UN MALEDETTO IMBROGLIO di Pietro Germi (1959)

locandina-un-maledetto-imbroglioMartedì 11/6/13, ore 2.30, Rete 4

 

Diretto e interpretato da Pietro Germi, liberamente ispirato al capolavoro incompiuto di Carlo Emilio Gadda Quer pasticciaccio brutto de via Merulana (non particolarmente apprezzato dal regista che, convinto sostenitore dell’autonomia del cinema come arte, individuava nelle digressioni letterarie e intellettuali del romanzo un limite considerevole), Un maledetto imbroglio parte da un tradizionale intreccio giallo (il commissario Ingravallo [Germi] indaga su un delitto avvenuto in un palazzo romano) per inscenare un vero e proprio dramma popolare.

L’osservazione minuziosa della realtà borghese, ipocrita e perbenista, scardina le certezze di un protagonista solo apparentemente cinico, in realtà dotato di una moralità che lo avvicina ai proletari della vicenda, condannati dalla loro stessa condizione sociale e destinati inevitabilmente alla vergogna e alla sconfitta. Germi (sceneggiatore con Alfredo Giannetti ed Ennio De Concini) alterna umorismo e tragedia, adattando a livello visivo il pastiche linguistico delle pagine gaddiane e riuscendo a satireggiare sul (mal)costume italiano. Splendida Claudia Cardinale nel ruolo di Assuntina. Musiche di Carlo Rustichelli, con la bella Sinnò me moro cantata dalla figlia Alida Chelli.

Da non perdere.

{jcomments on}