Perfect Days di Wim Wenders, la recensione

di Mirta Tealdi

Vincitore della Palma d’oro per il migliore attore (Kôji Yakusho) all’ultimo Festival di Cannes, Perfect Days è il nuovo film di Wim Wenders. Hirayama (Kôji Yakusho) è un uomo di mezza età, dallo sguardo intenso e dolce e dai sorrisi che fioriscono improvvisamente, sembra felice della sua vita ripetitiva e semplice. I ritmi scanditi dalla sua attività: si sveglia, si lava, si mette la tuta da lavoro con su scritto The Tokyo Toilet (sì, perché Hirayama come lavoro pulisce i bagni pubblici), poi annaffia delicatamente, irrorandole con un nebulizzatore, le diverse piantine che conserva in piccoli vasetti nella stanzetta adiacente alla sua modesta camera. Un luogo frugale negli arredi ma dove non mancano i libri (Faulkner, Highsmith…): perfettamente ordinati in una bassa libreria, e il lettore di musicassette per la sua vasta collezione di pop, rock, e soul degli anni ’60 -’70.

Leggi tutto
VENEZIA 2016: LES BEAUX JOURS D’ARANJUEZ di Wim Wenders

Les-Beaux-Jours-d-Aranjuez-3

Il maestro del nuovo cinema tedesco Wim Wenders si presenta al concorso della 73^ Mostra del Cinema di Venezia con un’opera ermetica dal titolo Les Beaux Jours d’Aranjuez. Il film è un adattamento cinematografico di un’opera letteraria e teatrale scritta dall’austriaco Peter Handke. Un uomo, uno scrittore, nella sua villa di periferia di una silenziosa Parigi ascolta della musica, Perfect Day di Lou Reed, al suo jukebox cercando un’ispirazione per cominciare a scrivere, quando ad un tratto si siede, prende un foglio e….

Leggi tutto

Berlinale 2015: EVERY THING WILL BE FINE di Wim Wenders e UNDER ELECTRIC CLOUDS di Alexey German Jr

everything-will-be-fineEVERY THING WILL BE FINE di Wim Wenders (fuori concorso)

Dopo aver realizzato lo splendido documentario Il sale della Terra presentato allo scorso Festival di Cannes, Wim Wenders torna protagonista anche alla Berlinale dove a breve riceverà l’orso d’oro alla carriera. Il Festival ha deciso di rendergli omaggio presentando la sua ultima fatica di finzione nella sezione fuori concorso (oltre che una retrospettiva con i migliori titoli del regista). Si tratta di Every Thing Will Be Fine, lungometraggio girato con l’impiego del 3d e con protagonisti James Franco, Charlotte Gainsbourg e Rachel McAdams.

Leggi tutto

IL SALE DELLA TERRA di Wim Wenders e Juliano Riberio Salgado (2014)

il sale della terra«Una foto non parla solo di chi è ritratto, ma anche di chi ritrae»

Prendendo come caposaldo per la sua analisi questa frase, Wim Wenders costruisce un documentario riuscito e interessante per le molteplici chiavi di lettura.

Cercando di omaggiare uno dei fotografi più importanti del mondo, Sebastiao Salgado, il regista tedesco conduce lo spettatore mano nella mano lungo uno svariato numero di fotografie commentate direttamente dal proprio autore. Il sale della terra si presenta dunque in primo luogo come una sorta di museo fotografico munito di audio guida. Salgado, di foto in foto, commenta l’origine degli scatti, le emozioni che gli suscitarono, le difficoltà della loro realizzazione ecc. Wenders, primo spettatore tra tutti, lo interroga per noi cercando di catturare le frasi più significative continuando a mostrare semplicemente gli scatti uno di seguito all’altro.

Leggi tutto

Social media & sharing icons powered by UltimatelySocial