UN MONDO PERFETTO di Clint Eastwood (1993)

un mondo perfettoLunedì 17/02/14, ore 21.05, IRIS

Sottovalutata opera del grande regista Clint Eastwood, Un mondo perfetto è, in realtà, un punto di svolta nella poetica del regista nell’analisi dei sentimenti più veri ed autentici che si instaurano tra le persone, indipendentemente da età, sesso o estrazione sociale.

Con Gli spietati (1992) e I ponti di Madison County (1995), costituisce un trittico di capolavori che hanno definitivamente consacrato Eastwood come uno dei più grandi autori contemporanei, la cui sensibilità nel toccare temi profondi senza la minima ombra di retorica è universalmente riconosciuta. Kevin Costner, nella sua più grande interpretazione, è un evaso che, nel Texas degli anni ’60, intraprende una disperata fuga verso l’Alaska con un bambino in ostaggio. Struggente road-movie di grande classicità formale che coniuga racconto di formazione e dramma esistenziale, è anche un’acuta analisi della società americana che, ieri come oggi, deve fare i conti con se stessa, con i propri limiti, con i propri pregiudizi. Di abbagliante bellezza.

Grande cinema.