mito. Ron Howard decide di omaggiare i Beatles raccontando i loro 4 anni di esibizioni live, tra le incredibili urla delle fan e interventi di celebrità che in tenera età ammiravano chi stava scrivendo la storia della musica. Semplice, senza ricami o ricerca di virtuosismi, con The Beatles: Eight Days a Week – The Touring Years, Ron Howard opta per la scelta migliore, ossia lasciare che siano le celberrime note provenienti dall’olimpo beatlesiano a scandire il ritmo di questo omaggio che il regista ha voluto regalare ai fan, con il pregio di contestualizzare storicamente il successo dei Beatles, sia in Inghilterra che, soprattutto, negli USA.

Leggi tutto

HEART OF THE SEA – LE ORIGINI DI MOBY DICK di Ron Howard (2015)

 

Ben poco rimane allo spettatore dopo la visione di Heart of the Sea – Le origini di Moby Dick. Forse temendo anche l’ingombrante presenza dell’illustre precedente di John Huston, Ron Howard rifugge dalle complicazioni derivanti dalla trasposizione per il grande schermo del capolavoro letterario di Herman Melville e ripiega sull’adattamento del romanzo del 2000 di Nathaniel Philbrick, Nel cuore dell’oceano – La vera storia della baleniera Essex.

Leggi tutto

I consigli home video di aprile 2014

** CONSIGLIO DEL MESE **

RUSH (BLURAY)
Produttore: 01 / Distributore: Rai Cinema

Video: 2.35:1 anamorfico 1080p
Audio: Italiano, Inglese DTS HD 5.1
Sottotitoli: Italiano, Italiano non udenti, Inglese
Extra: Disco 1 – Rush La campagna pubblicitaria, Rush featurettes, Rush la premiere del film; Disco 2 – Rush in Italia, Scene tagliate, Rush “la vera storia” documentario.

Tra i titoli di punta dell’anno scorso, Rush arriva in un’edizione Bluray tutta targata Italia. Edizione certamente promossa ma che suscita qualche perplessità, in virtù del più classico rapporto qualità – prezzo, nella sua versione in doppio Bluray considerato che gli extra “made in Italy” sono per lo più superflui.

VIDEO: a fronte di una resa video non certo priva di difetti, c’è comunque un lavoro importante per portare in tutto il suo splendore “retrò” la particolare fotografia del film giocata tutta su determinati colori (il rosso, tra tutti).
Voto: 3/4

AUDIO/SOTTOTITOLI: si perdoni il gioco di parole, considerato il tema del film, ma l’audio originale ha davvero una marcia in più. Ottima comunque la resa sonora del mix multicanale, soprattutto durante le corse.
Voto: 3/4

EXTRA: Spiace dirlo ma gli inserti di Rai Cinema, specie quelli presenti nel primo disco, sono davvero poca cosa, degni delle rubriche di cinema dei TG nazionali e non di certo a carattere d’approfondimento come è lecito aspettarsi. La musica cambia nel secondo disco grazie alla presenza di dieci scene tagliate e di un documentario.
Voto: 2,5/4

EDIZIONE: 3/4

Leggi tutto

RUSH di Ron Howard (2013)

Locandina RushNel mondo dello sport le rivalità, a volte più mediatiche che reali, sono all’ordine del giorno. Ce ne sono alcune che, però, restano indelebili nella memoria collettiva: Coppi e Bartali, Rossi e Biaggi, Messi e Ronaldo, Federer e Nadal. E poi c’erano loro, Niki Lauda e James Hunt – di cui ricorre il 20 anniversario di morte – che negli anni ’70 diedero uno scossone prepotente alla Formula 1, dando vita ad una delle battaglie sportive e dialettiche più emozionanti e indimenticabili della storia di questo sport, e non solo. Di Lauda, infatti, che certo non brillava per simpatia – e questo Howard non manca di sottolinearlo – oltre all’abilità sulle piste e al pazzesco incidente che lo vide coinvolto nel circuito di Nürbugring il 1 agosto 1976, si ricorda la rivalità con Hunt.

 

Leggi tutto

Social media & sharing icons powered by UltimatelySocial