TESTIMONE D’ACCUSA di Billy Wilder (1957)

testimone daccusaVenerdì 15/2/2013, ore 14.45, La7

 

Tratto dalla commedia teatrale Witness for the Prosecution (1953) di Agatha Christie, Testimone d’accusa è, per ammissione della scrittrice stessa, il miglior adattamento cinematografico che sia mai stato realizzato da una sua opera.

Meccanismo perfetto, con una sceneggiatura calcolata al millimetro scritta da Billy Wilder ancora orfano del fido I.A.L. Diamond, il film è un impeccabile giallo basato sull’inganno e la maschera. Nulla è come sembra. Christine (Marlene Dietrich) rifiuta di testimoniare a difesa del marito Leonard (Tyrone Power), accusato dell’omicidio di una ricca vedova. L’imputato, allora, si rivolge all’anziano avvocato Robarts (Charles Laughton), le cui intuizioni sembrano poter scagionare l’uomo. Clamoroso colpo di scena finale. Le memorabili schermaglie legali durante le udienze del processo, l’incalzante ritmo narrativo e un clima di costante tensione, esaltano un trio di attori in stato di grazia. Assolutamente indimenticabile Laughton ma la Dietrich, dal fascino magnetico, è una presenza insostituibile. L’ennesimo capolavoro di uno dei più grandi registi della storia del cinerma. Sei nomination agli Oscar, tra cui quelle per il miglior film, la miglior regia e il miglior attore protagonista per Charles Laughton (vincitore del David di Donatello), e nemmeno una statuetta. Troppo acuto e intelligente per avere successo tra i membri dell’Academy.

Superbo.{jcomments on}