Rebel Moon – Parte 1: Figlia del fuoco di Zack Snyder, la recensione

di Valeria Morini

Il sottotitolo di Rebel Moon, film diretto Zack Snyder uscito direttamente su Netflix, è Parte 1: Figlia del fuoco, ma potrebbe tranquillamente essere “O dell’abuso del ralenti nelle scene d’azione”. Uno dei registi più divisivi del cinema mainstream hollywoodiano torna dopo il turbolento periodo passato dei film DC e la delusione di Army of the Dead (un ottimo soggetto sviluppato male), con l’ambizione di creare un nuovo universo cinematografico: di Rebel Moon è stato girato anche il sequel Parte 2: la sfregiatrice (in piattaforma ad aprile 2024), ma l’idea è di realizzare una trilogia, senza dimenticare lo sviluppo di un videogioco, un corto animato e una graphic novel, nonché una versione estesa dello stesso Figlia del fuoco. Insomma, quello che è stato già definito “lo Star Wars di Snyder” è un progetto a dir poco complesso: peccato che questo capitolo iniziale sia un disastro evidente sotto diversi punti di vista.

Leggi tutto
Zack Snyder’s Justice League, la recensione

A cura di Francesco Pozzo

Zack Snyder’s Justice League è un’opera a suo modo senza precedenti che ci ricorda con epicità solenne il buco abissale che ci separa dai nostri padri: quel vuoto nero, incolmabile e assordante che cambia il corso delle nostre vite mutandole non di rado in peggio. Flash, Cyborg, Superman, Batman, Aquaman, Wonder Woman: non ce n’è uno che abbia un rapporto conciliante con le figure genitoriali (quando presenti); questo nocciolo tematico, spesso presente nell’affollato mondo dei superuomini in calzamaglia, è sviscerato nell’occasione specifica in maniera esemplare.

Leggi tutto

JUSTICE LEAGUE di Zack Snyder (2017)

Justice League, la DC si traveste da Marvel e il risultato è tragico |  Wired Italia

Dopo la fine di Dawn of Justice e la morte di Superman, Bruce Wayne (Batman, Ben Affleck), a seguito di una imminente catastrofe che sta per abbattersi sul pianeta Terra, decide di creare con la collaborazione di Diana Prince (Wonder Woman, Gal Gadot) una squadra di nuove reclute. I due alleati si mettono alla ricerca del giovane velocista Barry Allen (Flash, Ezra Miller), di Victor Stone (Cyborg, Ray Fisher) e dell’Atlantideo Arthur Curry (Aquaman, Jason Momoa). La minaccia che sta per giungere porta il nome di Steppenwolf, generale dei nuovi Dei del pianeta Apokolips, arrivato nel mondo dei terrestri con il suo esercito di Parademoni, alla ricerca delle tre scatole madri.

Leggi tutto

BATMAN V SUPERMAN: DAWN OF JUSTICE di Zack Snyder (2016)

batman v superman

Finalmente ci siamo: dopo mesi di attesa e un insieme infinito di trailer sempre più lunghi – che già lasciavano intendere parecchio sulla qualità del film – Batman v Superman è arrivato nelle sale, con tutto il carico di aspettative che un film simile comporta, a partire dal tanto bistrattato e chiacchierato Ben Affleck che raccoglie l’eredità di Christian Bale come Cavaliere Oscuro.

Leggi tutto

L’UOMO D’ACCIAIO di Zack Snyder (2013)

Niente da fare: la maledizione di Superman continua.

I due principali attori che hanno indossato il costume blu del “primo di tutti i supereroi” sono stati segnati da gravi tragedie: George Reeves, protagonista della serie anni ’50 Adventures of Superman, si è suicidato a soli 45 anni; il compianto Christopher Reeve, scomparso nel 2004, ha vissuto gli ultimi anni di vita su una sedia a rotelle, tetraplegico, dopo una brutta caduta da cavallo.

A distanza di vent’anni dall’ultima apparizione, Superman è tornato sul grande schermo nel 2006 per la regia di Bryan Singer: un mezzo flop, con incassi al di sotto delle aspettative, recensioni non certo benevole e un attore (Brandon Routh) che ha visto la sua carriera arenarsi drasticamente.

Le speranze erano tante con questo L’uomo d’acciaio, visto il nome di Zack Snyder (che un buon film in carriera l’ha fatto) e, soprattutto, quello di Christopher Nolan come produttore esecutivo che, dopo aver ridato linfa cinematografica a Batman, si sperava potesse ripetere il miracolo con l’alieno venuto da Krypton.

Bastano però pochi minuti per ridimensionare ogni aspettativa: una prima sequenza, in cui nasce il piccolo Kal-El, eccessivamente enfatica, calcata, poco naturale che, in qualche modo, rappresenta perfettamente il resto della visione.

Leggi tutto

WATCHMEN: ADATTAMENTO O REMAKE?

Riflessioni sul concetto di adattamento hanno coinvolto gli studi sul cinema fin quasi dalle sue origini. Se prendiamo l’importante libro di André Gaudreault sull’argomento[1], ci accorgiamo che i testi che hanno trattato il tema dell’adattamento sono più di centocinquanta, dimostrando così come la teoria del cinema abbia, fra i suoi percorsi di studi privilegiati proprio l’adattamento e, più in generale, il rapporto fra testi. Leggi tutto

Social media & sharing icons powered by UltimatelySocial