UN PICCIONE SEDUTO SU UN RAMO RIFLETTE SULL’ESISTENZA di Roy Andersson (2014)

piccioneVincitore della 71ª edizione della Mostra Cinematografica di Venezia e terzo capitolo della trilogia “esistenzialista” (con Songs from the Second Floor e You, the Living) firmata dallo svedese Roy Andersson, arriva in sala Un piccione seduto su un ramo riflette sull’esistenza. Il settantunenne regista, al suo quinto lungometraggio, incanta con una memorabile ballata dolceamara in bilico tra surrealismo ed esistenzialismo, chiaramente ispirata ai temi e alle forme del teatro scandinavo (impossibile non pensare aJohan August Strindberg) e dell’assurdo (evidenti gli influssi di Samuel Beckett ed Eugène Ionesco).

Leggi tutto

Cosa sanno i Festival che noi non sappiamo?

 Nel corso dello splendido documentario From Caligari to Hitler, tratto dal libro di Siegfried Kracauer, la voce off ci pone la medesima domanda per almeno tre volte: cosa sa il cinema che noi non sappiamo? Nel 2014 esiste qualcosa che il medium cinematografico può ancora insegnarci? Traslando il quesito, ci pare lecito allargare il discorso ai Festival, che nascono spesso dal basso con budget ridottissimi e dei quali a volte si fatica a comprendere la funzione.

Leggi tutto

Venezia 71: FIRES ON THE PLAIN di Shin’ya Tsukamoto e A PIGEON SAT ON A BRANCH REFLECTING ON EXISTENCE di Roy Andersson

fires-on-the-plain

FIRES ON THE PLAIN di Shin’ya Tsukamoto (2014)

Scritto da Davide Dubinelli

Shin’ya Tsukamoto è tornato. Alla grande. A tre anni di distanza da Kotoko, premiato come miglior film della sezione Orizzonti alla 68ª Mostra del cinema di Venezia, il cineasta giapponese infiamma il concorso della kermesse veneziana con un’opera sconvolgente ed estrema, un bombardamento dei sensi che trascende qualsiasi esperienza visiva codificata. Trasposizione cinematografica dell’omonimo romanzo (1951) di Shōhei Ōoka, già portato sullo schermo da Kon Ichikawa nel 1959, il film narra la sconvolgente avventura di un soldato dell’esercito giapponese immerso nella Natura selvaggia e ostile di un’isola delle Filippine nel febbraio del 1945, durante la Liberazione da parte delle truppe Alleate agli sgoccioli della Seconda guerra mondiale, costretto a confrontarsi con gli orrori di un conflitto disumano.

Leggi tutto

Social media & sharing icons powered by UltimatelySocial