TRAVOLTI DA UN INSOLITO DESTINO NELL’AZZURRO MARE D’AGOSTO di Lina Wertmüller (1974)

locandina-travolti-da-un-insolito-destinoDomenica 15/09/13, ore 23.00, RETE 4

 

Gennarino Carunchio (Giancarlo Giannini), marinaio meridionale e comunista, è di servizio su uno yacht sul quale viaggia, tra gli altri, Raffaella Pavone Lanzetti (Mariangela Melato), ricca e viziata moglie di un industriale milanese che lo sottopone a continue angherie; un naufragio e la conseguente forzata coesistenza ribaltano i ruoli e costringono i due ad un avvicinamento che si trasforma in amore.

Diretto da Lina Wertmüller, Travolti da un insolito destino nell’azzurro mare d’agosto è una metafora, semplicistica quando non banale, della differenza tra classi e delle ingiustizie politiche e sociali così frequenti nel Bel Paese; ciò che resta scolpito nella memoria, e ha contribuito a trasformare il film in un piccolo cult, è la verve dei due protagonisti, sanguigni, veraci e sexy come non mai, interpretati da un Giannini e una Melato in stato di grazia: indimenticabili i siparietti e i deliri linguistici misogini di Carunchio (“Sciacquetta, brutta bottana industriale e socialdemocratica!”). Orrido remake americano firmato Guy Ritchie (Travolti dal destino, 2002) con Madonna (allora compagna del regista) e Adriano Giannini.

Consigliato.

{jcomments on}