UN AMERICANO A ROMA di Steno (1954)

locandina-un-americano-a-romaGiovedì 28/2/13, ore 21.05, RAITRE

 

“Maccarone, m’hai provocato e io ti distruggo adesso, maccarone! Io me te magno…!”. Scatta immediata l’associazione tra questa epocale battuta, pronunciata dal mitico Nando Mericoni, e Un americano a Roma, film diretto da Steno (Stefano Vanzina) ed interpretato da Alberto Sordi.

 

 

{jcomments on}

L’epopea del romano innamorato degli usi e costumi americani che rimpiange di non essere nato a Kansas City, tenta di mangiare mostarda al posto degli spaghetti (fallendo miseramente) e parla con un accento americaneggiante è giustamente entrata nella memoria collettiva, lanciando Sordi come uno dei migliori attori italiani e satireggiando sull’Italia del dopoguerra, che viveva nel mito degli Stati Uniti. Il personaggio di Mericoni, ripreso dopo il travolgente ed inaspettato successo con l’apparizione in Un giorno in pretura, ritorna nel film a episodi Di che segno sei? (1975). Piccole partecipazioni per una giovane e ancora sconosciuta Ursula Andress e per il regista Lucio Fulci (che firma la sceneggiatura con lo stesso Sordi, Steno, Ettore Scola e Alessandro Continenza).

Imperdibile.