VINCERE di Marco Bellocchio (2009)

locandina-vincereVenerdì 26/7/13, ore 21.30, RAI STORIA

 

Storia della relazione tra il giovane Benito Mussolini (Filippo Timi) e la trentina Ida Dalser (Giovanna Mezzogiorno), che sfocia nella nascita di un figlio, Benito Albino, ripudiato e internato in manicomio insieme alla madre dal futuro dittatore, lanciato alla conquista del potere.

“Lei sbaglia gridando continuamente la verità”; “Se nessuno mi ascolta, io devo continuare a gridare.” Ecco l’essenza di questo immenso film, diretto da Marco Bellocchio e presentato in concorso alla 62ª edizione del Festival di Cannes: un urlo disperato, di potenza visiva inaudita (grazie anche e soprattutto alla magnifica fotografia di Daniele Ciprì), un apologo sulla crudeltà del potere e sulle sue ripercussioni, ritratto sconvolgente di uno dei personaggi femminili più epici e stoici mai apparsi sul grande schermo, interpretato da una (mai più così) straordinaria Giovanna Mezzogiorno, amante dilaniata e disperata che non accetta la realtà, distruggendo se stessa e il figlio. Estremo e furioso come poche altre opere: Bellocchio si conferma (come se ce ne fosse bisogno) un regista sopraffino, lucido, gelido ma al contempo partecipe della tragedia narrata. Vincitore di otto David di Donatello (regista, fotografia, scenografia, costumi, trucco, acconciature, montaggio, effetti speciali visivi) e quattro Nastri d’Argento (attrice protagonista, fotografia, montaggio, scenografia).

Assolutamente imperdibile.

{jcomments on}